Un blog creato da jappan il 13/06/2008

GOSSIP TV

TUTTO FA' BRODO

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

nuvolaaa1davanzofrancesco1952q8sanvitoloralunanickcaserta62psicologiaforensememoleyoghifrancypapacoccodrilo2claudiaztdietaefitnesspisti59allelujastellinaLaSacerdotesssaresposito10
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« NON CI POSSO CREDERENuova puntata de -I NUOV... »

LA TALPA

Post n°13 pubblicato il 04 Novembre 2008 da jappan

…..bhe visto i tanti commenti vediamo se anche questa volta ottengo un buon numero di riflessioni….CERCHERO’ DI EVITARE ERRORI ORTOGRAFICI E i mille puntini di sospensione …anche se e’ difficile in quanto do un grosso potere d’espressione ai puntini..vabbhe’ cercherò di provarci………..e se gli aggettivi i verbi e i soggetti non sono coordinati fra loro non importa l’importante è esprimersi…..OK dopo questa premessa iniziamo…….

LA TALPA

…Bhe devo dire che nonostante tutto non e’ malaccio, la voglia di vederlo direi che c’e’, non tanto per le prove assurde, che devo ammettere sono abbastanza dure per chi davvero ha problemi di fobie o che altro, ma altre sono davvero ridicole....la Perego….porella lei ci crede davvero nel programma e si vede in tutto è per tutto ,credo sia davvero innamorata del suo lavoro…ma ecco che il suo equilibrio mentale viene minato appena finita la sigla iniziale…..la vedi proprio mentre stà per aprire il collegamento dall’africa…..si innalza il suo sopraciglio e dice le parole famose….PAOLA CI SEI?..... e qui un programma dentro un altro programma…..la Barale con i suoi completino che ragazzi diciamocelo e’ troppo avanti…..intercalare di giubottini di pecorone bianco poi fucsia, i pantaloni a zampa ,pettinature d’avanguardia, bhe ma al di là del suo egocentrismo ma la domanda ma c’è o ci fa credo che ognuno di noi se la sia posta no?

Il suo continuo esasperare le prove sottolineando il fatto che sono difficilissime ma ci crede solo lei mentre dice questa cose?????

Ricordo ancora la prima puntata…..i concorrenti legati per i polsi e poi sospesi, nel petto una pezza di cuoio per essere marchiati a fuoco…..bhe qui la vera sfida era rimanere appesi per i polsi e non essere marchiati…..ma la grande Barale che esortava i partecipanti a fare attenzione, a stare tranquilli, e non muoversi……..bhe io tutta questa difficoltà nel essere marchiati non la vedevo visti i 3 cm di cuoio …..la vera impresa era rimanere appesi

Tutte le prove se avete notato sono un po’ dei controsensi vengono enfatizzati i lati minori e non quelli peggiori?

Premessa io soffro di claustrofobia……ma la prova dei ragazzi stesi in una vasca d’acqua  che dovevano respirare con beccucci che man mano il collega doveva scovare e portare al povero malsano che attendeva sotto  il livello all’acqua che avanzava di avere più boccaglio per superare il livello dell’acqua ( MADO’ QUESTA FRASE NON HA UNO STACCO DI RESPIRO MANCO A MORIRE)….cmq era davvero cosi’ critica?........cazzarola io capisco il luogo, il momento e l’atmosfera….ma e’ davvero cosi’ cluustrofobico?.....bho…questo e’ solo un esempio ma mi sembrano, alcune e ribadisco alcune, prove davvero ridicole se sentiamo quanto le enfatizzano.

POI OVVIO BISOGNA ESSERCI NELLE SITUAZIONI……ma voi cosa ne pensate?

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Lofficina/trackback.php?msg=5810055

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
estrelladelamanana
estrelladelamanana il 24/11/08 alle 10:57 via WEB
sicuramente vi è una volontà di esasperare le prove per mettere in evidenza il coraggio di persone che vivono ben poco la vita nel "bronx"..sono persone servite, agiate, abituate a ben poca fatica..forse per questo esasperano ogni prova..però una lancia a favore va scagliata..la paura è per sua natura profondamente irrazionale, se fosse possibile controllarle o arginarle, vivremmo su un'isola felice..quindi ogni paura non ha una base logica..come per noi..abbiamo paura di leggerezze, di piccolezze..come la claustrofobia..è una sensazione non reale che non equivale ad una vera mancanza di aria..nasce quando siamo bambini, non è una paura concreta ma scaturisce dall'idea di "che cosa potrebbe accadere se rimanere richiuso in un piccolo spazio"..cmq..giusto per alleggerire i toni..meno male che nel programma c'è Trentalance, almeno qualche pensiero più spinto lo fa fare a noi donne (anche se il gusto è soggettivo!)..almeno c'è qualcosa che ci tiene sveglie! Tutto sommato il programma non lo boccio, è come quei librini che ci davano da bambni, nei quali dovevamo capire chi era l'assassino.. :-) anche se, secondo me, qualcosa deve essere necessariamente programmato..altrimenti come farebbe la talpa ad arrivare sempre in finale?? Ciao, un bacione
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.