Creato da missfiore il 28/12/2006
l'unione fa la forza
 

Area personale

 

il nostro loghino!!

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

fiorellinodicasaitaly_gioarmanitaggiaminatore54rosiello.antonio1955waghsblackdream2rosa64.rrmister_k2006warolmaresdgl10salmerino52ChristianCagesilvana.zappaterrafarinamariella
 
Citazioni nei Blog Amici: 15
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CERTE NOTTI

 

PURE MORNING

 

ma perchè non ne ho trovato uno così?

 

e scusate se è poco...

 

UP!

 

 

THE CROW

Un tempo la gente era convinta che quando qualcuno moriva un corvo portava la sua anima nella terra dei morti. A volte però accadevano cose talmente orribili, tristi e dolorose che l'anima non poteva riposare in pace. Così a volte ma solo a volte, il corvo riportava indietro l'anima perché rimettesse tutto a posto. Un palazzo viene dato alle fiamme tutto quel che ne rimane è cenere, prima pensavo che questo valesse per ogni cosa: famiglie, amici, sentimenti, ma ora so che se l'amore è vero amore niente può separare due persone fatte per stare insieme. Se le persone che amiamo ci vengono portate via perché continuino a vivere, non dobbiamo mai smettere di amarle: le case bruciano, le persone muoiono ma il vero amore è per sempre.

Sbalordito il diavolo rimase, quando comprese quanto osceno fosse il bene e vide la virtù nello splendore delle sue forme sinuose.

 

intensità..

 

i colori e i profumi della tua ombra danno vita al nero delle notti più sole..

ho sfiorato gli aromi della tua anima e per un attimo ho assaporato l'ebbrezza di poterti avere mia.

ho abbracciato per molto tempo un vento gelido, il solo capace di scaldare il mio cuore solitario.

tu solamente sei riuscita a dar luce alle emozioni più profonde di un uomo invecchiato dal tempo, capace di far ardere i cuori più gelidi in un interminabile secondo..

ti ho assai cercata quando finalmente un giorno ti  vidi cullata dolcemente da immense onde di una lacrima.

o luna! spezza le catene che ti trattengono alla notte scura e sorgi in un cielo coperto da nuvole passeggere.

il mare della vita ti ha portata via proprio quando stavo sprofondando nelle immensità della voglia che avevo di poterti avere mia.

proteggimi da quello che voglio perchè ho paura che si impossessi di me fino al punto di rendermi incapace di essere felice.

 

FIORELLINODICASA

PASSIONE

Ho fame della tua bocca, della tua voce, del tuoi capelli
e vado per le strade senza nutrirmi, silenzioso,
non mi sostiene il pane, l'alba mi sconvolge,
cerco il suono liquido dei tuoi piedi nel giorno.

Sono affamato del tuo riso che scorre,
delle tue mani color di furioso granaio,
ho fame della pallida pietra delle tue unghie,
voglio mangiare la tua pelle come mandorla intatta.

Voglio mangiare il fulmine bruciato nella tua bellezza,
il naso sovrano dell'aitante volto,
voglio mangiare l'ombra fugace delle tue ciglia

e affamato vado e vengo annusando il crepuscolo,
cercandoti, cercando il tuo cuore caldo
come un puma nella solitudine di Quitratúe.

Pablo
Neruda

 

Alla mia età

 

CHAMPAGNE SUPERNOVA

 

USELESS

 

Baby I like it, oh yes I like it..

 

angeli

Gli amanti delle prostitute
sono felici, grassi e ben pasciuti:
quanto a me, ho le braccia spezzate
per le nuvole che ho abbracciato.
 
Grazie agli astri meravigliosi
che fiammeggiano in fondo ai cieli,
questi miei occhi corrosi
non vedono che ricordi di soli.
 
Invano dello spazio ho voluto
trovare la fine e il centro:
sotto un occhio di fuoco sconosciuto
sento la mia ala che pencola.
 
e, bruciato dall'amore del bello,
l'onore eccelso non mi sarà dato
che col mio nome sia chiamato
l'abisso che mi servirà d'avello.
 
(Charles Baudelaire - Lamenti di un Icaro

 

 

« CONSIGLIO PER I MASCHIET...loca loca! »

ecco dove vivo!

Post n°92 pubblicato il 15 Ottobre 2010 da missfiore
 

La Valchiusella (o Val Chiusella; in francese, Val Chauselle) è un territorio lungo circa 25 chilometri, con una superficie di 143 km², situato in provincia di Torino, e più precisamente nel Canavese, che, come per moltissime valli, prende il nome dal torrente che lo attraversa (il Chiusella).

IL TERRITORIO

La Valchiusella inizia tra i boschi ed i prati delle colline sopra Ivrea, arriva – in un paesaggio sempre aperto e tra dolci pendenze – sino a Traversella e di qui si incunea nella tipica forma a V, verso le Alpi Graie , fra la bassa Valle d'Aosta a nord-est e la Valle dell'Orco e Val Soana a sud-ovest.
La bassa valle è caratterizzata da rilievi collinari coperti da fitti boschi e sui quali si trovano numerosi paesi molti dei quali sono comuni autonomi. Quest'area appartiene geologicamante all'Anfiteatro morenico d'Ivrea e ospita alcuni laghi; mentre quelli di Alice e di Meugliano sono di origine naturale il Lago Gurzia è un bacino idroelettrico ottenuto con lo sbarramento artificiale del Chiusella
.
Nella sua parte più alta, la Valchiusella è delimitata da una catena di monti le cui vette più importanti arrivano ai 2820 metri del Monfandì e ai 2756 metri del Monte Marzo (dalle cui pendici il Chiusella inizia il suo corso, per sfociare nella Dora Baltea nei pressi di Strambino
).
L'alta Valchiusella, che – in un paesaggio decisamente alpino - arriva ai monti sopra citati, presenta i lineamenti tipici di una valle formatasi dopo l'ultima glaciazione (glaciazione di Würm). Dopo la ritirata del grande ghiacciaio della Dora Baltea, la morfologia del territorio si presenta con una serie di circhi e di ripiani, occupati talvolta da piccoli laghi.
I "Laghi della Furce" (2165 metri), il "Lago Liamau" (2337 metri), i "Laghetti della Buffa" (2176 metri) costituiscono mete di impegnative camminate escursionistiche, che si svolgono su sentieri ormai poco battuti ed a volte difficili da trovare (ma che ancora ad inizio del XX secolo portavano ai colli di accesso alle valli confinanti).

LA COMUNITA' MONTANA

Il territorio della valle, dal punto di vista amministrativo, fa capo alla Comunità Montana Val Chiusella nata nel 1972 con finalità di tutela del territorio e di promozione socio-economica della valle.
La Comunità Montana comprende i Comuni di:

  • Alice Superiore,
  • Brosso,
  • Issiglio,
  • Lugnacco,
  • Meugliano,
  • Pecco,
  • Rueglio,
  • Trausella,
  • Traversella,
  • Vico Canavese,
  • Vidracco,
  • Vistrorio

TRADIZIONI E CULTURA POPOLARE

La vena neoromantica che porta alla ricerca delle radici culturali tradizionali ha, negli ultimi decenni, dato vigore ad una serie di associazioni e di eventi non privi di richiamo turistico.
Va innanzi tutto ricordata la tradizionale passione musicale, sia suonata che cantata, presente in quasi tutti i paesi della valle. Numerose sono le bande che incarnano la tradizione dei gruppi di strumenti a fiato.
Iniziative di recupero dei canti tradizionali hanno avuto luogo a Brosso ed a Rueglio (ove diffusa era l'usanza delle serenate scherzose e finanche licenziose rivolte alle ragazze da maritare, usanza detta "Canté le Martine")
A Vico la "Corale Polifonica Val Chiusella" ha saputo mettere in valore la passione musicale popolare dando luogo ad un gruppo che si è affermato, anche a livello europeo, con un importante repertorio di musica classica. Sotto il profilo della produzione letteraria, sono stati prodotti testi in cui si recuperano le storie e le leggende narrate una volta nelle stalle ed i ricordi della gente e dei mestieri "di un tempo". Ricerche di antropologia folklorica hanno indagato in maniera più profonda miti e credenze che ancora fanno parte della memoria popolare (citiamo qui solamente l'esempio dell'urcièt, l'uomo selvatico
).
Sulla conservazione della memoria storica del lavoro in miniera si incentra un progetto ecomuseale della Regione Piemonte comprendente il "Centro Minerario di Traversella".
Le sagre e le feste di paese hanno portato a riproporre i piatti tradizionali della cucina locale, una cucina povera incentrata sull’utilizzo di quanto la valle sa offrire (mais, tome, castagne, funghi, ecc).
La riscoperta (o l'invenzione) di piatti a base di erbe selvatiche che si raccolgono in primavera, ha portato in Valchiusella ad una iniziativa di grande successo ("El Sabat d'le Erbe") consistente in passeggiate didattiche di riconoscimento delle piante commestibili, seguite da una cena presso i ristoranti del luogo basata appunto su piatti che utilizzano le erbe selvatiche della valle.

Io precisamente vivo ad Alice Superiore:-)

Tutte le info sono state ricavate da www.wikipedia.it

SE SIETE DI QUESTE PARTI, FATEVI UN GIRETTO:-)

Un bacio miss13

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/missfiore/trackback.php?msg=9389661

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
fiorellinodicasa
fiorellinodicasa il 18/10/10 alle 17:48 via WEB
ciao carissima!!! ;-) hai aperto un ufficio informazioni? interessante ci darò un occhiata!!! a bombazza!!!! :-)
 
 
missfiore
missfiore il 01/11/10 alle 17:48 via WEB
faccio un pò di pubblicità:-)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.