Creato da centocellestorica il 24/05/2009
COMITATO DI QUARTIERE CENTOCELLE STORICA
 

Per comunicare con noi: centocellestorica@libero.it

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Tag

 

I miei Blog Amici

Citazioni nei Blog Amici: 3
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

Mistralswingtanmiksurfinia60eliogentegipsy.mmanima_on_linechicco682Coralie.frmelina_mapiterx0alogicopoeta_sempliceolegna69oranginellalubopo
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 

 

« Esito dell'assemblea di ieriSintesi della riunione d... »

RIUNIONE COMMISSIONE COMUNALE SUL PARCO ARCHEOLOGICO DI CENTOCELLE

Post n°339 pubblicato il 25 Giugno 2019 da centocellestorica

Il 24 giugno, alle ore 14, è stata avviata una riunione della Commissione Cultura sul parco di Centocelle, avente all'ordine del giorno i seguenti argomenti:

  • titolarità dell'area
  • realizzazione del secondo stralcio
  • necessità di un ponte ciclopedonale per facilitarne l'accesso
  • canalone mussoliniano
  • stato dell'arte sul progetto di musealizzazione
La presidentessa, on. Eleonora Guadagno, ha avviato i lavori e la discussione.
Per il primo punto, sembra oramai risolta la questione relativa alla titolarità (in una precedente riunione era emerso un conflitto normativo, secondo cui con una delle leggi "semplificative" fu abolita la legge che disponeva il passaggio di proprietà dell'area dal Ministero della Difesa al Comune di Roma). Essendo presenti sia gli esperti del Comune di Roma che dell'Agenzia del Demanio, non ci dovrebbero essere problemi ad acquisire definitivamente il bene da parte di Roma Capitale.
Sul secondo punto, la discussione è stata più animata, e meno "convincente": infatti i tecnici del Comune, in un primo momento hanno detto che si stavano impegnando per "reperire i fondi", poi, con l'incalzare delle domande del consigliere Calabrese, hanno detto che i fondi ci sono, ma che il fermo era dovuto (oltre alla vicenda del fallimento dell'appaltatore) all'evoluzione dei fatti, tra cui le necessità di rivedere i confini da parte della Difesa (la vicenda del Pentagono italiano) e la mancata certezza della piena titolarità dell'area. Anche in questo caso ci sono state delle rimostranze da parte dei Consiglieri presenti. Comunque, ancora non è chiaro se i fondi allora assegnati (ai tempi dell'appalto) siano disponibili, e se ci sia la volontà di realizzare il secondo lotto.
I consiglieri De Priamo prima, e FIGLIOMENI poi più nel dettaglio, hanno fatto una minuziosa disamina degli atti consiliari inerenti il parco, richiamando anche quelle recenti in cui si decideva per la realizzazione del sovrappasso ciclopedonale da piazza delle Camelie al parco. Giova ricordare che già anni orsono (era sindaco l'on. Alemanno) fu approvata una mozione che impegnava Sindaco e Giunta a dare seguito alla proposta di realizzare il sovrappasso in questione, ma non se ne fece nulla, se non l'acquisizione dei pareri favorevoli dei Dipartimenti competenti.
Si sono avuti confronti "accalorati" fra i tecnici dei dipartimenti e il presidente Boccuzzi e l'assessore Pulcini, in merito alle informazioni incomplete o assenti trasmessi al Municipio.
In particolare l'assessore Pulcini ha lamentato il mancato coinvolgimento della "terza ditta" che aveva presentato offerta per la realizzazine del secondo stralcio, a cui è stato risposto con un generico "sono cambiati otto direttori al Dipartimento" ...
Il consigliere Figliomeni, in merito ad alcuni episodi gravissimi occorsi nel parco dal 2016 in poi, tra cui gli incendi, ha ricordato ai presenti di aver presentato esposti a ben 12 destinatari, tra i quali la Procura della Repubblica, il Ministero competente ...
Rispetto alla bonifica dell'area della trincea, definita in sede di convocazione "canalone Mussolini", non è chiaro quali siano i tempi per la definitiva acquisizione dei dati relativi all'inquinamento delle terre e del sottosuolo, e di come verranno investiti i 500 milioni stanziati.
Poiché la discussione si era protratta oltre i tempi immaginati, la Presidentessa ha deciso di "correre" sugli altri argomenti, dei quali uno sta particolarmente a cuore ai cittadini di Centocelle.
La velocizzazione data ai lavori, visto oramai l'approssimarsi dell'orario di chiusura dei lavori, e la necessità per molti presenti di rispettare l'orario per poter partecipare ad altre riunioni di commissione successive, ha di fatto mutilato la discussione sui punti importantissimi dei tempi necessari per la bonifica, della realizzazione del sovrappasso ciclopedonale da piazza delle Camelie, della musealizzazione delle ville romane. Rispetto a quest'ultimo argomento, infatti, dalla Sovrintendenze Capitolina sono arrivate informazioni frammentarie e incomplete.
Ci hanno dato la possibilità di un intervento "telegrafico", ed abbiamo insistito sulla necessità del ponte, illustrando gli innumerevoli vantaggi che ne deriverebbero dalla sua realizzazione. Poi, per la Comunità per il Parco Pubblico di Centocelle, Alessandra ha fatto presente che dalla data di apertura del parco (2006) non sono mai stati effettuati interventi di cura e manutenzione degli arredi, quindi mancano le panchine, i cestini dei rifiuti ... 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog