Creato da: eric65v il 12/09/2008
LA SOCIETA'

A TE AMICO MIO...

22/7/2008

IERI... UN ANNO FA

Stavamo lavorando insieme. Decidemmo di smettere alle 11.30. Era sabato. Io dovevo andare ad un laghetto di acqua sorgiva con degli amici. Tu...tu eri invitato a pranzo da amici.

Ci lasciammo erano le 11.35.

Alle 11.57 una telefonata.....Enzo vieni....-Carmine ha fatto un incidente-

Arrivai sul posto. La moto era nel campo. La... mia moto... era nel campo... Tu...tu eri in terra coperto da un lenzuolo.

Il poliziotto non voleva farmi avvicinare. Mi arrabbiai molto e lo feci da parte.

Mi avvicinai e tolsi il lenzuolo. Sul tuo volto era abbozzato un mezzo sorriso. Non un segno, non una escoriazione. Un mezzo sorriso.

Mi voltai verso il poliziotto e dissi -è svenuto, ma non si è fatto niente- il poliziotto....rimise il lenzuolo sul tuo corpo e mi spostò da parte.....dicendomi... - mi dispiace....-

Non capivo....non potevo capire.

20 minuti prima stavamo ridendo e scherzando insieme...

Addio amico mio. Hai lasciato questo mondo con un sorriso

Addio amico mio....mi hai lasciato....mi hai lasciato ed io avevo bisogno di te.

Addio amico mio...hai sempre chiamato me per risolvere le tue questioni, ora...ora io avrei bisogno di te e....tu non ci sei più.

Ieri....un anno fa.

A te.... AMICO MIO


 

 

COME SI VA?

 

COME SIAMO MESSI OGGI?

 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 55
 

Ultime visite al Blog

Jhon_Csoliinmezzoallagenteeric65vc.faggilacey_munrodaunfioreTheArtIsJapanfugadallanimamoschettiere62g.luca08alf.cosmosfran6319soloperte_sdtempestadamore_1967Elemento.Scostante
 

Ultimi commenti

Novi Ligure, ma è in Piemonte. Massa Lombarda, ma è in...
Inviato da: cassetta2
il 10/01/2019 alle 11:24
 
Condivido
Inviato da: Davide
il 04/08/2018 alle 18:47
 
Tra religione, politica, sport e programmi TV, si viene...
Inviato da: eric65v
il 02/05/2018 alle 08:53
 
In Italia, ma penso anche in altre nazioni, esiste una...
Inviato da: eric65v
il 02/05/2018 alle 08:50
 
Spesso, noi Italiani siamo pavidi e pecoroni. Paventiamo di...
Inviato da: perla_conchiglia
il 14/04/2018 alle 14:36
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

HEHEHEHE VI TENGO D'OCCHIO

 
 

IN QUANTI SIETE?

 
 

L'AMORE...

Gli amori più duraturi sono quelli
non corrisposti: ti restano nel
cuore, conficcati come una
scheggia, per sempre. E ad
ogni respiro ti mozzano il fiato.
E ad ogni battito ti straziano
il cuore. E se anche poi col
tempo possono fare meno
male, ogni volta che vedrai la
pioggia battere sui vetri, quella
scheggia che dà lì non se ne
mai andata ti ricorderà con
una fitta che il tuo cuore
non ha mai smesso di sanguinare
 per quel dolce sogno svanito.
 

 

 
« Il sorrisoDESIRE'E-PAMELA »

L'ominide umano...

Post n°927 pubblicato il 19 Agosto 2018 da eric65v

L'opera di Cai Guo-Qiang "Head On", 2014. Cavallucci: «L'autore ricostruisce 99 lupi che corrono, saltano e poi vanno a sbattere contro un muro di vetro.

L'opera, nata a Berlino, si riferiva alla caduta del muro e alla presenza di altri altrettanto pericolosi: culturali, etnici. L'opera portata fuori da quel contesto assume un significato più generale:

l'umanità che fa sempre gli stessi errori e sbatte contro gli stessi muri».

Quali sono gli stessi errori che l'umanità, in modo ostinato e imperterrito continua a fare? I muri dei confini nazionali sono solo la punta dell'iceberg, che resta visibile all'occhio umano. In profondità ci sono altri errori che l'umanità continua a fare e la fa snbattere contro un muro di vetro. Interessante che l'artista abbia usato i lupi in questa sua opera. Come a indicare la ferocia, la tenacia, la testardaggine e la pervicace ostinazione con cui continua a sbattere contro quegli stessi errori. Gli stessi errori da cui non si ravvede, visto il riproporsi delle stesse azioni stupide degli esemplari reffigurati. Qualunque uomo, con un minimo di buon senso, capirebbe subito che è assurdo continuare a recalcitrare contro quei pungoli da cui si ricevono ferite sanguinanti. 

Eppure, eppure sono migliaia d'anni che l'umanità si spacca il cranio picchiando contro quel muro di vetro.

Alla base di tutte le divergenze umane, quelle che creano muri, barriere e conflitti, ci sono pochissime realtà, ma creano tutta quella miserevole sceneggiata che si perpetua da millenni: L'uomo che continua a picchiare la testa contro lo stesso muro.

LE RELIGIONI: sono il primo e assoluto motivo di conflitto, odio, guerre, orgoglio raziale, povertà e sopraffazione della storia dell'umanità. Pensate per un momento se tutti quelli credono che la loro religioni sia l'Unica e la Vera, cominciassero a pensare che la loro religione è praticamente una idea loro personale e che gli altri hanno la loro personale idea e devono essere liberi di fare come credono. Immaginate se nessuno imporrebbe la religione ai bambini, pensando di dare loro dei valori. 

Tutti quei bifolchi di musulmani che pensano alla loro religione come la sola giusta e tutti quegli ottusi dei cristiani che parlano di valori, facendo riferimento alla loro religione, come se tutto il resto del mondo fosse senza valori, sparirebbero all'istante. Con questi sparirebbero da subito la metà dei conflitti dovuti a deficienza intellettuale.

IL DENARO: L'altro punto che ha attanagliato l'umanità facendola diventare così stupida da picchiare in continuazione la testa contro lo stesso muro, è il denaro o le ricchezze. Il mondo sembra impazzito. Nessuno fa qualcosa se non vi è qualche riscontro di tipo pecuniario. Gli ultimi avvenimenti nel nostro paese dimostrano come, alcuni, per arricchire in modo vergognoso e stomachevole, non si fanno scrupoli a mettere in pericolo decineo centinaia di vite umane. L'esempio del ponte di Genova dovrebbe farci capire come si continua a sbattere contro il muro. 

Il denaro ci serve per vevere e non che viviamo per il denaro. Alcuni sembra che vivano per accrescere i possedimenti: che miserabili!

Smettiamo di continuare a sbattere la testa. Comprendiamo gli errori enormi che sono stati fatti nei secoli e millenni e ravvediamoci: forse c'è ancora speranza.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui: