Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

 

SPRINTRADE NETWORK


chatta

 

Map

 
Creato da: kookkai il 18/09/2011
TUTTO CIO' CHE CONCERNE L'ACQUA

 

 
« Proposta Di Legge Per Ri...Come Proteggere La Pelle... »

Acqua Virtuale Ed Impronta Idrica

Molti di voi avranno sentito parlare della famosa impronta ecologica, o della impronta di carbonio.
L'impronta ecologica (ecological footprint) misura la superficie (in termini di terra e acqua) necessaria per rigenerare le risorse consumate da una popolazione umana e per assorbire i rifiuti prodotti.

L'impronta di carbonio (carbon footprint) è la misura dell'impatto che le attività umane hanno sull'ambiente in termini di ammontare di gas serra prodotti, misurati in unità di anidride carbonica (CO2).
Non tutti la conoscono, ma esiste anche l'impronta idrica (water footprint), che misura quanta acqua consuma un processo, un ente o una nazione.
Facciamo un passo a ritroso: nel 1993 il prof. Tony Allan (King's College di Londra) ha definito l'acqua virtuale come la quantità di oro blu necessario a fabbricare un determinato prodotto. Acqua invisibile, che non si tocca materialmente, ma grava sulla gestione complessiva delle risorse idriche.
L'Istituto di Educazione per l'Acqua dell'UNESCO (UNESCO-IHE) ha deciso di calcolare la quantità di acqua virtuale contenuta nelle varie merci e gli import ed export dai vari continenti, sviluppando un apposito calcolatore dell'impronta idrica.
Un modo per rispondere alle domande:
► Quanta acqua serve per un cibo che ci troviamo a tavola?
► Quanta acqua consuma una persona in un anno, inclusa quella intrappolata nei beni in uso (come cibo, computer, auto)?
L'importanza di una valutazione del genere è dimostrata dal fatto che nel Planet Living Report 2008 (pubblicato da WWF International, Società Zoologica di Londra e Water Footprint Network) è stata utilizzata per la prima volta l'impronta idrica come un indicatore analogo all'impronta ecologica.
L'impronta idrica di una nazione equivale al volume totale dell'acqua utilizzata per produrre i beni e i servizi consumati dai suoi abitanti.
Poiché non tutti i beni consumati sono prodotti all'interno dei confini nazionali, l'impronta idrica tiene conto anche delle risorse idriche utilizzate in altri paesi.


La teoria di Allan sottolinea i benefici in termini economici e ambientali dei flussi di acqua virtuale tra Paesi. Una nazione può conservare le sue risorse idriche importando un prodotto che richiede molta acqua. Di conseguenza il commercio internazionale può implicare un risparmio globale, se un bene è esportato da un'area ad alta produttività idrica, quindi a basso contenuto di acqua virtuale, verso un'area con bassa produttività idrica.
A livello globale, però, il traffico di acqua virtuale ha implicazioni geopolitiche che non vanno sottovalutate, come ha dichiarato nel 2008 il Consiglio Mondiale dell'Acqua, inducendo ad una dipendenza tra i Paesi che può diventare uno stimolo alla cooperazione, ma anche innescare potenziali conflitti.
Secondo la Royal Society of Engineers, due terzi del totale dell'acqua utilizzata per produrre alimenti e bevande per la sola Gran Bretagna, viene da Paesi che già soffrono per le poche risorse idriche disponibili.
I Paesi in via di sviluppo, incalzati da una sempre maggiore richiesta di merci dall'Occidente, stanno utilizzando gran parte delle loro risorse per prodotti d'esportazione, rischiando così di restare a corto d'acqua. Afferma la Society of Engineers: "Secondo le previsioni, quando la popolazione mondiale supererà gli 8 miliardi, cioè tra 20 anni, la domanda generale di cibo e energia crescerà del 50% e quello di acqua del 30%, il che potrebbe determinare una crisi idrica mondiale".
Ciascuno di noi può calcolare la propria impronta idrica individuale accedendo al footprint calculator messo a disposizione da Water Footprint Network. Un'opportunità per capire, nel nostro piccolo, quanta acqua "scippiamo" alla terra e quanta ne potremmo risparmiare.

Water Footprint Calculator:

http://www.waterfootprint.org/?page=cal/WaterFootprintCalculator

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/CIAOACQUAPURA/trackback.php?msg=12025542

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Nessun Commento
 
 

 

il mio miglior amico

 

 

 

 

 

 

Conference Call

 

Centralino

 

Vivexin

 

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

 

 

 

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

andreapandolfi67sergiobasilicogiovannichiaiacardellasalvatorecoraglobale.mossalialvallzingaromercurionoemiarfinip.nicolini5scaramella.geotechdaniel.ds1paolocolombinikostantino08silenziocantatore
 

Ultimi commenti

Ma quanto costa una pompa di calore?
Inviato da: Rebuffa17
il 18/05/2012 alle 13:05
 
Bel post ,istruttivo ..buon venerdì
Inviato da: zanna1999
il 06/04/2012 alle 04:19
 
SEXY LINGERIE E COSTUMI SEXY...CLICCA QUI!
Inviato da: sexy_lingerie_012
il 21/02/2012 alle 17:41
 
A dir poco "stupendo" è una cosa spettacolare e...
Inviato da: nikolaausIan
il 11/12/2011 alle 01:19
 
 

Chi può scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom