Creato da Ginkobilova il 20/01/2010

Più o meno...

Ginkobiloba non era disponibile...

Wordle: Definitivo

 

 
 

SOLO COSE BELLE

 

ULTIMI COMMENTI

 

DEDICATO ALL'ALTRA MET DEL CIELO

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« L' AUREA REGOLARacconto sufi »

Il Re e l'elefante

Post n°32 pubblicato il 21 Maggio 2010 da Ginkobilova

Un giorno un Re riunì alcuni ciechi e propose loro di toccare un elefante per constatare come fosse fatto.

Alcuni afferrarono la proboscide e dissero: "Abbiamo capito: l'elefante è simile a un timone ricurvo".

Altri tastarono gli orecchi e dichiararono: "È simile a un grosso ventaglio".

Quelli che avevano toccato una zanna dissero: "Assomiglia a un pestello".

Quelli che avevano accarezzato la testa dissero: "Assomiglia a un monticello".

Quelli che avevano tastato il fianco dichiararono: "È simile a un muro".

Quelli che avevano toccato una gamba dissero: "È simile a un albero".

Quelli che avevano preso la coda dissero: "Assomiglia a una corda".

Ognuno era convinto della propria opinione. E, a poco a poco, la loro discussione divenne una rissa.
Il Re si mise a ridere e commentò: "
Questi ciechi discutono e altercano. Il corpo dell'elefante è naturalmente unico, e sono solo le differenti percezioni che hanno provocato le loro diverse valutazioni e i loro errori".

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

SIAMI ITALIANI

WE'RE ITALIANS

 

FACEBOOK

 
 

#4-SOTTOFONDO

CHAT LINE

 

architettura

 

 

WEBCAM MILANO

 WebCam Milano

 C

 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963