Blog
Un blog creato da Buga49 il 13/11/2011

Buga49

Per seguire la tua strada devi prima trovarla .....

 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: Buga49
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 57
Prov: GE
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FACEBOOK

 
 

 

« PER TE....ECCO PERCHE' SEI NERVOS... »

Tagli stipendi parlamentari: ecco perché è solo un trucco

Post n°34 pubblicato il 01 Febbraio 2012 da Buga49

Resta tutto come prima, ennesima presa in giro

Ieri, da Montecitorio è giunta una notizia roboante: i tagli degli stipendi dei parlamentari non sono più un diritto utopico ma la realtà di un provvedimento amministrativo.I media hanno subito rilanciato la notizia nelle loro prime pagine, quale conferma di una presunta volontà della politica di fare sacrifici, adeguandosi al clima di austerity in cui hanno cacciato il resto d'Italia.
L'annuncio ad effetto è stato in sintesi questo: i deputati si taglieranno 1.300 euro di stipendio lordo al mese. I 200 deputati che ricoprono ruoli istituzionali (presidente Camera, presidenti commissioni, etc.) si taglieranno lo stipendio, invece, del 10%, pari a 300-400 euro. Malgrado si parta da un livello retributivo lordo molto alto (oltre 16 mila euro al mese), in effetti, pareva il primo timidissimo segnale per andare incontro agli italiani. E, invece, si è trattato dell'ennesimo bluff, di una colossale presa in giro, che non rappresenta nulla di diverso dal passato.

I tagli teorici si sono tramutati in impedimento agli aumenti dello stipendio
Anzitutto, chiariamo che 1.300 euro lordi corrispondono per un deputato a 700 euro netti in meno al mese. Basterebbe già questo dato per sgonfiare la portata della presunta rivoluzione. Ma facendo due conti, in realtà, si scopre che il taglio è solo teorico, nel senso che non comporterà alcuna riduzione dello stipendio netto del parlamentare. Vediamo perché. Da quest'anno, dopo pressioni molto forti della stampa e da parte dell'opinione pubblica, specie dopo l'ultimo massacro della previdenza a dicembre, anche i parlamentari hanno dovuto rinunciare a qualche privilegio da scandalo, come il vitalizio a 50 anni (sarà acquisito a 60 anni, mentre gli italiani potranno andare in pensione a regime a 66 anni), mentre il metodo di calcolo delle loro pensioni è stato tramutato dal retributivo al contributivo, così come è oggi per tutti gli italiani. Questo significa che anche i parlamentari percepiranno una pensione sulla base dei contributi versati, ma a differenza degli italiani, essi si sono riservati un metodo di computo fiscale dei contributi versati, in modo da tenere invariata la retribuzione netta. Come? Prevedendo la deduzione dei contributi pensionistici dalle tasse. In sostanza, è vero che i parlamentari pagano oggi più contributi, ma li scalano pari pari dalle tasse e con il risultato che alla fine si ritrovano 600-700 euro di reddito in più al mese, per effetto delle minori tasse pagate. Ecco, quindi, che per evitare l'ennesimo scandalo, che avrebbe comportato un'ulteriore indignazione nell'opinione pubblica, hanno deciso di "fingere" una riduzione dello stipendio, quando, in realtà, il taglio annunciato ieri ha come unico effetto di impedire che aumenti la loro retribuzione.
Pertanto, dovremmo ringraziare i deputati per non essersi aumentati lo stipendio, non per esserselo ridotto. E il risparmio netto convoglierà in un fondo ad hoc, non andrà cioè a beneficio dei conti pubblici.
Il Senato si deve ancora muovere, mentre entrambe le Camere annunciano che i tagli ai loro budget saranno determinati in concomitanza, per evitare riduzioni di spesa non concordate e differenti (non sia mai una tale iniquità!).

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Buga49/trackback.php?msg=11029851

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

profondobludgl1orni516mircogifrancesco.risuccisheyla2013emmadaistellamarina450stella.cadente1dolcepiccante2010Buga49Jahzaraanimalacerata0606no.directionluigi80xxRoses_and_Pepper
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

I MIEI LINK PREFERITI

INGANNI LESSICALI

 La CORPORATION PRIVATA Bankitalia S. p. A. si chiama "ente di diritto pubblico". Gli USURAI si chiamano "banchieri". La GUERRA si chiama "missione di pace". Il LAVAGGIO DEL CERVELLO si chiama "entertainment" (divertimento).  Il GOVERNO TOTALITARIO GLOBALE si chiama "Nuovo Ordine Mondiale". E se la MERDA si chiamasse "cioccolata"? Riuscirebbero comunque a farcela mangiare?

 

MESSAGGIO IMPORTANTE

Sai quelle persone che non hanno una vita loro, che sono vuote, e che quando sei con loro invece di seguirti nella tua positivita' cercano di trascinarti nel loro nulla, tarpandoti di fatto le ali, tingendoti del loro grigiore, subdolamente, piangendosi addosso, maledendo il mondo cattivo e tutta la sfortuna, che dicendo di amarti invece di gioire del tuo bene ti maledicono per il loro male, da loro stesse voluto? Sai quelle persone che stanno bene solo se tu stai peggio di loro, quelle che la loro vita è da sempre in declino perchè mai sono riuscite a vedere piu' in la' di domani, quelle persone che non sanno che prima di raccogliere bisogna zappare, seminare, innaffiare, nutrire? Sai quelle persone che non capiscono che ogni conquista costa fatica, che ogni obiettivo richiede sacrificio? Sai cos'e' nel ciclismo un "succhiaruota"? Sai cos'è un vampiro energetico? Bene, se ti rivedi anche minimamente in cio' che ho scritto, allora stammi alla larga !!!