CONTROSCENA

Il teatro visto da Enrico Fiore

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

 

« Pippo Delbono tra la fol...Addio a Jérôme Savary »

Il diavolo di Salemme tra farsa e cabaret

Post n°679 pubblicato il 02 Marzo 2013 da arieleO
 

Con ogni evidenza, «Il diavolo custode», la commedia di Vincenzo Salemme in scena al Diana, si prefigge soprattutto lo scopo di far ridere. E certo, non vi mancano gli spunti amarognoli («L'umanità fa a gara per dimostrare che la speranza nel futuro non esiste») e le dissacranti frecciate sarcastiche (il «come diceva Eduardo» sbandierato a sproposito) tipici del miglior Salemme. Ma vengono lasciati lì, privi dello sviluppo drammaturgico che ci si poteva augurare.
   Il plot ruota intorno a Gustavo, il gestore del bar Vespasiano che - sommerso dai debiti perché, secondo la moglie Teresa, è troppo onesto («Chillo fa 'e scontrini, 'e fatture») - si vede proporre dal Diavolo del titolo la possibilità di «tornare a nascere e ricominciare daccapo». Ma si tratta, sostanzialmente, di un pretesto per mettere in campo l'intero armamentario degli espedienti coniati in fatto di comicità dallo spettacolo leggero nostrano. Riconoscibilissimi, tanto per intenderci, appaiono al riguardo i modelli forniti dal suggeritore della «Francesca da Rimini» di Petito e dal Tartaglia de «Lo scarfalietto» di Scarpetta.
   Mi riferisco ai continui slittamenti di senso surreali determinati dallo scambio delle parole: che so, «la sagra di Ernestina» per la sacrestia, «l'intestino di Dario» per l'intestatario, «il San Tommaso» per il sadomaso... E si capisce, poi, che il divertimento raggiunge l'acme quando arriva, a metà spettacolo, l'happening fra palcoscenico e platea innescato dal mattatore circa la capacità di Gustavo di tradire la moglie. Mentre con il lungo monologo fuori testo che sostituisce il finale (tocca, fra gli altri, i temi ponderosi del tempo, del sesso, della diversità fra l'uomo e la donna) Salemme si sposta decisamente dalle parti del cabaret di stampo televisivo.
   C'è persino, trasferito sul terreno dei proverbi, il ricalco del celebre sketch di Proietti sul vecchio che s'incasina tra le favole. E ad esaltare il tutto provvede, naturalmente, l'irresistibile verve attorale di Salemme, ben affiancato da comprimari quali, per fare qualche nome, Domenico Aria (Gustavo), Nicola Acunzo (il diavoletto) e Floriana De Martino (Teresa). Sicché - «hoc erat in votis» - le risate scrosciano, pressoché ininterrotte, dall'inizio alla fine.
   Ma insomma… nel dicembre scorso abbiamo rivisto al Delle Palme «… e fuori nevica!». E si rideva lo stesso, e non di meno. Solo che le risate erano fondate sui contenuti, non sulle battute in sé. Ed è quello il Salemme che conta.

                                                Enrico Fiore

(«Il Mattino», 2 marzo 2013)

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 
 
 

INFO


Un blog di: arieleO
Data di creazione: 16/02/2008
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Ficone1400leo00marcoalfa4delynnoasc.ferraradefranceschi.chrisasdiwalgiugnolifabrizioherzwehrcomp.robyelena.licausiokgirlgiuseppina.farinaparenteartesonia.ricco
 

ULTIMI COMMENTI

solo tu beppe puoi interpretare questi personaggi...
Inviato da: roberto
il 11/12/2013 alle 16:45
 
Cara Floriana, anche per me è stato un piacere incontrarLa....
Inviato da: arieleO
il 12/11/2013 alle 09:39
 
Caro Maestro Fiore, condivido ( per quello che vale) la...
Inviato da: floriana
il 11/11/2013 alle 19:40
 
Cara Francesca, innanzitutto la ringrazio per...
Inviato da: Federico Vacalebre
il 16/10/2013 alle 17:14
 
Gentile Francesca, credo che nessuno possa risponderLe...
Inviato da: arieleO
il 16/10/2013 alle 17:10
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom