POST IT

Messaggi in foglietti sparsi, appunti di attualità, economia, politica, momenti di vita, di uno staff di Bloggers

Creato da cannibale3 il 26/11/2006
 

Area personale

 

REDAZIONE

CANNIBALE3   (Direttore - Tuttologo)

KIORPHE (Vice - Sport)

FRESBE (Economia)

FLOGEN66 (Varie ed eventuali)

 

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 7
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

immagine
My blog is worth $ 35,903.56.
How much is your blog worth?

immagine

 

Tag

 
immagine
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

NIO LANCIA LA BATTERIA DA 100 KWH

Post n°1410 pubblicato il 11 Novembre 2020 da cannibale3
 
Foto di cannibale3

Nei primi giorni di Novembre 2020, NIO ha annunciato il lancio della sua nuova batteria da 100 kWh e le innovative soluzioni di uso ed aggiornamento, della stessa. 

La batteria da 100 kWh è dotata della tecnologia CTP (cell to pack), con una densità di energia superiore del 37%. Aumenta infatti la capacità, senza alcuna crescita delle dimensioni. Alimentata dalla batteria da 100 kWh, la gamma NEDC dei modelli NIO può ora raggiungere fino a 615 km di autonomia e verrà proposta anche ai vecchi proprietari in sostituzione. Le eccellenti prestazioni della batteria da 100 kWh sono sostenute da quattro upgrade tecnologici: migliore gestione generale, grazie alla forma studiata per limitare la dispersione termica, il design complessivo del veicolo, altamente integrato, ottimizza la produzione in fabbrica di ca. il 40% e migliora l’utilizzo dello spazio nei veicoli del 19,5%. La gestione termica migliora le prestazioni e prolunga la durata della batteria. Gli utenti che hanno già un modello NIO potranno decidere se acquistare il nuovo aggiornamento in modo permanente, oppure tramite una specie di abbonamento mensile (NIO offre già le batterie a noleggio) che potrebbe costare l’equivalente di circa 110 euro oppure circa 1000 euro, se si sceglie il pacchetto annuale. L’esclusivo sistema di servizi di NIO, con separazione veicolo-batteria e abbonamento abilitato con batterie ricaricabili sostituibili e aggiornabili, è un’innovazione rivoluzionaria sia nella tecnologia che nel modello di business, che ha convertito sempre più utenti di veicoli a carburante nella scelta di NIO. 
 

 
 
 

ELEZIONI IN U.S.A.

Post n°1409 pubblicato il 04 Novembre 2020 da cannibale3
 
Foto di cannibale3

Gli Stati Uniti non hanno ancora eletto il vincitore. Serviranno giorni perché si arrivi al risultato finale nella sfida tra il presidente conservatore in carica, Donald Trump, e lo sfidante democratico Joe Biden. 

Lo spoglio si protrarrà soprattutto per contare i voti via posta che potrebbero essere decisivi. Al momento, a Biden è assegnato il voto di 238 grandi elettori, a Trump 213. Per vincere, il candidato per vincere dovrà arrivare a 270. L’affluenza  verso il 67%, mai così alta da oltre un secolo.
Trump: 
“Rilascerò una dichiarazione questa notte. Una grande vittoria“, ha twittato Donald Trump. Poco prima aveva scritto: “Siamo avanti ma stanno cercando di rubarci le elezioni. Non lo consentiremo”.
Biden: 
“Dobbiamo essere pazienti e aspettare che tutti i voti vengano contati”. Detto da Joe Biden commentando l’andamento della nottata elettorale. “Non spetta a me o a Trump decidere chi ha vinto queste elezioni. Spetta a voi, spetta al popolo”, ha aggiunto.
Lo spoglio delle schede si protrarrà nelle prossime ore e probabilmente per tutto il resto della settimana in Pennsylvania, Michigan, Wisconsin e North.
Le prime proiezioni:
Trump: sono assegnati Wyoming (3), West Virginia (5), Utah (6), Tennessee (11), South Dakota (9), South Carolina (9),Oklahoma (7), Nebraska (3), North Dakota (3), Montana (3), Ohio (18), Mississippi (6), Missouri (10), Louisiana (8), Kansas (6), Kentucky (8 voti), Idaho (4), Iowa (6) Indiana (11), Florida (29), Arkansas (6), Alabama (9).
Biden: sono assegnati California (55), Connecticut (4), il Colorado (9), il district of Columbia (3), Delaware (3), Hawaii (3), Illinois (20), Massachussets (11), Maryland (10), Minnesota (10), New Hampshire (4), New Jersey(14), New Mexico (5), New York (29), Oregon (7), Rhode Island (4), Virginia (13), Vermont (3), Washington (12), Maine (3).
La legge americana prevede che il Presidente venga eletto direttamente dai cittadini tramite i 538 “grandi elettori, pari alla somma dei senatori (100) e dei deputati (435) che compongono il Congresso, a cui si aggiungono i tre rappresentanti del District of Columbia, dove si trova la capitale Washington. I grandi elettori di ogni Stato, eleggono il Presidente se riesce a ottenere almeno 270 voti. Secondo il sistema elettorale americano, non è detto che a vincere sia il candidato che ottenga più voti.

N.B.: La polemica intorno alla necessità/esistenza del "voto via posta" negli USA, sta infiammando gli scenari presenti preparando per la polemica futura. I "brogli" saranno quanto più possibili, in presenza di controlli insufficienti. Se è vero come sembra, che la differenza tra i due contendenti risulta minima, il peso del voto a distanza, pervenuto prima del 3 Novembre, sarà determinante. Mi domando il motivo per cui, nell'era digitale, si proceda con un sifatto sistema arcaico e fallace.

 
 
 

AVETE ROTTO IL BELINO!

Post n°1408 pubblicato il 31 Ottobre 2020 da cannibale3
 
Foto di cannibale3

Il tam-tam è ossessivo e mediatico. Dopo aver accettato la scomparsa prematura degli ottantenni e novantenni con lo slogan “era comunque giunta la loro ora” - “più che invecchiare non si può” – “sarebbero morti ugualmente”, in questo momento la pseudo-informazione propinata dai pseudo-giornalisti ramazza e diffonde l’ennesima solenne puttanata. “Gli anziani e fragili ultra sessantenni, devono stare a casa, riguardarsi e non rompere il belino”.


Ma vogliamo descrivere l’ahabitat naturale del “giovane coglione” 30-40 enne dell’anno 2020? Si muovono in branchi dove l’intelligente, il sensibile ed il capace vengono esclusi perchè la “matrice ignoranza – insensibilità – demenza” è preminente. Il livellamento verso il basso delle coscienze ha toccato il fondo, ma invece che un rimbalzo, ci informano di aver iniziato a scavare. Siete degli incapaci con la testa piena di rap, di videogiochi, di spritz, di sesso libero (belin questa ve la invidiamo...) Vivete come piante senza radici e state rovinando il Bel Paese.
Noi avevamo i PINK FLOYD voi FEDEZ (che lavoro fa?)
Noi avevamo GRACE KELLY voi la FERRAGNI (che lavoro fa?)
Noi avevamo SPADOLINI-BERLINGUER voi avete DI MAIO-CONTE (che lavoro fanno?)
Noi avevamo SOGNI e SPERANZE voi lo PSICANALISTA

VOI siete a rischio, perchè il cervello è un muscolo e se proseguirete a non utilizzarlo si atrofizzerà...
NOI abbiamo superato i 60 anni, siamo attivi ed efficienti. Gestiamo imprese, risolviamo problemi dal alto della nostra preparazione ed esperienza. 

Se cessassimo di operare, il sistema produttivo imploderebbe rapidamente!
RISPETTO.... CRIBBIO e portateci le vostre sorelle che ve lo diamo noi l’ANZIANO!


 
 
 

LA SOCIETA' LIQUIDA

Post n°1407 pubblicato il 28 Ottobre 2020 da cannibale3
 
Foto di cannibale3

Zygmunt Bauman (Poznań, 19 novembre 1925 – Leeds, 9 gennaio 2017, è stato un sociologo, filosofo e accademico polacco.
Ha rappresentato la postmodernità usando le metafora della Società Liquida. Sostiene che l'incertezza che attanaglia la società moderna, derivi dalla trasformazione dei suoi protagonisti da produttori a consumatori.

In particolare, egli collega tra loro concetti quali il consumismo e la creazione dei rifiuti, la globalizzazione e l'industria della paura, lo smantellamento delle sicurezze e una vita liquida sempre più frenetica e costretta ad adeguarsi alle attitudini del gruppo per non sentirsi esclusa. L'esclusione sociale elaborata da Bauman non si basa più sull'estraneità al sistema produttivo o sul non poter comprare l'essenziale, ma sul non poter comprare per sentirsi parte della modernità. Secondo Bauman il povero, nella vita liquida, cerca di standardizzarsi agli schemi comuni, ma si sente frustrato se non riesce a sentirsi come gli altri, cioè non sentirsi accettato nel ruolo di consumatore. 
In tal modo, in una società che vive per il consumo, tutto si trasforma in merce, incluso l'essere umano con relazioni usa e getta. Si perde la certezza del diritto (la magistratura è avvertita come nemico) e le uniche soluzioni per l'individuo senza punti di riferimento, sono da un lato l'apparire a tutti i costi, inteso come valore, e il consumismo. Si tratta di un consumismo che non mira al possesso ma all'utilizzo temporaneo di oggetti di desiderio in cui appagarsi, trovandoli in breve obsoleti, e passando quindi da un consumo all'altro in una sorta di bulimia. La critica alla mercificazione delle esistenze e all'omologazione planetaria, si concretizza nella definizione di Homo consumens. 

(da wikipedia) modificato

 
 
 

LAVORO & DIGNITA'

Post n°1406 pubblicato il 28 Ottobre 2020 da cannibale3
 
Foto di cannibale3

E’ mera questione di democrazia, ma giacchè si tratta di valutare la “democrazia rappresentativa” e la gestione del movimento di opposizione, lasciare da soli coloro che stanno protestando (ritengo giustamente) per le libertà violate non mi sembra del tutto corretto.

Non so quanto di spontaneo muova l’attuale protesta di piazza contro le discutibili decisioni del Governo e quanto di manovrato/strumentalizzato, ma la sensazione che l’opposizione faccia troppo poco è opinione da molti condivisa. Chi votò per i disoccupati organizzati, ora alloggiati negli alberghi a 5 Stelle in compagnia dei clandestini, ha avuto tempo e modo di dolersene. Quando l’unico obiettivo sia il mantenimento del “reddito di politicanza”, alla luce dell’attuale situazione, avere al Governo persone impreparate ed in malafede, complica la ricerca delle soluzioni.
In Piazza servirebbe, a mio modesto avviso, la presenza delle bandiere dell’opposizione, la partecipazione attiva fuori e dentro il Palazzo a tutela dei legittimi interessi dei cittadini vessati da regole senza senso. Lo ripeto: DISTANZA SOCIALE – MASCHERINA – SANIFICAZIONE PERSONALE ED AMBIENTALE, sono indispensabili ma le chiusure delle attività non hanno una ragione plausibile. Gli assembramenti esistono alle fermate degli autobus, nei treni, nelle metropolitane, più difficilmente nei ristoranti e nei bar giacchè queste attività si sono adeguate da subito. Il Governo ha acceso la miccia alla “bomba sociale” e gli Italiani non chiedono sussidi ma la possibilità di lavorare, sebbene in misura ridotta. 

 
 
 
Successivi »
 

AVVERTENZA CAUTELATIVA

L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. 

POST IT STAFFimmagine