Community
 
SonounAsino...
   
 

Blog dell'asino

Blog seriamente stupido o stupidamente serio?

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

 

 

BOM FEELING !!

Post n°48 pubblicato il 03 Aprile 2010 da SonounAsino.62

IL SORRISO DI QUESTA RAGAZZA

MI RASSERENA ANCHE SE CI SONO POCHI MOTIVI PER ESSERE SERENI

BOM FEELING A TUTTI!!

 

 

 

 
 
 

LUTTO

Post n°47 pubblicato il 14 Settembre 2009 da SonounAsino.62

Il giorno 14 settembre sono venute a mancare dopo una breve ma felice  vita le

VACANZE

ne danno triste annuncio l'asino e i suoi famigliari

 
 
 

CHIUSO PER FERIE

Post n°46 pubblicato il 21 Agosto 2009 da SonounAsino.62

CHIUSO PER FERIE DAL 22/08/2009 Al....BOH?? SI VEDRA'!

L'asino è momentaneamente assente. Dopo il segnale acustico lasciate un messaggio e sarete contattati al suo ritorno

 

CIAO!!!

 

 

 
 
 

"...BIECO ILLUMINISMO" ?????

Post n°45 pubblicato il 13 Agosto 2009 da SonounAsino.62

 

Direi di lasciare la parola al Sig. E. Kant...

 

« L'illuminismo è l'uscita dell'uomo dallo stato di minorità che egli deve imputare a se stesso. Minorità è l'incapacità di servirsi del proprio intelletto senza la guida di un altro. Imputabile a se stessi è questa minorità se la causa di essa non dipende da difetto di intelligenza, ma dalla mancanza di decisione e del coraggio di servirsi del proprio intelletto senza essere guidati da un altro. Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza! – è dunque il motto dell'illuminismo. Sennonché a questo illuminismo non occorre altro che la libertà, e la più inoffensiva di tutte le libertà, quella cioè di fare pubblico uso della propria ragione in tutti i campi. Ma io odo da tutte le parti gridare: — Non ragionate! — L'ufficiale dice: — Non ragionate, ma fate esercitazioni militari. — L'impiegato di finanza: — Non ragionate, ma pagate! — L'uomo di chiesa: — Non ragionate, ma credete. »

 

 
 
 

IKEA 2

Post n°44 pubblicato il 13 Agosto 2009 da SonounAsino.62

LA DIVORZIATA

 

ah! queste svedesi!!

 
 
 

HOT SPOT

Post n°43 pubblicato il 04 Agosto 2009 da SonounAsino.62

Da qui mi convinco sempre di più  che la lingua è preferibile metterla in un posto caldo!

Poteva rimanere offeso!!! ma di brutto brutto brutto!!

 
 
 

IKEA

Post n°42 pubblicato il 30 Luglio 2009 da SonounAsino.62

 

Oggi leggendo il sole24ore ho scoperto che il vice amministratore delegato di IKEA ITALIA è una donna: Simona Scarpaleggia.

Allora mi sono domandato una cosa e la domando anche a voi.

Ma questa signora Scarpaleggia... al sabato mattina... si sveglia...e scuotendo il marito...dolcemente...attacca con la litania..."amore...è sabato...topolino...svegliati svegliati svegliati andiamo all'ikea andiamo all'ikea andiamo all'ikea"?

Mah!!??

 

 

 

 
 
 

Spiaggia !

Post n°41 pubblicato il 15 Luglio 2009 da SonounAsino.62

 

 

Le onde...decisamente le onde....e la sabbia....quello che ho apprezzato in questo video!!!

Che ne dite???

 
 
 

SPAZIO GRUNT

Post n°40 pubblicato il 26 Aprile 2009 da SonounAsino.62
Foto di SonounAsino.62

 

 

Sono ufficialmente chiuso nel mio

"spazio grunt"

 

Non è proprio giornata!

ne ieri

ne oggi

abbracciato alla mia Ibanez

dai fianchi perfetti

e dalla voce calda

mi abbandono in ciclo continuo

a canticchiare questa canzone

perfetta,

perfetta per uno "spazio grunt",

in modo imperfetto

mi perdoni l'autore!

 

 

poi mi passa

 

p.s.

Ormai però ho imparato a suonarla: anche uno spazio grunt ha una sua utilità.

 

 

 

 

 

 

 
 
 

L'asino Paquale

Post n°39 pubblicato il 12 Aprile 2009 da SonounAsino.62

Uffa! che palle ! anche quest'anno pasqua capita di domenica....!

Buona pasqua a tutti !

 

L'asino (un po' infedele)

 

p.s. Per fortuna è tradizione accoppare gli agnelli...e non gli asini! fiuuuu...

 
 
 

IL GATTO MORTO

Post n°38 pubblicato il 21 Marzo 2009 da SonounAsino.62

«Anche un gatto morto se cade dal terzo piano su qualcosa che lo fa rimbalzare torna su almeno una volta. Ma questo non significa che sia meno morto».

Ambrose Evans-Pritchard

In questi giorni in consulenza finanziaria con i miei clienti mi piace usare spesso questa citazione: è molto d'effetto!
Ovviamente può essere adattata a molti altri contesti.

A voi cercare il contesto che più vi piace...e non pensate a cose strane!!!

L'asino

 
 
 

ALLIUM CEPA

Post n°37 pubblicato il 06 Gennaio 2009 da SonounAsino.62

 

 

 

Domenica mattina mi sono alzato un po’ spento. Avete presente quello stato fra il malinconico, l’annoiato e l’addormentato? Bene mi sentivo così ma non riesco a definirlo in un unico aggettivo che riesce a definire bene lo stato.

Eccomi allora alla ricerca del rimedio che per esperienza so qual’ è: un bel pianto. Un pianto liberatorio che libera dalle tossine il corpo e la mente.

Il problema sta tutto nel trovare poi un motivo per piangere.

Direte che sono scemo ma la soluzione ce l’avevo nel frigorifero!

Mi sono immaginato alle prese con la preparazione del mio famoso risotto al prosecco intento a sfettolare la cipolla e piangere calde lacrime. Woww! Ecco ka soluzione!!

Tiro fuori un bel cipollotto da sacrificare lo adagio sul tagliere e zic zac zac zic zac…..Cazzarola ma ….non funziona!!! Non piango!!! Niente di niente!! Eppure era una buona cipolla!!

Sminuzzo con colpi veloci!....ancora niente! Uffa!

Ecco  dimostrato che che con me l’omeopatia non funziona! L’allium cepa ha fallito.

 

Allora passo a estremi rimedi!

 

Apro la guida tv di Sky …ecco…sì..questo…e quest’altro…sono perfetti!!

Al pomeriggio mi sono adagiato sul divano e a raffica mi sono  sparato due film da vietare ai deboli di cuore!! Anzi devo proprio dire che dovrebbero mettere un avviso come fanno per i bambini… “si consiglia la visione solo ad un pubblico fornito di kleenex”.

Prima mi sono sparato un : “P.S., I Love You” che è così triste, così triste che ho iniziato a piangere dopo 10 minuti con intervalli di 10 minuti fra un pianto ed un altro. Tristissimo!!

E poi non pago mi sono fatto senza soluzione di continuità un tragico  “ A Mighty Heart - Un cuore grande  che racconta il tragico rapimento e uccisione in Pakistan del giornalista americano Daniel Pearl. Ho strapianto.

 

La sera per dare un ultima sgocciolata agli occhi mi sono visto un film un po’ datato ma che mi fa sempre un po’ di effetto: “il sesto senso”. Alla fine piango sempre!

Sono andato a letto sereno e appagato e al mattino del lunedì ero fresco come una rosa!!!  le cazzate mi uscivano dalla bocca con la consueta naturalezza.

L’asino era a posto!

L’allium cepa nel risotto, domenica, però ha funzionato alla grande! Gli asinelli se lo sono litigato!

 

 

 

P.S.,  i love you!

 

L’asino

 
 
 

...e allora sarò breve!

Post n°36 pubblicato il 16 Dicembre 2008 da SonounAsino.62

Il punto della situazione

.

L'asino

 
 
 

UNA FAVOLA

Post n°35 pubblicato il 25 Novembre 2008 da SonounAsino.62

L'ABITO ROSSO 

C’era una volta  un giovane coppia di fidanzati Guillaume e Sophie che  vivevano in un paesino della bassa  Normandia non lontano dalla città di Saint-Lo.

Erano molto poveri e non potevano sposarsi ma poi trovarono lavoro  presso il ricco proprietario terriero della zona  Monsieur Robert Bonhomme de la Grandepoche noto tanto  per la sua ricchezza  che per la sua bontà. Guillaume ebbe il lavoro di tagliaboschi e Sophie  guardiana di oche.

I due ebbero  l’offerta di abitare una piccola casina in legno ai margini della foresta, di proprietà di Monsieur Robert Bonhomme de la Grandepoche, accettarono con piacere  e così poterono finalmente sposarsi.

La Normandia come si sa e molto piovosa e   dopo tanti mesi di pioggia una mattina di un bel giorno di primavera  il loro bambino che tanto desideravano venne alla luce. Il tempo quel giorno era talmente bello   che decisero di chiamarlo Beltempo.

In quegli stessi anni anche Monsieur Robert Bonhomme de la Grandepoche convolò a nozze: una bellissima donna, la Contessa Madame Josephine de la Merdsouslenez, conosciuta a Parigi in un viaggio di affari. Lei  lo aveva conquistato con  la sua bellezza e col suo fascino aristocratico.

Fu un matrimonio sfarzoso del quale si parlò per molti molti anni a venire.

Dopo qualche tempo nacque la piccola Sara amatissima dal padre ma aimè trascurata dalla madre la Contessa Madame Josephine de la Merdsouslenez  la quale presa a noia la vita in campagna, spesso si recava a Parigi o Londra per  costosi viaggi di piacere a spese del facoltoso marito Monsieur Robert Bonhomme de la Grandepoche, dimentica di cure e affetto per la piccola Sara.

Sara era un bambina bellissima e vivace  e amava fare lunghe passeggiate a cavallo del suo amatissimo pony Petitsouzizon; attraversava in lungo e largo i possedimenti del padre tutti i giorni e in una di quelle  passeggiate fece amicizia col giovane Beltempo che la colpì per sua gentilezza e bontà.

Tra i due bambini nacque una amicizia profonda e non passava giorno che i due non trovassero il modo di stare insieme a giocare e parlare. Forse fu amore a prima vista.

Crescendo l’amicizia dei due bambini si trasformò in un  sentimento più profondo e  i due ormai ragazzi  nascosti  nel loro nascondiglio segreto , una piccola grotta nel bosco, si dichiararono eterno amore e giurarono  di non poter vivere  l’uno senza l’altra. Fecero l’amore teneramente e appassionatamente  per un giorno intero mentre Petitsouzizon si strafogava di erba e foglie del bosco rischiando una colica intestinale.

Un brutto giorno  Monsieur Robert Bonhomme de la Grandepoche ebbe un grave incidente a cavallo e dopo alcuni giorni di agonia morì fra le braccia della sua amata Sara mentre la moglie Contessa Madame Josephine de la Merdsouslenez,  a Londra in uno dei suoi soliti dispendiosi viaggi di piacere, non si degnò neanche di ritornare in Francia per il funerale del marito.

Le cose cambiarono in fretta e la felicità e la prosperità che regnava nei possedimenti del compianto Monsieur Robert Bonhomme de la Grandepoche presto si trasformò in tristezza e sfacelo date le pessime doti di amministratrice  della  Contessa Madame Josephine de la Merdsouslenez  contrapposte alla sua abilità di  sperperare ricchezze.

L’unica sventurata soluzione che la Contessa Madame Josephine de la Merdsouslenez potè trovare per conservare possedimenti e onore fu quella di combinare un matrimonio fra la figlia Sara e l’orribile proprietario delle terre confinanti Monsieur Jaques Culdesac detto Barbablù. Questo soprannome sinistro che evocava un’altra famosa favola derivava dal sospetto  che Monsieur Jaques Culdesac detto Barbablù avesse ucciso tutte le sue mogli in preda a raptus di gelosia. Infatti le sue 12 precedenti mogli erano misteriosamente scomparse nel nulla.

Ma erano solo sospetti perché lui riusciva a far arrivare regolarmente non si sa in quale modo notizie di fantomatici avvistamenti delle sue mogli provenienti da oltre  Oceano oppure dalle lontane Indie che lo scagionavano da ogni sospetto da parte della legge. Addirittura riuscì a far arrivare cartoline illustrate da varie parti del mondo con tutte le firme delle dodici mogli con saluti carissimi e baci.

Monsieur Jaques Culdesac detto Barbablù era ricchissimo ! tanto ricco quanto abile e spregiudicato negli affari tanto da mettere nel sacco chiunque avesse a cha fare con lui.

Il matrimonio avrebbe unito le due più grandi proprietà della bassa Normandia dalla costa della Manica alle colline boscose, la Contessa Madame Josephine de la Merdsouslenez  avrebbe avuto garantita una percentuale delle entrate e la ragazza avrebbe dovuto dare un figlio maschio all’orribile futuro marito Monsieur Jaques Culdesac detto Barbablù il quale si dice avesse ucciso assieme alle mogli anche le figliolette che queste le avevano dato gettandole tutte sistematicamente dalle scogliere  picco sul mare di Omaha Beach.

La notizia del matrimonio portò Sara alla disperazione. Lei amava Beltempo e sarebbe morta piuttosto che sposare un altro uomo. Quando il ragazzo seppe della terribile notizia non disperò perchè lui non disperava mai  e ideò una fuga dalla terribile sorte che li aspettava.

Beltempo decise di   chiedere  aiuto ad un cugino di Sara che era diventato negli ultimi anni un  caro amico dei  due  giovani amanti  Richard Rochechoix de La Roche, proprietario delle navi ancorate nel porto di nel porto di Cherbourg che imbarcavano spezie e altri prodotti commerciati con la  lontana America. Sarebbero fuggiti oltreoceano con l’aiuto  del caro Richard Rochechoix del La Roche che li avrebbe imbarcati su uno dei suoi veloci velieri!

Il matrimonio era fissato per la fine di maggio: mancavano pochi giorni!

Richard Rochechoix de La Roche programmò la partenza della nave proprio per quel giorno.

Ma c’erano due problemi da risolvere! A due  giorni  dalla fuga dei ragazzi   le notizie  che giungevano dal porto di Cherbourg dicevano che il mare in tempesta impediva da giorni il salpare  di qualsiasi nave e le previsione non presagivano  nulla di buono e inoltre, cosa forse peggiore forse qualcuno aveva fatto la spia sulla possibile fuga dei due ragazzi  perché la Contessa Madame Josephine de la Merdsouslenez  sembrava sospettare qualcosa.

Sara confessò al suo Beltempo che aveva paura che qualcosa potesse  andare storto e si mise d’accordo col ragazzo che se si fosse fatta vedere dalla  finestra della sua stanza la sera prima del matrimonio  indossando un abito da sera rosso avrebbe voluto significare che tutto era stato scoperto e che la fuga sarebbe stata impossibile.

Arrivò la sera della vigilia della sperata fuga e del temuto matrimonio. Il tempo si era messo al bello e un bellissimo tramonto rosso fuoco in quella sera di Maggio era il segno che la nave avrebbe potuto salpare il giorno dopo per portarli lontano alla ricerca di una nuova vita. Le speranze di Beltempo con quel rosso tramonto erano davvero buone ora! Mancava solo il segno del vestito!

Sara era con sua madre nella stanza mentre Sara stava indossando il suo vecchio abito blu che le aveva regalato suo padre e al quale era tanto affezionata. La Contessa era nervosa iniziò a sgridare Sara per non aver indossato l’abito rosso che le aveva regalato il suo futuro sposo Monsieur Jaques Culdesac detto Barbablù  importato apposta dall’Italia. La Contessa Madame Josephine de la Merdsouslenez  obbligò la figlia  ad indossarlo per almeno fare una prova. Sara era disperata e preoccupatissima sperò che beltempo non notasse nulla attraverso le finestre chiuse. Ma un diabolico colpo  di vento aprì la finestra fragorosamente  e l’abito rosso di Sara brillò splendidamente al sole rosso del tramonto.

Sì sentì improvviso di lontano uno sparo  e Sara trafitta nel cuore capì che il suo Beltempo si era tolto la vita cogliendo un ghigno sul viso della odiata madre la Contessa Madame Josephine de la Merdsouslenez. 

 

Qui finisce la storia con una triste morale: 

 

Rosso di sera…

Beltempo ci spera… 

Rosso di Sara…

Beltempo si spara…

 

 

 

 I kleenex per le lacrime sono qui

 

I sacchetti per il vomito sono nella apposita tasca nel sedile di fronte a voi oppure correte in bagno

 

Grazie dell’attenzione! alla prossima!

 

L’asino.

 

 
 
 

A TEATRO!

Post n°30 pubblicato il 15 Novembre 2008 da SonounAsino.62

STAGIONE TEATRALE 2008 - 2O13

Teatro "Bavaglino"

 La Presidenza del Consiglio dei Ministri  

con la collaborazione del

Ministero dell' Interno

e del

 Ministero di Giustizia  

presenta:

 "IL PAESE DEI MANGANELLI"

Regia: occulta  

Interpreti : gli stessi

Operetta comica in due atti (legislature) liberamente tratta dai testi scritti nel 1922 dal noto giornalista politico romagnolo ex socialista (chissà poi perchè ci sono sempre di mezzo ex socialisti... ??!! n.d.r.).
In una ridente immaginaria penisola europea  una leggenda narra che per 100 anni i manganelli continueranno a picchiar teste impuniti fino a che dal mare non arriverà qualcuno a rompere l'incantesimo. Esilarante intreccio di finti poliziotti, poliziotti veri, finti studenti, studenti veri, sindacalisti venduti, sindacalisti comprati, dinosauri parlanti, gente di nero vestita, giornalisti impavidi, giornalisti pavidi, giornalisti di revime, giornalai e tanti altri personaggi comico patetici che vi terranno inchiodati alla poltrona in un intreccio di eventi senza fine....

CANZONE DEL MAGGIO

Anche se il nostro maggio
ha fatto a meno del vostro coraggio
se la paura di guardare
vi ha fatto chinare il mento
se il fuoco ha risparmiato
le vostre Millecento
anche se voi vi credete assolti
siete lo stesso coinvolti.

E se vi siete detti
non sta succedendo niente,
le fabbriche riapriranno,
arresteranno qualche studente
convinti che fosse un gioco
a cui avremmo giocato poco
provate pure a credervi assolti
siete lo stesso coinvolti.

Anche se avete chiuso
le vostre porte sul nostro muso
la notte che le "pantere"
ci mordevano il sedere
lasciandoci in buonafede
massacrare sui marciapiedi
anche se ora ve ne fregate,
voi quella notte voi c'eravate.

E se nei vostri quartieri
tutto è rimasto come ieri,
senza le barricate
senza feriti, senza granate,
se avete preso per buone
le "verità" della televisione
anche se allora vi siete assolti
siete lo stesso coinvolti.

E se credete ora
che tutto sia come prima
perché avete votato ancora
la sicurezza, la disciplina,
convinti di allontanare
la paura di cambiare
verremo ancora alle vostre porte
e grideremo ancora più forte
per quanto voi vi crediate assolti
siete per sempre coinvolti,
per quanto voi vi crediate assolti
siete per sempre coinvolti.

(Fabrizio De André - 1973)

Un bacio affettuoso

Ragazzi...siate prudenti!

L'Asino

 





  

 
 
 

Seduti...in riva al mare ...aspettando...

Post n°29 pubblicato il 06 Novembre 2008 da SonounAsino.62

Non posso fare a meno anche io di essere contento dell’elezione di Obama come 44° presidente degli U.S.A. Anzi ipercontento!! Caspita è un evento che sarà scritto sui libri di storia ! Devo dire che  in effetti quello che si legge sulla prova che ha dato al mondo la democrazia americana è senz’altro condivisibile.

Leggo in qua e leggo in là tutto brilla di nuovo e di cambiamento e di grande maturità degli americani.

Ok american boys!! Ma io non sono mica tanto  convinto della vostra maturità !

Leggo qui a pagina 7 del Sole24ore di mercoledì 5 novembre  un articolo intitolato “Bush, un bilancio da dimenticare” con tanto  di dati del 2000 (fine mandato Clinton) e dati del 2008 (fine mandato Bush): non cè un solo dato sul lavoro, sul welfare, sul bilancio delle famiglie e sui dai macroeconomici che non sia disastroso!! 

Vi consiglio di leggere l’articolo. Otto anni fallimentari senza contare le inutili e costosissime guerre, il disastro annunciato di Katrina i peggiori scandali finanaziari degli ultimi  anni, vedi il crack Enron, il rifiuto di Kyoto, il controllo di tutti i  cittadini con nuovi programmi di spionaggio e intercettazioni, il controllo della corte suprema. (spero di non aver dimenticato nulla di quanto scritto sull’articolo)

Vi consiglio di leggere anche l’articolo di  spalla sempre della stessa pagina “L’america deve superare la stagione dei neocon”: illuminante!

 

Certo, ha ragione Berlusconi che fra i baci e gli abbracci gli ha detto di slancio: “ George, amico mio, tu passerai alla storia!!” ( uah uah uah uah !)

Ma lo stava prendendo per il culo o diceva sul serio??? (credo dicesse sul serio)

 

Comunque torno a voi cari americani e alle mie considerazioni . Ma cari amici oltre atlantico  se sieste  così intelligenti e maturi per aver eletto Obama, ma come cazzo avete  fatto a eleggere per due volte consecutive un cazzone del genere di Bush! Dico 2 volte!!. Ma quando lo avete  rieletto nel 2004 che già buona parte delle cazzate erano state fatte voi a  cosa pensavate? che droghe vi hanno dato?? Vi ha dato da mangiare le bistecche dei manzi del suo ranch agli ormoni che rincoglioniscono??

Non c’è nessun popolo al mondo, a meno che non sia in una dittatura, che è così coglione da eleggere uno che pensa solo agli affari suoi (Bush proviene da un famiglia di petrolieri) e riduce una nazione in questo modo!

Insomma cari americani sarete di esempio al mondo in questi giorni, ma negli anni passati mica tanto!! Unici al mondo ad aver perseverato nel farsi guidare da un fallimentare (per la nazione non per se stesso) affarista guerrafondaio intrallazzane amante del potere!

Nessuno  stato   al mondo ha fatto una cazzata del genere!!! Oddio…aspetta…no…ora che ci penso…uno stato …che ha fatto la stessa cosa c’è…uno…sì…che ha replicato le stesse cose degli stati uniti…pari pari…una specie di clone! Oh mamma!! Avete capito voi che mi leggete? Sì?? Beh se non avete capito …meglio che non capitiate più nel mio blog!

Ora l’America ha un uomo nuovo! 47anni! Un ragazzino! Ma poi mi guardo attorno: Zapatero ne ha 48! la Merkel 54! Sarkosy 55! Anche Blair ne ha 55 ma se ne è già andato lasciando ad un anziano Brown di anni 58!! E in Italia?….lasciamo perdere….

Berlusconi ha dichiarato appena eletto Obama : “ è giovane io che sono più anziano gli darò dei consigli”…..?????....uah uah uah uah!! Siamo alla follia!!!

Ma su dai Asino non disperare!! Ci sono anche da noi nomi nuovi!! Stanno venendo sù !! Fra 5 anni saranno pronti per la gara elettorale!! Ma chiiii?? Fini e D’Alema!!! Chi altri se no!!??

 

Che tristezza!…allora signori …non resta che fare come gli americani…guardare verso l’Africa….

Allora cari amici che mi leggete guardate bene chi scende da quei barconi alla deriva nei nostri mari  potrebbe essere quel ragazzino nero, sì quello lì col viso stanco e spaventato ma con tanto coraggio  che si è fatto un mazzo così per riuscire a campare a darci una speranza di cambiamento? Qui al momento mi pare che non ci sia nessuno in grado di tirarci fuori dalla cacca!

Per ora restiamo così…rincoglioniti…come gli americani degli anni passati che sono stati a 90° felici nel far godere chi avevano dietro che vestito da Cow Boy li governava come manzi da allevamento.

Sediamoci in riva al mare e aspettiamo...

 

Con tristezza…baci.

 

L’Asino.

P.S.

Dichiarazione dell’ultima ora di Berlusconi : “ Obama è bello, giovane e abbronzato!”

Oh mamma mia!! Non ho parole!

 

P.P.S.

1)La legge sul ridimensionamento delle scuole entra in vigore dal 2010 (inapplicabile ora così com’è!!) Per ora la scuola del mio paesino è salva!

 

 

 
 
 

Meditate gente...meditate...

Post n°28 pubblicato il 18 Ottobre 2008 da SonounAsino.62

Il mio asinello di 9 anni questa mattina ha pianto disperatamente. Abbiamo letto sul giornale che la sua scuola secondo il decreto Gelmini il prossimo anno  dovrà chiudere perché non raggiunge il minimo di 75 alunni: ne ha solo 70.  

Ha pianto perché dovrà trasferirsi in una nuova scuola per frequentare la quinta elementare e  non avrà più le sue maestre (in particolare quella di matematica ) e dovrà anche lasciare anche i suoi compagni perché per ragioni di trasporto non potremo mandarlo nella sede centrale che dista 7 km dove probabilmente si trasferiranno appunto gli altri bambini.

Noi abitiamo in campagna, non siamo serviti da mezzi pubblici e non abbiamo nonni-taxi e questa sede distaccata delle elementari nel nostro paesino di 2000 abitanti oltre ade essere comoda per noi è vero un gioiellino.

Se  questa scuola muore probabilmente morirà anche il paesino che diventerà solo una zona dormitorio.

Mi ha molto ferito veder piangere mio figlio per questo motivo e lascio a voi immaginare la rabbia che mi è cresciuta dentro.

La Dottoressa Gelmini dice che non si è capito il senso del suo decreto e che c’è disinformazione: la pregherei di venire a spiegare a mio figlio perché la sua scuola deve chiudere.

Spiegare a mio figlio che la sua scuola è “improduttiva”, che costa troppo, che la scuola deve diventare di tipo imprenditoriale, una azienda con le sue economie di scala: la scuola!!??

Vediamo sul dizionario la parola scuola:

 

1a ente educativo organizzato e gestito dallo stato o da privati con il compito di diffondere, attraverso un insegnamento metodico e collettivo, la cultura, l’istruzione e la preparazione professionale”

….vediamo la parola azienda:

1  insieme di persone e di beni organizzato per raggiungere un fine economico attraverso lo svolgimento di attività di vario genere: a. agricola, commerciale, industriale; a. statale, privata, a. del gas, a. per i servizi telefonici”

 

Notate qualche differenza??? Noooo??!! Allora  potete smettere di leggere il seguito del post e passare a qualche blogger più interessante e meno noioso....

Chi ha notato differenze se vuole continui pure a leggere...

 

Ok certo sono completamente consapevole che all’interno della scuola ci siano sprechi e manchevolezze o convinzioni arcaiche ,  ma c’è anche tanta dedizione e sacrificio da parte di chi ci lavora con la passione per il proprio lavoro. Sono stato per anni rappresentante dei genitori nel consiglio di istituto e per tre anni anche presidente. Ho conosciuto la scuola nel suo cuore.

 

Quando leggo sui nick di questa community persone che scrivono che odiano la politica o non si interessano di politica penso che sia giusto ricordare loro quanto è scritto sul dizionario alla voce politica:

 

“1a teoria e pratica che ha come oggetto l’organizzazione e il governo dello stato | il complesso dei fini cui tende uno stato e l’insieme dei mezzi impiegati per ottenerli
1b l’attività svolta da un governo, spec. in rapporto a determinati settori: p. sociale, dei trasporti, delle pensioni, industriale, finanziaria; p. interna, estera; modo di governare: p. saggia, sbagliata, efficace 
2 l’attività di chi prende parte alla vita pubblica: darsi alla p., entrare in p., fare p. 
3 estens., l’insieme delle questioni, dei fatti che riguardano la vita pubblica, la gestione dello stato, i rapporti tra gli esponenti politici, ecc., in quanto oggetto di conversazione e commento: occuparsi, intendersi, parlare di p. 
4a estens., comportamento, modo di agire o di procedere in determinate attività o situazioni: di fronte alla crisi l’azienda ha adottato una p. di risparmio, la sua p. è quella di non tirarsi mai indietro 
4b 
CO estens., diplomazia, astuzia: bisogna agire con un po’ di p., avere molta p.” 

Ecco…mi sembra chiaro che da cittadini (non sudditi) non interessarsi di politica o odiarla vuol dire lasciare che qualche cazzone di politico che oltretutto  sostiene che siamo noi comuni cittadini (sudditi) che non  capiamo o che non siamo in grado di capire, decida il nostro futuro e il futuro dei nostri figli.

Ecco …come diceva Arbore in una nota pubblicità della birra….”meditate gente ….meditate”.

Sono proprio incazzato!!...qualcosa dovrò fare! Spero di non essere da solo.

L’asino

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

APPUNTI DI VIAGGIO

Post n°27 pubblicato il 16 Ottobre 2008 da SonounAsino.62

Eccomi qua!

Penso che le mie vacanze meritino un piccolo post.

Per la quarta volta consecutiva vacanze in Puglia quest’altr’anno ci sarà sicuramente una quinta! Orientato il muso della macchina verso Sud e via si  parte  destinazione Camping Riva di Ugento! (super bello cercate il sito www.rivadiugento.it)

Non è che è stata una passeggiata lo ammetto. Il culo della macchina strisciava in terra per il carico e ancora non eravamo saliti in macchina.

Tute le volte che disponiamo le cose da caricare  giù sotto il portico di casa penso sempre…”ma dove cazzo la metto tutta sta roba?”

Probabilmente mia moglie pensa che sia la macchina di Eta Beta.

Vi ricordate Eta Beta del giornalino di Topolino? l’extraterrestre che parlava mettendo la P davanti ad ogni parola e mangiava palline di “pnaftalina”?

Ecco sì proprio lui che aveva un vestitino nero fatto a triangolo nelle cui tasche  erano contenuti una gran quantità di oggetti delle dimensione più varie e ne tirava fuori in continuazione e ne rimetteva dentro ancor di più.

Beh alla fine non so come ma nella mia opel ci  carico sempre tutto….!

Non so come ma ci riesco! Una operazione durante la quale  borbotto parolacce di ogni tipo e non tollero intromissioni  Ma arriverà il giorno che a furia di aggiungere cose da portare  dovrò lasciare giù qualcosa!!....anzi…qualcuna!...chi vuol capire capisca!

 

Va beh …fatto stà che il viaggio così carichi di cose e di umani mi mette abbastanza in  tensione e mentre tutti in auto si lamentano del freddo dell’aria condizionata io mi faccio certe sudate!!! Ho sempre caldo!

Quasi 900 km che non sono bruscolini! Ma quello che mi mette paranoia è che quando leggo il cartello fine Molise inizio Puglia so che ci sono ancora 400 km prima di arrivare al campeggio!! Ma quanto cazzo è lunga la  Puglia ! Il famoso tacco!!

 Durante il viaggio è fatto divieto assoluto di:

1)Scoreggiare (è permesso solo al conducente)

2)Chiedere di fare pipì fuori dalle fermate per pipì (tutti devono fare la pipì ogni volta che c’è la fermata per pipì)

3) Chiedere ..”quando arriviamooo??” (è ammesso chiederlo a circa un’ora dall’arrivo e solo per tre volte)

4) Sgomitarsi

5) Picchiarsi

6) Urlare

7) Buttare oggetti dal finestrino

8) Buttare persone dal finestrino

9) Svegliare chi dorme (a meno che non sia il conducente che sta dormendo)

10) Vietato rompere i maroni in generale (che è la regola più importante)

Ma poi dai alla fine si arriva e fra montare la tenda e attrezzare bene la nostra piazzola dopo due è tutto finito e posso svenire liberamente.

La Puglia è bellissima sapete?! Si mangia bene, si spende poco, il mare è una favola, il campeggio è accogliente, ombreggiato, pulito, ben attrezzato, con una spiaggia enorme pulitissima su un mare trasparente dai colori indescrivibili e pulito e ci sono luoghi da visitare che non hanno uguali!

Ma! Eh sì qui ci vuole un bel “ma!” Anzi doppio “ma!” Ma ma!

Un esempio di “ma” potrebbe essere questo: ma che cazzo di strade ci sono in Puglia?

Provate ad uscire dalle strade principali e poi mi sapete dire! E’ praticamente impossibile non perdersi e, oltre al fatto che ci sono più buche che in un campo arato ed eterni lavori in corso ognuno guida come cazzo gli pare.

Quindi un occhio alle buche, un occhio a chi sfreccia davanti dietro e di fianco e il resto degli occhi alle indicazioni stradali…che non ci sono! O meglio ci sono ma sono di puro ornamento e messe a caso:  tu le segui….le segui…e poi improvvisamente scompaiono….poi trovi una rotonda…cerchi di trovare una nuova indicazione che non c’è  e poi  trovi il cartello apparentemente  salvifico “tutte le direzioni” lo segui,  giri …e ti ritrovi da dove eri partito e ricomincia il giro infernale!

Ho conosciuto un signore col camper che aveva il navigatore satellitare e mi raccontato un fatto incredibile! Mi ha detto che mentre cercava di raggiungere il campeggio piano piano il tom tom ha iniziato a perdere l’orientamento, lo guidava  in stradine assurde, avanti e indietro, destra sinistra, alt, retromarcia, inversione a U, girotondo,  parlando a vanvera in varie lingue, e poi  il macchinino satellitare si è messo a piangere disperato: ha fatto fermare il camper e poi sempre lui ha chiesto indicazioni  ad un ragazzino ! In pugliese stretto hanno confabulato concordato un prezzo e poi il ragazzino è salito sul camper col satellitare tutto soddisfatto per portarli al campeggio alla modica cifra di 100 euri prendere o lasciare.

Alla sera arrivati al campeggio il signore del racconto  ah soppresso il tom tom impazzito  con una iniezione letale di patè di peperoncino pugliese.

I miei ragazzi dopo aver ascoltato il racconto si sono subito preoccupati per la trasferta turistica del giorno dopo a Porto Cesareo. “Non vi preoccupate ragazzi …mi oriento col sole io!!”

In effetti sono stato bravo e quando ho iniziato ad incasinarmi con i cartelli della città di Nardò subdoli ingannatori di turisti, ho guardato il sole ed  abilmente da uno che è stato anche nel deserto  ad ogni rotonda l’ho seguito. Woooowww in poco tempo sono uscito da Nardò e arrivato all’ora prevista a destinazione.

Ma dato che i miei figli e mia moglie non sono scemi ma sono maledettamente stronzi…”papi…stasera poi senza sole ….come fai ad orientarti??...ci perderemo di sicuro!”

Papi, cioè io,  alla sera come previsto si è perso in Nardò: 45 minuti per uscire da quel cazzo di città  girando a vuoto e ritrovandomi spesso al punto dove ero passato pochi minuti prima! Quando ormai il panico stava iniziando a sconvolgere tutto l’equipaggio ho provato a interpretare al contrario i cartelli bastardi e in pochi minuti eravamo liberi sulla strada per il campeggio.

Ma torniamo ai “ma” dei quali vi parlavo!

Un secondo esempio di “ma”: la monnezza!

Non esiste strada, muretto, campo che non abbia il suo bravo ornamento di schifezze: inorganiche…e organiche!

Un multicolore di plastiche di ogni tipo, lattine splendenti, carte cartacce e cartoni, a volte bruciate e volte non, e a volte che bruciano con odori tramite i quali i nasi più fini riconoscono la qualità delle schifezze fumanti.

Ma che cazzzpita! Voi dovete immaginare quanto è bella Otranto perfettamente tenuta che guarda un mare blu che più blu non si può, la poesia della vecchia Gallipoli sul mare calmo alla sera con le sue stradine e le luci tenui, la bianca S.Maria di Leuca vista dal faro che guarda i due mari che si mescolano, lo ionio e l’adriatico, Alberobello unica al mondo!! La magia della pizzica! La cucina pugliese! Le olive! L’olio!! La storia che traspare da ogni monumento o città! Le spiagge incantevoli del salento ionico col mare trasparente come non ho mai visto!

Ecco immaginate tutte meraviglie mentre il resto è casino, puzzo e monnezza! 

Io mi domando ma come si fa ad avere un patrimonio naturale e culturale così bello e trattarlo di cacca come fanno gli abitanti della Puglia?? E pensare che alcuni mi hanno detto che da qualche anno la situazione è migliorata! Ma come cazzo era prima allora???

Pensate a noi che in Romagna abbiamo un mare che è peggio di una cloaca impestato dalle schifezze  che di mandano tramite il Po i nostri “amici” della Padania, com’è che dicono? “dal Po in giù tutti terroni? E dal Po in sù come sono? ecco ebbene, nonostante questo schifo fangoso e maleodorante  siamo riusciti a fare del territorio una delle zone turistiche più apprezzate in Europa! Che magari non sarà il massimo ma è vivibile!

 Pugliesiiiiii!!! Sveglia!!!! Avete un tesoro!!!!! Fatelo risplendere!!!

Per non parlare dei cani morti!! All’inizio della vacanza sui bordi della strada c’era un cane più o meno grande come un pastore tedesco, sembrava dormisse: era morto! Poco più avanti un cane più piccolo in avanzato stato di putrefazione. Era una strada frequentata, una provinciale.

Nei giorni seguenti li abbiamo visti ancora lì sempre più marci ma nessuno ha trovato il buon senso per rimuoverli. Ultimo giorno di vacanza, 15 giorni dopo, erano ancora lì, marci putrefatti, col rigagnolo di putrefazione che attraversava la strada...emblema del “checcazzomenefregaame!”.

Li guardiamo esterrefatti mentre un poco malinconici affrontiamo il ritorno. Poco più avanti mi fermo in una piazzola per legare meglio una cinghia sul tetto, calpesto carte e plastiche e con disgustoso sorpresa inciampo in un teschio bovino enorme che emanava un odorino niente male: no comment!

 

Vieni a ballare in Puglia Puglia Puglia…..

 

E bravo Caparezza!

 

 

Baci baci!

 

L’asino.

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Ferie finite...domani si torna in ufficio....

Post n°26 pubblicato il 14 Settembre 2008 da SonounAsino.62

Senza parole

 
 
 

Pensiero fugace

Post n°25 pubblicato il 12 Settembre 2008 da SonounAsino.62


Proprio ora, mentre sto scrivendo mi è appena entrato nell'orecchio un pensiero fugace, una idea. Uno di quei pensieri che entra si fa un giro nel cervello e poi puff...se ne esce dall'altro orecchio.
Più che pensiero lo definirei illuminazione, epifania. Un sensazione di soddisfazione e di allegria inspiegabile.
Sta per uscire per cui mi devo sbrigare a scrivere.
Mi sento come se stesse per accadere una svolta nella mia vita: tipo lo scoprire di avere dei super poteri oppure di avere inventato qualcosa che mi renderà ricco e famoso (bello no...sigh).
E' come se improvvisamente avessi davanti con chiarezza una nuova strada da prendere.
Uh mamma mia che cosa dovrà succedere?

Mi ricordo il film di Trosi dove lui cercava di spostare le cose col pensiero, perchè se ci fosse riuscito la sua vita avrebbe avuto una svolta.

Se domani sposto le cose col pensiero poi che faccio?? lo devo dire?


Il pensiero sta trovando la via di uscita...ecco ..è uscito...puff...non c'è più.

Beh ...meno male...iniziavo a preoccuparmi.

Sono proprio un asino

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: SonounAsino.62
Data di creazione: 27/01/2008
 

DA ASCOLTARE E GUARDARE QUANDO SI E' INCAZZATI

 

...IDEM COME SOPRA !

 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

fraebastfantasiosa_mente0lunabiancaRAcrinieradorataMerveilleu.xzeroindizirala0JilbertjohnannaincantoElegantemente.Donnafedericocinquantaduemedusadimareriflessanellalunaangeladirito
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom