Creato da: eric65v il 12/09/2008
LA SOCIETA'

A TE AMICO MIO...

22/7/2008

IERI... UN ANNO FA

Stavamo lavorando insieme. Decidemmo di smettere alle 11.30. Era sabato. Io dovevo andare ad un laghetto di acqua sorgiva con degli amici. Tu...tu eri invitato a pranzo da amici.

Ci lasciammo erano le 11.35.

Alle 11.57 una telefonata.....Enzo vieni....-Carmine ha fatto un incidente-

Arrivai sul posto. La moto era nel campo. La... mia moto... era nel campo... Tu...tu eri in terra coperto da un lenzuolo.

Il poliziotto non voleva farmi avvicinare. Mi arrabbiai molto e lo feci da parte.

Mi avvicinai e tolsi il lenzuolo. Sul tuo volto era abbozzato un mezzo sorriso. Non un segno, non una escoriazione. Un mezzo sorriso.

Mi voltai verso il poliziotto e dissi -è svenuto, ma non si è fatto niente- il poliziotto....rimise il lenzuolo sul tuo corpo e mi spostò da parte.....dicendomi... - mi dispiace....-

Non capivo....non potevo capire.

20 minuti prima stavamo ridendo e scherzando insieme...

Addio amico mio. Hai lasciato questo mondo con un sorriso

Addio amico mio....mi hai lasciato....mi hai lasciato ed io avevo bisogno di te.

Addio amico mio...hai sempre chiamato me per risolvere le tue questioni, ora...ora io avrei bisogno di te e....tu non ci sei più.

Ieri....un anno fa.

A te.... AMICO MIO


 

 

COME SI VA?

 

COME SIAMO MESSI OGGI?

 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 55
 

Ultime visite al Blog

perla_conchigliamarlow17eric65vmaandraxc.faggicall.me.Ishmaelallegra_gioiadolcesettembre.1aquilablu80elena.guidi64lacey_munrocassetta2ladymaria45amorino11morositasdgl18
 

Ultimi commenti

Hai perfettamente ragione... Intanto oggi, delle povere...
Inviato da: perla_conchiglia
il 11/10/2019 alle 21:55
 
La vita ,in se stessa, è un bene inestimabile: ecco il...
Inviato da: perla_conchiglia
il 21/09/2019 alle 13:10
 
Nulla di nuovo sotto il sole...tutto è una ruota che gira.
Inviato da: ladymaria45
il 17/08/2019 alle 11:25
 
Novi Ligure, ma è in Piemonte. Massa Lombarda, ma è in...
Inviato da: cassetta2
il 10/01/2019 alle 11:24
 
Condivido
Inviato da: Davide
il 04/08/2018 alle 18:47
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

HEHEHEHE VI TENGO D'OCCHIO

 
 

IN QUANTI SIETE?

 
 

L'AMORE...

Gli amori più duraturi sono quelli
non corrisposti: ti restano nel
cuore, conficcati come una
scheggia, per sempre. E ad
ogni respiro ti mozzano il fiato.
E ad ogni battito ti straziano
il cuore. E se anche poi col
tempo possono fare meno
male, ogni volta che vedrai la
pioggia battere sui vetri, quella
scheggia che dà lì non se ne
mai andata ti ricorderà con
una fitta che il tuo cuore
non ha mai smesso di sanguinare
 per quel dolce sogno svanito.
 

 

 
« Questa è la società attualeChe tu lo voglia o no, d... »

LA VERITÀ E' QUELLO IN CUI CREDO?

Post n°916 pubblicato il 30 Aprile 2017 da eric65v

Gli antichi aztechi credevano che incidendo il petto degli uomini dei popoli conquistati e strappandone, a mani nude, il cuore ancora palpitante ed esibendolo al sole, ci si potesse ingraziare gli Dei sanguinari.

Gli antichi ebrei della Bibbia, credevano che quando conquistavano un popolo, trucidando uomini, donne e bambini, se facevano un grande barbecue con le bestie che trovavano in loco, ci si potesse ingraziare il loro Dio razzista e guerrafondaio. 

Gli antichi babilonesi, greci, e romani dopo, credevano che, leggendo nelle interiora di un animale, potevano capire se potevano ottenere la vittoria nelle guerre cruenti che combattevano contro un altro popolo e, se vincevano, si ingraziavano la benedizione dei loro Dei.

Nel medioevo, i cristiani credevano che ammazzare un musulmano, significava compiere la volontà del loro Dio criminale e assassino. Lo stesso credevano i musulmani quando ammazzavano un cristiano.

I musulmani credono che Maometto divise la luna in due. Gli ebrei e i cristiani credono che Giosuè fece fermare il sole (perché credevano che la terra fosse il centro dell'universo e che il sole vi ruotasse intorno).

I musulmani credono che se muoiono durante una guerra (per loro farsi saltare in aria in mezzo a degli infedeli [gli infedeli sono coloro che non si identificano come musulmani] equivale al periodo di guerra), vanno direttamente in paradiso, dove ad attenderli ci sono 7 o 14 fanciulle vergini a loro disposizione.

I cristiani credono che pregare, avere un'immagine o statuetta di Maria, la madonna, che ha partorito almeno un figlio preservando la verginità (cioè l'imene della vagina è rimasto intatto non essendo deflorato), è salita al cielo in carne ed ossa sempre vergine, possono ricevere i suoi favori presso Dio e andare in paradiso.

Potrei continuare ancora, ma credo che basti a far notare che ci sono delle bizzare (mi limito a definirle "bizzarre") credenze. Tutti quelli menzionati credono in queste cose e credono sia "La Verità". 

Ma è sufficiente che io vi creda e rendere una scemenza "la Verità"?

Qualsiasi persona con due dita di cervello capirebbe che è ridicolo ridursi, psicologicamente, così.

Eppure, eppure miliardi di persone credono a delle vere e proprie imbecillaggini, e, perché vi credono, pensano sia "La Verità".

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog