Peter Pan nei Giardini di Kensington 

E’ un Romanzo di James Matthew Barrie pubblicato nel 1906.

Il libro raccoglie i capitoli de L’uccellino bianco nei quali Barrie accenna la figura di Peter Pan. Il Peter Pan di questi due libri è un neonato di appena sette giorni, mentre quello delle successive opere è un ragazzino preadolescente.

(Wikipedia)

DSCN4723

La Ragazza col turbante o Ragazza con l’orecchino di perla

La Ragazza col turbante o Ragazza con l’orecchino di perla è un dipinto ad Olio di  Jan Vermeer, è conosciuto anche come la Monna Lisa Olandese, il dipinto è tra i più famosi dell’artista grazie al romanzo e il film di cui è oggetto. 

VERMEEr

il volto è intessamente illuminato,è messo magnificamente in risalto dallo sfondo scuro ma anche dai colori accesi del turbante azzurro che le conferisce un aria esotica. Il titolo di questo dipinto di Johannes Vermeer è suggerito dal grande orecchino la cui perla riflette la luce che proviene da sinistra  e più tenuemente, il bianco del colletto sottostante.  Vermeer dipinse diverse “tronie”tra cui questa fanciulla che tra i suoi dipinti è il più famoso. Nella pittura olandese del Seicento le “tronie”,  ritratti raffiguranti il volto di personaggi convenzionali o tipi più che di persone riconoscibili, sono un genere di arte popolare, presente nella pittura olandese del Seicento.

 

La Notte stellata

La Notte stellata è un di dipinto ad olio di Vincent van Gogh, questo si trova nel Museum of Modern  Art di New York.

VanGogh-starry_night_ballance1

il dipinto raffigura un paesaggio notturno, Sappiamo veramente poco riguardo il legame tra Van Gogh la notte stellata, l’artista spediva periodicamente delle lettere al fratello Theo dove raccontava delle sue opere e della sua vita; di questa ci sono pochissimi accenni, creando così un alone di mistero che lo rende ancora più affascinante. In primo piano possiamo vedere un alto cipresso scuro,un villaggio situato in un piccola valle, ricorda il villaggio olandese in cui lui è nato, dominato dalla cuspide di un campanile. Sullo sfondo,ci sono alte colline che tagliano la tela diagonalmente, così  lasciando tutta la  superficie pittorica  occupata dalla falce di luna e dal vasto cielo stellato. In questa opera l’artista non usa la tecnica en Plein Air, ma un semplice ricordo impresso nella sua mente. Forse proprio a causa di questo piccolo cambiamento si può notare che questo dipinto è “meno realistico” rispetto ad altri, siccome è stata alterato dalla visione mentale che ha,portando a dare al dipinto più che un senso realistico una visone personale.

Villa Pisani (Stra)

Villa Pisani, detta anche la Nazionale, è la Regina delle villa veneta,  sorge a Stra, in provincia di Venezia, e si affaccia sul Naviglio del Brenta. La villa ha ospitato  Napoleone Bonaparte ed è stata proprietà degli Asburgo,  ospitò molta dell’aristocrazia europea, come Carlo IV di Spagna, Maria Luigia d’Austria, Maria Anna Carolina di Savoia, lo zar Alessandro I e Ferdinando II di Borbone, re di Napoli. Nei primi del ‘900 la villa riceve la visita del poeta Gabriele D’Annunzio e della Duse. L’atmosfera di decadenza degli ambienti abbandonati e del parco inselvatichito è puntualmente descritta da Gabriele d’Annunzio nel romanzo Il Fuoco.

Villa_Pisani_--300x222

Villa Adriana

Villa Adriana fu una residenza imperiale,Voluta dall’imperatore Adriano si trova presso Tivoli.

Canopus_vanaf_serapium

Lazio_Tivoli2_tango7174

la struttura appare un ricco complesso di edifici estesi su una vasta area, in una zona ricca di fonti d’acqua. Nel 1999 Villa Adriana è stata dichiarata Patrimonio dell’umanitàdall’UNESCO.

Borghi nascosti

Civita è una frazione del comune di Bagnoregio, in provincia di Viterbo, nel Lazio, è tra i borghi più belli d’Italia, famosa per essere denominata “La città che muore“.

Civita-di-Bagnoregio

Monterano o Monterano Vecchia;  è una città fantasma in Italia, situata nellaprovincia di Roma, nel territorio di Canale Monterano.Le rovine dell’antico borgo, per la loro bellezza e la relativa vicinanza a Roma, sono state utilizzate come set per numerosi film sia italiani che stranieri.

monterano_TBugliazzini-300x200

 Norchia è un sito archeologico Preistorico, estrusco, romano e medievale nei pressi di vetralla, anche se sia la necropoli che i resti della città ricadono nel territorio del comune di Viterbo.

norchia

Matera

Matera è un comune italiano,  capoluogo dell’omonima provincia e seconda città della Basilicata per popolazione, nonché il più grande comune per superficie della Basilicata, il diciannovesimo in Italia. Oggi grazie all’inserimento nel 1993 nelle liste dell’UNESCO e una grande pubblicità dovuta alla realizzazione del film The Passion di Mel Gibson,viene finalmente inserita in tutte le guide turistiche internazionali.

Matera

Campo di grano con volo di corvi – Van Gogh

800px-Vincent_van_Gogh_1853-1890_-_Wheat_Field_with_Crows_1890

Campo di grano con volo di corvi è un dipinto a olio su tela, dipinto da Vincent Van Gogh nel 1890, s trova nel Van Gogh Museum di Amsterdam. Questa è stata, con molta probabilità, l’ultima tela dipinta da Van Gogh. Dopo pochi giorni, in un campo di grano come quello raffigurato, si sparò un colpo di pistola al cuore. È un artista oramai giunto alla soglia della disperazione interiore quello che dipinge questo quadro. I  critici e storici dell’arte vedono in questa opera la rappresentazione dello stato d’animo tormentato e angosciato dell’artista: una disperazione talmente forte che riesce a trasfigurare la visione che il pittore ha innanzi. Il campo di grano con volo di corvi è un paesaggio interiore. Un paesaggio fatto di solitudine e disperazione. In questa tela vi è racchiusa non solo la tragica esistenza del pittore ma tutta la sua vibrante tecnica esecutiva.  la tela è uno straziante grido di dolore, accentuato dal ritmo vorticoso delle pennellate, mediante le quali egli proietta il proprio stato d’animo e la propria dimensione di sofferenza sulla realtà circostante.

Neo-Impressionismo

Nel 1884 Seurat e Signac ed altri pittori si unirono con il dichiarato intento di andare oltre l’impressionismo. Dare un fondamento scientifico al processo visivo e operativo della pittura. Si determino così un contrasto tra un impressionismo detto “Romantico” ed un impressionismo detto “Scientifico”. Richiamandosi alle leggi ottiche di Chevreul, Rood e Sutton Istaurarono la tecnica del Pointellisme, che consiste nella divisione dei toni nelle loro componenti, cioè in tante piccole macchie di colore puri accostati tra loro in modo da ricomporre , nell’occhio dell’osservatore l’unità del tono (luce-Colore), senza le inevitabili impurità dell’impasto che spenge e confonde i colori.

georges_seurat-a-sunday-on-la-grande-jatte

georges seurat – a sunday on la grande jatte

The-Papal-Palace-Avignon-Signac-Paul

The Papal Palace, Avignon – Signac Paul

La tecnica inventata dall’impressionista Seurat, e poi applicata e sviluppata in diverse direzioni dagli altri Neoimpressionisti, si basava sulla capacità che ha l’occhio umano di percepire gli stimoli luminosi di colore diverso come un solo colore (mescolanza additiva).

 

Paul Cézanne

Paul Cezanne è nato nel 1839 da una famiglia benestante, studio nel collegio Bourbon, dove ebbe come compagno il grande scrittore Emile Zolà.  Passo alcuni anni a Parigi per dedicarsi alla pittura, per tutta la sua vita cerco poi di far accettare le sue opere al Salon ufficiale ricevendo solo rifiuti.

Paul_Cézanne-La-casa-dellimpiccato

Paul Cézanne -La casa dell’impiccato

A Parigi entro a contatto con quei pittori, che vennero poi chiamati Impressionisti e partecipò anche alla loro prima esposizione. Dall’impressionismo Cezanne apprese il dipingere En Plein Air e la ricerca della massima luminosità dei colori. Secondo lui in pittura ci sono due cose l’occhio e il cervello, ed entrambe si devono aiutare tra loro.

Paul_Cézanne-I-giocatori-di-carte

Paul Cézanne I giocatori di carte

cezanne-la-montagne-sainte-victoire

Paul Cézanne  la montagne sainte victoire

Ciò vuol dire che la lettura semplicemente percettiva della natura non è sufficiente, esiste infatti un secondo livello di lettura quello intelletivo. E’ la geometria che attraversa tutte le cose e a cui tutto può essere ricondotto. Le sue figure acquistano maggiore monumentalità.