Creato da DocGull il 09/12/2006
Approfondimenti e dibattiti di GEOPOLITICA. Dite la vostra in libertà. Per cercare gli argomenti che più vi interessano utilizzate i tags, li trovate sulla sinistra, sono l'elenco dei temi trattati.
 

COME LEGGERE IL BLOG:

Per scegliere l'argomento di maggior interesse:

Per cercare un argomento che sia di vostro maggiore interesse rispetto agli altri, utilizzate i TAGS. Li trovate subito sotto questo box. Cliccate e vi si aprirà un menù a tendina. A quel punto scegliete l'argomento che preferite e si apriraranno tutti i posts relativi ad esso.

Come leggere i titoli degli articoli:

Di fianco al titolo dell’articolo si trovano gli argomenti, ad esempio il nome di un Paese: Iraq, Libano, Israele, ecc. o un argomento più generale: ad es. Energia, Opere pubbliche, ecc.

Di fianco agli argomenti troverai spesso dei numeri, Es. "Iraq 3", "Energia 2", ecc. Significa che, prendendo Iraq 3 ad esempio, quello è il terzo articolo dedicato all’Iraq. A volte potrai trovare due argomenti congiuntamente, come "Iraq 3 – Energia 4", significa che il medesimo articolo tratta sia di Iraq che di questioni energetiche.

 

Tag

 

Area personale

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Free hit counters

 
 

SITI DI INTERESSE - links

Clicca qui per accedere a siti di Centri Studi e Analisi geopolitiche, di Istituzioni internazionali, a siti che approfondiscono questioni di Criminalità Organizzata, Economia, Energia, a siti di Riviste a tematica geopolitica, nazionali ed internazionali.

 

Ultimi commenti

Contatti

1) Se desideri che vengano pubblicati tuoi articoli o inviare altro materiale attinente all'argomento trattato nel blog o comunque metterti in contatto, scrivi a: geopoliticando@libero.it

Se desideri che venga pubblicato anche il tuo nome o nick, indicalo nella mail che dovrà, a  sua volta, risultare attiva. Il materiale inviato non sarà restituito e Geopoliticando non ne garantisce la pubblicazione, nel caso che non sia ritenuto idoneo al blog;

2) Tutti possono inserire liberamente commenti agli interventi/articoli pubblicati;

 

Ultime visite al Blog

psicologiaforensemax_6_66lo_snorkiWIDE_REDsidopaulgiov_annabal_zacDGull.Geopoliticandoninograg1unamamma1nomore.norlessgeopoliticandodomusbishopelove10
 

 

« GeopoliticandoGeopoliticando - Lega araba »

Geopoliticando - IRAQ 8

Post n°109 pubblicato il 15 Marzo 2009 da DocGull
 
Tag: Iraq

La sede dell'Assemblea nazionale del Kudistan iraqueno, ad Erbil

Nella foto la sede dell'Assemblea nazionale del Kurdistan iraqueno, ad Erbil

PROBLEMI TRA IL RAFFORZATO GOVERNO CENTRALE IRAQUENO E I CURDI NEL NORD DEL PAESE

L'oggettivo miglioramento della situazione a Baghdad e nelle altre aree centro meridionali del Paese, ha fatto dimenticare ai più i problemi che il governo centrale affronta, e soprattutto dovrà affrontare, con i curdi nel nord del Paese.

Certo, i due maggiori partiti curdi sono membri effettivi ed importanti del governo del Primo Ministro Nuri al-Maliki, ma gli stessi diventano invece molto refrattari al governo centrale quando quest'ultimo in qualche modo "minaccia" le tre regioni a maggioranza cirda del nord dell'Iraq, di fatto semi indipendenti, in quanto sotto il controllo diretto degli stessi curdi.

In particolar modo la situazione è delicata a Kirkuk, che molti curdi considerano la propria capitale politica ed economica, ma dispute tra curdi ed arabi vi sono anche intorno alle città di Mosul, vicina al confine turco e di Khanaquin, non lontana dal confine iraniano.

Il controllo dei curdi nelle aree sotto il loro potere è dovuto in particolar modo al fatto che i combattenti curdi, chiamati peshmerga, hanno attivamente collaborato con l'esercito americano durante la guerra contro Saddam Hussein e, come secondo elemento, che le elezioni provinciali del 2005 sono state boicottate dai sunniti (arabi) delle zona.

Che cosa hanno guadagnato i sunniti da questo Aventino?

Naturalmente niente di niente, esattamente come accadde in temi lontani nel nostro Paese.

La situazione è molto delicata, ci vorrà la massima diplomazia, ma soprattutto alte percentuali, a favore dei curdi, sui proventi petroliferi delle zone sotto il loro controllo, per sperare di evitare futuri scontri armati tra sunniti/governo centrale e curdi.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog