Creato da ecoeconomia il 15/10/2008
Idee per una crescita sostenibile

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 
 

 

« Risparmio postale SOS AlitaliaCassa disintegrazione »

7 interrogativi per uscire dalla crisi

Post n°32 pubblicato il 24 Ottobre 2013 da ecoeconomia
 

Perchè nessuno ha il coraggio di dire che tutto il sistema economico è bloccato dallo stato di crisi del sistema bancario internazionale?
Perché nessuno ha il coraggio di dire che se le banche non fanno più credito è perché hanno montagne di crediti in sofferenza non inseriti in bilancio?
Perché nessuno ha il coraggio di dire che le banche hanno avuto il permesso di spostare , all'esterno dei propri bilanci, quantità sconsiderate di crediti inesigibili che in un futuro(con piani decennali) dovranno riprendere in carico?
Perché nessuno ha il coraggio di dire che le banche hanno cartolarizzato e "levereggiato" miliardi di sofferenze per elevare i budget raggiunti che hanno fatto scattare i bonus per i manager di vertice?
Perché nessuno ha il coraggio di dire che questi titoli, per non parlare dei derivati a leva su di essi, privi di ogni rating affidabile, non hanno più alcun valore, eppure giacciono valorizzati nei portafogli delle stesse banche , nei loro conduit esteri, nei fondi, come sottostanti di obbligazioni e polizze?
Perché  nessuno ha il coraggio di dire che i conduit bancari hanno recepito e levereggiato miliardi di posizioni in perdita consentendo alle banche di togliersele (provvisoriamente dai bilanci)con l'effetto di trasformare bilanci in forte perdita in bilanci in utile, costruiti però su perdite...spostate!
E per finire perché ci raccontano che stanno tenendo i tassi bassi per favorire la ripresa quando in realtà il poco credito erogato dalle banche arriva a tassi più alti di 4/5 punti di quelli decantati dalla BCE, mentre i danari , praticamente omaggio, vengono utilizzati per chiudere buchi o peggio speculare sui mercati?

Cominciamo a dare una risposta consequenziale a questi interrogativi e a fare in modo che queste situazioni oltre a non ripetersi non si espandano nei paesi che ne sono rimasti immuni ed avremo imboccato la strada, non soltanto per uscire dalla crisi, ma soprattutto per raggiungere uno sviluppo sostenibile.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Ecoeconomia/trackback.php?msg=12445445

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
candida.mordillo
candida.mordillo il 24/10/13 alle 13:13 via WEB
Be'....con questo post TU il coraggio l'hai dimostrato. Complimenti sinceri e.. continua su questa strada. ^___^
(Rispondi)
 
 
ecoeconomia
ecoeconomia il 29/10/13 alle 14:13 via WEB
Grazie anche se ho provato a fare presente la gravità della situazione ad alcuni esponenti politici, ultimo un amico senatore eletto nel Movimento 5 stelle ma pare che nessuno abbia capito la gravità della situazione e dunque voglia dargli l'importanza dovuta...
(Rispondi)
 
angeligian
angeligian il 25/10/13 alle 20:17 via WEB
Perché pochi capiscono queste cose. Io, giuro, non ho capito niente ...
(Rispondi)
 
 
ecoeconomia
ecoeconomia il 29/10/13 alle 14:13 via WEB
Se vuoi pormi delle domande sono a disposizione per chiarirti il tutto...
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.