CONTROSCENA

Il teatro visto da Enrico Fiore

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2012 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

Messaggi di Settembre 2012

Napoli senza "maschera"

Post n°605 pubblicato il 07 Settembre 2012 da arieleO
 

Dunque, i napoletani, pur candidati in folla dalla «giuria di esperti», non hanno ricevuto - dagli «oltre 500 artisti e professionisti del teatro» chiamati «a designare i vincitori» - nemmeno una delle «Maschere del Teatro Italiano» assegnate ieri sera al San Carlo. E la notizia, nello stesso tempo, sorprende i ciechi che non vedono la realtà e smentisce quanti ci vedono benissimo ma quella realtà insistono a nasconderla con le cortine fumogene di una retorica interessata. Si tratta, dunque, di una notizia che merita qualche considerazione.

   1) Evidentemente, gli «oltre 500 artisti e professionisti del teatro» chiamati «a designare i vincitori» non hanno alcuna stima dei personaggi (soprattutto dei critici) che componevano la «giuria di esperti»;
   2) Altrettanto evidentemente, gli «oltre 500 artisti e professionisti del teatro» chiamati «a designare i vincitori» la pensano assai diversamente da Maurizio Scaparro, il quale, nel ricevere (da Gianni Letta, presidente berlusconiano della giuria) un premio speciale alla carriera, ha ribadito per l'ennesima volta la sua annosa esternazione circa la Napoli capitale del teatro italiano. E pensano bene, gli «oltre 500 artisti e professionisti» in questione. Napoli è stata capitale del teatro italiano ai tempi ormai preistorici della Commedia dell'Arte e, alla fine degli anni Settanta, nell'ambito del teatro di ricerca capeggiato da Martone e da Servillo. Oggi l'inventività dei comici dell'Arte sopravvive soltanto come una leggenda, e del teatro di ricerca non vi è più alcuna traccia diffusa;
   3) Sempre evidentemente, infine, la farina del diavolo è andata in crusca anche nella circostanza. Per esempio, Mariano Rigillo - che si è speso molto, portando da un capo all'altro della Campania l'inconsistente «Ferito a morte» prodotto dallo Stabile napoletano diretto da Luca De Fusco - nemmeno lui ha ricevuto uno dei riconoscimenti previsti dal Premio di cui parliamo, pur creato e gestito dallo stesso De Fusco. Che c'è, gli «oltre 500 artisti e professionisti del teatro» chiamati «a designare i vincitori» sono d'accordo con i tanto vituperati (da Rigillo e da De Fusco) critici (me compreso) che di «Ferito a morte» hanno parlato male?

                                         Enrico Fiore

               

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: arieleO
Data di creazione: 16/02/2008
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Ficone1400leo00marcoalfa4delynnoasc.ferraradefranceschi.chrisasdiwalgiugnolifabrizioherzwehrcomp.robyelena.licausiokgirlgiuseppina.farinaparenteartesonia.ricco
 

ULTIMI COMMENTI

solo tu beppe puoi interpretare questi personaggi...
Inviato da: roberto
il 11/12/2013 alle 16:45
 
Cara Floriana, anche per me è stato un piacere incontrarLa....
Inviato da: arieleO
il 12/11/2013 alle 09:39
 
Caro Maestro Fiore, condivido ( per quello che vale) la...
Inviato da: floriana
il 11/11/2013 alle 19:40
 
Cara Francesca, innanzitutto la ringrazio per...
Inviato da: Federico Vacalebre
il 16/10/2013 alle 17:14
 
Gentile Francesca, credo che nessuno possa risponderLe...
Inviato da: arieleO
il 16/10/2013 alle 17:10
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom