Creato da G.UnCuoreConLeAli il 10/12/2007

MESSINA & DINTORNI

I rAgAzzi dellA stAnzA si rAccontAno con le loro sensAzioni ed le loro emozioni...

 

 

Felice Compleanno!

Post n°1208 pubblicato il 15 Agosto 2011 da virgola_df

 
 
 

Arrivederci

Post n°1207 pubblicato il 14 Aprile 2011 da G.UnCuoreConLeAli

Raga il blog lo affido a voi

se volete aggiungetemi su facebook

cercando Valentina Scoglio

:-))

 
 
 

21 Settembre arriva l'autunno,la natura cambia il suo aspetto!

Post n°1205 pubblicato il 20 Settembre 2010 da G.UnCuoreConLeAli

Siamo tutti un  pò tristi, la bella stagione ci lascia, quel bel sole giallo e caldo,
quel cielo sereno e celeste, quel clima caldo e piacevole, tranne quando il caldo
è eccessivo, i giardini incomincino a spogliarsi dei fiori e cadono le foglie dagli alberi.
Mlolti animaletti che vivono nei boschi, vanno in letargo.
Le rondini sono già partite per l’Africa, per raggiungere il loro soggiorno invernale,
devono fare un viaggio di 11 mila chilometri, andando a 322 chilometri al giorno.
Sono circa 16 milioni le rondini che hanno trascorso l’estate in Europa,
non solo le rondini ci lasciano ma anche altre specie di uccelli migratori.
Ci lasciano anche il  Rondone, il Falco pecchiaiolo, il Biancone, la Quaglia, il Cuculo,
e la Cicogna bianca.
In Italia sono presenti 357 specie di uccelli migratori e 248 nidificanti, abbiamo
poi gli uccelli che passano l’inverno da noi, circa 295  specie, mentre le specie
sedentarie che vivono sempre da noi sono circa 143.
In estate sono circa 27 milioni le coppie di uccelli  che nidificano in Europa,
in Italia solo le rondini sono circa 1 milione, ma ora ci hanno lasciato.
Siamo ormai in autunno, è tempo di vendemmia, di funghi e castagne, almeno
ci consoliamo con questi frutti autunnali.

 
 
 

Ad ottobre il ''Festival Sinopoli'' momento musicale dell'arte e del pensiero contemporanei

Post n°1204 pubblicato il 20 Settembre 2010 da G.UnCuoreConLeAli
 

TAORMINA -  Dalla sua prima edizione, nel 2005, il Festival Sinopoli di Taormina Arte si è proposto come un “porto franco” dell’arte e del pensiero contemporanei. Della musica, prima di tutto, nel ricordo del Maestro Giuseppe Sinopoli (1946-2001), direttore e compositore, al quale la rassegna è dedicata. Assieme ai concerti, i convegni, le mostre, le pubblicazioni, le occasioni di incontro, hanno voluto ribadire la fiducia nel colloquio possibile tra le diverse arti e competenze. Una strategia e uno sguardo ribaditi anche dalla prossima, imminente rassegna, programmata a Taormina nei giorni 1, 2 e 3 ottobre. Un’edizione ponte, verso le più ampie iniziative previste per il 2011, decimo anniversario della scomparsa di Sinopoli. “E’ un sentimento di familiarità con quel modo di essere e, con le immagini nelle quali esso si rappresenta che mi sorprende ogni volta, come se vi ritrovassi la normalità le cui radici sono forse nella mia infanzia siciliana, nella consonanza che riconosco con il mondo nel quale ho vissuto quella infanzia e quella prima giovinezza”: così scrive Ferdinando Scianna presentando “Le sonagliere di Benares”, la mostra di fotografie dedicata ai volti, ai suoni, alla vita di uno “dei grandi luoghi della spiritualità universale”. La mostra sarà inaugurata il 1° ottobre, alle 18, al Palazzo dei Congressi di Taormina alla presenza del Maestro Ferdinando Scianna e rimarrà aperta al pubblico sino al 3 ottobre. L’inaugurazione della mostra sarà seguita dall’omaggio a Karlheinz Stockhausen. In programma Der Kleine Harlekin per clarinettista-mimo; Solo per corno di bassetto e live feedback; Uversa 16° ora di Klang per corno di bassetto ed elettronica a 8 canali, prima esecuzione italiana. Le visioni del grande compositore tedesco sono affidate ai suoni, allo spazio che li accoglie, alla capacità dell’elettronica di rompere ogni parete e di cambiare le modalità stesse della percezione della musica. L’esecuzione originale è nella maestria di Michele Marelli, giovane clarinettista-danzatore-mimo, da sempre interprete di riferimento di Stockhausen. La regia del suono del concerto sarà curata da Stefano Bassanese e Nicola Biagioni. Marco Betta, compositore siciliano di inconfondibile personalità, propone nel suo concerto, il 2 ottobre alle 19.30 al Palazzo dei Congressi, un itinerario che sposa bene l’identità del Sinopoli Festival: il nuovo e l’antico, l’attualità e le radici, in un’indagine quasi archeologica della musica siciliana di tradizione popolare, però rivissuta oggi, grazie alla presenza dei Fratelli Mancuso, formidabili interpreti-creatori e della Sinopoli Chamber Orchestra di Taormina Arte diretta per l’occasione da Pietro Mianiti. Il concerto sarà realizzato in collaborazione con il Conservatorio A. Corelli di Messina. Prima del concerto sarà presentata la borsa di studio a cura del professor Rapisarda. Il concerto del 3 ottobre dell’Orchestra Sinfonica Siciliana ribadisce poi la volontà di collaborare con le realtà artistiche che operano nell’isola. In programma la Sinfonia n. 5 in mi minore, op. 64 di Petr Ill’c Cajkovskij. Un concerto, questo, promosso dall’Assessorato al Turismo nell’ambito del Melò around the World che si svolgerà a Taormina durante il Sinopoli Festival, in collaborazione con Rai Trade, Taormina Arte e il Circuito del Mito. La decisione di realizzare a Taormina la nuova edizione di Melo Around the World ha schiuso un’ulteriore possibilità di lavoro comune. Nel corso della sessione dedicata da Melo Around the World all’opera contemporanea, verranno presentati gli atti – curati da Federica Di Gasparro – di Le vie del comporre, domani, il convegno ideato nel 2008 da Matteo D’Amico e Michele dall’Ongaro e che ha visto riuniti a Taormina venti compositori italiani a discutere della funzione, del senso, del futuro possibile alla loro musica. Il Melò around the World , presenterà inoltre, uno spettacolo teatrale di Grazia Di Michele e Maria Rosaria Omaggio basato su testi e canzoni di Italo Calvino, per ricordare i morti della frana di Giampilieri dello scorso anno (1° ottobre Palazzo dei Congressi, ore 21.00). Prosegue la collaborazione con la Rai, da sempre vicina con la sua orchestra, con i suoi dirigenti, con i suoi tecnici, al nostro festival. Verrà proiettata al Palazzo dei Congressi, dalle 15.30 alle 18.00, la serie integrale di C’è musica e musica, il “documentario-inchiesta-performance” realizzato da Luciano Berio per la Rai nel 1972 e che rappresenta, ancora oggi, una testimonianza viva di come fare, in tv, musica, informazione, spettacolo. Chi ha raccolto questa eredità? Molto caro è il passo finale del Festival: la consegna della seconda edizione del Premio Sinopoli per la Cultura a Emma Dante, la regista teatrale che ha debuttato nella regia lirica con una perentoria, e davvero figlia del suo mondo poetico, Carmen alla Scala. La giuria – composta dal compositore Azio Corghi, dal filosofo Sergio Givone, dall’archeologo Paolo Matthiae, dal regista Luca Ronconi – ha indicato il suo nome con convinta unanimità con la seguente motivazione: “Emma Dante non appartiene al gruppo di coloro che si rifanno alla letteratura precedente, ma, legata alla propria memoria, alle proprie radici culturali, sviluppa i temi del suo teatro in modo assolutamente personale con una forza espressiva e un tipo di aggressività visionaria che non è mai esornativa, ma che dimostra, nei diversi esiti, l’impronta di una urgente necessità”.

 

 
 
 

Agguato davanti alla chiesa di Bordonaro, 33enne gambizzato a colpi di pistola

Post n°1203 pubblicato il 20 Settembre 2010 da G.UnCuoreConLeAli
 

MESSINA - In una sparatoria verificatasi questa sera, poco dopo le 19, nel villaggio Bordonaro, un uomo di 33 anni, Giovanni Di Bella, è stato colpito con alcuni proiettili di pistola alle gambe. Di Bella si trovava davanti alla chiesa di Bordonaro, quando è stato affiancato da una moto sulla quale c'erano due persone con il volto coperto da casco. Uno dei due, il passeggero, è sceso dalla moto armato di pistola e ha iniziato a sparare contro Di Bella, colpendolo alle gambe. Le forze dell'ordine hanno iniziato indagini per stabilire il movente dell'agguato e i due responsabili della gambizzazione.

 
 
 

La rapina di 800 mila euro alla gioielleria opera di una banda composta da professionisti

Post n°1202 pubblicato il 20 Settembre 2010 da G.UnCuoreConLeAli
 

TAORMINA - Proseguono senza soste le indagini dei carabinieri della Compagnia di Taormina e degli agenti del locale commissariato per identificare i due ladri che ieri, intorno alle 17, hanno ''assaltato'' una nota gioielleria del Corso Umberto, mettendo a segno un ''colpo'' quantificato in un valore di circa 800 mila euro. I due malviventi hanno immobilizzato e legato la commessa a una sedia per poi razziare orologi e preziosi.  Poi si sono allontanati a piedi probabilmente attesi da alcuni complici. Le indagini delle Forze dell'oredine sono mirate alla ricerca di eventuali tracce lasciate nella zona dai ladri al momento della fuga. Qualcuno avrebbe visto fuggire i rapinatori  e questa stamattina i carabinieri hanno reso noto che uno dei malviventi aveva un auricolare e ciò lascia pensare che i rapinatorii erano in “collegamento” con altri complici. Secondo il racconto dei militari dell’Arma, la meticolosa organizzazione del “colpo”, fa pensare che gli autori alla gioielleria non siano gli stessi della tentata rapina di venerdì 10 settembre al Banco di Sicilia sul Corso di Taormina, che sembrerebbe essere stata in qualche modo improvvisata da alcuni giovani. Al contrario, invece, la rapina al negozio di gioielli di ieri, stando ad altri elementi che sarebbero emersi nelle ultime ore, sarebbe opera di gente esperta, di professionisti.

 
 
 

Messina. Esercito, cambio al vertice del 5° reggimento fanteria "Aosta

Post n°1201 pubblicato il 20 Settembre 2010 da G.UnCuoreConLeAli
 

MESSINA – Alla presenza del generale Luigi Vinaccia, comandante della Brigata meccanizzata “Aosta”, ha avuto luogo, presso la Caserma “Crisafulli Zuccarello”, la cerimonia di avvicendamento del comandante del 5° Reggimento fanteria “Aosta”. Il colonnello Giovanni Riccioni subentra al colonnello Fabrizio Biancone. Un periodo intenso e pieno di soddisfazioni, quello del colonnello Biancone, che ha visto i soldati del 5° Reggimento fanteria “Aosta” impegnati sia nelle missioni fuori area, in Kosovo nel 2009, sia nell'Operazione “Strade Sicure”, nella provincia di Messina, in Calabria e in Campania. Di rilievo, inoltre, l’intervento dei fanti dell’”Aosta” in soccorso alla popolazione in occasione degli eventi calamitosi che hanno colpito le località tirreniche e joniche peloritane (Falcone nel 2008 e Giampilieri nel 2009).
Il colonnello Riccioni, proveniente dai corsi regolari dell’Accademia Militare di Modena, ha prestato servizio presso il 114° battaglione di fanteria, la Scuola di Fanteria, il Reparto Logistico dello Stato Maggiore dell’Esercito, il Dipartimento Impiego del Personale dello Stato Maggiore dell’Esercito, il 17° reggimento fanteria “Acqui” e lo Stato Maggiore della Difesa, ricoprendo, in Patria e all’estero, numerosi e prestigiosi incarichi.
Il 5° Reggimento fanteria “Aosta” vanta oltre tre secoli di storia. Costituito Il 20 febbraio 1690 quale Reggimento fucilieri di Sua Altezza Reale, il 16 settembre 1774 assunse la denominazione di Reggimento di "Aosta". Prese parte ai principali fatti d’arme che caratterizzarono la storia europea dalla seconda metà del XVIII secolo fino alla seconda guerra mondiale. In particolare, si distinse nelle guerre della Lega di Augusta (1690-1697) e di Successione (spagnola 1701-1713, polacca 1733-1735 e austriaca 1742-1748). Peculiare la presenza in Sicilia (1713-1718) culminata con la difesa della Cittadella di Messina assediata dalle truppe spagnole nell’estate del 1718. Sciolto nel 1799, al termine della campagna contro la Francia rivoluzionaria, fu ricostituito nel luglio 1814 assumendo, il 4 maggio 1839, la denominazione di 5° Reggimento. Prese parte alle Guerre d'Indipendenza (1848-49, 1859 e 1866), alla repressione del Brigantaggio (1861) e fornì personale ai contingenti impiegati in Crimea (1855) e nelle guerre d’Africa (Eritrea 1882-1896 e Libia 1911-1912). Nella Prima Guerra Mondiale si distinse per la tenacia e il valore dimostrati nella Battaglia d’Arresto (1917) e in quella successiva della riscossa (1918). Il Secondo Conflitto Mondiale vide il reggimento, inquadrato col gemello 6° e il 22° artiglieria nella Divisione di fanteria "Aosta", impiegato nella difesa della Sicilia nei mesi di luglio e agosto del 1943. Sciolto a seguito degli eventi bellici successivi all'Armistizio dell'8 settembre 1943, si ricostituì il 20 settembre 1944 con il nome di 5° Reggimento Sicurezza Interna "Aosta", con compiti di controllo e presidio del territorio. Il 1° settembre 1946 riprese la denominazione di 5° Reggimento fanteria "Aosta" con sede in Messina.

 

 
 
 

Medicina e Chirurgia,pubblicate le graduatorie definitive per l'accesso ai corsi di laurea

Post n°1200 pubblicato il 20 Settembre 2010 da G.UnCuoreConLeAli
 

MESSINA - Sono state pubblicate sul sito dell’Università di Messina  (www.unime.it) le graduatorie definitive dei corsi di laurea in Medicina e Chirurgia, Teorie e Tecniche della Comunicazione e dell’Editoria, Farmacia, Chimica e Tecnologia Farmaceutiche  e Beni Culturali.
Le immatricolazioni on-line al corso di laurea in Medicina e Chirurgia avranno inizio alle 9 di oggi e fino alle 12del 27 settembre, collegandosi al sito dell'Università degli Studi di Messina.
http://unimesse3.unime.it/esse3/Start.do da qualsiasi computer collegabile ad internet.
Le domande di immatricolazione dovranno essere consegnate personalmente, improrogabilmente, alla Segreteria Studenti della Facoltà di Medicina e Chirurgia, Polo Policlinico, Messina, entro e non oltre le 12 del 27 settembre , pena l'esclusione.

 
 
 

Torrenti jonici a rischio esondazione,improduttivo tavolo tecnico alla Provincia

Post n°1199 pubblicato il 20 Settembre 2010 da G.UnCuoreConLeAli
 

MESSINA – Questa mattina presso l’assessorato alle Politiche del Territorio, Protezione civile e Sicurezza della Provincia regionale di Messina si è svolto un tavolo tecnico per risolvere urgentemente il problema del rischio esondazione dei torrenti Nisi, Pagliara, Savoca ed Agrò. La convocazione del tavolo tecnico era stata richiesta il 10 agosto dal consigliere provinciale capo gruppo Udc – Il Centro con D’Alia Matteo Francilia. Erano presenti all’incontro, convocato dall’assessore provinciale al territorio Gaetano Duca,  sindaci ed amministratori dei Comuni di Sant’Alessio, Santa Teresa di Riva, Furci Siculo, Roccalumera, Nizza ed Alì Terme. Nonostante l’invito a partecipare al tavolo tecnico, hanno fatto registrare la loro assenza  l’ingegnere capo del Genio civile, i funzionari dell’Arpa e della Protezione civile. “I torrenti della zona jonica – ha dichiarato Matteo Francilia – “sono tutti a rischio esondazione, in molti casi infatti l’alveo è nettamente superiore ai centri abitati, come nel caso del torrente Savoca, ecco perché da mesi chiediamo l’interessamento concreto da parte degli Enti competenti per risolvere definitivamente il problema. L’incontro di oggi non è servito proprio a nulla – aggiunge Francilia considerata l’assenza dei principali attori, Genio Civile, Arpa e Protezione civile. Ecco perché gli amministratori presenti insieme all’assessore provinciale al Territorio Gaetano Duca hanno stabilito di convocare un nuovo tavolo nella prossima settimana a Roccalumera al quale seguirà un sopralluogo nei torrenti interessati. Mi auguro – incalza Francilia - che questa volta partecipino oltre agli amministratori locali i funzionari del Genio civile, dell’Arpa e della Protezione civile per porre in essere tutte le procedure indispensabili, ciascuno per le proprie competenze, affinchè si intervenga celermente alla messa in sicurezza  necessaria per contenere il rischio di esondazione, vista anche la possibilità di utilizzare la terra in esubero nei torrenti per il ripascimento delle coste. Ritengo – conclude il consigliere provinciale – sia opportuno inserire all’interno di questa lista di torrenti più a rischio anche il torrente Itala tra i comuni di Scaletta e Itala”.

 
 
 

Oggetto volante luminoso avvistato e ripreso nel Messinese

Post n°1198 pubblicato il 20 Settembre 2010 da G.UnCuoreConLeAli
 

Fotografato e filmato ieri sera uno strano oggetto luminoso nel cielo della costa tirrenica messinese.

Intorno alle 22,30, nel corso di uno spettacolo teatrale a Capo d'Orlando, l'attenzione degli spettatori si e' spostata dal palco al cielo dove si muoveva una sfera, all'apparenza infuocata. I molti testimoni hanno raccontato di aver pensato a un meteorite, ma l'oggetto si e' mosso in direzione orizzontale rimanendo sospeso in aria. Secondo i piu', l'oggetto aveva forma triangolare con un alone di luce emanato ai tre vertici.

 
 
 

Muore in pronto soccorso a Patti, esposto familiari

Post n°1197 pubblicato il 20 Settembre 2010 da G.UnCuoreConLeAli
 

Due inchieste, una della procura l'altra dell'ospedale, sono state aperte per la morte di un uomo nel pronto soccorso di Patti.

I parenti dell'uomo hanno presentato un esposto perche' secondo loro i sanitari dell'ospedale Barone Romeo avrebbero tardato a prestare assistenza al paziente di 71 anni nonostante avesse manifestato i sintomi di un infarto.

 
 
 

Fuori pericolo di vita padre Cucinotta investito da auto

Post n°1196 pubblicato il 20 Settembre 2010 da G.UnCuoreConLeAli
 

Angelo Cucinotta, 80 anni, padre dell'attrice Maria Grazia Cucinotta, e' fuori pericolo di vita: era stato ieri investito da un auto a Messina.

L'anziano si trova ricoverato nell'ospedale Papardo di Messina.

A dare notizie sulla prognosi stamane sono stati i sanitari.

Cucinotta ieri ha avuto un malore ed e' caduto sull'asfalto proprio mentre passava un'auto che lo ha travolto. E' stato quindi trasportato in ospedale dove i medici gli hanno riscontrato un trauma cranico

 
 
 

Altra lite tra medici a Messina: bimbo grave ma migliora

Post n°1195 pubblicato il 20 Settembre 2010 da G.UnCuoreConLeAli
 

Il bimbo partorito al Papardo di Messina, dopo una lite tra medici su quali metodo di parto adottare, ha avuto una sofferenza post ischemica.

''Abbiamo proceduto con la ventilazione e l'abbiamo sedato, intubato ed e' in coma farmacologico'', spiega il professor Ignazio Barberi, direttore della terapia intensiva neonatale del Policlinico di Messina, dove il neonato e' ricoverato. ''Al bimbo - aggiunge - e' mancato l'ossigeno ed e' andato in asfissia. Le condizioni sono serie ma in miglioramento, qualcosa di piu' preciso si potra dire tra una settimana''

 
 
 

Scaletta e Itala.A quasi 1anno dall'alluvione ancora fermi gli interventi sulle strade provinciali

Post n°1194 pubblicato il 03 Settembre 2010 da G.UnCuoreConLeAli
 

SCALETTA - L’autunno è ormai alle porte ma dei previsti interventi sulla viabilità provinciale nelle zone colpite dall’alluvione non si vede ancora traccia. La denuncia è del consigliere provinciale di “Sicilia Vera”, Pippo Lombardo, che ieri mattina ha presentato un’interpellanza al presidente Nanni Ricevuto. “Ho chiesto al presidente – ha spiegato Lombardo – di farsi assegnare le risorse necessarie dal commissario delegato per l’emergenza, senza ulteriori indugi, in modo tale da garantire la giusta serenità a chi quotidianamente percorre queste strade”. Si tratta, nello specifico, della Sp 32 (che unisce Scaletta a Scaletta Superiore), della Sp31 (che conduce alla frazione Guidomandri Superiore) e della Sp29 (nel territorio di Itala). “Non si può più tollerare -  prosegue  Lombardo - che a distanza di quasi un anno da quella maledetta alluvione, non sia stata ancora trovata la copertura finanziaria per garantire la messa in sicurezza di quelle strade”. Sulla Sp32 è prevista la realizzazione di un ponte sul torrente Racinazzi (costo 4milioni e 250mila euro). Sulla Sp31 e sulla Sp29, invece, dovranno essere effettuati interventi di “mitigazione del rischio idrogeologico”, rispettivamente per 880 e 800mila euro. “In particolare - conclude Lombardo -  la priorità dovrebbe essere il ponte sulla Sp32, perché la frazione di Scaletta Superiore rischia l’isolamento”.

 
 
 

Disperso in alluvione Messina riceve ancora rate da pagare

Post n°1193 pubblicato il 03 Settembre 2010 da G.UnCuoreConLeAli
 

E' scomparso nell'alluvione dell'1 ottobre scorso a Scaletta Zanclea (Me) ma alla famiglia arrivano ancora le rate del furgone da pagare.

Lo segnala l'avvocato Simona Lenzo, legale della famiglia di Carmelo Ricciardello, tra i dispersi dell'alluvione. Questa mattina il legale si e' recato dal vice prefetto di Messina per segnalare il caso, spiegando che il finanziamento era corredato da copertura assicurativa in caso di decesso. Ma sia la Finanziaria che l'assicurazione, invitate piu' volte a sospendere gli addebiti, non hanno ancora risposto

 
 
 

Controlli Nas in policlinico Messina

Post n°1192 pubblicato il 03 Settembre 2010 da G.UnCuoreConLeAli
 

I carabinieri dei Nas stanno effettuando controlli in tutti i reparti del Policlinico di Messina.

I militari stanno controllando anche il reparto di Ostetricia e ginecologia, sotto ai riflettori in questi giorni per la lite tra i medici in sala parto e per la denuncia di una donna che doveva abortire e che ha partorito il feto in bagno per la mancata assistenza dei medici.

L'obiettivo dei militari e' quello di verificare la presenza di adeguate condizioni igienico-sanitarie e strutturali.

 
 
 

Lite in sala parto, ginecologo a pm:'Nessuno scontro fisico'

Post n°1191 pubblicato il 03 Settembre 2010 da G.UnCuoreConLeAli
 

''Non c'e' stato alcuno scontro fisico e ho agito secondo le regole''. Cosi' si difende il ginecologo Vincenzo Benedetto, ascoltato dai magistrati.

Il medico del Policlinico di Messina, sospeso dall'attivita', e' indagato per lesioni colpose e omissioni assieme al collega Antonio De Vivo, col quale avrebbe litigato in sala parto mentre una donna era in travaglio. ''Mi dispiace - dice il ginecologo - per quello che e' accaduto. Non ci sono stati ritardi, dalla chiamata dell'anestesista, per il taglio cesareo, al suo arrivo sono passati 20 minuti''

 
 
 

Incidenti stradali:maiale travolto su A18 da 3 auto,4 feriti

Post n°1190 pubblicato il 03 Settembre 2010 da G.UnCuoreConLeAli
 

Tre auto danneggiate, quattro feriti non gravi e un maiale morto. E' il bilancio di un incidente sull'autostrada Catania-Messina.

Secondo la ricostruzione della polizia stradale, il suino sarebbe fuggito da qualche allevamento della zona e avrebbe attraversato l'autostrada, nei pressi di Acireale, rimanendo investito da una vettura, che a sua volta e' stata tamponata da altre due auto. Il maiale e' morto subito e la sua carcassa e' stata affidata a un veterinario dell'Asp per risalire all'allevatore che ne era il proprietario

 
 
 

Sanita': conclusa ispezione Nas a Messina, si vagliano atti

Post n°1189 pubblicato il 03 Settembre 2010 da G.UnCuoreConLeAli
 

Si e' conclusa l'ispezione dei carabinieri del Nas al Policlinico di Messina. Gli investigatori adesso vaglieranno i documenti acquisiti.

Il controllo e' stato eseguito ieri da 30 militari dell'Arma guidati dal comandante del gruppo dei carabinieri del Nas dell'Italia meridionale il tenente colonnello, Ernesto Di Gregorio.

Da fonti investigative si apprende che il lavoro di preparazione della relazione finale non sara' breve. Copia del documento sara' poi trasmesso per conoscenza alla Procura della Repubblica

 
 
 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: G.UnCuoreConLeAli
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 39
Prov: ME
 

FACEBOOK

 
 

***MONUMENTI MESSINA 1***

Fontana di Nettuno

Duomo di messina

Fontana di Orione

Sacrario di Cristo Re

La Madonnina

chiesa di San Giuliano

La Torre dell'Orologio

I Giganti

Palazzo Zanca

 

^_^ DONNE^_^

 

  

 

 

Photobucket - Video and Image Hosting

 

 

 

***MONUMENTI MESSINA 2***

Teatro Vittorio emanuele

Chiesa dei catalani

Santuario di montalto

La Vara

Santuario S.S. Maria del Carmine

Forte S. jachiddu

Arco porta casa Pia

 

ULTIME VISITE AL BLOG

peppinoschifanopinetino09luciana.borronifabel3lo570michelecatozzicioccolata03111983giodevi44giovanni.marutipippoparrinorenato001rinosuviooranto2011roma.robertar
 

***FOTO AEREE***

Lo stretto

Messina

 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

^_^ UN SORRISO UNIVERSALE ^_^

 

 

^_^ UN CLIK ^_^

 

 

 

 

 vaffanculo_1.gif?w=300&h=400

 

 

 

 

***MONUMENTI PROV. ME LATO IONIO***

Fondaco Parrino

 Savoca

Capo Sant'Alessio

Forza D'Agrò

Casalvecchio siculo

 

***MONUMENTI PROV ME LATO TIRRENO***

Barcellona pozzo di gotto

Milazzo

Rometta

Villafranca Tirrena

 

 

....dream....

 

SsereS - Adesivi^_^bySere

glitter graphic

 

***GASTRONOMIA 1***

La focaccia messinese

Il limone INTERDONATO di

roccalumera

Le arance di Trapitello

Frutta martorana di taormina

Salame e provola di

sa'angelo di brolo

Il pesce di torre faro

"u crastu nfurnatu" di san filippo

 

***GATRONOMIA 2***

I funghi di floresta

I fichi di barcellona pozzo

di gotto

La tagliata di tonno di filicudi

(eolie)

Pane casareccio di Naso

Peperoni rossi di sinagra

 

^_^

 

 SsereS - Adesivi^_^bySere

creato da .+*Sere*+.

 

 

 

 

 

***AMICA***

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

***A TUTTI VOI...***

Per te Amico 

Se potessi fermare il tempo
lo farei per te Amico mio
perchè i tuoi momenti più belli
regalassero ai tuoi giorni
una gioia sempre viva.
Se potessi prendere un arcobaleno
Lo farei proprio per te.
E condividerei con te la sua bellezza,
nei giorni in cui tu fossi malinconico.
Se potessi costruire una montagna,
potresti considerarla
di tua piena proprietà;
un posto dove trovare serenità,
un posto dove stare da soli
e condividere i sorrisi
e le lacrime della vita.
Se potessi prendere i tuoi problemi,
li lancerei nel mare
e farei in modo che si sciogliessero
come il sale.
Ma sto trovando che tutte queste cose
sono impossibili per me.
Non posso fermare il tempo,
costruire una montagna,
o prendere un arcobaleno luminoso.
Ma lasciami essere ciò che so essere di più
semplicemente un Amico.

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

***LE ISOLE EOLIE***

Stromboli

Filucudi

Lipari

Salina

Vulcano

Panarea

Alicudi

 

*_^AMORE*_^