Creato da la_medusa_art il 25/06/2010

ART PASSIONE ESTREMA

*** ARTE PASSIONE ESTREMA ***

 

« La madre di San Pietro, ...In piedi Signori! »

Prima o poi arriva il giorno che.....

Post n°188 pubblicato il 02 Luglio 2011 da miriade159


Prima o poi torna...
Ciò che conta si è delineato nei suoi contorni,
non è più sfocato... ma chiaro e bello!
Perché tanto prima o poi arriva quel giorno che capisci alcune cose,

trovi mezze risposte alle domande
che ti facevi e anche se non sono quelle sperate
vanno bene lo stesso perché almeno
non hai più il dubbio!


Arriva il tempo in cui capisci
i caratteri delle persone,
impari a fidarti delle tue sensazioni
che poi non sono così sbagliate... anzi!
Ti passa per la testa la consapevolezza
che un attimo del periodo che aspettavi è passato.

Il treno  ha fatto la sua fermata e te
sei salita a bordo senza accorgertene.

 

  Ti guardi intorno e ritrovi nella tua     carrozza
  quello in cui confidi p
rofondamente

     trovi le tue certezze!
    Sulle poltrone accanto alla tua vedi
    le persone che contano e le vedi         felici perché
    in quella stessa carrozza ci sono
  i tuoi desideri ed uno di questi
                                     è la felicità di costoro che

 

                                           ti rendono la vita bella..e..

divertente  e spettacolare !

      

                                  


 Guardi fuori dal        finestrino,
 tutto scorre senza    fermarsi e
  vedi tante di quelle      cose,
  di quelle persone che    rispecchiano
 la loro inutilità  semplicemente
 nel fatto di "passare"
 veloci e non ......lasciare  nulla di effettivo
                                       se non la vaga idea di

averle  incrociate una volta nella tua vita.
E poi, bè... riguardi dentro e vedi i punti fermi. 

Le amicizie, gli affetti e le emozioni grandi

sono li, dentro con te;

ti rendi conto che non passeranno mai

perché sono ferme mentre viaggiano

nella tua stessa direzione!

 

 






 Che belli questi attimi!
 Proprio l'altro giorno
 mi è capitato un attimo,
 di realizzare tutto ciò.
 È una cosa improvvisa, inaspettata...
te ne accorgi solo perché senti
il petto gonfiarsi di orgoglio
per tutto quello che hai.
Impari a lasciare da parte
le comparse e a prendere                        

 

 il senso,
 la sostanza e a coltivarla
 perché dopo essere sbocciata
 ha bisogno di molta più cura
 ed attenzione. Così nascono le  cose buone,
 con l'accurato studio dei dettagli.
 Ad annaffiare quando piove sono  capaci tutti,
 l'arte sta nel dare acqua,
 vita quando le circostanze non la  portano da sé.

 

I finti sacrifici, la fintà bontà non servono a nulla.

Piccole cose spesso piuttosto che "grandi"   

in circostanze speciali.

Ecco il mio treno va in questa direzione...
fa alcune fermate ma su richiesta... e
lo stare a bordo è spinto dalla pura voglia di farlo,
nessun obbligo morale... e ciò che porto con me,
chi porto con me sono le cose, sono le persone che,
ho capito in questi sfuggevoli attimi,
hanno voglia di fare la richiesta per la fermata.
Per il resto...                                            Elisa

       

 

 

 

 

  

    

         

     

  

 

     

 


 
 
 
Vai alla Home Page del blog