Creato da gherripaolo il 30/10/2008
non rinuncio facilmente a dire la mia

Area personale

 

Ultime visite al Blog

scrittoreoccasionaleSky_EagleanimasuggherripaoloElemento.Scostanteletizia_arcurilacky.procinogigliodamoreil_pablopsyche.dgl0costanzatorrelli46Stolen_wordslafarmaciadepocabetaeta7Palm26
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

Domenica 21 maggio

Post n°392 pubblicato il 19 Maggio 2017 da gherripaolo

Sul Vangelo di oggi:

Gesù parla di “paraclito” che significa chiamato vicino: è l’avvocato, il consolatore, il compagno di strada che cammina accanto e supporta.

Gesù parla di un altro paraclito che lo sostituirà accanto ai discepoli. Questo significa che Gesù stesso è il primo compagno di strada.

Secondo Gesù la sua assenza ci rende orfani; chiederci se e quanto ciò sia vero: quanto la sua presenza sia così decisiva per la nostra vita.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Domenica 14 maggio

Post n°391 pubblicato il 12 Maggio 2017 da gherripaolo

Sul Vangelo di oggi:

L’Evangelista Giovanni è il più chiaro e diretto: Gesù ha promesso espressamente “un posto nella casa del Padre” … in paradiso!

Non un posto “a caso”, ma appositamente preparato per noi, affinché “siamo dove è Lui”. Questa è la vera meta della fede cristiana!

Questa eternità personale, in piena relazione con Gesù e il Padre (suo/nostro) non ha equivalenti in nessun’altra fede: è solo cristiana!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Domenica 7 maggio

Post n°390 pubblicato il 06 Maggio 2017 da gherripaolo

Sul Vangelo di oggi:

 

Quando Gesù parla di sé, spesso lo fa in modo strano. Qui si presenta come porta, "unica". Unico accesso legittimo alla vita degli uomini.

 

L'unicità di legittimazione comporta però un giudizio sulla realtà: un giudizio radicale anche su " gli altri" (ladri e briganti).

 

Gesù può dire questo poiché la totalità del suo donarsi toglie ogni ambiguità: egli è venuto per dare agli uomini vita "in abbondanza".

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Domenica 30 aprile

Post n°389 pubblicato il 28 Aprile 2017 da gherripaolo

Sul Vangelo di oggi:

La Pasqua di Cristo non è un fatto da sapere ma un evento da narrare: come fanno i Vangeli. Solo raccontandolo ci si rende conto di cosa sia.

Allo stesso modo anche la fede che ne deriva dev'essere narrata e condivisa: come lungo la strada di Emmaus, tra discepoli e Maestro.

Non basta "conoscere" Gesù come maestro: è necessario "ri-conoscerlo" come Signore... qui, però, le parole non bastano: servono eventi.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Domenica 23 aprile

Post n°388 pubblicato il 24 Aprile 2017 da gherripaolo

Scout all'opera: tempo sequestrato...

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Pasqua 2017

Post n°387 pubblicato il 15 Aprile 2017 da gherripaolo

Quella TOMBA aperta è una PORTA aperta

al di là della quale si SPALANCA un futuro

un mondo nuovo in cui avere VITA NUOVA:

questa è la nostra fede. Buon viaggio

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Domenica 9 aprile - Le Palme

Post n°386 pubblicato il 08 Aprile 2017 da gherripaolo

Sul Vangelo di oggi:

Per Matteo la passione di Gesù inizia –come tante altre– se non proprio “per soldi”, almeno attraverso i soldi: «quanto mi volete dare?».

Soldi che, alla fine, non porteranno alcun vantaggio a chi li ha avuti, ma avranno venduto una persona per essere più facilmente uccisa.

Cosa volesse davvero Giuda non si sa; che cosa ha fatto: sì! Forse è finito il tempo delle intenzioni e bisogna guardare cosa ne deriva…

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Domenica 2 aprile

Post n°385 pubblicato il 31 Marzo 2017 da gherripaolo

Sul Vangelo di oggi:

La malattia e morte di Lazzaro è una della pagine più trascurate del Vangelo: una di quelle che non danno Ragione in nulla ai pensieri umani verso Dio.

Gesù (che è Dio) sa della malattia mortale di Lazzaro e non fa nulla per evitarla, anzi: aspetta, lasciando che vincano morte e dolore. Un’assurdità

Questo c’impone la consapevolezza che la fede cristiana parte dalla storia ma non si compie entro i suoi limiti: Cristo apre all’eternità.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Domenica 26 marzo

Post n°384 pubblicato il 25 Marzo 2017 da gherripaolo

Sul Vangelo di oggi:

La luce può mancare (=notte), ma anche essere ignorata (=cecità) o fuggita… comunque essa cambia radicalmente il rapporto con la realtà.

Gesù si presenta come “luce del mondo” affinché ciascuno scelga quale rapporto avere con lui, entro una dinamica di riconoscimento.

Il “noi sappiamo” rende ciechi, il farsi domande apre gli occhi. L’autoreferenzialità condanna alla tenebra… l’ascolto illumina la vita.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Domenica 19 marzo

Post n°383 pubblicato il 17 Marzo 2017 da gherripaolo

Sul Vangelo di oggi:

Un uomo e una donna soli sotto il sole d’Oriente: il “Logos” di Dio e una “eretica” moralmente discutibile… un dialogo pieno di allusioni.

Una scusa un po’ maldestra e nasce un dialogo sulle cose importanti della vita e il suo  senso: la quotidianità, gli affetti, le fedi.

Gesù conosce il passato (i 5 mariti) ma non gli interessa: promette futuro e ne sgorga autenticità. Questa è la fede: vedere noi in Lui.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »