Blog
Un blog creato da puntoeacapodgl il 03/04/2007

Getto la spugna ?

Racconti di un padre separato dai figli

 
 

AREA PERSONALE

 

immagine

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

I MIEI BLOG AMICI

FACEBOOK

 
 

MADRE è colei che

si sacrifica per i

propri figli.

ZOCCOLA colei che

sacrifica i figli

per i propri

interessi

 
Citazioni nei Blog Amici: 27
 

immagine

 

 

« Padre Separato - AuguriPadre Separato - Notizie »

Padre Separato : Ci risiamo !

Post n°132 pubblicato il 18 Giugno 2009 da puntoeacapodgl

Ci siamo lasciati da qualche mese con la sentenza del Tribunale di Nola che,  oltre a negarmi l’affido condiviso dei minori (Legge dello Stato Italiano), non revocava, nonostante la comprovata convivenza della mia ex, l’assegnazione dell’appartamento mentre, le revocava la quota di alimenti a mio carico e disponeva infine:

 

che a cura del Servizio Sociale di Napoli e di Pomigliano d’Arco, che in proposito si coordineranno, i coniugi SANDRO, residente in Napoli, via XXXXXXXXXXXX, e ROSSELLA, residente in Pomigliano d’Arco, via YYYYYYYYYYYY, ” is. 4, vengano indirizzati ad un percorso di terapia individuale e poi familiare, riferendo periodicamente al giudice tutelare di Nola, al quale si darà notizia del caso ex art. 337 cc

 

Dunque le cose oggi, dopo più di due mesi e mezzo da allora,  stanno cosi.

 

  • a metà marzo, sono contattato dai Servizi Sociali di Napoli i quali mi fissano un primo appuntamento alle ore 09,00 del mattino di qualche giorno dopo. Il giorno immediatamente dopo la telefonata dei Servizi Sociali di Napoli, vengo contattato anche dai Servizi Sociali di Pomigliano d’Arco, che mi vogliono presso di loro per lo stesso motivo per cui stanno operando quelli di Napoli. A nulla serve il mio tentativo di chiarimento sulle sedi che devono operare distintamente ed accetto, in un primo momento, mio malgrado, di conferire anche con loro il lunedi mattina successivo alle 09,00. Nel corso della giornata, viene fuori un impegno lavorativo per quello stesso giorno che mi impedisce di presenziare all’appuntamento fissato con i Servizi Sociali di Pomigliano d’Arco. Provo a ricontattare telefonicamente la Dottoressa con la quale avevo comunicato, ma a quell’ora gli uffici sono chiusi. Invio quindi un fax, con il quale, “scusandomi”,  annullo l’appuntamento confermando però  la mia disponibilità ad un successivo incontro del quale rimanevo in attesa di conoscere la data.

 

  • Mi reco all’appuntamento con i Servizi Sociali di Napoli come concordato. Durata dell’incontro 15 minuti. Argomento dell’incontro, acquisizione  dei dati anagrafici, della residenza, recapiti telefonici ed e una domanda che meritava una risposta che avrebbe impegnato sicuramente più di 15 minuti. “Perché si è rivolto al Tribunale di Nola ? “. Conclusione : la contatteremo telefonicamente per i successivi incontri. Saluti di commiato.

 

  • Fine Marzo. Telefonicamente vengo contattato da una diversa persona che mi informa di un appuntamento per il giorno 31 Marzo alle ore 11,00 con uno PSICOLOGO del CENTRO DI IGIENE MENTALE di via Nuova Poggioreale in Napoli. Senza battere ciglio, ne tantomeno chiedere chiarimenti, accetto …..ma dentro di me comincia a germogliare la famosa frase di Totò  “eh vediamo sto stupido dove vuole arrivare …!”;

 

  • Ore 11,00 del 31 Marzo, sono dove dovevo essere dopo aver preso l’ennesima mezza giornata di permesso a lavoro. Incontro lo Psicologo che mi riceve con uno strano sorriso sulle labbra, che dopo poco interpreto correttamente. “Senta Signor Sandro, mi sa che qui i Servizi Sociali hanno preso una cantonata”…..Lo credo anche io Dottore, ma lei sa che c’è una disposizione del Tribunale….

E lui, “Si certo, ma i Servizi Sociali non possono scaricare qui tutte le loro problematiche …:” “E poi, mi dica, lei è pazzo ? “ ed io “ Dottore, certificato fino ad oggi no, ma se si continua di questo passo ci sono buone probabilità che lo diventi….” Finito lo scambio di ironiche battute, il Dottore mi comunica che avrebbe notificato ai Servizi Sociali quanto a me espresso e che sarebbero stati loro a contattarmi per un nuovo e diverso appuntamento.

Durata dell’incontro circa 20 minuti.

Rientro in ufficio e preparo la raccomandata che invierò il giorno successivo ai Servizi Sociali di Napoli, con  la quale notifico l’esito dell’incontro presso il “CENTRO DI IGIENE MENTALE” e comunico che resto in attesa di nuove disposizioni.

 

·        In data 27 APRILE, constatato il totale silenzio dei Servizi Sociali di Napoli, invio loro una nuova raccomandata con la quale, oltre a ricordare la disposizione del Tribunale di Nola, ricomunico tutti i miei recapiti telefonici …(l’avessero persi ?!?!?!?)

 

·     In data 25 MAGGIO, constatato che il silenzio persevera, nuova raccomandata ai Servizi Sociali di Napoli, con la quale oltre a rammentare la disposizione del Tribunale di Nola esprimo la mia perplessità per il comportamento che si teneva e informo che, se anche questa ultima fosse rimasta senza riscontro, avrei notificato alle Autorità competenti quanto stava accadendo.

 

·        In data 15 GIUGNO, riconstatato il consolidato silenzio dei Servizi Sociali di Napoli,  prendo l’ennesima mezza giornata di ferie a lavoro e mi reco, con tutta la documentazione in copia, presso il Tribunale di Nola, Ufficio del Giudice Tutelare (quello che nella sentenza del Tribunale doveva monitorare …tanto per intenderci).  Un caldo infernale e un’oretta di attesa. Poi vengo ricevuto. Riconosco la persona che mi riceve. E’ la relatrice presente alle udienze del mio ricorso. Sintetizzo l’accaduto e vengo indirizzato ad altro ufficio. UFFICIO POLITICHE PER LA FAMIGLIA. Risintetizzo gli eventi, la Dssa che mi riceve prova invano a ricercare a terminale la pratica, nonostante ne avesse sotto il naso la mia copia,  e poi mi dice. “Si , guardi ho qui la Vs pratica, (cartella con n.ro 99) e vedo che la Sig.ra ha già ultimato il percorso, ma non mi è ancora arrivato il fascicolo che riguarda il suo. Facendo appello a tutta la calma di questo mondo, rispiego alla Dottoressa che il mio percorso, nonostante le mie rincorse, NON AVEVA AVUTO PROPRIO INIZIO.  Dopo questa mia ennesima precisazione, alza il telefono e contatta i servizi sociali di …….. “POMIGLIANO D’ARCO”,  dai quali apprende (nuovamente) che la Signora ha ultimato il percorso. Finalmente chiede qualcosa a mio riguardo, ma da ciò che dice al telefono pare ci sia bisogno di tempo per capire “che cosa stesse accadendo ai Servizi Sociali di Napoli.” Mi fornisce allora un recapito telefonico al quale ricontattarla questa mattina per avere aggiornamenti.

 

·        Oggi, ore 12,00 circa, chiamo il numero che mi è stato comunicato e chiedo della Dottoressa.

Risposta: “Oggi non c’è è fuori …..vuole dire a me ? “

Immaginate i miei pensieri  .

Si dico a lei…..dunque lunedi scorso sono venuto presso di voi ed ho parlato …………………etc etc etc etc.

Mi lasci un suo recapito telefonico, appena sento la Dottoressa  comunico che l’ha cercata.

Ricomunico il recapito telefonico.

Dopo 15 minuti circa, squilla il cellulare e la stessa voce di prima mi informa che ha sentito la Dottoressa e che al momento non ci sono novità.

La mia domanda “ed io cosa devo fare ? “

Risposta…aspetti qualche giorno e richiami !

Saluti

 

Cosa faccio: PIANGO O RIDO ?

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

woodenshipantonella.russo1975desideria_io2009puntoeacapodglvectra99pidesimsandro_emailfordmario90charlie200cassetta2loryg78louvre75lostupidoSprofondo.Rosso
 

immagine

 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUò SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

PENSACI !

 

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Coloro che

credono che

L E G G E

sia sinonimo di

G I U S T I Z I A

commettono

il più grande degli

E R R O R I

 
" src="http://digiland.libero.it/x/pics/nu/segnapostofilmato_ext.jpg" width="1" />>
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963