Creato da ramio49 il 27/03/2010

food and health

Cucina Alimentazione e Salute

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

 

« ROMA sposa le tradizioni...DIARIO DI UNA DIETA »

Prof. Cappello: i conti non tornano

Post n°14 pubblicato il 26 Settembre 2010 da ramio49
 

Oggi voglio parlare di diete ed in particolare della NEC, Nutrizione Enterale Chetogena, realizzata dal dott. Gianfranco Cappello, professore di Chirurgia generale all’Università La Sapienza di Roma.

Non voglio in questa sede esprimere un giudizio ma manifestare le mie perplessità che mi portano a concludere l'asserzione fatta nel titolo di questo post: I CONTI NON TORNANO.

Sono partito dalla conclusione del mio ragionamento, ma ora voglio procedere nel giusto ordine. Innanzi tutto faccio una brevissima premessa per chi non conoscesse l'argomento, illustrando brevemente in cosa consiste la dieta.

La dieta NEC si basa sulla chetogenesi,  il fenomeno che si verifica nell’organismo quando lo si priva degli zuccheri necessari. In queste condizioni, l’organismo è costretto a bruciare grassi e dunque a dimagrire.
Partendo da questo presupposto, il Dott. Gianfranco Cappello ha elaborato un liquido da bere per 10 giorni che va portato in uno speciale zainetto dotato di sondino naso gastrico da indossare sempre. Il liquido altro non è che una soluzione nutrizionale composta da calcio, potassio, fosforo, sodio,  sieroproteine del latte e magnesio. Durante i 10 giorni di somministrazione, si può ingerire solo acqua, tè e caffè senza zucchero e camomilla.
I risultati sembra siano miracolosi. Si parla di una perdita di peso dell' 1% al giorno che per una persona di 100 Kg di peso corporeo corrispondono a circa 10 kg.!!!

Non voglio entrare in merito ai risvolti clinici ed alle conseguenze sul fisico che la dieta, suggerisce. Molti illustri nutrizionisti, medici ed esperti di ogni genere hanno espresso la loro opinione e non sono mancate le voci che nel coro si sono schierate tra i contrari.

Aggiungerò la mia voce a quella degli scettici argomentando con un ragionamento che solo marginalmente è tecnico e che tutti sono in grado di comprendere.

Come tutti sappiamo, il nostro corpo necessita di energia ed ogni giorno ne richiede una quantità variabile in funzione di numerosi fattori. Questa energia per cosuetudine la misuriamo in Kcalorie. Al cibo che quotidianamente ingeriamo per fornire questa energia attribuiamo la stessa unità di misura. Gli elementi del cibo che contribuiscono all'apporto calorico sono sostanzialmente tre: i lipidi - o grassi, le proteine ed i carboidrati.

Teniamo bene in mente questo assioma: perchè il nostro organismo "lavori" normalmente, tanto consuma, tanto dobbiamo reintegrare. Se "integriamo" in eccesso si ingrassa, nel caso contrario, si dimagrisce.

Ed ora vengo al punto.

Prendiamo ad esempio un soggetto di sesso maschile, peso corporeo 100 kg., altezza 175 cm, circonferenza dell'addome 110 cm, normotipo, 50 anni di età.
Questa persona è decisamente obesa: il suo peso ideale dovrebbe essere di 73 Kg, ossia ben 27 Kg. in meno; il suo indice di massa corporea è di 32,6 (normale sarebbe 22) e la percentuale di massa grassa è di oltre il 30% (normale sarebbe del 19%). Questo nostro signore di mezza età fa una vita piuttosto sedentaria e per tutto questo richiede un'alimentazione che apporti al suo organismo un'energia pari a 2290 Kcal possibilmente suddivise tra l'equivalente di 305 gr. di carboidrati, 143 gr. di proteine e 62 gr. di grassi.

Il nostro dott. Cappello afferma che la sua dieta brucia solo i grassi preservando i muscoli. Ed allora partiamo da un'asserzione totalmente assurda.

Supponiamo che, senza alcuna conseguenza per il proprio organismo, il nostro signore nell'esempio, non mangi assolutamente nulla per 10 giorni, e che pur continuando la sua normale attività sedentaria, miracolosamente perda 9,6 Kg del suo peso ossia l'1% al giorno. Stiamo supponendo una situazione ben peggiore di quella proposta dalla dieta in quanto l'apporto calorico giornaliero è ZERO.

Ed ora i conti: 9,6 Kg di grasso corrispondono in energia a 87.360 Kcal ossia a 8.736 Kcal al giorno (1 grammo di grasso apporta 9,1 Kcal di energia all'organismo)

Come fa, caro professore, un organismo che richiede solo 2.290 kcal a consumarne quasi il triplo ? Un febbrone da vavallo ? Un metabolismo impazzito ? Grassi che spontaneamente si disciolgono e sono evaquati ?

NO CARO PROFESSORE: I CONTI PROPRIO NON TORNANO !

Il nostro soggetto nella stessa assurda ipotesi appena fatta non può perdere più di 2 Kg e 1/2 - sempre che la salute lo sostenga !!

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/ramio49/trackback.php?msg=9313990

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
correttore il 27/09/10 alle 13:16 via WEB
Tutto perfetto, il ragionamento calorico. Solo che escludendo la cheturesi (ossia l'eliminazione dei corpi chetonici attraverso le urine) trascuri la vera azione "terapeutica" di questa dieta. Gli acidi grassi vengono trasformati in corpi chetonici che in parte vengono utilizzati per il metabolismo basale, ma in larga parte (la parte preponderante) vengono eliminati con le urine. L'onestà intellettuale imporrebbe di fare un altrettanto dettaglio intervento alla luce di questa nuova "rivelazione"...
 
 
ramio49
ramio49 il 06/10/10 alle 08:41 via WEB
Questa si che è un'analisi seria e convincente. Grazie illustre "correttore" per aver dato luce ai miei dubbi. Non mancherò di documentarmi su quanto dici. La tua osservazione, invero, mi conforta: non potevo accettare che un illustre professore universitario illudesse i paziente con slogan alla Pozzetto (ricordi il film 7 Kili in 7 Giorni ?). Grazie
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Gianfranco Cappello il 01/11/10 alle 13:10 via WEB
Sono il Prof.Cappello e rispondo al sig. ramio49 che non riesce a far quadrare i conti della NEC. Cominciamo con calcolare bene la spesa calorica giornaliera di un uomo obeso di 30 anni che pesa 100 kg ed è alto 170. La formula di Harris-Benedict è molto semplice: peso(kg)=100; altezza(cm)=170; età=40; Cal= 66,4730 + (13,7156 * peso) + (5,033* altezza) – (6,775 * età) = 2564. Questo sarebbe il dispendio energetico basale giornaliero. Per una vita sedentaria dobbiamo aggiungere un 10% e arriviamo a 2821 cal/die. Veniamo adesso alla perdita di peso giornaliera durante NEC. Quello che lei dice non è esatto. Come può vedere dal mio sito (gianfranco-cappello.it) i pazienti in NEC perdono dal 7 al 10 % in base alla quantità di moto che riescono a fare durante i 10 gg di ciclo. Considerando quindi che abbiamo un paziente con vita sedentaria la perdita di peso non è il 10 ma il 7% e quindi ogni giorno il paziente di 100 kg perde 0.7 kg. Questa perdita di peso viene analizzata con l’impedenziometro che considera il paziente diviso in tre compartimenti: massa grassa, massa magra e acqua extracellulare. Il risultato, che viene preventivamente annunciato ai pazienti con tutta una serie di considerazioni che qui non possiamo fare, è che il paziente perde come massa grassa l’80% del suo calo ponderale giornaliero complessivo. Quindi 0.7*0,80=0.56 kg/die di massa grassa. Ma la massa grassa (ossia le cellule del tessuto adiposo del paziente) non sono compatte come un panetto di burro, contengono un 80% di trigliceridi. Ed ecco che il grasso che il paziente perde ogni giorno nei 10 gg di ciclo è di 0.56*0,80=0,448kg che corrispondono circa a 4032 cal al giorno. Come lei vede i due numeri si sono notevolmente avvicinati, ma c’è ancora un gap di più di 1000 calorie. Dove sono andate a finire? Lo ha intuito parzialmente l’ospite che è intervenuto nella discussione. In un soggetto normale la distribuzione dell’energia alle varie cellule è garantita dal glucosio. Nei pazienti in NEC sono i chetoni che assumono questo compito, ma questo comporta una serie di differenze. Da una parte i chetoni non sono ugualmente “efficienti” come trasportatori d’energia e calorie vengono perdute. Dall’altra parte i chetoni non sono come il glucosio che viene rigorosamente risparmiato e protetto nel suo ruolo di tramite energetico. I chetoni vengono continuamente perduti dal rene (vedi la chetonuria che noi misuriamo in ogni paziente durante il ciclo) e vengono perduti anche nell’aria espirata (da cui l’alito chetonoso dei pazienti in NEC). A questo si aggiungono certi “cicli futili”, ma qui entriamo nel campo delle supposizioni e non serve che qui andiamo a complicarci la vita. Riassumendo 4000 calorie vengono mobilizzate ogni giorno. Di questa circa 3000 vengono bruciate e un migliaio vengono perdute. Come vede i nostri conti tornano. A questo punto dobbiamo affrontare seriamente un altro argomento. Caro signore che si cela dietro lo pseudonimo di ramio49, lei ha tutto il diritto di esporre il suo pensiero e le sue perplessità e come vede io le rispondo e con piacere, ma non ha alcun diritto di rivolgersi a me come ad un ragazzino che ha rubato la marmellata. Eh! Eh! Prof. Cappello, ma cosa mi combini? Fai vedere le manine! Il suo atteggiamento io non l’ho mai usato neanche con l’ultimo dei miei studenti. Non voglio assolutamente farmi scudo di certi titoli accademici che si è visto molto spesso che non valgono niente, ma le devo ricordare che lei si sta rivolgendo ad un uomo che ha dedicato 40 anni della sua esistenza e dei suoi studi alla Nutrizione Artificiale, curando e salvando da morte sicura migliaia di pazienti. E poi anche la NEC merita il suo rispetto. Internet è pieno di maghi che fanno dimagrire. Maghi che si sono costruiti sapientemente sfruttando la scienza mediatica e spendono cifre incredibili in pubblicità di tutti i tipi. La NEC invece non è un esperimento di Marketing. Un paziente curato quasi casualmente se ne è tirati dietro 23.000, solo con il passa-parola. Lei dice che io rubo la marmellata: ma come si fa a rubarla mentre 23.000 persone ti stanno a guardare? Questo le deve far pensare che la NEC è probabilmente una grande possibilità per la nostra società che si sta uccidendo con il grasso. Una possibilità che è semplice e naturale, non comporta rischi e costa quello che costa pagarsi una colazione-pranzo-cena per 10 giorni. Un potenziale infinito. Le sue considerazioni, anche se espresse in modo inadeguato, restano un onesto tentativo di fare scienza. Ma si ricordi che i presupposti principali della scienza sono il rispetto degli altri e l’umiltà.
 
 
ramio49
ramio49 il 03/11/10 alle 12:16 via WEB
Grazie Professore per l'attenzione che ha dedicato al mio blog e le sono grato dei chiarimenti. Vorrei tuttavia sottolineare alcuni punti. Non è mia intenzione celarmi dietro uno pseudonimo (questa è una regola del blog) ma il mio indirizzo di posta (in chiaro) svela senza dubbio alcuno la mia identità - savarese.mario@libero.it Dai conti riportati mi sembra di capire che il paziente, durante l'intera giornata, non assume calorie in nessuna forma - me lo conferma ? perchè se così non fosse dovrebbe, mi perdoni, considerare questo apporto di energie e quindi il risultato in termini calorici non sarebbe più quello da lei indicato. Molto, mi scusi Professore, mi è piaciuta l'osservazione dell'anonimo "correttore" che nel mio intendere meglio ha colto lo spirito della mia disquisizione. Io sono un matematico Professore, non um medico, e se le dico i conti non tornano è perchè nell'analisi non ho considerato alcuni fattori che tuttavia lei non quantifica. Ben lungi da me darle appellativi che lei stesso si attribuisce. Ho il massimo rispetto per chi, come lei, si adopera per il bene comune. Neppure mi ha sfiorato, poi, l'ipotesi che tutto fosse fatto a scopo di lucro. Come lei stesso tiene a farmi notare il costo della cura è irrisorio per il beneficio che se ne ricava. Se volesse continuare questa civile conversazione con me, può usare, se crede, anche la mia posta elettronica di cui le ho fornito l'indirizzo. Gradisca i miei più cordiali saluti, Professore, e spero di "risentirla" presto.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
prof.Cappello il 25/11/10 alle 13:01 via WEB
La NEC si fa assumendo SOLAMENTE una soluzione di proteine apposita: non ci sono altre introduzioni alimentari e non manca nulla al bilancio che le ho spiegato. Chiaramente questo non è il suo campo, ma non capisco perchè si avventuri in certe disquisizioni e con quel tono sgradevole. Ma faccia come le pare.
 
ramio49
ramio49 il 25/11/10 alle 17:14 via WEB
Con tutto il rispetto professore, le proteine non forniscono calorie all'organismo ? In quanto ai contenuti degli argomenti che tratto, le ricordo, professore, che questo è il mio blog e, nel pieno rispetto dei regolamenti, scelgo io di che scrivere. Cordiali saluti.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
lucia il 17/05/11 alle 19:11 via WEB
caro collega io sono molto scettica sulla dieta da te proposta soprattutto sulla
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
lucia il 17/05/11 alle 19:16 via WEB
ci sono persone malate che rischiano gravi scompensi per seguire questa dieta soprattutto malati di tumori n sarebbe opportuno non illuderli e evitare di farli peggiorare per seguire false speranze ?
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Andrea il 02/08/11 alle 09:32 via WEB
Quando si perdono 9,6 kg, si calcola che il 70% è acqua. Pertanto sono circa 2.500 Kcal al giorno.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Roberto66 il 08/08/12 alle 08:57 via WEB
Grazie al prof.Cappello ho perso 40kg sono ora un altra persona! Ho cambiato regime alimentare e sono più di un anno che riesco a gestirmi senza grossi problemi......basta con la disinformazione o chiecchiere teoriche senza aver provato!! Io la consiglio a tutti (chiaramento dopo aver effettuato un controllo medico approfondito)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
marci il 05/09/12 alle 23:02 via WEB
Ho letto molto riguardo questa dieta e i suoi prodigioso risultati, ma una cosa non capisco..... Se quello da ingerire è uuna soluzione liquida perché é necessario usare una sonda nel naso, non sarebbe più facile bere la soluzione. Grazie
 
prock
prock il 13/11/12 alle 14:23 via WEB
ho perso 32 kg in sei trattamenti quattro tra marzo e maggio e due ora tra ottobre e novembre. tra maggio e ottobre ho ovviamente modificato le mie abitudini alimentari e così facendo non ho ripreso un solo kilo Non ho mai perso i dici sperati per ogni ciclo,mi sono fermato a sei sette per volta, una sola volta 4 ma so per quella volta di non essere stato attento come avrei dovuto e per le altre di non avere effettuato attività fisica. Non sono mai stato male, non ho avuto alcuna controindicazione. La Nec la farei fare a mio figlio se occorresse, ovviamente non manco di farle propaganda. Al prof. Cappello la mia immensa gratitudine, con la facilità promessa mi ha permesso di riappropriami del mio corpo. Non ho più cefalee, non ho più riflussi esofagei, e sono terminate le apnee notturne. E in ultimo voglio riportare il commento di una mia amica dottoressa nutrizionista che non condivide la NEC "Piero, se anche avesse controindicazioni sono minime rispetto ai rischi che correvi col tuo fisico" Pietro Roccapalumba Palermo
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Letizia il 26/12/12 alle 15:02 via WEB
Tachicardia, affanno, dolori alle ginocchia, sforzi disumani anche solo per fare una rampa i scale, problemi di glicemia, depressione, problemi psicologici e psicosomatici, grave ernia ombelicale che non viene operata finchè prima non ci sarà un seppur minimo calo di peso,42 anni e un'obesità da 130 kg... Tutto questo è più o meno pericoloso e dannoso per la salute rispetto alla NEC?
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Sara il 26/12/14 alle 16:40 via WEB
Ho 35 anni pedo 85 kg e mi sono jingrassata 25 kg sono molto triste e rivorrei il mio corpo che dopo 2 gravidanze ha preso tutti questi kg risolvo con questa terapia...)?
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
BV Cure Review il 20/05/13 alle 12:18 via WEB
Yes...Teniamo bene in mente questo assioma: perchè il nostro organismo "lavori" normalmente, tanto consuma, tanto dobbiamo reintegrare.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Sara il 08/01/15 alle 22:39 via WEB
Che differenza c e' con chi da 30 grammi di proteine in un litro r mezzo d acqua al giorno più acqua te' caffè e tre cappuccini il tutto senza zucchero ma anche senza il sondino?
 
f.mingo51_2015
f.mingo51_2015 il 27/03/15 alle 12:50 via WEB
Due settimane fa ho fatto un ciclo di Nec. Prima ho fatto le analisi del sangue e poi la dieta. Sono diabetico di tipo 2 insulino dipendente e peso 100 kg. Al termine della dieta ho perso 10 kg, ho dimezzato la quantità di insulina, ho aumentato l'esercizio fisico da una a due ore di bici.Ho rifatto le analisi che sono risultate migliori delle precedenti. La dieta FUNZIONA anzi la renderei obbligatoria per tutti gli obesi.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
FRATINI DONATELLA il 04/06/15 alle 10:54 via WEB
io sono soddisfatta ho fatto la dieta da quasi 2 mesi, ad oggi sono scesa 10 Kg . Premetto dopo 10 giorni di sondino avevo sceso 7 Kg soddisfatissima, ho continuato la dieta di mantenimento fino ad oggi, togliendo il pane e la pasta, perchè mi sono accorta che salivo di peso. La dieta l'ho fatta alla lettera , ho camminato e bevuto acqua anche se non molta. Ad oggi posso notare che il mio peso si è stabilizzato mangio di tutto ma poco, mi peso tutti i giorni e appena vedo che salgo di peso mi metto a dieta di 1 giorno. Ringrazio il professore per la pazienza che ha avuto con me, l'ho disturbato anche alle 22,00 per un problema alla pompa, mi ha cambiato il sondino che era tagliato di sabato alle 13,00, e ringrazio le ragazze che mi hanno seguito in tutto il percorso controllando il peso insieme, dandomi consigli : Quindi oggi peso 66,2 sono contenta, mi sento bene , non avuto alcun disagio , lo rifarei : N.B. è naturale se mangiamo come prima riprendiamo tutti i Kg e la colpa è solo nostra.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Licia Casola il 07/10/15 alle 18:09 via WEB
salve a tutti; mi permetto di pronunciarmi a tal proposito in quanto mi occupo di psico alimetazione. Credo si sia trascurato un aspetto importante della questione post trattamento nec: quello psicologico. Se non si cambia modo di pensare al cibo e il proprio stile alimentare e di vita, si riprenderanno inevitabilmente tutti i kg persi. Molte persone si autoingannano con quelli che vengono chiamati "pensieri sabotanti". Sono quei pensieri, false credenze che ci consolano nel momento in cui ci si lascia andare oppure fungono da rinforzo nel momento in cui dal pensiero si passa all'azione. Facciamo un esempio: a quanti sarà capitato di tornare stanco e avvilito dal lavoro e pensare davanti uno sneck goloso "ora lo mangio, me lo merito proprio dopo questa giornataccia! oppure, trovarsi degli avanzi del pranzo e mangiarli perchè altrimenti "andranno buttati". O ancora durante una dieta "non importa lo mangio, domani ricomincio". Questi sono solo alcuni dei pensieri che inducono a riattivare il circolo deprivazione-consolazione che non è altro che la famosa sindrome dello yo-yo nelle diete. Questo non significa che si debba stare sempre e costantemente a dieta. Piuttosto, se si lavora sul riconoscimento dei meccanismi disfunzionali alla base dello stile alimentare e sulla gestione di strategie utili a mantenere un'adeguata alimentazione, completa e gratificante, si otterranno risultati a lungo termine. Certo che l'attività motoria e l'autoregolazione sono principi alla base di una vita SANA. Sfatiamo il mito delle magre che mangiano di tutto e non ingrassano perchè hanno il metabolismo accellerato!
 
studionezzo
studionezzo il 10/04/16 alle 17:57 via WEB
anni 70 - con due cicli di 10 + 10 gg sceso da 105 ad 85 e proseguendo da solo sono stabile ad 80kg - pressione, colesterolo, trigliceridi, transaminasi, rientrate nella norma, diabete ridotto sensibilmente, ho adeguato il regime alimentare e l'attività fisica, festeggiato il tutto con una via di roccia a 3000 m.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

gessica.sperandiogiovanni.picerni77geome0massimo.largonialex.espositostudionezzodamiano.battistellijelsinopatrizialollocuccigattaramio49mieloryfanni.carlottairenemonfortedet.anto
 

ULTIMI COMMENTI

anni 70 - con due cicli di 10 + 10 gg sceso da 105 ad 85 e...
Inviato da: studionezzo
il 10/04/2016 alle 17:57
 
salve a tutti; mi permetto di pronunciarmi a tal proposito...
Inviato da: Licia Casola
il 07/10/2015 alle 18:09
 
io sono soddisfatta ho fatto la dieta da quasi 2 mesi, ad...
Inviato da: FRATINI DONATELLA
il 04/06/2015 alle 10:54
 
Due settimane fa ho fatto un ciclo di Nec. Prima ho fatto...
Inviato da: f.mingo51_2015
il 27/03/2015 alle 12:50
 
Che differenza c e' con chi da 30 grammi di proteine...
Inviato da: Sara
il 08/01/2015 alle 22:39
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

TAG