Creato da progettoeternity il 05/05/2010
 

guarire dal cancro

guarire dal cancro si può e raggiungere l'eterna giovineezza

 

 

« La più grande scoperta d...Guarire dal cancro si pu... »

scoperta la cura contro il cancro

LA GRENALINA  PUO’ INFLUENZARE IL METABOLISMO DELLE PERSONE AMMALATE DI CANCRO?

Come la sindrome metabolica sia causa non solo di malattie cardiovascolari , ma sia anche percussore di tutte le malattie di carattere oncologico.

La grelina, e' un ormone di recente identificazione, meglio conosciuto come ormone dell'appetito in quanto tra i suoi compiti c'e' quello di inviare al cervello l'input della sensazione della fame. Il nostro studio recentemente pubblicato su Circulation ha mostrato gli effetti di tale ormone sulla protezione delle arterie. Lo studio ha infatti evidenziato che la grelina è in grado di ripristinare una normale funzione endoteliale negli individui affetti da sindrome metabolica.

La sindrome metabolica e' una condizione clinica caratterizzata dalla presenza di diversi fattori di rischio (dislipidemia, iperglicemia, ipertensione arteriosa) in uno stesso individuo. Tali fattori sono spesso associati ad obesità addominale. Soggetti con sindrome metabolica presentano un notevole aumento di incidenza di malattie cardiovascolari. Ogni anno 250 mila italiani sono vittime delle malattie cardiovascolari (infarti e ictus in particolare) e sebbene le armi a disposizione siano sempre maggiori la mortalità permane cosi alta soprattutto per la non adeguata attenzione alla prevenzione primaria.

uno studio ha evidenziato che la grelina è dotata di una serie di azioni anti-aterosclerosi, suggerendone dunque un possibile ruolo nella prevenzione di questa condizione, almeno nelle sue prime fasi, quando il danno (detto appunto 'disfunzione endoteliale') è ancora largamente reversibile.

L'endotelio non rappresenta soltanto il rivestimento più interno delle arterie, ma è anche un vero e proprio laboratorio biochimico, in grado di produrre diverse sostanze che condizionano non solo la capacità dei vasi di permettere un adeguato afflusso di sangue ai diversi organi, ma anche di ostacolare la formazione e l'accrescimento della placca aterosclerotica. Una delle sostanze prodotte dall'endotelio, tra le più importanti per il buon funzionamento delle arterie, è l'ossido nitrico (NO), un potentissimo vasodilatatore. In caso di disfunzione endoteliale, la produzione di NO risulta nettamente diminuita e di conseguenza l'arteria presenta un deficit nella risposta a diversi stimoli vasodilatatori e si creano delle condizioni favorenti la formazione della placca aterosclerotica.

Considerato che dati preliminari mostravano che i soggetti affetti da sindrome metabolica presentavano concentrazioni ematiche di grelina ridotte abbiamo cercato di esplorare con una serie di sofisticati esperimenti se questo potesse avere un ruolo nel determinismo e nella successiva correzione della disfunzione endoteliale, presente in questi pazienti.

Nello studio sono stati arruolati 18 soggetti affetti da sindrome metabolica (secondo i criteri del NCEP-ATP III) e 18 individui sani (gruppo di controllo), che sono stati sottoposti a una serie di test (infusione endoarteriosa di acetilcolina, sodio nitroprussiato e L-NMMA, un inibitore dell'enzima che sintetizza l'NO) e al monitoraggio delle variazioni di flusso ematico dell'avambraccio indotte dalle diverse sostanze.

I risultati dello studio hanno dimostrato che l'infusione intravascolare di grelina normalizza la funzionalità dell'endotelio, aumentando la disponibilità di NO nelle arterie dei pazienti con sindrome metabolica.

L'aver dimostrato il ruolo della grelina sul sistema cardiocircolatorio consente di compiere un passo avanti nella comprensione dei meccanismi che determinano le complicanze cardio-vascolari nei pazienti con aumento di peso e disturbi metabolici associati . È possibile che la migliore comprensione delle anomalie associate alla sindrome metabolica, possa condurre in futuro a strategie terapeutiche più mirate per la prevenzione del rischio cardio-vascolare.

In conclusione i ridotti livelli di grelina presenti in pazienti affetti da sindrome metabolica sembrerebbero contribuire alla disfunzione endoteliale e alla conseguente aterosclerosi precoce,no solo ma potrebbe essere correlata a malattie di carattere oncologico.

 L'infusione di grelina e' in grado di avere un effetto protettivo nei confronti dell'aterosclerosi grazie all'incremento dei livelli dei livelli di Ossido Nitrico disponibile. Studi recenti hanno dimostrato che un regolare esercizio fisico, una dieta ipocalorica e perdita di peso sono in grado di far nuovamente aumentare i livelli di questo ormone nel sangue dei pazienti in cui questi erano ridotti e tale meccanismo potrebbe contribuire agli effetti antiaterosclerotici di tali strategie terapeutiche.

 

Progetto Eternity



OSSERVAZIONI E VALUTAZIONI

AUTORE FERRO FRANCESCO

Come sopra si evince –la sindrome metabolica e causata da una scorretta alimentazione ed inadeguato stile di vita, una alimentazione ipercalorica è iperproteica origina disfunzione endoteliale causa di formazione di placche arterisclerotiche che causano malattie dell’apparato cardicircolatorio dando origine a formazioni sclerotiche a placche non di meno interferisce sulla normale produzione di ON creando nel contempo una disfunzione nella produzione e riciclo  di ossigenazione utile ad una corretta funzione cardiaca e polmonare.

La Grenalina potrebbe fungere  da catalizzatore e riparatrice dei danni che una malattia metabolica  causa all’organismo malato, la Grenalina può in parte ristabilire la corretta produzione di ON utile sia allo svolgimento corretto delle funzini respiratorie e cardivascolari, ma anche x la stimolazione degli organi sessuali compreso il desiderio che porta al vero stimolo sessuale anche per chi ha problemi di disfunzione erettile.

Una salutare produzione di ON e molto importante affinchè i nostri organi possano funzionare correttamente ed avere lunga vita.

La ricerca manca xrò di reali studi di associazione fra la funzione della Grenalina in concomitanza di altri fattori di cui il nostro metabolismo abbisogna per funzionare bene e dare il meglio di se stesso.

 

Autori dell’articolo sopra riportato sono di:

 

 

Manfredi Tesauro *

Carnmine Cardillo **

 

  • Endocrinologo, Dipartimento di Medicina Interna, Policlinico Universitario Tor Vergata, Roma
    ** Divisione di Terapia Medica, Università Cattolica Sacro Cuore

 

Osservazioni specifiche:

Progetto Eternity

Ferro Francesco 

Via Madonna della pace,7

Colle Umberto (TV)

Email- ferro.francesco@email.it   

 

Fine Prima Parte.

 

       

 

 




 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/progettoguarire/trackback.php?msg=9242738

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
ciccipu11
ciccipu11 il 08/03/12 alle 17:36 via WEB
Buongiorno,e grazie!! ero indecisa se fare l'intervento della "SLEEVE",ma ora che ho letto cosa fa questo ormone ,che sicuramente io produco in quantità industriale,è decisamente utile dimagrire "assolutamente" DIMAGRIRE x SALVARE LA VITA!!!! GRAZIE GRAZIE!!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

ULTIME VISITE AL BLOG

natale.fettolinimassimo.perseograzianaplataniaciromangomraugeiloredana.armaverdelin3daavv.loretagajtanikaku74trafitto0passerotto_2007appletreealexander_megasSean_OAirAlby771
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20