Creato da Nean.856 il 04/12/2008

Archaios

Evoluzione: Viaggio nelle Origini Remote

 

ARCHAIC FEED

Archaios
 

AUTOCOSCIENZA

È molto probabile che una tappa decisiva nel misterioso processo dell'evoluzione dell'uomo sia rappresentata dal giorno in cui un essere, che stava esplorando con curiosità il suo ambiente, fermò la sua attenzione su sé stesso.

Konrad Lorenz
 
Utenti connessi
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: Nean.856
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 112
Prov: EE
 

TAG

 

AREA PERSONALE

 

EGG TRAVEL


 

L'EVOLUZIONE DELL'UOMO

"L'uomo non è sempre esistito sulla Terra. La sua comparsa è assai recente rispetto alla storia della Terra e degli altri esseri viventi. Nell'"orologio della vita", se si rapportano le 24 ore del giorno con l'età della vita sulla Terra, è negli ultimi minuti che si sviluppa il ceppo umano. La sua comparsa segna il punto di arrivo di una serie di modificazioni avvenute su un ramo del tronco dei Primati e, nello stesso tempo, un punto di partenza per un nuovo corso evolutivo, soprattutto in forza di ciò che caratterizza e distingue l'uomo da ogni altro vivente: la cultura."

F. Facchini
Le origini dell'uomo
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

LA SELEZIONE NATURALE

“L’affermazione comune secondo la quale l’evoluzione attraverso il meccanismo della selezione naturale è una «teoria», esattamente com’è una teoria quella delle stringhe, è sbagliata. L’evoluzione è una legge (con parecchi elementi), tanto sostanziata quanto qualsiasi altra legge naturale, che sia di gravità, del movimento o di Avogadro. L’evoluzione è un dato di fatto, messa in discussione soltanto da chi sceglie di negare l’evidenza, accantona il buonsenso e crede invece che alla conoscenza e alla saggezza immutabili si arrivi soltanto con la Rivelazione.”

James D. Watson
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

ULTIME VISITE AL BLOG

passssioncassetta2alibi_divinopaps1958vaniacipollettimarco.tufogiangino9pinoarpaLOSPAZIOTRAIPENSIERIFrank542strangiosmithnellaitalolisapo.aAntonioDiTulliobartfin2007
 

ULTIMI COMMENTI

Impegnatevi di più con i post non posso essere l'unico...
Inviato da: cassetta2
il 04/11/2020 alle 10:15
 
Buongiorno, tutto molto interessante ma mi pare che...
Inviato da: marco parisi
il 13/07/2019 alle 10:08
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Evolution VideoDarwin per ogni bandiera »

Cure Parentali e Capacità Cognitive

Post n°18 pubblicato il 03 Febbraio 2009 da Nean.856
 
Foto di Nean.856

Uno studio sui piccoli di scimpanzé conferma l'importanza delle prime cure parentali sullo sviluppo delle capacità cognitive e affettive dei piccoli

Un sovrappiù di attenzioni parentali ai piccoli di scimpanzé permette a essi uno sviluppo cognitivo che, fino ai nove mesi, è adiritura superiore a quello che si ha nei neonati umani. Lo afferma una ricerca pubblicata sulla rivista "Developmental Psychobiology" e condotta da Kim Bard e collaboratori del Centre for the Study of Emotion dell'Università di Portsmouth.

Col passare del tempo i piccoli della nostra specie prendono decisamente il sopravvento, ma questo studio, che è il primo a esaminare comparativamente gli effetti di differenti tipi di cure parentali sulle capacità cognitive di piccoli di scimpanzé, segnala con particolare enfasi l'importanza delle prime cure parentali.

"Il sistema di attaccamento dei piccoli di scimpanzé appare sorprendentemente simile a quello dei piccoli della nostra specie. Le prime esperienze relative a una risposta parentale calda o a una deprivazione hanno un impatto drammatico sugli esiti affettivi e cognitivi sia nello scimpanzé sia nell'uomo".

La Bard ha studiato 46 scimpanzé presenti nella Great Ape Nursery dello Yerkes National Primate Research Centre di Atlanta, negli Stati Uniti. Gli scimpanzé si trovavano nella nursery perché l'atteggiamento delle madri era talmente inadeguato da metterne a repentaglio la sopravvivenza.

Nello studio - che conferma e amplia, in positivo, i risulatti dei fondamentali (e angioscianti) studi degli anni cinquanta di Harry F. e Margaret K. Harlow sugli effetti della deprivazione affettiva - a una parte di questi scimpanzé è stata fornita, oltre al normale accudimento garantito dal centro, un sovrappiù di venti ore settimanali di cure durante le quali gli addetti alimentavano, giocavano, facevano del grooming e interagivano con i piccoli, facendo particolare attenzione al loro benessere emotivo e comunicativo.

"Questi piccoli erano meno stressati, avevano rapporti più tranquilli con gli addetti, non manifestavano i movimenti e comportamenti stereotipati che si possono altrimenti riscontrare, e inoltre erano intellettualmente più avanzati rispetto a quelli che avevano ricevuto le cure istituzionali standard", osserva la Bard.

Source:
Le Scienze

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

DARWIN 2009

"Il 2009 è un anno singolare per il darwinismo e la teoria dell'evoluzione biologica, il presupposto di fondo di tutte le scienze della vita. Ricorrono infatti 200 anni dalla nascita di Charles Darwin e 150 anni dalla pubblicazione del suo Origine delle specie, il testo che sancisce l'avvento della moderna visione evoluzionistica, uno dei paradigmi scientifici che hanno più influenzato la trasformazione di tutte le discipline scientifiche ma anche della cultura e del modo di pensare del mondo contemporaneo."

 

GEOLOGICAL TIME SCALE

 

PRIMORDIA




 

EVOLUTION