Creato da carrubella il 27/01/2007
E la storia continua
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

carrubellaCarlo_ValleleselviniNarcysseFrancesca.th95acquasalata111falco58dglnonmale43alive_2012antropoeticoperberemeghy1965unamamma1volod_jacristianavilli
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Ultime visite al Blog

carrubellaCarlo_ValleleselviniNarcysseFrancesca.th95acquasalata111falco58dglnonmale43alive_2012antropoeticoperberemeghy1965unamamma1volod_jacristianavilli
 

 

bbbb

Post n°197 pubblicato il 11 Dicembre 2012 da carrubella

gggggg

 
 
 

Cincia

Post n°185 pubblicato il 12 Aprile 2009 da carrubella

 
 
 

Marciapiede

Post n°183 pubblicato il 30 Marzo 2009 da carrubella

 
 
 

Scisse

Post n°181 pubblicato il 27 Marzo 2009 da carrubella

 
 
 

Visi

Post n°180 pubblicato il 26 Marzo 2009 da carrubella

 
 
 

sola

Post n°178 pubblicato il 20 Marzo 2009 da carrubella

eventuale testo quando mette il mouse sull'imagine

 
 
 

Fiocchi

Post n°171 pubblicato il 18 Marzo 2009 da carrubella

 
 
 

segreti

Post n°170 pubblicato il 18 Marzo 2009 da carrubella

 
 
 

Ninfa

Post n°162 pubblicato il 16 Marzo 2009 da carrubella

 
 
 

Correva

Post n°160 pubblicato il 14 Marzo 2009 da carrubella

 
 
 

Magia

Post n°156 pubblicato il 13 Marzo 2009 da carrubella

 
 
 

donzella

Post n°155 pubblicato il 12 Marzo 2009 da carrubella

 
 
 

Perdono

Post n°154 pubblicato il 09 Marzo 2009 da carrubella

 
 
 

Cerbiatta

Post n°153 pubblicato il 06 Marzo 2009 da carrubella

 https://scontent-a-ams.xx.fbcdn.net/hphotos-prn1/q71/s720x720/1545725_784758058216472_1139373513_n.jpg

 

 

 
 
 

Sur le bitume

Post n°149 pubblicato il 02 Marzo 2009 da carrubella

Stazionava alla larga strada.

Filari,come braccia,alberi dolci

crescono vicino a posti  sosta

che passante usa per domesticare

calde estati con le verdi fronde.

Passa giovanotto da quel posto

e mai che s’abbia  farsene domanda:

perché quel posto,perché tutte quelle soste.

Passava,già,di fretta allora;

dove recar facea di se,poco distante.

A piedi o a cavallo di sellino

anch’egli solea fermarsi in loco,nella sosta

ventilando polmoni all’aria pura

e a sentir fischiare tra le fronde

piccole piume che mente nettan

e fanno forte il core.

Ma nella strada dove passa vita

non sempre di fortuna è costruita,

anzi, via o viottoilo che sia

vien sempre a chiudersi con rovi

dato che d’incuria è stata lesa.

Sarà stata cosa che non dice,

come a trovarsi solo senza alcuno

che vedea di lui le necessità;

sarà l’amore suo passato in quella donna,

oppure se stesso a lasciarla per motivo,

o a lagnarsi di non saper trovare,

d’anima di cuore la capacità d’adotto fare .

Ora si trova a stazionare

in quella larga strada

ove non sente più quell’aria fresca

non più viandante o passeggero

ma per averla scelta  come casa. 

 

 
 
 

alzheimer

Post n°147 pubblicato il 24 Febbraio 2009 da carrubella

 

Alzheimer

 

Si volta indietro

guarda  o sembra  guardare

l’aria smarrita riflette  in se

come se tutto non fosse.

Rapito,perduto,

con mente costante a muti ricordi

tanto che, gente che guarda

non vede e non vuol vedere

per poter conservare qualcosa di se.

Quando,ancora,si dava al lavoro

felice di ridere e scherzo avere

con quei  che lo guardano a compassione.

Ora vuole dare alla vita un saluto

per poi vedere la vita del dopo,

cosa concessa a quelli che vivo

in altro mondo,lontani da se.

Hanno certezza quei poveri soli

d’esser condotti lontano da qui

ove gli sguardi non fanno paura

perché accoppiati solo a sorrisi.

 

 

 


 

 

 

 

 
 
 

Maschere

Post n°144 pubblicato il 22 Febbraio 2009 da carrubella

 

Maschere

 

Maschera ride

quando

copre quel viso, o

quando piange quel viso,

nascosto, quando

in accorata speranza 

la voce tristezza l’assale.

Non piange per riso

quel viso

e non fa lavoro da circo

la maschera.

Narra a sè

la sua storia sì triste

mentre la  gente

si chiede

se piangere o ridere d’egli,padrone:

pagliaccio o povero d'uomo.

Dispera la maschera ormai

d’avere smarrito la vita

d’avere perduto speranze

che rendono viva memoria.

Desta persona

si sporge a mirare,

quello, che

come tal bimbo

un saper regalare sorriso,

vuol dire, e  speranza.

Ora stanca d'età

essa stessa

perchè maschera

quel viso  velato di carta

ora versa

una lacrima  vera

dall’occhio dipinto di nero 

 che a gota, per pena, vien giù.

 
 
 

Volo di rondine

Post n°140 pubblicato il 20 Febbraio 2009 da carrubella

 

Il volo di rondine

Cambiando tratto vola
con ali  basse  gira per
farsi sfiorare dall'aria che
gli viene incontro,
credend'essa,sia pura.
E' solo torbida come l'acqua
ov'ei si specchia ora
mentre ancor vuol essa nettar
come suo primo amor
quando lascia visi bagnar d'affetto.
Oh quanta tenerezza fa al rapace
tanto ch'esso rapir non vuole
ma solo portar  per mano
in quella via si strana
che porta nome di felicità

 
 
 

Sogno d'Amore

Post n°138 pubblicato il 17 Febbraio 2009 da carrubella

 

 

 

 Sogno d’Amore

Oh! come vorrei del mio desio

potesse trasformarsi in cosa viva

portare avanti l’armi per toccare

quei creatura che tanto aizza il core.

Non di famelico desio d’ardente amare

ma per regalo fare a questo amore

con la maniera che mi aspetto in cuore

di dolci parole e fiato sì vicino

tanto che rafforzar me sento

dentro al petto,voglia a sentirla,

amarmi con parole e mani

e con sua pelle rovistar la mia

sentirla così fresca ,sulle dita;

sentire lei  il candido lasciare,

per largo fare al fuoco delle vene

nell’atto che matura quel desio,

per poi tornare ancora a quel candore

ch’era in principio, quando corte fare.

Ma, a passar di soli pochi istanti,

sentire voglia di innamorarci ancora

e ancora amarci.

 
 
 

Furtiva

Post n°136 pubblicato il 12 Febbraio 2009 da carrubella

 

 

 

 

Furtivo

 

 

 

Mandi un tratto di te

 

che ti veda altrove.

 

Nascosta aspetti che venga fuori

 

parola mia  dolce a te

 

perché tu vuoi

 

perché mi vuoi rubare

 

portare lontano me e

 

l’amore mio solo a te.

 

Senza che altri guardando l’amore

 

richiedan anche loro per il mio bell’amore

 

caldo, dolce,per sempre innamorando amare.

 

 

 

 

 
 
 
Successivi »