Credi nei tuoi sogni

Non è mai troppo tardi

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

 

« .. »

.

Post n°7 pubblicato il 06 Aprile 2010 da Questa_e_La_Mia_Vita

Non incolpare nessuno,
non lamentarti mai di nessuno, di niente,
perché in fondo
Tu hai fatto quello che volevi nella vita.

Accetta la difficoltà di costruire te stesso
ed il valore di cominciare a correggerti.
Il trionfo del vero uomo
proviene delle ceneri del suo errore.

Non lamentarti mai della tua solitudine o della tua sorte,
affrontala con valore e accettala.
In un modo o in un altro
è il risultato delle tue azioni e la prova
che Tu sempre devi vincere.

Non amareggiarti del tuo fallimento
né attribuirlo agli altri.

Accettati adesso
o continuerai a giustificarti come un bimbo.
Ricordati che qualsiasi momento è buono per cominciare
e che nessuno è così terribile per cedere.

Non dimenticare
che la causa del tuo presente è il tuo passato,
come la causa del tuo futuro sarà il tuo presente.

Apprendi dagli audaci,
dai forti
da chi non accetta compromessi,
da chi vivrà malgrado tutto
pensa meno ai tuoi problemi
e più al tuo lavoro.

I tuoi problemi, senza alimentarli, moriranno.
Impara a nascere dal dolore
e ad essere più grande, che è
il più grande degli ostacoli.

Guarda te stesso allo specchio
e sarai libero e forte
e finirai di essere una marionetta delle circostanze,
perché tu stesso sei il tuo destino.

Alzati e guarda il sole nelle mattine
e respira la luce dell'alba.
Tu sei la parte della forza della tua vita.
Adesso svegliati, combatti, cammina,
deciditi e trionferai nella vita;
Non pensare mai al destino,
perché il destino
è il pretesto dei falliti.
Autore: Pablo Neruda

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Credi/trackback.php?msg=8661150

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
mauriziospag
mauriziospag il 13/04/10 alle 16:08 via WEB
CHIEDO SOLO UN SOGNO …improvvisamente un sogno, il mio sogno in un pigiama influenzato e stretto… Il fantastico sogno di una vita Il fantastico sogno Di addormentarmi nei sogni del mio amore. Il fantastico sogno Di strappare al Mondo i sorrisi di tutto il Mondo Il fantastico Sogno di essere ancora vivo Vivo Nel bello di tante sere così serene. Perché non vieni a dare un’occhiata? Il fantastico sogno È qui… Quando esco dal sogno. Chiedo solo un sogno Il fantastico fiore Che regga un vecchio saggio come me Il fantastico sogno Di un vestito nero con il meglio di me, vero! Il fantastico sogno di plastica Per i bambini immersi Nel loro piccolo acquario in acqua di Santuario Il fantastico sogno Dopo averlo visto all’entrata del mio cortile. Chiedo solo un sogno Perché non vieni a dare un’occhiata? Anche tu… Quando esci dal tuo sogno. Tu, senza peso al cuore. Da “Il cuore degli Angeli” di Maurizio Spagna www.ilrotoversi.com info@ilrotoversi.com L’ideatore paroliere, scrittore e poeta al leggìo-
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: Questa_e_La_Mia_Vita
Data di creazione: 22/11/2009
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

relli3lagreca.valentinowal75giuba46il.mio.viaggioDolceMonello.PCviolantemiasusi_scomparato.massimomiglioremelaniamauri.bellasystem.cforosarioQuesta_e_La_Mia_VitaK.riv
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 


Non è che la vita vada come tu te la immagini.
Fa la sua strada.
E tu la tua. Io non è che volevo essere felice,
questo no. Volevo... salvarmi, ecco: salvarmi.
Ma ho capito tardi da che parte
bisognava andare: dalla parte dei desideri.
Uno si aspetta che siano altre cose a salvare
la gente: il dovere, l'onestà, essere buoni, essere giusti.
No. Sono i desideri che salvano. Sono l'unica cosa vera.
Tu stai con loro, e ti salverai. Però troppo tardi l'ho capito.
Se le dai tempo, alla vita, lei si rigira in un modo strano,
inesorabile: e tu ti accorgi che a quel punto non puoi
desiderare qualcosa senza farti del male. È lì che salta tutto,
non c'è verso di scappare, più ti agiti più si ingarbuglia la rete,
più ti ribelli più ti ferisci. Non se ne esce. Quando era troppo tardi,
io ho iniziato a desiderare. Con tutta la forza che avevo.
Mi sono fatta tanto di quel male che tu non puoi nemmeno immaginare.

Alessandro Baricco

 

TAG