Tag

 

attualmente qui:

cernusco


 

 
 

cooperazione internazionale

da aprile del 2006 a marzo 2007 ho avuto la possibilità di lavorare con un'associazione dominicana, Oné Respe, che opera nelle baraccopoli di Santiago e di Haina in Repubblica Dominicana. Durante questo periodo ho scritto su questo blog ciò che vedevo e osservavo, qui trovi i post più rilevanti in ordine cronologico.
LEGGI TUTTI I POST
 

116 blog contro il decreto anti-ambiente

116 blog si sono incatenati qui ed hanno vinto: l'articolo 29 del decreto anti-crisi è stato stravolto e sono tornate le detrazioni del 55% per chi realizza lavori di ristrutturazione a favore dell'efficienza energetica! Grazie a tutti.
 

Ultime visite al Blog

calicaalstudio.roggeriattrezzista1elenabasso2005martinopironeealisa47drissa52elianapeperoniarcoflexcoach.11rendering3HAIMSARAgagost01anna.delillamarco.corleto
 
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 42
 

sto leggendo

el tiempo de las mariposas

 

 
 

chi mi visita?

Locations of visitors to this page

Do you want to read this blog en English? Try here

 

io sto con loro:

immagine

 

 

 

 

 

 

 

 
Creato da: kudablog il 27/10/2005
note armoniche di composizione

 

 
« Scuola: poche risorse e ...Wikileaks / Haiti: come ... »

Il voto ad Haiti

Post n°1713 pubblicato il 29 Novembre 2010 da kudablog
 

Haiti è arrivata alle elezioni presidenziali e legislative nel peggiore dei modi. Gli ultimi giorni di campagna elettorale sono stati segnati da due gravi episodi di violenza durante i comizi di Mirlande Manigat (giovedì) e di Michel Martelly (venerdì), in entrambi i casi sono stati esplosi dei colpi di arma da fuoco verso i sostenitori dei candidati alla presidenza provocando un morto.

La situazione burocratica era, forse, ancora peggiore. Si è lavorato su liste elettorali vecchie di cinque anni e non aggiornate dopo il tremendo terremoto, l'istallazione dei seggi è stata decisa all'ultimo momento con spostamenti degli stessi anche a poche ore dall'apertura delle votazioni, è stato imposto agli elettori di recarsi presso il proprio comune di residenza per poter partecipare alle elezioni cosa che spesso è stata impossibile a causa della situazione ancora precaria delle infrastrutture, per non parlare dei sistemi di trasporto.

La giornata si è aperta con il divieto di transito per le strade della capitale impartito a tutte le auto, per cercare di contenere le violenze che in passato avevano segnato le tornare elettorali. Fin dalle prime ore della giornata sono state indicate diverse irregolarità. A denunciarle principalmente sono stati i candidati dell'opposizione che segnalavano come in molti seggi non veniva permesso ai loro rappresentanti di accedere mentre vi erano quelli del partito INITE del presidente in carica Preval. In tutti i seggi si registrava inoltre il rifiuto di far votare a molti cittadini poichè i loro nomi non comparivano nelle liste, lo stesso candidato INITE ha dovuto votare presso un seggio provisorio poichè la sua tessera elettorale non coincideva con quella presente al seggio.

Già a mezzogiorno 12 dei 19 candidati alla presidenza invocavano a gran voce l'annullamento delle elezioni. Da diverse parti arrivavano notizia di urne distrutte dai cittadini a cui non veniva permesso votare e di scontri con i Caschi Blu accusati di sostenere il candidato di Preval. Gli osservatori dell'Organizzazione degli Stati Americani sono stati richiamati a Port-au-Prince, lontano dai seggi, nel pomeriggio per garantirne la sicurezza. In due città del nord il voto è stato sospeso a causa della violenza dei dimostranti e a Port-au-Prince un seggio è stato distrutto.

L'ONU e gli USA avevano premuto molto perchè si realizzassero queste elezioni, già rinviata a febbraio di quest'anno. Hanno bisogno di un interlocutore ufficiale e che possa garantire stabilità nei prossimi anni per gestire i soldi della ricostruzione. Non hanno voluto ascoltare quanti dicevano che il paese non era pronto, che dopo il terremoto e le immense tendopoli, il colera e gli scontri recenti con i Caschi Blu consigliavano un rinvio. L'agenzia di cooperazione nordamericana, USAID, ha anche contributo con 14 milioni di dollari alla realizzazione delle elezioni, provocando non pochi dubbi alla popolazione sulla sua imparzialità.

La giornata di ieri si è conclusa con un grande corteo guidato dal candidato Michel Martelly e dal cantante ed attivista Wyclef Jean che ha percorso le strade di Port-au-Prince chiedendo, appunto, la ripetizione delle votazioni.

Oggi la CEP, il Consiglio Elettorale Provvisorio, ha dichiarato valide le elezioni, affermando che solo nel 3% dei seggi vi sono state gravi irregolarità ed ha annunciato la diffusione dei risultati il prossimo 10 dicembre, e già ci si prepara per il ballottaggio del 16 gennaio. I voti di 56 seggi, su 1.500 sono stati annullati. L'ONU e l'ambasciata USA ad Haiti stanno invitando alla calma mentre molti dei candidati incitano i propri sostenitori a scendere in piazza per manifestare il proprio dissenso a questa decisione.

I rappresentanti delle ONG si stanno dividendo tra chi sostiene che le elezioni vadano riconosciute e chi, come Mark Weisbrot, direttore del Center for Economic and Policy Research, afferma che "la comunità internazionale dovrebbe respingere queste elezioni e affermare sostegno alle istituzioni democratiche ad Haiti. Altrimenti, Haiti potrebbe essere lasciata con un governo che è largamente considerato come illegittimo."

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog

Roberto Codazzi - nuovo sito

Caricamento...
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

 
.
Discuti con noi le norme da proporre in Parlamento per dare il via ad una Rivoluzione Verde Italiana!
.
Cernusco sul Naviglio ha la sua televisione: www.cernuscotv.com
----------------------
se ti piace questo blog vota con OK su OkNotizie, così altre persone potranno conoscerlo:
------------------
 
ultimi post su www.kuda.tk
 
 

Area personale

 

Osservatorio sul Razzismo in Italia

Caricamento...
 

Peacereporter

Caricamento...
 

Petizione per abbassare il costo della metro

firma la petizione, diffondi l'iniziativa e linka al sito: www.atmgratis.tk

Inutilità dell'Ecopass:
guarda i dati di concentrazione del PM10 a Milano e Limito prima e dopo l'introduzione della tassa.
 

metereologia:

immagine

 Santiago de los Caballeros
Repubblica Dominicana
Click for Santiago, Dominican Republic Forecast 
Cernusco sul Naviglio
Italia
Click for Milan, Italy Forecast 

 
 
 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom