Creato da OcchiNellaLuna il 29/11/2009

EYES IN THE MOON

E tu? A cosa pensi quando guardi la Luna?

 

IL PARADISO

Post n°1213 pubblicato il 08 Dicembre 2021 da OcchiNellaLuna

Quel giorno di Ottobre del 2017 chi l'avrebbe detto che ti avrei trovato fuori dalla porta di casa, i fiumi sono distanti, tu eri lì, piccolino come una monetina da 50 centesimi, mi sembravi un sasso, uno di quelli che ogni tanto si staccano dal vecchio cemento del marciapiedi. Invece eri lì, senza forze, impaurito, bello come un raggio di sole d'autunno. Una di quelle sorprese che non ti aspetti, una cosa che non sarebbe mai capitata, non è mai capitata in 40 anni che sono venuto qui. Invece eri tu. Piccolo amico mio, avevi gli arti sottili, abbiamo cercato qualche tuo simile nelle vicinanze che potesse aiutarti. Invece eri solo tu, io ero appena tornato da Sabaudia, il collegamento con Lei è stato immediato, quasi un filo naturale tra la sua bellezza e la tua. L'inizio non è stato facile, non mangiavi, non mettevi mai fuori la testa dal tuo guscio, piano piano, mele, pere, una fragola rossa, ecco la fragola rossa ti ha incuriosito, poi la ricerca della vaschetta più adatta a te, i tuoi gamberetti, ecco, adesso ce l'avevi fatta eri vivo, eri vicino a me, i tuoi occhi e il tuo sorriso, scalavi le mie mani e io ti guardavo crescere. Mentre scrivo come facevo una volta, ascolto in sottofondo Einaudi, gli occhi sono pieni di lacrime, il dolore è troppo grande, si è amplificato sempre di più in questi giorni, incontrollabile, devastante, talmente forte da piegarmi. Gli anni sono trascorsi, il tuo guscio diventava sempre più grande, i tuoi occhi sempre più belli e quando sbadigliavi la tua bocca rosa risaltava con il verde scuro della tua pelle. Nelle ultime settimane hai iniziato a stare male, l'amore per un'animale non basta, bisogna anche capire le sue necessità, le sue mancanze, non assecondare solo i suoi desideri ma anche capire quali sono gli alimenti adatti perchè il suo equilibrio rimanga tale. Non si può vivere di solo lavoro, non ci si può distruggere e osservare distrattamente chi scalava la tua mano, non si può fare, non si può passare i mesi a tenere in ordine la terra, non si può perdere di vista tutto. Alla fine lo paghi, con gli interessi e lo paghi a caro prezzo. Non ci sei più. Lentino le lacrime di questi giorni non serviranno a nulla, adesso riposi vicino al pino in quel marciapiede dove ti ho trovato, vicino a te hai il tuo rospo verde che ti faceva compagnia. Il destino ti ha portato da me, la stupidità umana ti ha portato via, la mia stupidità. Una tartaruga non sarà un'animale da compagnia, ma per me era un tesoro bellissimo. Tornare a scrivere mentre tu nel Paradiso delle tartarughe starai sorridendo alla tua Lentina. Io lentamente mi sono logorato e ho rincorso il mio sogno, grazie per il tuo sguardo, grazie per essere venuto da me, il tuo ricordo e la tua dolcezza saranno sempre con me. 

Foto di OcchiNellaLuna

 
 
 

SEMPRE

Post n°1212 pubblicato il 27 Ottobre 2021 da OcchiNellaLuna
Foto di OcchiNellaLuna

Ho sempre pensato che nella vita quando ti capita qualcosa in grado di segnarti è impossibile non accorgersene, quando incontri quella persona che sarà sempre con te qualsiasi cosa succeda, poco importa i dettagli, anche se sono dettagli non da poco, che importa in fondo, sai che sarà con te per tutta la vita. magari incisa sulla pelle, sicuramente incisa nella mente, tornare qua e scrivere, quella sensazione di ritorno, di emozione pura, non è una cantina buia di Milano, è una camera illuminata, in sottofondo però la musica è la stessa, io sono lo stesso, forse solo un pò più triste, forse chissà. Scrivere... un po' come amare, lo devi sentire dentro, io stasera lo sento di nuovo, devo solo spegnere la luce e vedere le parole scorrere. Il cuore e le note invece sono quella melodia che fanno scorrere l'amore nelle vene... Occhi per sempre

Moon eyeS

 
 
 

SCRIVERE

Post n°1211 pubblicato il 20 Febbraio 2016 da OcchiNellaLuna

Tutto quello che voglio da te, sono queste cose quotidiane, l'odore del tuo corpo, sapere cosa pensi di qualunque cosa, di te, di me, del nostro intorno. Che guardi al di là del mio aspetto fisico, che mi ricordi con passione, e quel piacere che insieme inventiamo insieme è un altro segno di libertà.

Julio Cortázar

Foto di OcchiNellaLuna

Continua a non funzionarmi Drive, sul telefono sembra a posto, ma scrivere sul telefono è alquanto scomodo, colpa delle mie piccole dita affusolate, sono sicuro che è solo un problema momentaneo di connessione, devo avere fiducia. Ho un sacco di idee in coda, spero di essere abbastanza tranquillo per metterle giù una dopo l'altra, di avere abbastanza forza per sorridere e per creare qualcosa che possa rimanere ancora più impresso tra le tante cose che ho lasciato come piccole impronte in questi spazi. Qualche anno fa mia cugina mi chiese da profana, "perchè non trovate un posto dove stare tranquilli solo voi?" In quel momento ho risposto che era il solo modo di comunicare era questo, in effetti del mondo non mi è mai importato granchè, io il mondo ce l'ho dentro l'ho costruito un pezzo alla volta, una pagina alla volta e niente e nessuno potrà mai cancellarlo, sono stato più duro di un mulo, diretto a testa bassa. Io so che in quel posto in Corsica ci sarei senz'altro, o in Scozia costruirei con più precisione la mia idea, non ho limiti, non ho dubbi, non ho paure, mi sento esplodere, devo solo tenermi a freno, ma se esplodo è solo per un motivo, non ho molti dubbi in merito. Anzi direi che sono più che sicuro di quello che sono, anche perchè nei giorni scorsi sono stato travolto e ringraziando il cielo per la ripetitività della cosa devo dire che deve pur voler dire qualcosa. Ora se dovessi rispondere a mia cugina gli direi quel posto l'ho trovato, gli impulsi visivi e mentali arrivano a ritmo costante, le idee sembrano più tranquille vorrei solo una cosa...

Ho un sacco di cose da fare meglio mettersi all'opera. 

 
 
 

HEY MAN

Post n°1210 pubblicato il 10 Febbraio 2016 da OcchiNellaLuna

"Quei due abbracciati sulla riva del Reno a Gotthlieben
potevamo essere anche tu ed io,
ma noi due non passeggeremo mai più
su nessuna riva abbracciati.
Vieni, passeggiamo almeno in questa poesia"

Izet Sarajlić

Foto di OcchiNellaLuna

 

Dopo il tuor de force iniziale il pomeriggio va scemando, sono state settimane strane ma bellissime, mi sono trovato in una dimensione diversa, a volte penso troppo bella per essere vera, a volte penso che è una dimensione strana ma sorrido mentre dovrei stare serio. Visto che mi dicono spesso che sono matto la cosa non mi preoccupa anzi direi che mi adatto perfettamente al mio stato. Se devo essere sincero mi sto spremendo parecchio al lavoro, non che mi sia mai risparmiato ma insomma. Tra un'immagine e l'altra mi ritrovo spesso a rispecchiarmi nei tuoi pensieri. Sensazione sempre presente nella mia testa, ma essendo una sensazione rimane tale. Ascolto Zucchero, dopo essermi dedicato al pianoforte. Per fortuna avevo già preparato qualcosa di questo post l'altro giorno... Il rischio è il mio mestiere.

A volte vorrei uscire da questo posto, sedermi ad una scrivania e iniziare a scrivere... ma non da solo.

 

Scrivevo pensieri racchiusi in pagine troppo strette,
raccoglievo la mia sorpresa in mazzi pieni di me,
perso nei meandri dell'idea di vivere con il cuore,
quel cuore che arranca tra battiti volti al cielo,
azzurro e pieno di quell'emozioni che non s'arrestano,
t'osservo in quella pazzia che diventa gioia tremo
come quel bimbo che alla finestra strappa un sorriso
con il suo viso che ci guarda stupito di ciò che siamo.
Noi due insieme.  

 
 
 

PENSIERI

Post n°1209 pubblicato il 02 Febbraio 2016 da OcchiNellaLuna

Io e le ombre. E l'aria
che muove dolcemente
i capelli alle ombre
con un sussurro d'anima.
M'accosterò al loro letto
-aria calma, acqua calma-
per suscitare il loro amore
a forza di silenzio
e di bacio.

Pedro Salinas

Eccoci qua, un anno più vecchio, tutto è passato indolore, non me ne sono quasi accorto, a parte che ho un paio di peli del pizzetto bianchi, mortacci loro anche lì!! Manigoldi vi strapperò e vi farò la festa. Ho bisogno di muovere di più il cervello ho bisogno di stimoli, ho il libro in inglese che ho comprato, voglio provare a recuperare un po' di tutto quello che ho imparato, devo dire che ormai il lavoro è diventato automatico, l'unica cosa che varia è la velocità con cui lo eseguo, cerco di essere sempre più veloce collegando abbreviazioni codici e lotti, è solo questione di memoria e di dita, voglio essere veloce perchè il tempo è prezioso e io non voglio sprecarlo grattandomi le palle, al massimo rebloggo foto in compagnia uauauaua. In queste settimane mi ha comunicato che ha intenzione di portare all'interno della società la registrazione delle fatture, cosa che facevo io a Milano, in pratica eliminerebbe il commercialista, per fortuna ha chiesto all'altra persona, ma stamattina mi ha espresso le sue perplessità. Le ho dato un suggerimento, su come ho fatto io ad imparare velocemente il programma e la registrazione nei vari sottoconti ai tempi, sembrava che gli avessi rivelato la posizione del Santo Graal, se il commercialista non ti aiuta, aiutati da solo, guarda ogni singola registrazione degli ultimi due anni e capisci tutte le varie divisioni e movimentazioni. Rimane il fatto che non si fida di lui, io non mi ci metto neanche, non mi interessa farlo, non devo fare anche quello. In questo periodo sono attraversato da tante emozioni, lo so che in un attimo spariscono, ormai sono abituato, ma non nego due cose, la prima è che a volte sono talmente contento ed emozionato che mi sembra di averti ad un passo, come se stessi ad aspettarmi in una parte che conosciamo soltanto noi, la seconda è che temo sempre di dire una parola sbagliata anche sinceramente credo di aver dato spazio a tutto ciò che di bello ho addosso. E' quasi ora di dormire, domani è un'altra giornata, non sarà impegnativa come questa ma tutto sommato cercherò di ottimizzare gli spazi e i sorrisi. Per il "io ti detesto" mi sono attrezzato, spesso quando lo dici è perchè in quel momento ti sta passando per la testa qualcosa di bello. Se c'è qualcosa di bello valorizzalo. 

Foto di OcchiNellaLuna

Acquerelli su tavolozze
espressioni di sogni,
divengono immagini,
pigmenti colorati
d'emozioni create,
colori intensi
rubati al mondo,
colpi di leggeri 
divengono arcobaleni
sorrisi d'occhi
che si perdono in essi,
come dei miei vividi
sulle linee del tuo corpo. 

 
 
 
Successivi »
 

PLEASE NO COPY!!!!

Protected by Copyscape Web Plagiarism FinderNON CONSENTO LA PUBBLICAZIONE IN ALTRE PIATTAFORME DI QUANTO RIPORTATO IN QUESTO BLOG.    

 


Occhinellaluna by Davide is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.

Licenza Creative Commons

 

ULTIME VISITE AL BLOG

dotato660OcchiNellaLunaxanimal_instinctxIl.giorno.In.Piunaar75semplicementeromymarinovincenzo1958gioia271965giuliano.alunni4preziososonoWeb_Londonvincenzo.franco75aryel5freedandlifeDomensor
 

custom counter

 

NOT NULL

Ciò che è privo di valore, rimane abbandonato lì sul fondale
è la vita che va avanti,
è lo spirito che lascia il nulla indietro! 

'Greta'

 

 

EPPURE LEI LO SA...

Ore 09.30 in messaggeria!
Lo sapevo, lo sapevo... lo sapevoooo!

- Buongiorno piccola
- Buongiorno Tesoro
- Come stai?
- In crisi, ho il tavolo pieno di libri e appunti... dovrei iniziare a studiare, ma non ho molta voglia di farlo.
- Ti va di sentirci per un saluto velocissimo?
- Sì mi va... però proprio al volo, non come al solito!
- Ok, al volissimo!

Squilla il cellulare è lui... la sua voce mi fa fare un balzo al cuore. E' calda, è bassa... è sensuale. Poi quel suo accento gli da un certo non so che in più a quello che già ha! Iniziamo subito a scherzare su delle battute che escono cosi senza freni, a volte assumono anche toni indecenti... mi fai impazzire!

Dopo circa una mezz'oretta di conversazione...

- Io dovrei metter giù... i libri mi guardano e mi chiedono perchè non li apro!
- Tu di loro che prima hai dovuto lasciare che... ehm, meglio se sto zitto va!
- Io ti meno... giuro che prima o poi lo faccio!

Ridiamo, sei indecente a volte ma mi piaci anche per questo... e meno male che dovevamo solo salutarci al volo, siamo ancora qua a parlare. Oh my God!!!

Buongiorno Testa Matta... penso che ora posso iniziare con lo studio
ho tutti i muscoli rilassati!

(Sorrido)

Foto di Greta.e.La.Luna

 

 

LUI E'

Lui è lieve, è dolce è come una carezza che diventa abbraccio. E'  un uragano che travolge furiosamente ma senza fare male. Lui è Vero, è limpido, è unico. Mi vizia, mi adora... mi consola. Lui è ciò che vuole essere, non indossa maschere, non veste parole vuote.

Lui... E'

'Greta'

Lei è... Bella come la luna

 

LE SUE IDEE

Ohh finalmente una mattina dove la parola d'ordine è stata...
"calma"

Ebbene sì, questa mattina me la sono presa con molta calma. Avevo un po da fare, l'appuntamento immancabile con i libri, e poi sul tardi sarei dovuta uscire a fare delle commissioni... ma prendermela con calma era quello che ci voleva.

Mi è piaciuto troppo rimanere a letto un po' più del normale.

Poi la bellissima idea di prendere il cellulare e comporre il numero... è stata la ciliegina sulla torta che ha rallegrato quei momenti.

Greta

 

 

NEW YORK

La notte scese nella loro stanza.
Fuori dalla grande vetrata le luci si rincorrevano impazzite.
Due corpi in un letto si stavano amando,
la passione di cui erano capaci,
strozzava le voci
Il piacere che riuscivano a darsi
li faceva impazzire.

Sapevano ciò che volevano
completamente,
intensamente lo prendevano...

e tutto il resto era fuori dai loro pensieri...!

'Greta'
 

 

IL TUO CORPO RAPISCE I PENSIERI



C'è chi lascia un segno profondo... nella mente, nel cuore, nell'anima e chi invece ti lascia solo una lieve impronta che col tempo sbiadisce fino a cancellarsi del tutto.

'Greta'