Creato da Nean.856 il 04/12/2008

Archaios

Evoluzione: Viaggio nelle Origini Remote

 

ARCHAIC FEED

Archaios
 

AUTOCOSCIENZA

È molto probabile che una tappa decisiva nel misterioso processo dell'evoluzione dell'uomo sia rappresentata dal giorno in cui un essere, che stava esplorando con curiosità il suo ambiente, fermò la sua attenzione su sé stesso.

Konrad Lorenz
 
Utenti connessi
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: Nean.856
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 112
Prov: EE
 

TAG

 

AREA PERSONALE

 

EGG TRAVEL


 

L'EVOLUZIONE DELL'UOMO

"L'uomo non è sempre esistito sulla Terra. La sua comparsa è assai recente rispetto alla storia della Terra e degli altri esseri viventi. Nell'"orologio della vita", se si rapportano le 24 ore del giorno con l'età della vita sulla Terra, è negli ultimi minuti che si sviluppa il ceppo umano. La sua comparsa segna il punto di arrivo di una serie di modificazioni avvenute su un ramo del tronco dei Primati e, nello stesso tempo, un punto di partenza per un nuovo corso evolutivo, soprattutto in forza di ciò che caratterizza e distingue l'uomo da ogni altro vivente: la cultura."

F. Facchini
Le origini dell'uomo
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

LA SELEZIONE NATURALE

“L’affermazione comune secondo la quale l’evoluzione attraverso il meccanismo della selezione naturale è una «teoria», esattamente com’è una teoria quella delle stringhe, è sbagliata. L’evoluzione è una legge (con parecchi elementi), tanto sostanziata quanto qualsiasi altra legge naturale, che sia di gravità, del movimento o di Avogadro. L’evoluzione è un dato di fatto, messa in discussione soltanto da chi sceglie di negare l’evidenza, accantona il buonsenso e crede invece che alla conoscenza e alla saggezza immutabili si arrivi soltanto con la Rivelazione.”

James D. Watson
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

ULTIME VISITE AL BLOG

passssioncassetta2alibi_divinopaps1958vaniacipollettimarco.tufogiangino9pinoarpaLOSPAZIOTRAIPENSIERIFrank542strangiosmithnellaitalolisapo.aAntonioDiTulliobartfin2007
 

ULTIMI COMMENTI

Impegnatevi di più con i post non posso essere l'unico...
Inviato da: cassetta2
il 04/11/2020 alle 10:15
 
Buongiorno, tutto molto interessante ma mi pare che...
Inviato da: marco parisi
il 13/07/2019 alle 10:08
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Uno Squalo PreistoricoCharles Darwin Online »

L’Uomo di Neanderthal aveva gruppo sanguigno zero

Foto di Nean.856


Ricerca spagnola sui fossili della caverna di El Sidron: alto mediamente 1,60 m,  completamente eretto, fisicamente molto robusto, di carnagione bianca e verosimilmente con i capelli rossi. Questo il ritratto del nostro antenato vissuto durante il paleolitico e di cui oggi scopriamo qualcosa in più: il suo gruppo sanguigno era di tipo zero.


L’uomo di Neanderthal possedeva il gruppo sanguigno zero, quello più utile per la difesa contro determinate patologie virali quali la malaria: è quanto risulta da una ricerca dei paleontologi spagnoli effettuata su alcuni resti fossili trovati nella caverna di El Sidron, nelle Asturie.


In attesa della sequenza del genoma dell’uomo di Neanderthal, in corso al Max Planck Institute, per i paleontologi rimangono però molte domande a cui dare risposta: ad esempio, se il gruppo zero fosse universale o fossero presenti anche gli altri tre (A, B e AB).

L’importanza del gruppo zero risiede nel fatto che è l’unico nel quale i globuli rossi non possiedono zuccheri nella struttura della loro membrana esterna: questi zuccheri sono il segnale utilizzato da alcuni virus per riconoscere la cellula da attaccare, per cui il gruppo zero garantisce un protezione maggiore contro alcune patologie virali.

Il caso più comune è quello della malaria, malattia sorta però in epoca posteriore (durante il neolitico), per cui la risposta evolutiva deve essere stata causata - e resa vantaggiosa - da altre patologie manifestatesi tra sei milioni di anni e meno di mezzo milione di anni fa, periodo nel quale si è sviluppato il gruppo zero.

Source: APCOM

Link:
Mundo Neandertal

El Sidrón Site

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

DARWIN 2009

"Il 2009 è un anno singolare per il darwinismo e la teoria dell'evoluzione biologica, il presupposto di fondo di tutte le scienze della vita. Ricorrono infatti 200 anni dalla nascita di Charles Darwin e 150 anni dalla pubblicazione del suo Origine delle specie, il testo che sancisce l'avvento della moderna visione evoluzionistica, uno dei paradigmi scientifici che hanno più influenzato la trasformazione di tutte le discipline scientifiche ma anche della cultura e del modo di pensare del mondo contemporaneo."

 

GEOLOGICAL TIME SCALE

 

PRIMORDIA




 

EVOLUTION