Creato da devil_114 il 28/09/2007

LaStoriaDiUnAmore...

ORMAI FINITO...UN'AMORE CHE ERA NATO DA IMPOSSIBILE NON POTEVA CHE FINIRE

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 14
 

 

SEI FUORI DALLA MIA VITA

Post n°79 pubblicato il 30 Maggio 2009 da devil_114

TORNARE QUI. RIPARLARTI IN PRIMA PERSONA. MI FA STRANO. MI FA STRANO RILEGGERE I MIEI POST. DOVEVO ESSERE PROPRIO INNAMORATA. LO ERO DAVVERO. TU LO SEI MAI STATO?? DI 3 ANNI RICORDO UN SOLO MESE IN CUI MI SONO SENTITA DAVVERO LA TUA RAGAZZA. UN PO' POCO NON CREDI?? STASERA PERO' SONO QUI PER DIRTI CHE: PER ME NON ESISTI PIU'. FINALMENTE SEI FUORI DAL MIO CUORE. CERTO, A VOLTE ANCORA TI PENSO, MA SONO ATTIMI. SONO PICCOLI MOMENTI IN CUI IL CERVELLO TORNA A VECCHI RICORDI, MAGARI RICHIAMATO DA UNA CANZONE. ORA CI SONO TANTI RAGAZZI CHE MI FANNO STARE BENE, CHE MI CORTEGGIANO. A ME PIU' DI TUTTI ME NE PIACE UNO. L'UNICO CHE MI CONSIDERA UN'AMICA. DOMANI SONO AD ACERRA. SONO AD ACERRA E SO CHE MI DIVERTIRO'!

 
 
 

SiVoltaPagina

Post n°78 pubblicato il 09 Maggio 2009 da devil_114

Qui ho sempre parlato della mia storia con lui. Oggi no. Certo ultimamente l'ho cercato. Mi sono informata. Ma non ci ho ricavato nulla. Oggi ero un pò a pezzi non solo per lui. Poi??? Poi mi connetto in msn e chi ti trovo??? Andrea!! Il mio Andrea. Tutti e due nervosi. Eppure dopo un pò ci siamo calmati. Come al solito mi riempie di complimenti. Gli voglio troppo bene. Peccato lui sia di Torino.

Oltre Andrea, da stasera Tato....perchè io sono la sua Tata, ho conosciuto un pò di ragazzi. Gennaro di acerra. Gennaro di portici. Gianluca. Gaetano. Li ho allontanati tutti. Tranne Gianluca. Gianluca. E' fantastico quel raga. Peccato lui mi veda solo come un'amica. A fine maggio devo anche andare alla sua festa dei 18anni. Beh se cambia qualcosa...

 
 
 

METABOLIZZARE

Post n°77 pubblicato il 11 Marzo 2009 da devil_114
 

RITORNO QUI DOPO UN PO' DI TEMPO. AVEVO PENSATO DI CANCELLARE TUTTO, MA POI NON E' GIUSTO. QUI C'E' RACCONTATA UNA STORIA BELLA ED EMOZIONANTE, CON TUTTI I SUOI PRO E I SUOI CONTRO. GIORNI. MESI. ANNI. ATTIMI CHE SEMBRAVANO ETERNITA'. MOMENTI RACCHIUSI NEL CUORE. BELLE PAROLE. LACRIME DI GIOIA. VOGLIO PENSARE SOLO ALLE COSE BELLE. VOGLIO UN GIORNO POTERLO RACCONTARE A QUALCUN'ALTRO E POTERNE SORRIDERE. E' VERO LUI MI HA FATTO SOFFRIRE, NON MI DAVA TUTTO CIO' DI CUI AVEVO BISOGNO. EPPURE E' NEL MIO CUORE. GLI VOGLIO BENE. MI HA ACCOMPAGNATA IN UN PERCORSO DI VITA, SEPPUR BREVE, MI HA ACCOMPAGNATO NEL PASSAGGIO IMPORTANTE DA BAMBINA CHE GIOCA A FARE LA GRANDE, A "DONNA" [PER QUESTA VOLTA PASSATEMELA] CHE GIOCA A FARE LA BIMBA. MI HA AIUTATA A CRESCERE, AD ESSERE CONSAPEVOLE DEL MIO CORPO, DELLE MIE CAPACITA'. MI HA RESO ANCHE PIU' RESPONSABILE.
MI E' DISPIACIUTO IL MODO IN CUI E' FINITA, MI HA FATTO SCHIFO IL MODO IN CUI SI E' COMPORTATO, ANCHE SE ANCORA NON SONO CONVINTA CHE QUELLA SIA TUTTA LA VERITA'. PIU' DI TUTTO MI DISPIACE AVER PERSO IL MIO "BIMBO", QUELLO CHE MI DAVA I CONSIGLI. CHE RACCOGLIEVA AL TELEFONO LE MIE LACRIME DOPO UNA LITIGATA CON MIA MADRE, DOPO AVER PRESO UN BRUTTO VOTO. QUELLO CHE MI FACEVA COMPAGNIA QUANDO ERO PER STRADA E C'ERA BUIO. QUELLO CHE SUBIVA LE MIE TELEFONATE E AL SUO PRONTO PARTIVO CON DOMANDE ASSURDE. QUELLO CHE MI FACEVA TROVARE LA FORZA NEL FARE LE COSE. MA ANCHE QUELLO CHE MI CRITICAVA PER LE SCELTE SBAGLIATE, QUELLO CHE AVEVA PAURA DI PERDERMI. MI FERMO QUI PERCHE' ALTRIMENTI NON FINISCO PIU'. COMUNQUE VADANO LE COSE ORA  NON SI TORNA PIU' INDIETRO. NON RIUSCIREI AD ESSERGLI NEMMENO AMICA. DOVREBBE PRIMA RICONQUISTARSI LA MIA FIDUCIA. TROPPE VOLTE MI HA DELUSA E TROPPE VOLTE L'HO PERDONATO. COME HO SEMPRE DETTO AD UNIRCI ERA STATO IL DESTINO E SI VEDE CHE SEMPRE IL DESTINO HA DECISO CHE DOVEVA FINIRE. ALLA FINE DEI CONTI LUI HA 21 [COMPIUTI SABATO], IO 15. DEVE PROVVEDERE A SE, HA DELLE RESPONSABILITA', IO VADO A SCUOLA E HO CHI PENSA A ME. AVEVA VOGLIA DI FARSI UNA FAMIGLIA, IO CON UNA FAMIGLIA NON MI CI VEDO NEMMENO TRA 10 ANNI. TROPPO DIVERSI. CI ABBIAMO PROVATO. ABBIAMO PROVATO ANCHE A CONDIVIDERE I SOGNI, MA LUI NON CREDE PIU' NEI SOGNI. ORA VADO. DEVO CAMBIARE TUTTO QUI, ANCHE IL COLORE NERO.

 
 
 

E' FINITO TUTTO

Post n°76 pubblicato il 24 Febbraio 2009 da devil_114

E' TUTTO FINITO. IO E TE NON ESISTIAMO PIU'. E' FINITA COME IMMAGINAVO. SAPEVO CHE NEL MOMENTO IN CUI AVRESTI TROVATO QUALCUNA CHE TE L'AVREBBE DATA, IO SAREI SVANITA NEL NULLA. ERO PREPARATA A QUESTO. MA NON AL MODO IN CUI ME LO HAI DETTO. TUTTO TROPPO STRANO. TUTTO POCO CHIARO. ANDIAMO CON ORDINE PERO'. CI SENTIAMO DOMENICA 15. TI CHIEDO COSA STAI FECENDO E TU INIZI A DIRE CHE GIA ME L'AVEVI DETTO E COSE VARIE. TI DICO CHE NON ERA COSI' E TU POI PER "APPARARTI" RIDENDO DICI CHE L'AVEVI DETTO AD S. CI HO CREDUTO POCO. FACEVO BENE. MI HAI DETTO CHE SARESTI STATO A TORINO FINO A VENERDI'. UN'ALTRA BUGIA. LUNEDI' NON I SENTIAMO. MARTEDI' POCO. MERCOLEDI' TI CHIAMO CHE GIA DORMIVI. TI PREOCCUPI ANCHE SE STAVO BENE. GIOVEDI' POMERIGGIO 15 MINUTI AL CEL. AVEVI UNA VOCE CHE MI HA SPAVENTATO, SEMBRAVA AVESSI PASSATO UN GUAIO. ME LO GIUSTIFICHI DICENDO CHE ERI STANCO. VENERDI' NON CI SENTIAMO. SABATO MATTINA 2 MINUTI AL CEL E RIMANIAMO CHE CI SAREMMO SENTITI NEL POMERIGGIO. TI CHIAMO NEL POMERIGGIO E MI RISPONDE UNA CERTA E. DICENDOMI CHE E' LA TUA RAGAZZA E CHE IO NON DEVO PIU' CHIAMARTI. VADO NEL PANICO. NON CAPISCO. COSI' DAL CELLULARE DI MIA MAMMA TI CHIAMO SULL'ALTRO NUMERO. MI RISPONDI CON VOCE ROTTA DI NON CREDERE A NULLA E CHE MI AVRESTI SPIEGATO TUTTO. IERI SERA TI CHIAMO E MI RISPONDE DINUOVO QUESTA. PRIMA INIZIO A PARLARE CON LEI. IO STRANAMENTE TRANQUILLA. NON RICORDO BENE COSA CI SIAMO DETTE. TU CHE NON VOLEVI PARLARMI. POI VIENI AL TELEFONO E INIZI AD URLARE: MI DEVI FARE IL FAVORE DI NON CHIAMARMI PIU'. POI RIVIENE LEI AL CEL. MI DICE CHE ADDIRITTURA VI SPOSATE. IN QUESTO GIRO PARLO ANCHE CON TUO CUGINO S. LO TROVO UN PO' DALLA MIA PARTE, MI DICE CHE CHIUSA UNA PORTA SI APRE UN PORTONE E COSE VARIE. LA COSA SI CONCLUDE CON LUI CHE MI DICE CHE E. E' INCINTA. [?] RIVIENE LEI AL CEL E RIPETE LE SOLITE COSE, MINACCIA...DICE CHE STAMATTINA SAREBBE VENUTI DA ME, PERCHE' LEI SA DOVE ABITO...SE CREDEVA CHE IO AVESSI PAURA DI QUESTA SUA FRASE SI SBAGLIA, FATTO STA CHE LEI STAMATTINA QUI NON C'ERA. COMUNQUE RIESCO A PARLARE CON TE. RIVIENI DINUOVO URLANDO, INIZI A DIRE: TE L'AVEVO DETTO CHE POTEVO INNAMORARMI DI UN'ALTRA, NON CHIAMARMI BASTARDO E BLA BLA BLA. INZIA AD URLARE SOLO LUI. DICE CHE LUNEDI' 16 ME L'HA DETTO DI NON CHIAMARLO PIU'. POSSIBILE CHE IO NON ME LO RICORDI E CHE POI AVREI CONTINUATO A CHIAMARLO E LUI A RISPONDERMI???? GLI CHIEDO DA QUANTO TEMPO VA AVANTI LA COSA E LUI DICE 1 SETTIMANA. QUI QUALCOSA NON VA. IN 1 SETTIMANA SI SONO INNAMORATI, LEI E' INCINTA E SI SPOSANO PURE????? GLI DICO DI CALMARSI E CHE LA COSA CHE MI FA PIU' MALE E' CHE NON ME L'ABBIA DETTO LUI E CHE SOPRATTUTTO HO PERSO UN AMICO. E LUI CHE MI RISPONDE????? PERCHE' NON DOVREMMO ESSERE AMICI?? IO NON VOGLIO PERDERTI!!!! A QUESTO PUNTO MI VIEN DA CREDERE CHE MAGARI LEI E' REALMENTE INCINTA E LUI, COME DICEVA SEMPRE A ME, SI E' PRESO LE SUE RESPONSABILITA'? MI ANDREBBE DI PARLARE DA SOLA CON LUI, PERCHE' C'E' QUALCOSA CHE NON MI QUADRA, LA SUA MI SEMBRAVA UNA COSA MOLTO FORZATA, CON LEI CHE QUASI GLI SUGGERIVA LE COSE DA DIRE A MO DI MINACCIA. POI IO CHE PARLO CON LUI, LUI CHE SI CALMA E INIZIA A PARLARMI CON UN PO' PIU' DI DOLCEZZA E LEI CHE SCOPPIA A PIANGERE. HO PASSATO LA NOTTE SVEGLIA, A PENSARE E RIPENSARE. OGGI LA COSA PIU' STRANA, CHE PIU' MI MANCA E' POTERGLI FARE I MIEI MILLE SQUILLI...SOPRATTUTTO QUELLO DELLA MATTINA APPENA SVEGLIA.  IO COMUNQUE NON MOLLO, MI SENTO CHE TORNERA' DA ME!!

 
 
 

Resoconti

Post n°75 pubblicato il 15 Febbraio 2009 da devil_114

Dall'ultima volta che ho scritto ci siamo visti, abbiamo litigato, hai litigato con manu e tanto altro. Tra tutte queste cose sono anche un pò tanto in crisi, nella mia testa parecchi ragazzi e tu col tuo comportamento sicuramente non mi aiuti. In più ieri era san valentino, certo non mi aspettavo grandi cose...di sicuro mi aspettavo almeno gli auguri prima delle 23:00. Oggi mi hai anche detto che parti, vai a Torino, mi hai detto che torni venerdì, sarà vero????

 
 
 

Post N° 74

Post n°74 pubblicato il 11 Gennaio 2009 da devil_114

portami via. portami dove esistiamo solo io e te. senza invidia. senza gelosia. dove possiamo viverci con serenità. ancora una volta ci stavamo perdendo. ancora una volta stavamo rovinando tutto. stavolta per colpa mia. mi sono sentita trascurata. messa da parte. un giocattolo da prendere solo quando fa comodo. ero incazzata nera. ti ho mandato un messaggio. un messaggio scritto con quell'impulsività che uccide. ho sbagliato il modo. ho usato le parole sbagliate. ti ho ferito. giorni d'inferno. notti passate a litigare. telefonate fredde. mi stava crllando il mondo. non posso stare senza te. tu che sei diventato il mio punto di riferimento. l'isola dove riffuggiarsi. so che è uguale anche per te. e così tra liti e lacrime ingoiate, sembra che le cose siano tornata a posto

 
 
 

Post N° 73

Post n°73 pubblicato il 04 Gennaio 2009 da devil_114

Stavolta non scrivo cose positive [dinuovo]. La colpa [come sempre] è tua. Abbiamo litigato qualche giorno fa non so nemmeno per quale motivo. Fatto pace dopo 2 giorni. Eppure tu sempre più assente. Ora sono stanca. Stanca dei tuoi comportamenti. Stanca del tuo non esseri mai. Stanca di venire sempre dopo tutto anche se continui a dirmi che per te sono al primo posto. Ora sono io che ti sfuggo. Ora sono io che lascio il telefono spento per giorni. Ora sono io che esco e lascio il telefono a casa. Ora sono io che non sempre ti rispondo. Forse hai bisogno di questo. Forse hai bisogno di essere trattato così. Venerdì pomeriggio ti ho chiamato. Lavoravi. Ho spento il telefono per riaccenderlo ieri nel pomeriggio. Ti ho squillato. Non ho avuto risposta. Così sono uscita con mia cugina, sola, libera, senza il cellulare. Alle 18:40 hai chiamato. Quando sono tornata mia sorella mi ha detto che dovevo richimarti perchè così le avevi detto. L'ho fatto. Tempo 2 minuti e i tuoi amichetti hanno attirato la tua attenzione e così abbiamo riattaccato. MI hai chiamato ancora ma non ho risposto [stavolta solo perchè non avevo sentito il telefono]. Mi hai riachiamato a ora di pranzo. Preoccupato. Simile ad un cagnolino. Ti ho detto di richiamarmi alle 15. L'hai fatto, ma il mio cellulare non prendeva. Ora è il tuo che non prende. Non prende perchè sei a casa. Toccherà a me dopo chiamarti. Infondo sei comunque il mio bimbo, solo che mi stai portando all'esasperazione. Ricordo quel pomeriggio, le tue lacrime, le tue parole...ripetermi mille volte che l'unica cosa che non vuoi è perdermi....peccato che da come ti comporti non mi sembra proprio così!!!

 
 
 

Post N° 72

Post n°72 pubblicato il 16 Dicembre 2008 da devil_114
 

Eccomi qui a scrivere di nuovo, ora che sono più tranquilla…ora che la mia mente è più lucida. Purtroppo con Ciro era un po’ di tempo che non proprio tutto andava bene. C’era, ma ad intermittenza. Domenica arrivo ad Acerra alle 17:15. Lui già al solito. Io ancora giu da Manu. Arriviamo lì e forse per la mia troppa freddezza nemmeno ci salutiamo. Dopo ad una sua parola con Eugenio scatta la mia frecciatina e giù a discutere. Gli  ho chiesto se doveva dirmi qualcosa. gliel’ho chiesto più volte. Più volte mi ha risposto che non doveva nulla…che sapeva quale fosse il mio dubbio. Ma che non stava da ne in cielo ne in terra. La sua intermittenza è dovuta a problemi familiari, di cui io non so nulla, di cui non mi parla…nonstante di me lui sappia tutto. Si aspetta che sia io a chiederglielo. Manco morta. Non mi piace obbligarlo a fare qualcosa e anche se ci sto male domande da me non ne avrà. Litigare tenendoci le mani….strana cosa!!! Io seduta su quello scalino. Io iena. Io che lo aggredisco. Io che mi mangio le mani. Io che quasi piango. Lui con la testa sulle mie gambe. Lui che mi teneva le mani. Ha visto una parte di me che non conosceva. Torniamo anche indietro di 3 anni. La nostra storia a 3. Il mio far finta di non capire. Il mio essergli vicino sempre. Anche dopo essere stata ferita. Giuro, lo rifarei altre 1000 volte, ma mi sono definita una stupida per questa cosa. Una stupida innamorata, ecco cosa sono….

 
 
 

Post N° 71

Post n°71 pubblicato il 14 Dicembre 2008 da devil_114
 
Tag: Dubbi

Da poco tornata da Acerra. Poco soddisfatta. Abbiamo chiarito un pò di cose. Molte altre non siamo riuscite a chiarirle. Non so nemmeno che scrivere. Avevo tanti dubbi, molti si sono chiariti solo guardandoti negli occhi, eppure le mie domande te le ho fatte lo stesso. Mi manchi amore...mi manca il mio bimbo sempre dolce...dove sei finito???

 
 
 

Post N° 70

Post n°70 pubblicato il 05 Dicembre 2008 da devil_114
 
Tag: HoPaura

Giorni d'inferno. Da martedì sera proprio non ci sto capendo nulla. Ti chiamo al solito orario e mi dici che devi risolvere una cosa, rimaniamo che mi avresti chimata tu. Ormai le 23 passate. Ti chiamo io. Rispondi e sei nervosissimo. Ti chiedo cosa fosse successo e dici che non puoi dirmelo. A quel punto ogni domanda ti facessi la attribuisci al fatto che volevo sapere. Scusa se alle 23:30 mi preoccupo di come tornerai a casa. Scusa se mi dispiace sentirti così giù. Cazzo io ti dico tutto, anche le cose della mia famiglia. Tranquillamente ti dico che nonostante fossimo rimasti che mi avresti chiamato tu, come sempre ho dovuto chiamarti io. Non l'avessi mai detto. Ne dici di tutti i colori. Fino a dire: con quello che mi è successo non posso pensare alle cretinate come il telefono. Mi hai definito una cretinata. Questa è tutta l'importanza che mi dai? Complimenti. Capisco che eri inca, ma le parole possono ferire. Sbianco. Non dico più nulla. Poi tu mi fai una domanda, mia sorella contemporaneamente me ne fa un'altra. Io rispondo a lei. Tu credi abbia risposto a te. Urli e mi stacchi il telefono. Provo e riprovo a chiamarti ma riattacchi. Ti mando un sms. Sembra che capisci. Ti richiamo. Rispondi. Nemmeno 1 minuto e ricominci ad urlare. Ristacchi. Notte di lacrime. Mercoledì mattina ti chiamo come sempre. Rispondi ma sei freddissimo. Sembrava fossi al telefono da sola. Non ci siamo sentiti per tutto il resto della giornata. Ti ho chiamato ad ora di pranzo e nessuna risposta. Quando sono uscita dalla palestra. Rispondi e dici che devi fare delle cose. La sera telefono staccato. Ti mando un sms prima di andare a dormire. Inizia ad essere l'unico modo per comunicare. Per farti capire le cose. Ieri mattina alle 7:50 ti squillo e subito mi risquilli. Ti chiamo. Eri ancora freddo, ma ti preoccupavi che una volta staccato non mi sarei mai alzata e avrei perso il treno. Durante tutta la giornata non mi hai più nemmeno minimamente calcolato. E poi stamattina boh. Diverso. Quasi dolce. Ad ora di pranzo ti ho chiamato. Dovevi ancora mangiare, abbiamo staccato con te che dicevi mi avresti chimato dopo. La telefonata non è mai arrivata. Preferisco pensare che hai subito dovuto attaccare a lavorare. HO PAURA!!!!

 
 
 

Post N° 69

Post n°69 pubblicato il 27 Novembre 2008 da devil_114

volevo cambiare qualcosa qui, ma non ho trovato nulla che mi soddisfacesse. che dire. la nostra storia va avanti. io sto male e tu non te ne accorgi. o forse fai finta. ne stiamo superando tante. non sempre col sorriso. Mi manchi. ma stavolta non me lo sentirai dire. stavolta non sarò io a chiederti quando ci vediamo. voglio vedere fin dove arrivi....

 
 
 

Post N° 68

Post n°68 pubblicato il 12 Novembre 2008 da devil_114

QUASI UN MESE CHE NON SCRIVO. DI COSE NE SONO SUCCESSE POCHE. TRA DI NOI VA TUTTO BENE. QUASI MI SPAVENTA QUESTA COSA. E ORA UNA LACRIMA SCENDE. NEMMENO A FARLO APPOSTA E DAL MIO STEREO E' PARTITA "QUELLA" CANZONE. TI AMO BIMBO...SOLO QUESTO RIESCO A DIRE ORA!!

 
 
 

Post N° 67

Post n°67 pubblicato il 19 Ottobre 2008 da devil_114
 

...raccontare di ieri è difficile. bisognava essere lì con noi per capire. ancora una volta non è successo quello che volevamo. forse che vuoi più tu. ci siamo andati vicino però. troppo vicino. talmente vicino che poi mi sono pentita di quel basta. raccontiamo con calma però. sei arrivato da me alle 15. mia madre voleva ucciderci. siamo stati nel mio parco. dietro. lontano da occhi indiscreti dei miei. parlato un pò di stronzate, passato le canzoni, ricordato quando io ero ancora ad Acerra. fatta resuscitare la vecchia Debora. che poi sarei io. ti ho detto che quello era il periodo in cui mi ero data alla pazza gioia con i ragazzi. ne cambiavo uno ogni 2 settimane. te li ho elencati uno ad uno, cercando di ricordare perchè mi ci ero messa insieme. fino a che mi chiedi: PERCHE' STAI CON ME?? IO: MA PERCHE' IO E TE STIAMO INSIEME?? TU: IO MOLLO!!! IO: MA DAI SCHERZO. STO CON TE PERCHE' TI AMO MENTRE LORO MI PIACEVANO SOLTANTO. e parte il bacio. fregandocene degli amici che potessero vederci o di mia madre che avrebbe potuto mandare le "spie". poi seduti al tavolino della chicco dei bimbi e di te che andrai da tua madre. alle 16 via verso il nostro posto. parlato parlato parlato. giu agli scoglio. quegli scogli che sono nostri. quegli scogli dove stiamo solo noi. ci mettiamo tanto per arrivarci ma ne vale la pena. io te noi. Posso averti? Devi avermi!!! peccato che ancora una volta, un secondo prima di te dentro me ho detto basta. hai avuto una reazione che proprio non mi aspettavo. ti sei seduto e hai iniziato a chiedermi scusa. a dire che dovevi aspettare che fossi stata davvero pronta. mi imploravi di perdonarti. e io lì a ripeterti che non devo perdonarti nulla, che ero stata io a dirti di si. mi chiama mia madre preoccupata perchè diceva che stava per venire un temprale. dove stavamo noi c'era un sole esagerato!! mi abbracci fortissimo, affondi la testa nella mia spalla e mi dici che hai paura. ti tiro sù e vedo due lacrime scendere. hai iniziato a dire che hai paura di perderti, che qualcun'altro possa portarmi via da te, che sono l'unica ragione della tua vita, che mi ami da morire, che non riesci a stare senza di me. ti ho stretto più forte rassicurato che non mi perderai e siamo andati via. a malincuore. la strada per tornare a casa sembrava troppo breve, avrei voluto fermare il tempo e tenerti con me. per sempre. arrivati alla stazione ci sediamo al solito sulle scale. gli ultimi ti amo. gli ultimi baci e poi prendi quel treno che ti porta ingiustamente via da me.....

 
 
 

Post N° 66

Post n°66 pubblicato il 10 Ottobre 2008 da devil_114
 
Tag: Curiosa

....SONO NOTTI CHE CONTINUO A SOGNARTI [MA TU NON LO SAI]! STAMATTINA MI HAI DETTO CHE STANOTTE MI HAI SOGNATA DUE VOLTE [ANCH'IO TI HO SOGNATO]. MI HAI DETTO CHE IL SECONDO SOGNO E' STATO FANTASTICO. PECCATO CHE MI HAI DETTO CHE ME LO DIRAI SOLO DOPO MEZZANOTTE. MA IO SONO CURIOSA!!!!!!!!!!!!

 
 
 

Post N° 65

Post n°65 pubblicato il 02 Ottobre 2008 da devil_114
 

SONO GIU. TALMENTE GIU CHE NEMMENO UNA FORMICA RIUSCIREBBE A VEDERMI! MI MANCHI. MI MANCHI DA MORIRE. HO VOGLIA DI ABBRACCIARTI. GIURO CHE SE SOLO TI AVESSI QUI MI ATTACCHEREI A  MO DI COALA E STACCARMI SAREBBE UN PROBLEMA. NON SO CHE DIRE. CONTINUO AD ASCOLTARE LA STESSA CANZONE DA 3 ORA: QUESTO PICCOLO GRANDE AMORE. ORA HO CAMBIATO: NERI PER CASO LE RAGAZZE. TROPPI RICORDI...........................

 
 
 

Post N° 64

Post n°64 pubblicato il 16 Settembre 2008 da devil_114
 

Sono ormai passati due giorni da domenica, da quello che doveva essere un giorno speciale per noi, ma soprattutto per me. Non ero nervosa. Non avevo paura. Non avevo dubbi. Ero sicura, decisa, convinta e lo sono ancora. Almeno così credevo. Sei arrivato da me alle 18:30. Siamo andati in un posto nuovo per tutti e due. Un posto stupendo. Panorama fantastico. Si vedeva tutto Napoli da quegli scogli. Emozione e voglia di…ma poi mi blocco. La tua mano che scende. Tu su di me. I miei respiri. Sentire il tuo cuore che batteva più forte del mio. Ero felice. Ero ancora sicura. Ma ero completamente bloccata. Non facevo nulla oltre che baciarti. Tutto si è concluso così. Con una mezza discussione appena andati via da quel posto. Volevi delle risposte da me. Volevi capire il mio vuoto. Ho provato a spiegartelo. Ma come potevo dirti quello che nemmeno io sapevo. Che ancora non so. Bloccata. Ma da cosa?? Per quale motivo? Stavo male, avevo quasi voglia di piangere. Mi sentivo una stupida. Incapace. Discutere. Era l’unica cosa che non volevo. Non in quel momento. Infatti nemmeno a quel punto ho fatto nulla. Bloccata anche nel parlare. Poi non so nemmeno come tutto è scomparso e siamo tornati quelli di prima. Discussione ormai sparita. Peccato che si era fatto tardi. Mancavano ancora 20 minuti di strada, il tempo da aspettare il treno che ti avrebbe riportato via e io invece dopo 5 minuti dovevo essere a casa. Scatta la prima telefonata di mia madre. Gli racconto una mezza palla e se la beve. Arriviamo alla stazione e di nuovo una telefonata a mia madre per dirgli che dovevamo aspettare un po’ prima che arrivasse il tuo treno. Di nuovo su quelle scale. Mille canzoni. Mille parole. Mille baci. Mille sguardi che valevano più di tutte le parole dette prima.

 
 
 

Post N° 63

Post n°63 pubblicato il 14 Settembre 2008 da devil_114
 

Ieri sono tornata dalla vacanza. Tornata e sentita svuotata completamente. Passare dal non avere un minuto libero a non sapere cosa fare tutto il giorno e poi mi mancava troppo il mio bimbo. Nelle 2 settimane che sono stata via posso dire che ci siamo uniti molto di più. Forse aveva bisogno che io non gli dessi mille certezze. Forse aveva bisogno di sentire tutti i miei racconti sugli animatori. Forse aveva bisogno di chiamarmi e trovare il cellulare spento. Forse aveva bisogno di non avere il mio squillo la mattina quando mi svegliavo. Forse aveva bisogno di sentire quanto quel ragazzo potesse desiderarmi. A quel punto è arrivata la sua gelosia. Sono arrivate le sue parole dolci. I suoi ti amo. Le telefonate anche alle 3 del mattino. Cosa ancora più bella è tornato a Napoli. L’idea di trasferirsi dalla madre è sfumato. Stronzo quando è tornato mi ha pure fatto uno scherzo!!! Oggi dovremmo vederci. Chissà cosa succederà. Chissà se verrà!!! Non voglio fare troppi progetti, troppe volte mi ha detto che sarebbe venuto e invece puntualmente arrivava un sms, una telefonata o semplicemente il nulla e dovevo capire da sola che non veniva. Mi incavolavo da morire, urlavo un po’ e alla fine non ci risolvevo nulla. No, stavolta non sarà così. Stavolta saranno guai per lui!!!!

 
 
 

Post N° 62

Post n°62 pubblicato il 25 Agosto 2008 da devil_114
 

....E MI MANCHI AMORE MIO!!! CHIUDO GLI OCCHI E VEDO TE!! Voglio un tuo abbraccio, un tuo bacio, una tua carezza...voglio tutto di te. In questi giorni ci comportiamo tutti e due. Stiamo cercando di dare una svolta definitiva alla nostra storia, una svolta in meglio. Notti passate al telefono. Il tuo buon giorno la mattina. Parole dolci. Gelosia. Pure qualche discussione. Ieri sera poi è arrivato un suo TI AMO dopo troppo tempo. Non l'avevo nemmeno sentito!! Oggi ho preso una decisione. Stasera di sicuro ne parleremo. Continueremo a parlarne domani. Lui vorrà di sicuro finire per parlarne ancora a lungo e io lo ascolterò senza dirgli nulla perchè odio parlare troppo!! Vedremo come andrà a finire...

 
 
 

Post N° 61

Post n°61 pubblicato il 18 Agosto 2008 da devil_114
 

In questi giorni con il mio bimbo tutto [quasi] alla grande. Ci sono state serata in cui morivo dalla gelosia. Serate in cui ero stra felice perchè usciva con gli amici e restava con me a parlare al cellulare. Giorni in cui mi è stato vicino e non smetterò mai di ringraziarlo. Giorni in cui io sono stata vicino a lui. Di questo però non ne parlo qui. [problemi suoi di famiglia]. La possibilità che sarebbe tornato ieri. Torna mercoledì. Lunedì torna a Firenze a lavorare. Ieri sera la sua gelosia. Sarò strana ma quand'è geloso mi fa proprio tanto piacere!!

 
 
 

Post N° 60

Post n°60 pubblicato il 12 Agosto 2008 da devil_114
 

Ma  che tenero che stai diventando!! Ogni volta che vai da tua madre cambi, diventi tanto dolce...non sei mai nervoso. Quasi quasi ti spedirei lì sempre, peccato che poi non riusciremmo + a vederci e allora meglio averti qui e nervoso! Domenica sera sei andato a ballare e in giro ovunque. Mi hai chiamato con una voce tutta strana, quasi ti aspettavi che ti dicessi di non andare o che mi arrabiassi e invece un pò sarcastica: vabbeh squilla quando torni a casa. Ero convinta che non mi avresti squillato, che te ne saresti dimenticato ed ero gia pronta a litigare il giorno dopo e invece lo squillo alle 5 del mattino è arrivato. Ieri durante la giornata ci siamo sentiti poco. Ti ho chiamato e mi ha risposto tua sorella, sempre dolcissima e soprattutto [forse sa della mia gelosia] alla fine della telefonate mi ha ricordato che era tua sorella. Siamo riusciti a sentirci nel pomeriggio, mi hai raccontato della serata, della mattina al mare e mi hai detto che la sera saresti di nuovo andato a ballare. Lì si che mi sono innervosita, ma come al solito faccio finta di nulla. La sera chiamo e non rispondi. Mi richiami dopo un pò e dici di essere un pò nervoso, che non volevi rispondermi per questo e che invece il tuo amico mi difendava e ti diceva di rispondermi. Rimaniamo che ci saremmo sentiti quando tornavi a casa e invece dopo nemmeno 10 minuti mi richiami. Gli amici ballano e tu al telefono con me e io che volevo il cornetto! Stacchiamo e mi richiami quando arrivi a casa, costretto ad aspettare fuori perchè tua madre non c'è. Che peccato che siamo così lontani!!!

 
 
 
Successivi »