Creato da cliccaeconomia il 20/03/2009

Clicca Economy

mutui, carte di credito, conti correnti, finanziamenti

 

Banca Europea per gli Investimenti e Intesa San Paolo: unite per le imprese.

Post n°89 pubblicato il 30 Giugno 2010 da cliccaeconomia

Le due realtà finanziarie si sono unite per raggiungere una nuova serie di accordi che andranno ad agevolare piccole e medie imprese italiane. Queste ultime potranno così diventare beneficiarie di interventi finanziari per complessivi 680 milioni di euro, erogati attraverso le società del Gruppo bancario - Mediocredito Italiano, Leasint e Banca Infrastrutture Innovazione e Sviluppo.

Riportiamo a seguito l'articolo apparso fra le pagine di pmi.it. Dello stanziamento complessivo, circa 300 milioni di euro saranno relativi a finanziamenti per iniziative industriali e nuovi servizi; 200 milioni di euro saranno invece riferiti a finanziamenti dedicati alle fonti di energia rinnovabile e all'ambiente; infine, circa 180 milioni di euro riguarderanno finanziamenti su progetti di natura infrastrutturale. Quanto sopra non è certamente la prima iniziativa che vede formalizzati gli sforzi congiunti di Intesa Sanpaolo e BEI, che già in passato avevano collaborato per permettere a soggetti privati di poter ottenere un appoggio creditizio per la realizzazione dei propri investimenti. Con queste nuove intese, l'obiettivo comune diventa la diminuzione dell'impatto negativo dovuto alla recente crisi economico-finanziaria, che ha ridotto la base di finanziamenti "ordinariamente" a disposizione delle Pmi italiane, che hanno invece dovuto attraversare (e lo fanno tutt'ora) ampi periodi di ristrettezze creditizie da parte degli istituti di credito.

Con l'occasione della firma ufficiale degli accordi - ad opera di Dario Scannapieco (Vicepresidente della BEI, responsabile per le operazioni in Italia, Malta, Balcani occidentali) e Corrado Passera (Consigliere delegato e chief executive officer del Gruppo Intesa Sanpaolo) - i promotori dell'iniziativa hanno altresì aggiunto che i finanziamenti saranno diretti non solamente alle piccole e medie imprese italiane, ma anche ad altri soggetti pubblici

fonte: pmi.it.

 
 
 

Le carte di credito amiche degli animali.

Post n°88 pubblicato il 29 Giugno 2010 da cliccaeconomia

Si chiama “ENPA Card” ed è una carta di credito speciale rilasciata dal gruppo Agos in collaborazione con l’Ente Nazionale Protezione Animali. La carta è l'ideale per coloro che amano la natura e vogliono aiutarla in maniera concreta.

Sottoscrivendo questa speciale carta di credito, infatti, non solo si avrà la possibilità di accesso all'intero circuito Visa, ma si devolverà altresì l’intera quota di sottoscrizione di soli € 15,00 all’ENPA e il continuato a utilizzo negli anni permetterà di seguire e sostenere l'Ente.

I vantaggi legati alla carta:

- è carta di credito internazionale.
- è una carta di credito del circuito Visa, accettata in tutto il mondo.
- è rapida e non richiede l’apertura di un nuovo conto corrente.
- è revolving oppure a rimborso totale. Consente, inoltre, di ricostituire la riserva della carta di credito si può scegliere un rimborso totale in soluzione unica oppure con rimborsi rateizzati secondo un piano rimborsi prestabilito.
- è pratica per ogni acquisto ed riconosciuta in tutto il mondo.
Fonte: 100blog.it

 
 
 

Il mutuo al 100% : una realtà per pochi

Post n°87 pubblicato il 22 Giugno 2010 da cliccaeconomia

Accade spesso che, come riporta il sito de il Sole 24 Ore, quando si decide di acquistare un immobile, la somma tra la liquidità a disposizione e l'importo che è la banca è disposta ad erogare non raggiunge il valore minimo dell'immobile. Sono molto rari i casi in cui i mutui vengano erogati al 100%.

Accade quindi che soprattutto le giovani coppie non dispongano di una liquidità tale per cui il loan to value (rapporto tra il valore del prestito e quello dell'immobile ) sia inferiore all' 80% e in questo caso l'unica soluzione possibile è il mutuo al 100% o ripiegare sull'affitto.

E i mutui normalmente costano in media 20/30 punti base in più e il loan to value in questo caso è inferiore all'80% dal momento che comprende i costi relativi all'assicurazione che la banca deve sostenere per garantire la somma eccedente l'80 %.

In particolare Intesa San Paolo ha lanciato al linea Domus che prevede finanziamenti al 100%, fino a 40 anni, importo fino a 300mila euro, ed è anche possibile saltare fino a 6 rate, dopo le prime 24 mensilità.

La Banca Popolare di Bari propone anch'essa mutui fino a 300mila euro e CreaCasa, società del gruppo Credem, propone mutui al 100% sia a tasso variabile che fisso. Ma c'è anche chi finanzia fino al 120 %, come "Mutuo Aggressivo" lanciato da Veneto Banca nel 2004.


Fonte: www.ilsole24ore.com

 
 
 

In accordo con la tradizione sono i liguri i più propensi al risparmio

Post n°86 pubblicato il 10 Giugno 2010 da cliccaeconomia

Da una ricerca condotta dalla Banca d'Italia in merito all'andamento dell'economia regionale nel 2009 e nei primi mesi del 2010, emerge che i cittadini liguri hanno una cieca fiducia nei conti correnti facendo registrare un aumento di ben 8,8 punti per cento sui depositi pari a più del doppio della media nazionale.

Si conferma dunque la tradizionale tendenza al risparmio dei liguri, sopratutto i residenti tra Ventimiglia e La Spezia, tenendo conto che il 2009 è stato l'anno più critico, soprattutto a livello di attività produttiva. La Liguria ha mostrato però una tenuta maggiore rispetto a quella delle altre regioni settentrionali: questa Regione vanta in effetti una solida struttura economica che da molto peso ai servizi pubblici e privati rispetto al resto dell'Italia.

I cali più forti sono stati registrati nel settore industriale e d'altra parte settori come l'alta tecnologia e la cantieristica, avendo potuto beneficiare di commesse pluriennali , stanno ora usufruendo dei proventi derivati dalle esportazioni. Stessa situazione anche per ciò che riguarda l'edilizia residenziale, in un momento in cui il mercato immobiliare è fermo , e ci si orienta più sulla ristrutturazione che sull'edificazione di nuove edifici.

Il comprato marittimo invece merita un discorso a parte: il traffico presso gli scali liguri è diminuito di quasi il 14 per cento a seguito della forte diminuzione del commercio internazionale ma col 2010 si vedono già i primi segnali di ripresa. Fonte: www.ilgiornale.it

 
 
 

Occhiobello: aiuti da parte del comune

Post n°85 pubblicato il 07 Giugno 2010 da cliccaeconomia

Per gli abitanti di Occhiobello c'è una buona notizia, soprattutto per quanti sono intenzionati ad impegnarsi nell'acquisto della prima casa. Arriva da Estense.com la pubblicazione di un interessante articolo. Per l'acquisto, la costruzione e la ristrutturazione della prima casa, il Comune concederà contributi in conto interessi per l’ammortamento dei mutui ipotecari concessi dagli istituti di credito convenzionati col Comune Stesso.

In questa lista figurano i nomi di

  • Cassa di risparmio del Veneto

  • Cassa di risparmio di Ferrara

  • Banca nazionale del lavoro

  • Unicredit Banca

  • Bcc Padana orientale San Marco Rovigo

  • Banca Antonveneta

  • Bcc del Polesine.

Le risorse destinate per il 2010 al contributo sono state fissate in bilancio nella misura massima di 16.500 euro, mentre il reddito complessivo annuo del nucleo familiare richiedente non deve essere superiore a 29mila euro.

Le domande, redatte su apposito modulo fornito dal Comune, dovranno essere presentate entro il 31 luglio all’ufficio protocollo generale o all’ufficio segreteria Il bando è scaricabile dal sito del Comune

fonte: estense.com

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

ULTIME VISITE AL BLOG

max_6_66IlConformistaLiveSaturniustattibellimarzia.deriu1964mbmletterescatolateGiulianoMigalegrifo58emeliaeunamamma1Rebuffa17mtcitittycastellananot_perfectziryabb
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom