Creato da illuminailcuore il 04/09/2007

PAROLEIMPROBABILI2

tutto ciò che ci è tenuto nascosto.

 

 

« LA STORIA DELLA STATUA D...FORTI CON I DEBOLI E DEB... »

PSEUDO FEDE.

Post n°2 pubblicato il 04 Settembre 2007 da illuminailcuore
 
Tag: CHIESA

PSEUDO FEDE : EPPURE GESù AVEVA BEN CHIARO CHI AMAVA DIO ED IL PROSSIMO E CHI INVECE USAVA LA RELIGIONE SOLTANTO PER OTTENERE SUCCESSO E VANAGLORIA.

Leggendo  questo articolo forse saremo in grado tutti finalmente di saper individuare gli "scribi e i farisei" di ieri e di oggi.

Dopo queste premesse, esaminiamo le parti del capitolo 23 del Vangelo di Matteo di cui abbiamo parlato. "Sulla cattedra di Mosè si sono seduti gli scribi e i farisei". Gli scribi non sono un movimento, sono dei tecnici, degli esperti; mentre "farisei" dice un movimento spirituale, "scribi" indica una professione, sono coloro che si interessano delle Scritture, della teologia. Tornando al testo, Gesù sta dicendo che queste persone si sono messe al posto di Mosè e continuano a trasmettere la sua legge. "Quanto vi dicono, fatelo e osservatelo, ma non fate secondo le loro opere, perché dicono e non fanno". La saggezza del popolo cristiano ha girato questa frase e l’ha applicata tranquillamente ai preti: "Fa’ quello che il prete dice, ma non fare quello che il prete fa". L’attualizzazione è proprio questa e quindi i primi ad entrare nella categoria dei farisei sono gli scribi e i farisei di oggi, i preti, gli esperti, quelli che fanno le prediche agli altri.

Continuiamo nella lettura del Vangelo di Matteo: "Quanto vi dicono, fatelo e osservatelo". Come vedete, Gesù non contesta né la legge né la tradizione: vi spiegano bene, il loro guaio è che non fanno, ma si limitano a dire di fare.

"Legano pesanti fardelli e li impongono sulle spalle della gente, ma loro non vogliono muoverli neppure con un dito". Cioè creano tutte le regole per essere osservanti della legge e vi mettono addosso dei pesi enormi. Gesù invece dice: "Venite a me, prendete il mio giogo su di voi perché il mio giogo è leggero". Qui noi ci giochiamo il nostro stile di cristianesimo: nel momento in cui abbiamo l’impressione che essere cristiani sia un peso, un fardello da portare, con tante leggi da osservare, noi siamo in questa ottica dei farisei che Gesù contesta. Gesù dice che il suo giogo è leggero: allora, se è veramente il Vangelo di Gesù, deve essere leggero portarlo; se è pesante vuol dire che non è il suo.

"Tutte le loro opere le fanno per essere ammirati dagli uomini". È una religiosità esibizionista. Il rischio della religiosità è quello di inventare le regole e di imporle sulle spalle degli altri: è un istinto, "gli altri dovrebbero (…)". Analogamente, l’istinto è quello di far vedere la propria religiosità, di mettere in mostra quello che uno fa e quello che uno è, naturalmente in tanti modi diversi: abbiamo riempito tutti i nostri ambienti religiosi di lapidi di ringraziamento a persone che hanno fatto qualcosa.

"Allargano i loro filatteri e allungano le frange". Qui Gesù è ironico; i filatteri sono delle scatolette in cui si mettono dei rotoli con scritte delle frasi della Sacra Scrittura e queste scatolette, legate con il cuoio, vengono messe sulla fronte, girano intorno alla testa, e un’altra sul braccio sinistro con la cinghia che leghi bene il braccio. Tutto questo, perché nella Bibbia c’è scritto che "queste parole ti staranno come un pendaglio fra gli occhi e le metterai sul tuo cuore": allora le leghi al braccio sinistro e appoggi quest’ultimo sul cuore, quindi tutto perfettamente alla lettera, perché così è scritto e così si fa. Gesù allora ride di qualcuno, particolarmente religioso, che si fa una scatoletta più grossa. Il mantello della preghiera ha quattro frange con un ben preciso numero di fili, perché tutto ha un significato simbolico; ma c’è qualcuno più religioso che li allunga, li fa belli, vistosi, di seta.

"Amano posti d’onore nei conviti, i primi seggi nelle sinagoghe e i saluti nelle piazze, come anche sentirsi chiamare "rabbì" dalla gente". La traduzione letterale di "rabbì" non è "maestro", perché "rabb" vuol dire "molto" e "rabbì", con la "i" finale, assume il valore di possessivo e potrebbe tradursi con "mio grande", "mio molto": è il corrispondente perfetto di "monsignore"!

"Ma voi non fatevi chiamare "rabbì", perché uno solo è il vostro maestro e voi siete tutti fratelli. E non chiamate nessuno «padre» sulla terra, perché uno solo è il Padre vostro, quello del cielo". Noi non l’abbiamo preso alla lettera, nel senso che non solo non abbiamo rifiutato il titolo di «padre» al nostro padre naturale ma l’abbiamo esteso a tutti i frati. Sostituire "monsignore" con "padre" è ugualmente antievangelico.

"E non fatevi chiamare «maestri», perché uno solo è il vostro Maestro, il Cristo. Il più grande fra voi sia vostro servo; chi invece si innalzerà sarà abbassato e chi si abbasserà sarà innalzato".

Quindi, riassumiamo le grandi critiche che muove Gesù: l’incoerenza, l’oppressione, l’esibizionismo, l’uso della religione per avere degli interessi, per potere emergere.

TUTTE CARATTERISTICHE, QUELLE ESPRESSE DA GESù RIVOLGENDOSI AI FARISEI, CHE HO RITROVATO PRESENTI SIA NELLA CHIESA CATTOLICA SIA NEI VARI GRUPPI RICONOSCIUTI DAL PAPA. Addiritturra ad una ragazza è stato detto che se non credeva in Dio tanto valeva che si suicidava. Io penso che chi è fanatico non fa che deviare dalla fede chi veramente vuole credere allontanandolo da Dio.

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/APRIGLIOCCHI/trackback.php?msg=3207197

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
eriphyla
eriphyla il 04/09/07 alle 18:45 via WEB
BUONASERA..MI PERMETTO SOLO DI ESTERNARE UN MIO PENSIERO SOGGETTIVO..IO SONO BATTEZZATA E DI CONSEGUENZA CRISTIANA..MA IN EFFETTI NON MOLTO PRATICANTE..MI RESI CONTO CHE ANCHE UN COMPORTAMENTO TROPPO BIGOTTO NEL FREQUENTARE LA MESSA NON AVREBBE COMUQUE APERTO LA PORTA DEL PARADISO SULLA BASE DELLE PRESENZE DELLA MIA PERSONA IN CHIESA...CERCO NEL MIO PICCOLO DI OSSERVARE O FACCIO DEL MIO MEGLIO PER OSSERVARE LE REGOLE DI CRISTIANA..CERCO DI RISPETTARE IL PROSSIMO E COSI' VIA DICENDO... SE NON CONQUISTERO' L'INGRESSO IN PARADISO..PER MIA COSCIENZA AVRO' COMUNQUE FATTO DEL MIO MEGLIO..PER MIA COSCIENZA. MI SCUSO PER L'IVADENZA E PORGO CORDIALI SALUTI^^
 
 
illuminailcuore
illuminailcuore il 04/09/07 alle 19:24 via WEB
non penso proprio che il Creatore veda davvero quante volte una persona è andata a messa. Penso che gli uomini di chiesa spesso, si arrogano il ruolo che spetta a Dio, si trasformano in giudici spesso implacabili. Lo fanno per ottenere controllo, visibilità e consenso. Invece di chiarire i dubbi di fede spesso i ministri della chiesa si limitano a condannare e a giudicare lasciando intatto il dubbio. Un cammino interiore dovrebbe avere come risultato una crescita interiore. Invece la chiesa limitandosi a condannare mette dei pesi addosso ai fedeli che invece di progredire nell'amore e nella fede si sentono repressi e colpevolizzati. questo non è cammino spirituale, ma mi sembra più una pratica sadica. per fortuna alcuni preti si salvano, ma sono rari.
 
eriphyla
eriphyla il 04/09/07 alle 18:48 via WEB
GESU'..NON STA A CONTROLLARE IL NUMERO DELLE NOSTRE PRESENZE IN CHIESA..SI PUO' ESSER BUONI CRISTIANI ANCHE SENZA DIVENIRE BIGOTTI..NON SONO LE MESSE ASCOLTATE NEL GIORNO DEL SIGNORE A RENDERCI COME DIRE..'SANTI'....
 
 
illuminailcuore
illuminailcuore il 04/09/07 alle 19:30 via WEB
Ho conosciuto una persona inorridita dalla chiesa. Aveva subito anni di senzi di colpa e di repressione spirituale. Mi sono sentito di dirgli di abbandonare tutti i luoghi comuni su ciò che deve essere il fedele e su ciò che è imposto al fedele. E dopo questa pulizia interiore di ricominciare da zero secondo la regola del "dubbio" e delle domande; anzichè quella delle convinzioni e dei dogmi imposti. Infatti la fede si trova ponendosi delle domande e ascoltando i propri dubbi. Da dove veniamo? Chi siamo? dove andremo dopo la vita? Chi ci ha creato? Di chi siamo figli? Perchè esiste la vita la morte il bene il male la gioia il dolore? Personalmente per rispondere a qeuste domande mi è stato utili conoscere più di una religione e non solo quella cristiana.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
Puoi trovare altri miei articoli su paroleimprobabili.splinder.com
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Properzconsurosscento73cervelli.federicacestariracingbraun12provinciadirietiyoukiaborgia1976marcos555sticiute1na_marWAndreaW83frranzmaurodemian
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom