Creato da SIAMOVIVI_EMILIA il 06/02/2009

EMILIA-ROMAGNA

MOVIMENTO DI AGGREGAZIONE POPOLARE

 

 

 
 

25 OTTOBRE PRESIDIO NO NUKE A BORGO SABOTINO (LT) E CAGLIARI

Post n°13 pubblicato il 16 Settembre 2009 da SIAMOVIVI_EMILIA

NON BASTANO 20.000 TONNELLATE DI SCORIE IN GIRO PER L'ITALIA

NON BASTANO MIGLIAIA DI MORTI
NON BASTANO CENTINAIA DI MIGLIAIA DI PERSONE CONTAMINATE NEL MONDO A CAUSA DEL NUCLEARE
QUESTO GOVERNO HA DECISO DI RIEMPIRE L'ITALIA CON 20 CENTRALI NUCLEARI
SIAMOVIVI
RISPONDE CON IL PRESIDIO E LA DIFESA DELLA TERRA CHE NON E' NOSTRA, LA DAREMO AI NOSTRI FIGLI
NON LASCIAMO LORO UN MONDO AVVELENATO!!!

SIAMO TUTTE SCINTILLE, UNIAMOCI E SVILUPPIAMO IL FUOCO DEL DISSENSO E DEL RIFIUTO

ABBRACCIARE LA LOTTA CHE E' DI TUTTI , NON E' ABBRACCIARE UN IDEA E' ABBRACCIARE TUO FIGLIO!!!

 

 

SIAMOVIVI ORGANIZZA IL 25/10/2009
DUE EVENTI IN CONTEMPORANEA
A
CAGLIARI E BORGO SABOTINO (LT)

PARTECIPATE E DIFFONDETE L'EVENTO
CONTATTATECI

 

http://www.facebook.com/event.php?eid=129082804802&ref=mf

 
 
 

NO AL NUCLEARE

Post n°12 pubblicato il 08 Agosto 2009 da SIAMOVIVI_EMILIA

Dopo le innumerevoli scelte scellerate di questo governo, questa del nucleare è la peggiore. Mentre l'America di Obama, la Germania della Merkel e la Spagna di Zapatero hanno e stanno investendo sulle fonti rinnovabili, l'Italia di Berlusconi decide di investire su un ritorno al passato, su una tecnica pericolosa e costosa, il NUCLEARE. Si proprio lui, quello che nel 1987 è stato cacciato via dai 3/4 della popolazione italiana attraverso un referendum popolare.

 Sono mille i motivi per cui la scelta di tornare al nucleare è totalmente sbagliata. I più importanti sono:

1) smaltimento scorie;

3) si impiegano 10/15 anni per costruire una centrale;

2) anche se di terza generazione è più pericoloso delle precedenti perchè ha un processo di combustione più rapido quindi in caso di eventuali incidenti gravi ci sarebbero sicuramente più vittime di Chernobyl; 

4) le scorte di uranio stanno per finire;

  5) i numerosi costi per la manutenzione e il mantenimento delle centrali ma soprattutto il costo dell'uranio che tra una ventina d'anni vedrà triplicare il suo valore visto l'esaurimento dello stesso.

 

 Detto ciò non ci resta che intervenire numerosi facendoci sentire gridando "NO al NUCLEARE!!!" . 

 Bisogna andare avanti non retrocedere

 IN OTTOBRE IL MOVIMENTO DI AGGREGAZIONE POPOLA RE   SIAMOVIVI ORGANIZZA A BORGO SABOTINO UN PRESIDIO  PER DIRE

NO AL NUCLEARE

FACCIAMOCI SENTIRE!!!!!!

PARTECIPIAMO IN MOLTI!!!!!

Presto comunicheremo il giorno, il luogo preciso e l’ora della manifestazione.

Chi volesse partecipare solo o con un gruppo mandi un messaggio in modo da poter organizzare  l’evento

 

 

 

 

 
 
 

4 LUGLIO MANIFESTAZIONE A VICENZA

Post n°11 pubblicato il 03 Luglio 2009 da SIAMOVIVI_EMILIA

 

 

il 4 luglio

 

giorno in cui gli Stati Uniti festeggiano la loro indipendenza dall’impero britannico manifestiamo per l’indipendenza dall’impero militare statunitense

 

 Alla vigilia del G8 e dell’arrivo in Italia di Obama i No Dal Molin invitano tutte e tutti a Vicenza per liberare il Dal Molin dalla nuova base di guerra

 

 

Partecipiamo

numerosi alla manifestazione vicentina di domani 4 luglio.

 

 

Per informazioni consultare il sito   www.nodalmolin.it

 
 
 

SAPEVATE CHE IN ITALIA ESISTE UN SUPERPARTITO?

Post n°10 pubblicato il 22 Giugno 2009 da SIAMOVIVI_EMILIA

"Repubblica "  un superpartito

"L'insidia più grande per la nostra democrazia" è l'azione del quotidiano Repubblica, "un superpartito che concentra in sé la dimensione politica, quella economica, quella culturale e perfino quella giudiziaria". Lo afferma, in una lettera pubblicata dal Giornale, il ministro per i Beni e le Attività culturali Sandro Bondi, che definisce Repubblica "l'erede principale" della cultura giacobina.


"Nell'ipotesi che abbia successo il progetto destabilizzante" del quotidiano, si avrebbe "non la caduta di un regime, come ritiene Eugenio Scalfari, né la fuga di gerarchi felloni", ma "l'indebolimento della nostra democrazia e la rovina dell'Italia".

Secondo il ministro, Scalfari è abile nel "divulgare e accreditare nell'opinione pubblica una visione storiografica, politica e culturale che è esattamente agli antipodi della realtà" e nel "descrivere un regime corrotto e morente, contro il quale il suo quotidiano ha lanciato l'offensiva finale, trascinando con sè anche il Corriere della Sera e ciò che resta della sinistra".

La realtà, prosegue Bondi è invece che "un governo democraticamente eletto subisce un'aggressione sistematica  sulla base di una campagna scandalistica paragonabile alla pesca con lo strascico".

BONDI

 

CERTO CHE IL MARE  DEVE ESSERE STRACOLMO DI NOTIZIE SCANDALISTICHE TANTO CHE NON RIESCONO NEMMENO A  MIMETIZZARSI

L'ITALIA E' ORAMAI DIVENTATA UN PAESE SENZA CREDIBILITA'

UNIAMOCI E MANDIAMO A CASA TUTTA QUESTA CLASSE POLITICA

OCCORRE RINNOVAMENTO!!!!!!!!

 
 
 
Successivi »
 

Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001.

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

russyedguerrero13maschiosfrontatorenato6511pastis112singtaleh0ricciola59marco901maxpier2FraPanzamaurizio.riccardi63Ormaicisiamokuman1963donjulianmisteropagano
 

ULTIMI COMMENTI