Creato da: BROWSERIK il 29/05/2009
Frustrazione ciibernetica

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

Ultime visite al Blog

Gigitortorgabriellacitro.cgstacchificio.sirepoetanmalejandratabernafed871nico.mirandaemilytorn82bongiovifilippo2014pachiscoharmony0NIKO665miss.martina67armandodirienzomarco_chianale
 

Ultimi commenti

Chi puņ scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 
« CREATIVITYSuccesso della spedizion... »

Petizione contro MES/ESM e Fiscal Compact

Post n°282 pubblicato il 26 Luglio 2012 da BROWSERIK
 

Amiche e amici, due giorni fa vi ho invitato brevemente a leggere e firmare una mia petizione per Avaaz.org.

Ora vi spiego meglio di che si tratta. Argomento: MES/ESM e Fiscal Compact Io spero che voi siate informati su questi strumenti che rappresentano un cappio al collo per il ns Paese. Un cappio che strozzerà noi e le generazioni future.

Se non ne sapete nulla, cosa prevedibile in questa censura mediatica, siete in buona compagnia dei tanti parlamentari italiani che hanno votato questi provvedimenti senza conoscerne gli effetti, solo perché così ordinava il partito. Ora vi copio qui le informazioni che ho incluso nella petizione (ne troverete altre ai link sulla pagina):

* Spiegare il MES/ESM in poche parole si può: immaginate di contrarre una costosissima assicurazione con una “strana” Compagnia che – in caso di sinistro – non vi rimborserà un capitale ma semplicemente ve lo presterà, con ovvi interessi. Immaginate anche di non avere denaro per stipulare la polizza e di farvelo prestare da altri, pagando altri ovvi interessi.

Immaginate che questa Compagnia possa in ogni momento aumentare il premio a sua discrezione, e che voi siate obbligati a pagarlo, contraendo altri debiti. Immaginate che questa Compagnia abbia l'immunità e l'assoluta segretezza sul suo operato. E che possa usare i vs. soldi per darli alle banche anziché a voi. Immaginate che non sia possibile disdire questa assicurazione, né per voi né per figli e nipoti e pronipoti. Quale padre di famiglia sano di mente, quale madre responsabile firmerebbe tale polizza? Chiunque si terrebbe i pochi soldi che ha, evitando un vortice di debiti su debiti che mai riuscirebbe a ripagare!

Eppure il MES/ESM questo è.

Anche sul Fiscal Compact bastano poche parole: prevede l'obbligo per l'Italia di ridurre il debito pubblico di circa cinquanta miliardi l'anno per vent'anni: un'enormità.

Già le manovre del governo Monti, che ci stanno massacrando, hanno fatto aumentare il deficit di 17 miliardi in 8 mesi. Come pensare di onorare quell'obbligo? Inoltre, ci impegna a pareggiare in tempi brevi il bilancio pubblico. Ma, come scrivono alcuni membri della stessa maggioranza, “pareggiare il bilancio nei tempi previsti dal fiscal compact significa continuare a far inseguire l'aumento delle spese dalla crescita dell'imposizione: una politica che potrebbe solo scatenare una recessione”.

* Cosa si può fare contro questo massacro?

Io ho pensato di lanciare una raccolta di firme indirizzate ai membri del Parlamento Europeo (perché indirizzarla ai suddetti parlamentari italiani sarebbe stato del tutto inutile, ne converrete!). Il testo del messaggio che gli verrà consegnato è questo:

* Egr. membri del Parlamento Europeo, vi chiediamo di fermare la Dittatura Economica sovrannazionale che si sta instaurando in Europa attraverso gli strumenti del MES/ESM e del Fiscal Compact. Il MES/ESM farebbe precipitare i Paesi in un vortice di debiti che non riuscirebbero mai a ripagare. Il Fiscal Compact scatenerebbe una recessione che, dopo i Paesi più deboli, trascinerebbe anche gli altri. Il tutto a vantaggio di chi? Banche e finanzieri, speculatori e plutocrati. Fermate il MES/ESM e il Fiscal Compact! *

Ovviamente, per essere presi in considerazione dai parlamentari europei bisognerebbe presentare migliaia di firme, e questo sarebbe impensabile per me personalmente. Ma mi è venuto in aiuto Avaaz.org. Molti di voi la conoscono già.

Per gli altri dico che è un'organizzazione che raccoglie 15 milioni di iscritti in tutto il mondo, e utilizza lo strumento della raccolta di firme online per campagne su diverse questioni (cito: “salvare internet, creare la più grande riserva marina al mondo, proteggere la foresta tropicale brasiliana, mantenere alta la pressione sulla mafia dell’impero mediatico di Rupert Murdoch, sostenere il movimento siriano pro-democrazia e molto, molto altro”). A parte vi inoltrerò la loro ultima mail che racconta i loro tanti successi.

Ora Avaaz ha deciso di permettere ai suoi iscritti di lanciare petizioni di loro iniziativa, e io ne ho subito approfittato. Mi chiedono di raggiungere 100 firme nei prossimi giorni, dopo di che spero tanto che interverranno con i loro canali di comunicazione, che renderebbero raggiungibile facilmente la meta delle migliaia di firme. Per ora la raccolta procede troppo lentamente: 32 firme in due giorni. Ma il traguardo di 100 (e anche 2/300) non è così difficile, with a little help from my friends :) Voi cosa potete fare, per aiutarmi in questo progetto?

Semplice: girare questa mail, “spingere” la petizione, leggendola e firmandola – se non l'avete ancora fatto - e pubblicizzandola presso i vs. amici. Sto dedicando tempo ed energie a un sogno. Mi piacerebbe tanto che persone che mi conoscono, più o meno bene, mi offrissero solidarietà e una piccola collaborazione per realizzarlo. "A dream you dream alone is only a dream. A dream you dream together is reality.” (Un sogno che fai da solo è solo un sogno. Un sogno condiviso è realtà.) John Lennon * Andate, firmate, pubblicizzate: http://www.avaaz.org/it/petition/Fermiamo_la_Dittatura_Economica_e_i_suoi_strumenti_MESESM_e_Fiscal_Compact/?fYCGBbb&pv=0&fb_source=message Grazie di cuore a donne e uomini di buona volontà :) Danila Pelosi

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog