la creativita`.

spazio di riflessione sul mondo interiore creativo e spirituale delle persone e la relazione con la societa' ed i problemi della vita.

 

 

Progettare la vita con il proprio transpersonale (prima parte).

Post n°125 pubblicato il 29 Settembre 2014 da relavita
 
Foto di relavita

La cultura e l'educazione possono ostacolare ed impedire alle persone di progettare la vita con il proprio transpersonale. Il transpersonale è quella porzione di mondo interiore della persona che favorisce la libertà e lo sviluppo di una vita creativa ed umana. Nella società di oggi il transpersonale viene solitamente negato o represso ed escluso anche dagli studi scientifici tradizionali nell'ambito della psicologia, psicoanalisi e psicoterapia. Il transpersonale rimane generalmente escluso anche dalla cultura aziendale, istituzionale, familiare e sociale o dall'istruzione scolastica di livello universitario. Il transpersonale viene considerato dagli ignoranti una fuga dal ragionamento di tipo logico o tecnico-scientifico oppure una pericolosa irrazionalità. Il transpersonale è invece una sorgente di umanità, qualità e virtù presente nell'interiorità di una persona. Il transpersonale aiuta ciascuna persona ad uscire dalla tristezza ed aridità generata dagli eccessi di razionalità diffusi nella società. Il transpersonale rende più vitale e ricca la nostra vita interiore ed incrementa le idee creative e le intuizioni di una persona. Il transpersonale aiuta la persona a vivere le proprie emozioni ed a percepire la malignità o l'affetto presente in un gruppo di persone. Il transpersonale aiuta la persona a progettare una vita al di là dell'ordinario e perciò con uno stile di comportamento ed atteggiamento più sano e costruttivo. Il transpersonale aiuta la persona a vivere oltre la normalità razionale anche per superare le sofferenze ed i danni esistenziali, relazionali e professionali prodotti dalla chiusura della mente. Il transpersonale aiuta gradualmente la persona a liberarsi da attaccamenti a cose, relazioni ed orgenizzazioni che prosciugano l'anima e sfruttano l'essere umano. Il transpersonale è un baluardo interiore che aiuta le persone anche a tutelarsi da ingiustizie, soprusi, costrizioni e lesioni dei diritti umani. Il transpersonale aiuta la persona a mantenere l'umanità necessaria per fare del bene alla società e allontanare la malvagità. Progettare la vita con il proprio transpersonale significa accettare il mutamento e l'evoluzione della propria personalità per favorire il progresso dell'umanità e della propria vita professionale, familiare, relazionale e sociale.

 
 
 

Creatività e risultati scolastici (prima parte).

Post n°124 pubblicato il 15 Settembre 2014 da relavita
 
Foto di relavita

Nella scuola i risultati scolastici spesso sono indipendenti dalla creatività dello studente. L'insegnamento è rivolto principalmente a trasmettere nozioni sulle varie materie scolastiche senza utilizzare metodi che facilitano ad ogni studente un apprendimento sintetico e personalizzato in base al proprio carattere. L'insegnante tende infatti a premiare lo studente in grado di memorizzare ed imitare i testi scolastici e le lezioni in aula. Questi metodi di insegnamento tendono a disconoscere la creatività ed il carattere dello studente. Il disconoscimento inizia spesso dalla scuola primaria e prosegue sino al termine degli studi universitari. La scuola può quindi disporre di insegnanti preparati e competenti ma spesso sono assenti le figure professionali che possono aiutare a comprendere gli insuccessi scolastici dovuti al disconoscimento del carattere degli studenti. Le scuole di ogni ordine e grado dovrebbero disporre di educatori, formatori, psicologi e counselor ed altri operatori che aiutano l'insegnante e lo studente a rispettare e riconoscere le peculiarità dell'essere umano ed i metodi di studio che facilitano il successo scolastico e l'apprendimento sintetico delle materie. Lo studente che ha rispetto di sé e del proprio temperamento riesce ad individuare il percorso di studio più adatto per un costante sviluppo della propria personalità e per una graduale evoluzione professionale e dei progetti di vita. Lo studente consapevole del proprio temperamento è meno annoiato perché riesce a liberare più facilmente le capacità personali e ad elaborare in forma creativa ed umana le nozioni scolastiche. Lo studente che segue le proprie attitudini è in grado di sviluppare la personalità in modo armonico e quindi favorisce l'evoluzione di aziende, famiglie e comunità. La scuola può quindi diventare un luogo dove si formano personalità mediocri oppure un'opportunità di sviluppo razionale, creativo e umano dell'atteggiamento e comportamento di uno studente. I risultati scolastici mediocri di diversi studenti possono essere la conseguenza di un disconoscimento del carattere allo scopo di formare personalità esclusivamente razionali.

 
 
 

La paura della persona omosessuale (prima parte).

Post n°123 pubblicato il 30 Agosto 2014 da relavita
 
Foto di relavita

La paura della persona omosessuale può nascere dall'educazione ricevuta in famiglia e dal modello di istruzione adottato nella scuola. L'atteggiamento della persona omosessuale spesso è considerato una deviazione inaccettabile e moralmente riprovevole mentre una relazione intima eterosessuale è indice di “normalità”. La paura del diverso orientamento sessuale può derivare da una manipolazione dell'identità personale subita durante l'infanzia e l'adolescenza. I genitori ed i loro sostituti nella società probabilmente sono riusciti ad imprimere sulla personalità dei figli un modello unico e limitato di atteggiamento sessuale che reprime le varianti previste dall'affettività e dall'amore. Questo modello educativo limitato può impedire ai figli di sviluppare il proprio mondo emotivo e di costruire rapporti basati sull'amore. Il comportamento di questi figli sembra infatti disciplinato in modo tale da escludere il contatto e la comprensione di altre realtà umane. I figli indottrinati od educati soltanto con la disciplina sono predisposti ad atteggiamenti connotati da razzismo ed omofobia. L'educazione o l'istruzione impartite senza affetto ed amore formano persone con mentalità gretta che tendono a catalogare e ghettizzare gli omosessuali. La paura della persona omosessuale è spesso un sintomo di esclusione dell'amore dalle relazioni e l'inclusione di rapporti interpersonali basati sul potere e la convenienza. La paura dell'omosessuale è simbolicamente anche il timore di evadere o trasgredire il proprio comportamento disciplinato spesso stabilito da convenzioni arbitrarie o sistemi di potere. L'omosessuale è anche un simbolo di trasgressione delle regole imposte dai sistemi di potere per controllare e sfruttare le persone attraverso la sessualità. L'omosessuale è inoltre più difficile da inquadrare attraverso le regole stabilite per il matrimonio eterosessuale e diventa complicato sedurlo tramite le donne appartenenti alle varie lobby della società. L'omofobia può essere letta anche come paura che impedisce ad una persona di accedere alla propria libertà e provare affetto o amore incondizionato.

 
 
 

La cultura dell'imposizione e la spontaneita` (prima parte).

Post n°122 pubblicato il 16 Agosto 2014 da relavita
 
Foto di relavita

Nella società possiamo riscontrare l'esistenza di una cultura dell'imposizione che tende a sopprimere la spontaneità delle persone. La cultura dell'imposizione è riscontrabile in ambienti politici ed istituzionali e nelle aziende pubbliche e private. Questo tipo di cultura si contraddistingue per l'uso di strumenti e strategie anche illegittime utili a stimolare l'obbedienza e la produttività delle persone. Nella mente dei cultori dell'imposizione la persona è considerata un meccanismo da far “funzionare”. La produttività e la competitività possono essere parole “simbolo”  della tendenza culturale di imporre comportamenti che spesso sono inadeguati per un essere umano. L'imposizione è un atteggiamento riscontrabile anche nelle famiglie e nei gruppi sociali. L'imposizione familiare e sociale vuole costringere le persone ad adeguarsi rigidamente a determinate regole morali e comportamentali. Ogni forma di imposizione tende a soffocare il vero carattere e la spontaneità di una persona e le sue motivazioni interiori. L'imposizione contribuisce a generare le caratteropatie nelle persone. L'imposizione culturale favorisce l'incremento dei danni professionali, esistenziali, relazionali ed anche patrimoniali a carico dei cittadini. Una cultura che invece stimola l'espressione spontanea facilita lo sviluppo dell'intelligenza, del carattere, della creatività ed umanità dei cittadini. La cultura della spontaneità rispetta l'essenza spirituale e l'anima delle persone e favorisce il progresso sano ed evoluto della società. La spontaneità dovrebbe essere stimolata nei bambini e negli adolescenti in ambito familiare e scolastico. La cultura del nozionismo può invece provocare una riduzione dell'espressione spontanea e del carattere di un bambino o dell'adolescente. Nella scuola primaria e secondaria ed in famiglia il bambino e l'adolescente possono alternare lo studio e le attività utili allo sviluppo del carattere in accordo con il proprio temperamento innato. Nell'università e nel mondo del lavoro è possibile aiutare le persone a scegliere un percorso di studio o professionale adatto a sviluppare il carattere progressivamente inibito dall'educazione familiare e scolastica e dalla cultura sociale.

 
 
 

Stress e capacita` di lettura della realta` (prima parte).

Post n°121 pubblicato il 02 Agosto 2014 da relavita
 
Foto di relavita

Negli ambienti di lavoro, sociali o familiari una persona può essere soggetta a stress perché ha in dote delle capacità di lettura della realtà. Questo tipo di stress può derivare dai comportamenti incoerenti o patologici presenti nei gruppi di lavoro, sociali o familiari. Lo stress subito da questa persona evoluta è quindi indipendente dai problemi che generalmente incontra nel proprio ruolo professionale, sociale o familiare ma è l'effetto della mentalità chiusa o negativa presente nell'ambiente di lavoro, sociale o familiare. Questo tipo di stress spesso segnala che la persona dispone di maggiori capacità e qualità umane rispetto al guppo di lavoro, sociale o familiare. Questa persona può essere parzialmente inconsapevole della differenza evolutiva esistente con il gruppo. In questa situazione la persona comincia a presentare dei sintomi psicofisici di difficile comprensione anche per medici e specialisti. La persona può attenuare questi sintomi e le eventuali reazioni depressive allo stress utilizzando le tecniche di rilassamento oppure la fitoterapia e la floriterapia. Nel caso in cui lo stress è elevato può ricorrere ad un utilizzo temporaneo di farmaci ad effetto miorilassante od a tranquillanti. Questa persona avrebbe però bisogno soprattutto di comprendere quali aspetti negativi dell'ambiente di lavoro, familiare o sociale determinano questo stress. La capacità di lettura della realtà è infatti connessa anche al tipo di intelligenza in dote alla persona. La persona che vuole uscire da questa condizione di stress dovrebbe impegnarsi ad individuare l'ambito in cui è più sensibile ed intelligente. Questo lavoro di riconoscimento della propria tipologia caratteriale ed intelligenza può essere svolto con l'aiuto di esperti che facilitano la scoperta del mondo transpersonale e spirituale della persona. La persona che vuole conoscere i propri talenti ha maggiori possibilità di sfuggire alle situazioni della vita in cui un certo tipo di stress potrebbe pregiudicare la salute psicofisica e l'evoluzione sana del percorso professionale, sociale, familiare e relazionale.

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: relavita
Data di creazione: 01/04/2012
 

sito internet

 

CONTATTA L'AUTORE

 

TRADUTTORE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

GLI ARGOMENTI DEL BLOG.

 

DOMANDE E RISPOSTE SUL COUNSELING TRANSPERSONALE

 

SEGUI CREATIVITA` IN TWITT

 

ULTIME VISITE AL BLOG

lubopolost4mostofitallyeahchef55christie_malryrelavitasara.marzoccagabriellilucanellaessenaDonna81tpanpanpisindacoditroiaGiosafatte_ballerinootavianprocino995
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
forum
 

sito

 

centro assistenza

 

Blogstreet - dove il blog è di casa

 

 

Directory Qui Blog Italiani