Creato da iamnobody2011 il 04/06/2011

Nessuno RossoBlù

Le Prilline & altro...

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: iamnobody2011
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 25
Prov: AN
 

CHI SONO?

Sono un semplice tifoso della Pieralisi Volley, la squadra di pallavolo femminile di Jesi, la mia città; quella che una volta era chiamata Monte Schiavo e giocava in serie A1. Altri tempi ma la passione per questi colori e per queste ragazze è rimasta la stessa. In questo scalcinato blog cerco di raccontare la mia passione per le "prilline" (così venivano chiamate ai tempi dell'A1) e le loro imprese. Perché il nome "Nessuno Rossoblù"? Perché una volta qualcuno disse che nessuno seguiva la Pieralisi. Non dimentico però, l'altra mia passione: la musica. Ogni tanto mi diverto a dire la mia su artisti, eventi e tutto quello che mi colpisce del mondo musicale. Buona lettura! by Nessuno

 

LA PIERALISI PAN 18/19

1. Michela BALDONI S 2000

3. Benedetta CECCONI L 1996

6. Alice GASPARRONI S 2001

8. Giorgia GIULIETTI C 2001

9. Erica PAOLUCCI S 2000

10. Sara BALDONI P 2000

11. Giorgia ANGELINI P 1999

12. Giulia PISTOCCHI O 1995

13. Candida VISCITO S 1996

15. Alessia POMILI C 2000

17. Martina COPPARI S 2000

18. Margherita MARCELLONI C 1993 (Cap.)

Allenatore: Luciano SABBATINI 

Vice Allenatore: Elisabetta BONCI

 

I MIEI LINK PREFERITI

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

TAG

 

AREA PERSONALE

 

 

Il film della stagione 2018/19 (3a parte)

Post n°1698 pubblicato il 19 Maggio 2019 da iamnobody2011
 

Terza ed ultima puntata del film della stagione rossoblù. Dopo l'estate della rivoluzione ed il nuovo progetto giovani lanciato dalla società, il 2018 caratterizzato dai tanti tie break, che avevano fatto intravedere una Pieralisi tenace e mai doma, ecco finalmente l'ultima parte. Il 2019 ha segnato la svolta nel campionato di Marcelloni & co; nel mese di gennaio è iniziata la risalita delle prillne verso la salvezza, arrivata con due turni di anticipo.

IL 2019 DELLA RISCOSSA ROSSOBLU'

5 gennaio 2019. Il nuovo anno non inizia benissimo per la Pieralisi, che perde al tie break a Monte San Giusto, una delle concorrenti dirette per la salvezza. Senza Paolucci, rimasta a Jesi per l'influenza, le prilline fanno una fatica immane in attacco; coach Luciano le prova tutte ed alla fine la squadra lo premia strappando con i denti il quarto set vinto con una clamorosa rimonta dal 18-10 al 23-25.

festa salvezza pieralisi12 gennaio 2019. Il derby delle Marche arriva alla "Carbonari" e segna la svolta della stagione rossoblù: la Pieralisi vince la sua prima gara da tre punti, battendo Corridonia 3 a 1 al termine di un match perfetto, come spiegato da coach Luciano a Quelli del Massaccio: "Abbiamo disputato una gara piacevole, e perfetta a livello di concentrazione. La parola chiave è stata "equilibrio", emotivo e di gioco. Abbiamo giocato con tre schiacciatori, un assetto che ci da maggiori garanzie in ricezione e aumenta la nostra vocazione di difesa. In questo momento è quello che ci serve". Contro la Corplast infatti, debutta il nuovo assetto con Viscito opposta, Gasparroni e la rientrante Paolucci in posto 4. 

19 gennaio 2019. Dopo il derby con la Corplast, la Pieralisi fa il bis da tre punti, chiudendo il girone di andata con la vittoria per 3 a 0 a Giulianova, altra avversaria nella corsa verso la salvezza. Partita senza storia, dominata dalle rossoblù. "Non abbiamo mai mollato, tirando fuori diverse volte delle perle dal nostro cilindro. - spiega coach Luciano a QdM - Lavoriamo tanto sulla battuta, che è il primo fondamentale di attacco, e adesso stiamo raccogliendo i frutti del lavoro fatto dall'inizio dell'anno. La squadra sta crescendo in tutti i suoi elementi e il girone di ritorno potrà essere più ricco di soddisfazioni in termini di risultati". Con i tre punti del PalaCastrum Marcelloni & co sono per la prima volta fuori dalla zona retrocessione.

3 febbraio 2019. Il girone di ritorno della Pieralisi inizia da Copertino, la trasferta più lunga del girone. Non si ferma il buon momento delle rossoblù, che strappano un buon punto in Salento, rimontando nel quarto set dal 9-0 al 25-27. 

23 febbaio 2019. Dopo i ko con Offida e Oria, la Pieralisi si riprende nella partita più importante; le prilline espugnano per 3 a 0 il campo di Recanati, rivale diretta per la salvezza ed appaiata a 15 punti in classifica. Protagonista del successo è Candida Viscito, che mette a referto 13 punti e spinge la squadra verso un successo che la porta a più tre lunghezze sulla zona retrocessione.

2 marzo 2019. La "Carbonari" si conferma il fortino inespugnabile delle rossoblù: la Pieralisi batte 3 a 1 il Noci e sale addirittura all'ottavo posto, a più cinque sulla zona retrocessione. "Oggi la squadra ha avuto cuore e testa. - spiega coach Luciano a Quelli del Massaccio - Contenti per il risultato e per il gioco che siamo riusciti ad esprimere. Abbiamo utilizzato molto le centrali, come vorremmo fare sempre. Possiamo ancora migliorare". 

16 marzo 2019. Marcelloni & co mettono un altro importante mattoncino verso la salvezza, battendo per 3 a 2 alla "Carbonari" il Porto Sant'Elpidio, che le inseguiva a tre lunghezze. Sotto due set ad uno, le prilline hanno trovato la forza di recuperare spinte dai colpi di Paolucci e Gasparroni, insieme ai muri di Pomili. Il successo sulla Volley Angels porta la Pieralisi a più sette dalla zona retrocessione.

30 marzo 2019. Vittoria sul velluto per la Pieralisi, che supera agevolmente per 3 a 0 il fanalino di coda Cerignola dove gioca la ex Irene Padua. Le prilline si dimostrano più forti anche del malore nel pre-partita, che costringe al forfait il libero Benedetta Cecconi; a sostituirla egregiamente è Martina Coppari, per la prima volta nel ruolo di specialista di seconda linea.

13 aprile 2019. Il fine settimana della salvezza matematica inizia con il successo interno della Pieralisi su Monte San Giusto, battuta per 3 a 1 al termine di un match sempre in controllo delle jesine. Il giorno dopo, domenica 14, arriva anche il conforto della matematica, grazie al successo di Oria su Giulianova, unica avversaria che ancora poteva insidiare le prilline. "Credevamo nelle potenzialità del gruppo. - afferma il Presidente nell'intervista rilasciata al sito ufficiale -I tanti 3-2 che sembravano rallentarci nel girone d'andata sono stati il segno di grinta ed impegno: il gioco non si era ancora espresso ma la classifica si è mossa sempre e quei punti sono stati fondamentali una volta che la squadra ha ingranato la marcia giusta. Il progetto iniziato l'estate scorsa va avanti, vogliamo dare continuità: ripartiamo da qui".

4 maggio 2019. Il campionato si chiude con la vittoria alla "Carbonari" sulla già retrocessa Giulianova. Finisce 3 a 1 con coach Luciano che dà spazio a tutte le ragazze e la foto della squadra assieme ai tifosi presenti (foto facebook.com/Pieralisi-Volley-Jesi). "E' stata una bella stagione. - è l'analisi di Erica Paolucci al sito ufficiale - In un primo momento abbiamo avuto qualche problema di messa a punto di strategie e gioco, poi abbiamo trovato il giusto equilibrio per esprimere le nostre potenzialità, come non ci riusciva dal precampionato. Il mio futuro? Ancora non ci ho pensato. L'anno prossimo inizierò l'università. Mi sono trovata molto bene a Jesi, sarei contenta di rimanere". FORZA JESI! by Nessuno.

 
 
 

Mahmood vincerà l'EuroFestival?

Post n°1697 pubblicato il 18 Maggio 2019 da iamnobody2011
 
Tag: Musica

Ce la farà il buon Mahmood con la sua "Soldi" a spezzare la maledizione italiana dell'EuroFestival (abbreviazione più affascinante di Eurovision Song Contest...), manifestazione canora continentale che non vinciamo dal 1990 con "Insieme '92" di Toto Cutugno? La risposta la saprò stasera, guardando la finalissima della competizionee in diretta da Tel-Aviv su Rai Uno. A dar retta ai bookmakers ed alle classifiche di Spotify, il cantautore italo-egiziano non dovrebbe avere problemi a prendersi la medaglia d'oro ma la storia dell'EuroFestival, soprattutto quella dei tempi recenti, insegna che è capitato spesso a noi italiani di arrivare con il favore dei pronostici ed uscire profondamente delusi.

Ne sanno qualcosa quelli de Il Volo e Francesco Gabbani, rispettivamente favoriti nel 2015 e 2017 ma finiti terzi e addirittura sesto l'autore di "Occidentali's Karma", pezzo che aveva fatto ballare tutta Kiev e non solo. Dunque, la fregatura potrebbe essere di nuovo dietro l'angolo, per colpa soprattutto di quelle alleanze tra nazioni (è bene ricordare che noi italiani non possiamo votare Mahmood ma solo tutti gli altri...) amiche, quei giochetti che lasciano spesso fuori causa proprio le big come Italia, Francia, Spagna, Germania e Regno Unito.

Al netto di queste "tattiche" ecco i dati della piattaforma musicale Spotify, che ha rivelato la classifica dei brani dell'Eurovision 2019 più ascoltati: "Soldi" risulta essere la più ascoltata. E non solo dai fan italiani. Nella la Top10 dei brani più ascoltati a livello globale dopo l'Italia c'è la Svezia (John Lundvik, "Too Late for Love"), Olanda (Duncan Laurence, "Arcade"), Francia (Bilal Hassani, "Roi"), Spagna (Miki Núñez, "La Venda"), Norvegia (Keiino, "Spirit in the Sky"), Svizzera (Luca Hänni, "She Got Me"), Cipro (Tamta, "Replay"), Estonia (Victor Crone, "Storm") e Danimarca (Leonora, "Love Is Forever").

Ma veniamo ai possibili concorrenti di Mahmood. Da tenere d'occhio secondo gli esperti sono l'olandese Duncan Laurence e la sua ballata "Arcade", la Svizzera con Luca Hanni interprete di "She got me", la Svezia con John Lundvik autore di "Too late for love", un mix di soul e rock, e la Macedonia del Nord con "Proud" di Tamara Todevska. Io ho visto solo la semifinale di giovedì e mi è piaciuta quella dell'Azerbaijan; tra le diciotto canzoni presenti erano solo due o tre quelle in lingua originale, le altre tutte in inglese, e questo secondo me è un peccato perché toglie fascino alla manifestazione, oltre che essere penalizzante per paesi come l'Italia, che invece portano sempre pezzi nella lingua madre.

Come finirà? Stasera lo saprò. Tra l'altro Mahmood si esibirà per 22esimo secondo l'ordine estratto a sorte, quindi tra gli ultimi artisti della serata. La sua esibizione nella semifinale (senza voto) non è stata male, belle le immagini sul maxischermo dove sono comparsi anche dei versi del brano tradotti in inglese. E come fosse il Festival di Sanremo, ci sarà anche il Super-ospite: Madonna, che presenterà alcuni pezzi del nuovo album. Buon ascolto! by Nessuno

 
 
 

Quelle grandi vittorie al PalaEvangelisti

Post n°1696 pubblicato il 16 Maggio 2019 da iamnobody2011
 

Oggi si chiama PalaBarton, in ossequio al dio denaro ed al contratto di sponsorizzazione siglato dal Comune con l'azienda perugina di tecnologia, ma quando erano i colori rossoblù a frequentare l'impianto di Pian di Massiano, si chiamava PalaEvangelisti e non di rado, è stato teatro di sfide epiche tra le padrone di casa della Despar e la Monte Schiavo. Vincere lì non è mai stato semplice, sia per il valore dell'avversario sia per il calore del pubblico, mai troppo tenero con le jesine ed i suoi fans. Ecco perché, la vittoria della Lube in gara 5 di finale scudetto proprio lì, al PalaEvangelisti è stata una grande impresa, che mi fatto tornare in mente i tre successi "storici" delle prilline su quel parquet.

perugia - monte schiavo jesi coppa italia 20063°) 4 marzo 2003: DESPAR PERUGIA - MONTE SCHIAVO BdM JESI 2-3. L'anticipo della nona giornata di ritorno si gioca nel martedì di Carnevale e rimette una contro l'altra le due finaliste della Coppa Italia, vinta pochi giorni prima dalle umbre proprio al PalaTriccoli. Al PalaEvangelisti le prilline si prendono una piccola rivincita, al termine di una gara di alti e bassi, finita al tie break, dove la Monte Schiavo ha avuto la forza di rimontare, passando dal 12-10 al 12-15. A siglare l'ultimo punto è proprio capitan Leggeri, che non le mandò a dire ai tifosi locali, scatenando un piccolo parapiglia. "Ci sono stati dei momenti positivi ed altri negativi ma la Monte Schiavo li deve attraversare con molta lucidità" ha detto coach Malinov nel post partita.

2°) 11 febbraio 2006: COLUSSI PERUGIA - MONTE SCHIAVO BdM JESI 2-3. Al PalaEvangelisti si giocano le final four di Coppa Italia 2006. La seconda semifinale mette di fronte le padrone di casa lanciatissime in campionato ed in Champions League e le prilline, date per sfavorite. Ed invece, la Monte Schiavo (nella foto LVF) compie l'impresa: batte al tie break la Colussi e vola in finale contro Bergamo. A fare la differenza è il muro rossoblù (12 a 6) e la coppia Togut-Kilic, che insieme mette a terra ben 49 punti. E' proprio la fuoriclasse russa a realizzare il punto decisivo, che fa esplodere di gioia i tifosi jesini presenti. 

1°) 12 aprile 2006: DESPAR PERUGIA - MONTE SCHIAVO BdM JESI 1-3. Due mesi dopo quell'epica sfida di Coppa Italia, Perugia e Jesi tornano ad incrociarsi; stavolta però, si tratta dei play-off scudetto. Le umbre, fresche del successo in Champions League, hanno chiuso al quarto posto la regolar season, mentre le prilline al quinto. Il 12 aprile si gioca la "bella" al PalaEvangelisti, dopo che il fattore campo ha dominato le prime due sfide. In gara 3 però, la Monte Schiavo non sbaglia nulla, vince 3 a 1 e vola in semifinale dove ad attenderla c'è il derby con la Scavolini di Abbondanza. "Era importante vincere. - spiega Liuba Kilic, autrice di 25 punti ed un ottimo 49% in attacco - Siamo state brave a gestire il rapporto tra il muro e la difesa. Sono contenta. Nel terzo la partita è cambiata. Loro hanno modificato l'atteggiamento e sono state più incisive in attacco, più aggressive ed hanno difeso di più. Il quarto è stato molto equilibrato. Noi ci siamo concentrate ed abbiamo giocato ogni pallone come se fosse l'ultimo. Alla fine siamo state attente sia in difesa sia in attacco". FORZA JESI! by Nessuno

 
 
 

Il film della stagione 2018/19 (2a parte)

Post n°1695 pubblicato il 15 Maggio 2019 da iamnobody2011
 

Seconda puntata del film della stagione della Pieralisi Pan. Dopo il capitolo dedicato all'estate 2018 e la rivoluzione rossoblù, oggi è il momento della prima parte del campionato, dalla prima in casa contro Copertino fino all'ultima del 2018 sempre alla "Carbonari" con il Mesagne dell'ex Galuppi. 

UN INIZIO A SUON DI TIE BREAK

13 ottorbe 2018. Finalmente inizia il campionato. Alla "Carbonari" arriva la matricola Copertino, squadra infarcita di giocatrici esperte come la regista ex Filottrano, Stincone. Le salentine vincono facilmente per 3 a 0 contro una Pieralisi troppo nervosa e fallosa. "Non siamo riusciti a mettere in discussione il risultato. - spiega coach Luciano a Quelli del Massaccio - Abbiamo iniziato ricevendo male e di conseguenza attaccando con percentuali basse. Poi con i cambi abbiamo sistemato la ricezione, pur commettendo sempre troppi errori. Sappiamo che dobbiamo avere pazienza e questa partita ci servirà da lezione".

p.s.elpidio - pieralisi20 ottobre 2018. Dopo l'esordio in casa, arriva la prima trasferta, ad Offida dove giocano le ex rossoblù Orazi e Capriotti. Le padrone di casa hanno vita facile e vincono per 3 a 0. Nel terzo set tuttavia, coach Luciano spedisce in campo la giovane Erica Paolucci, che per poco non rimette in piedi il set da sola (da 18-11 a 18-17). "Rispetto alla prima giornata i segnali sono sicuramente positivi" è il commento di coach Luciano a QdM.

27 ottobre 2018. Dopo due sconfitte per 3 a 0, la Pieralisi toglie finalmente lo zero dalla colonna dei punti; alla "Carbonari" contro la corazzata Oria le prilline sognano per due set, poi devono cedere alla grinta ed alla maggior esperienza delle pugliesi, che la spuntano al tie break. 

3 novembre 2018. L'appuntamento con la vittoria è rimandato di una settimana. Sempre alla "Carbonari" arriva la matricola Recanati per un importante scontro diretto in chiave salvezza. La gara è un'altalena di emozioni, con le prilline avanti 2 a 1 ma troppo molli nel quarto. Il tie break stavolta è dolce per la Pieralisi; Viscito e Gasparroni mettono a terra i palloni decisivi, che spezzano un set equilibratissimo. "Felici per la vittoria e per la crescita della squadra. - spiega coach Luciano a Quelli del Massaccio - Non abbiamo affrontato la partita al meglio, visto le condizioni di Angelini, a cui comunque va un plauso per il contributo che ha saputo dare. Come pure è stata brava Sara Baldoni nel tenere vive tutte le nostre fonti di attacco. Mi piace sottolineare come i nostri break sono stati il frutto di una battuta aggressiva, che ci ha consentito di lavorare bene nella fase muro-difesa ed ha abbassato la loro percentuale di ricezione".

24 novembre 2018. La Pieralisi fa suo un altro scontro diretto, sempre al tie break. Marcelloni & co vincono in casa della Volley Angels di Porto Sant'Elpidio (nella foto), una gara che ricalca molto il copione della sfida con Recanati. La gara inizialmente prevista alle 21 a Porto San Giorgio, viene spostata all'ultimo momento a Fermo (alle ore 22) per un problema elettrico alla rete. Nonostante questo disagio - si gioca in condizioni al limite della legalità, con gli spettatori attorno al campo di gara - e l'infortunio di Paolucci nel tie break, le prilline vincono e si portano appena fuori dalla zona retrocessione. 

1 dicembre 2018. Il derby della Vallesina sbarca alla "Carbonari" ma non regala sorprese. La capolista imbattuta Castelbellino vince per 3 a 0 un match mai in discussione, nonostante una generosa Pieralisi, che resta "in partita grazie agli schiacciatori ed al libero, ma troppi gli errori che generalmente non facciamo" è l'analisi del tecnico rossoblù a Qdm. 

15 dicembre 2018. Il 2018 si chiude alla "Carbonari" contro il Mesagne dell'ex Francesca Galuppi. Per la quinta volta in dieci gare, la Pieralisi va al quinto set ma questa volta a differenza di Recanati e Porto Sant'Elpidio, perde contro una squadra più solida in difesa e mai doma. Non bastano i 21 punti di Pistocchi ad evitare un ko che getta le rossoblù al penultimo posto in classifica. FORZA JESI! by Nessuno.  

 
 
 

Il film della stagione 2018/19 (1a parte)

Post n°1694 pubblicato il 13 Maggio 2019 da iamnobody2011
 

Pieralisi-Giulianova è stato il capolinea della stagione rossoblù, l'atto conclusivo di un'annata molto diversa da quelle passate, non solo per l'obiettivo da raggiungere - una tranquilla salvezza - ma anche e soprattutto per il tipo di squadra allestita in estate e per la grande unità tra le ragazze. Per arrivare a questo traguardo Marcelloni & co sono passate attraverso nove mesi molto intensi e sofferti, dove si sono alternati grandi dubbi e sorprendenti vittorie. E' giunto il momento di riviverli con il film della stagione 2018/19, attraverso le date più significative. Si parte da ciò che è accaduto praticamente un anno fa.

L'ESTATE DELLA RIVOLUZIONE.

pieralisi - recanati17 giugno 2018. A venti giorni dalla cocente eliminazione dai play-off promozione a Noventa di Piave contro San Donà, il Presidente in un'intervista al sito della società rivela il cambio di strategia: "Ripartiamo dal progetto giovani, anche in prima squadra. Non ci siamo mai fermati a dire il vero ma ora ci concentriamo in questa direzione". E conferma sulla panchina jesina coach Luciano: "La direzione tecnica è affidata a Luciano Sabbatini, tecnico e persona che come poche sa dedicarsi alla crescita delle giovani. Con lui siamo già al lavoro per individuare le atlete adatte al progetto che abbiamo in testa". Il numero uno rossoblù inoltre, annuncia l'uscita dal progetto giovanile VTA. 

20 luglio 2018. Un'intervista di Marco Pigliapoco al Presidente per Quelli del Massaccio, rompe il silenzio in casa rossoblù, che durava proprio dal 17 giugno. Il numero uno rossoblù annuncia i primi nuovi acquisti, che sono le schiacciatrici Alice Gasparroni, dalla Conero Ancona, e Candida Viscito, da Benevento in B2; la regista Giorgia Angelini, proveniente da Offanengo in B1; il ritorno di Martina Coppari, dopo l'esperienza nel VTA di Filottrano. Le uniche confermate sono il libero Benedetta Cecconi e la centrale Margherita Marcelloni, poi nominata capitano. Durante la chiacchierata con Marco Pigliapoco (che ha anticipato anche il sito ufficiale rossoblù), Gabriele rivela di aver anche rifiutato un posto nel girone C di B1. Nello stesso giorno, viene rivelato il girone in cui la Pieralisi giocherà: ci sono sei squadre marchigiane, una abruzzese e ben sei pugliesi, con addirittura una trasferta a Copertino, in provincia di Lecce.

Agosto 2018. Nel mese più caldo dell'anno, la Pieralisi annuncia tutte le sue nuove giocatrici. Il 5 agosto è il giorno di Giulia Pistocchi, nuovo opposto classe '95 proveniente da Moje di Maiolati; il 10 tocca ad Alessia Pomili, centrale classe 2000, in uscita dal VTA di Filottrano e sorella della ex prillina, Valentina, ora a Macerata; il 17 vengono annunciate le gemelle Sara e Michela Baldoni, rispettivamente regista e schiacciatrice, entrambi nate nel 2000; il 19 è il turno delle due fabrianesi Erica Paolucci e Giorgia Giulietti, schiacciatrice la prima da Collemarino, centrale la seconda da Fabriano. 

20 agosto 2018. Inizia ufficialmente la stagione 2018/19 con il raduno presso il centro sportivo "Pieralisi". A fare gli onori di casa sono il Presidente e coach Luciano.

12 settembre 2018. La giovane Pieralisi gioca la prima amichevole al Fontescodella di Macerata contro l'Helvia Recina, squadra tra le candidate alla promozione in A2; finisce 4 a 1 per le padrone di casa. "La nostra è una squadra giovane e combattente - spiega la vice allenatrice, Elisabetta Bonci al sito ufficiale - magari pecchiamo di inesperienza ma abbiamo guadagnato in aggressività ed entusiasmo".

20 settembre 2018. E' il momento della prima amichevole casalinga: alla "Carbonari" arriva Recanati (nella foto), neo promossa, che viene battuta per 5 a 0. "Con Recanati tutte le ragazze hanno giocato almeno due set - racconta Elisabetta Bonci al sito ufficiale - la squadra ha ruotato in tutti i fondamentali. Stiamo dando continuità sul piano dell'aggressività, nel recupero dei palloni, siamo soddisfatti". FORZA JESI! by Nessuno

 
 
 
Successivi »
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

IL CALENDARIO DELLE PRILLINE

 

Nessuna partita in programma

 

NESSUNO ROSSOBLÙ ON FACEBOOK

Nessuno Rossoblù

Visita la mia pagina Facebook "Nessuno Rossoblu"!

 

ULTIME VISITE AL BLOG

iamnobody2011surfinia60acquasalata111c.mazzella_1935fiorentinicanastasia_55cirullicar2000sasbruno3gargano1val34angecurrnadia_silvestrinisviluppofielalfredo.greco63rossi_romano39
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

ULTIMI COMMENTI