**TEST**
Blog
Un blog creato da giulia_770.it il 15/01/2008

A R T E

.... e arte....

 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: giulia_770.it
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 40
Prov: MI
 

ULTIME VISITE AL BLOG

gianluca.mainaspeedy.72mibuttosoloiolaura.v1ARTEABLUstefano480423mariomosca04battleramleri0rmontuschisimona_780carmassimocoppaleggero760nency80
 
 

GIULIA...

 Alcune foto sono reperite sul web, se l'autore le riconosce come sue, basta chiederlo e verranno rimosse al più presto...

Grazie! G/G


 

 

vorrei sapere come mai

Post n°7625 pubblicato il 30 Marzo 2020 da manu78_it

Vorrei sapere come mai "io resto a casa" e muore più gente chiusa nelle case di riposo (che non vanno a correre) chiuse negli ospedali o chiusa in casa con patologie? Io esco: per bisogno o voglia, tu rimani in casa per paura, come avviene il nostro contagio?!? o forse c'è qualcosa nell'aria che non sappiamo. Non moriremo di coronavirus, ma moriremo di angoscia che ci infliggi ogni giorno o di malattie neurologiche o di altre malattie che non possiamo curare, perchè sono saltati tutti i controlli negli ospedali tipo Istituto dei tumori.

 
 
 

Faccio un appello!

Post n°7624 pubblicato il 29 Marzo 2020 da giulia_770.it

L'immagine può contenere: una o più persone e persone sedute
Mi segnalano la situazione di questo anziano, che da 10 giorni vive in strada seduto sempre in questa sedia, a Napoli in Piazza Rodino. Questa foto strazia il cuore.

Mi dicono che è un signore molto perbene. A quanto pare non ha più una casa.

Causa coronavirus è tutto fermo, ma è indegno, immorale, disumano, lasciare un 'anziano in queste condizioni, con il freddo di questi giorni....


Faccio un appello al buon cuore dei napoletani. A migliaia seguono questa pagina: per favore, chi può dia anche una stanza a questo signore.

Forza amici, massima condivisione.
(Pietro tu sa come ti devi muovere e fammi sapere se possiamo fare qualcosa per questo signore poi intervengo io fammi sapere grazie!)

 
 
 

Arte e nutrimento.

Post n°7623 pubblicato il 29 Marzo 2020 da simona_780car

Non c’è bisogno di andare sempre al supermercato per nutrirsi. Questo è cibo per l’anima. Non ci sono code.

http://www.didatticarte.it/Blog/?page_id=12582&fbclid=IwAR3nfRQbJCuU10Luml00UEjF7lVRPNzEGhXp-_J2-GbQ92jOz5za8eMsBPM&sfns=mo

 
 
 

Va anche bene fare un uso strumentale dell'arte, se serve

Post n°7622 pubblicato il 29 Marzo 2020 da giulia_770.it

Ma almeno evitiamo di prendere abbagli clamorosi. Come quando si descrive Hopper come il cantore della solitudine metropolitana

Purtroppo è chiusa, la grande mostra che la Fondazione Beyeler dedica al pittore statunitense. Chiusa per il lockdown che è arrivato anche in Svizzera. Perché dunque parlare di Edward Hopper? Perché è diventato l’icona del nostro isolamento preventivo. Peccato che si tratti di un colossale fraintendimento.

Continua qui : https://www.artribune.com/arti-visive/2020/03/edward-hopper-coronavirus/?fbclid=IwAR1CrKlpm8XMR1HeLus

 
 
 

Nasce l’archivio digitale della memoria culturale e storica italiana

Post n°7621 pubblicato il 29 Marzo 2020 da giulia_770.it

Lemeroteca Torino

Il Polo del ‘900 di Torino si prepara a diventare un grande hub culturale del Nord Ovest con 9centRo, la piattaforma digitale che raccoglie il patrimonio culturale dei suoi 19 enti partner: 85mila documenti, 12mila fotografie, 4mila manifesti sulla memoria storica novecentesca italiana, dalla nascita della Repubblica al Sessantotto. Il progetto era stato annunciato dal suo direttore Alessandro Bollo ad Artribune in una recente intervista e ora, dopo due anni di lavoro, è diventato finalmente realtà. È, infatti, online questa piattaforma open source che consente di integrare e valorizzare il patrimonio archivistico e bibliotecario degli istituti storici e di cultura del Novecento torinese e italiano del Polo, una Fondazione di Partecipazione costituita a inizio 2016 dai tre soci fondatori: Comune di Torino, Regione Piemonte e Compagnia di San Paolo.

 

 
 
 

La natura si fa sentire!!!!

Post n°7620 pubblicato il 28 Marzo 2020 da pietro_791.it

ninini eh miss!!!
ops nani! ahahahah

 
 
 

Restare a casa per alcune donne che vivono in una condizione di violenza è ancora più pericoloso!

Post n°7619 pubblicato il 25 Marzo 2020 da mimma_serena

 

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Il Centro Ascolto Soccorso Donna della ASST Santi Paolo e Carlo di Milano è attivo! Il Centro si trova presso il presidio dell'Ospedale San Carlo (dettagli in locandina) Se hai bisogno di aiuto chiama al numero 02/4022.2366 335/6589806 o scrivi alla mail soccorso.donna.hsc@asst-santipaolocarlo.it Il numero nazionale 1522 è attivo h24 C'è sempre un'operatrice della nostra equipe pronta a dare aiuto e sostegno per le donne vittime di violenza.

 
 
 

Psicologi di tutto il mondo preparatevi, al rientro ci sarà parecchio lavoro!

Post n°7618 pubblicato il 25 Marzo 2020 da manu78_it

"Seguo mio marito per vedere se mi tradisce"

La polizia di Nettuno (Roma) durante i normali controlli per il rispetto della quarantena ha fermato un'auto con a bordo una donna in pigiama. Incredibile il motivo che la donna ha utilizzato per evitare la sanzione: sto pedinando mio marito per capire se mi sta tradendo. Gli agenti non hanno potuto fare altro che far partire la denuncia...."Seguo mio marito, lo voglio beccare con l'amante". E' l'incredibile frase pronunciata da una 60enne finita nelle mani della polizia in servizio sulla Nettunese. La donna, in pigiama, ha detto di essere uscita di corsa per seguire il marito, voleva sorprenderlo con l'amante, e aveva quindi deciso di pedinarlo per poi fotografarlo.

E niente... lo sbarellamento mentale e uno degli effetti collaterali della quarantena.Mah!

 
 
 

Abbracciamoci a distanza

Post n°7617 pubblicato il 22 Marzo 2020 da giulia_770.it

Ho sempre trovato le parole per esprimere ogni emozione, per raccontare attraverso immagini quello che i miei occhi vedevano e, se le parole non arrivavano da sole, sperimentavo, studiavo, le cercavo fino a trovarle.
Sempre... fino ad oggi.
Oggi non riesco a spiegare una fila di camion dell’esercito che traporta i corpi di chi è morto solo in un letto di ospedale.

Perché nessun luogo è troppo lontano per non sentire il dolore nel petto e le lacrime arrivare fino agli occhi....
Perché Bergamo, Brescia e tutti i luoghi più colpiti non sono diversi nel mio cuore da quello che considero casa mia.
Ed è così, senza trovare le parole per dire quello che sento, che io e la mia famiglia vogliamo stringere in un forte abbraccio tutti quelli che da nord a sud hanno perso i loro cari, tutti quelli che non hanno potuto dare loro un ultimo saluto, tutti quelli che ancora stanno combattendo, tutti quelli che ce l’hanno fatta, tutti i medici ed il personale sanitario che stanno mettendo a repentaglio la propria vita per aiutare chi è in difficoltà, tutti quelli che riescono a rimanere uniti anche se a distanza.
Che questo tragico momento di dolore possa presto trasformarsi in luce, saggezza e amore per la vita.

‘Andrà tutto bene ’ dice ogni giorno mia sorella a sua  figlia  accarezzandole il volto..io ci credo...
Rimaniamo nelle nostre case: questo è il più grande contributo che possiamo dare.

 
 
 

Non abbandonateli

Post n°7616 pubblicato il 21 Marzo 2020 da pietro_791.it

L'immagine può contenere: gatto, il seguente testo

ecco il tuo schizzo!!

 
 
 

mah cerchiamo di sorridere un po'...

Post n°7615 pubblicato il 20 Marzo 2020 da giulia_770.it

... la mia amica stamattina mi ha detto che chiusi in casa si impazzisce... IO le ho risposto che non e' affatto vero... Tant'é che poi subito dopo
ne ho parlato con il frigorifero , ma e' un tipo troppo gelido... di pochissime parole... Mi fa venire brividi di freddo...
L' unico con cui riesco a chiacchierare meglio e' il forno... ma si scalda subito... è fumantino... e finiamo con il litigare...più tardi proverò con l' aspirapolvere... ma se la tira troppo...quindi credo che parleró con la lavatrice....sembra che oggi gli gira bene...

 
 
 

Noi siamo sempre gli stessi.

Post n°7614 pubblicato il 20 Marzo 2020 da simona_780car

"Smettetela con i cartelli fuori dell’ospedale per noi. Smettetela con le iniziative vergognose e umilianti di chiederci di farci le foto in servizio con l’hastag CiPrendiamoCuraDiVoi. Noi siamo sempre gli stessi. Gli stessi che offendete in ambulatorio perché non possiamo assicurarvi una visita in tempi brevi, come se fosse colpa nostra. Gli stessi che aggredite in pronto soccorso. Gli stessi che minacciate in continuazione di denunciare e che poi denunciate in continuazione"

Ok.. Sono risposte emotive a un momento non facile. So che voi lavorate sempre con coscienza ma i cittadini hanno un cuore e cercano in questo modo di farvi capire che siete apprezzati e siamo la maggioranza a pensarla così. Capisco anche la vostra di emotività e la vostra rabbia ma insomma se fra tante critiche vi arrivano anche gli elogi è giusto che gli accettate.

 
 
 

Sono arrabbiata!

Post n°7613 pubblicato il 20 Marzo 2020 da manu78_it
 

... Che strano Paese il nostro...
... Stiamo combattendo una guerra contro un cavolo di nemico invisibile... ogni giorno si contani centinaia di morti e migliaia di contagiati...ci dicono che dobbiamo STARE a Casa... e solo stando a casa ci SALVA la VITA...
E noi invece che facciamo?
Tutti a un tratto ci trasformiamo in novelli maratoneti...addirittura
si chiede in prestito il cane al vicino per portarlo in giro...persone che tra l'altro non hanno mai amato i cani...

Ci inventiamo di tutto pur di uscire da quella casa divenuta "prigione" salva-vita...
No, noi non siamo incoscienti... Siamo di più! Siamo degli idioti...degli imbecilli... per non dire altro... Persone razionali non hanno di certo bisogno dello spauracchio dell'arresto... delle ammende... dell'Esercito o di ordinanze restrittive...
A Bergamo bacerebbero la terra pur di potersi trasferire in una regione  più sicura...
Loro si' che stanno conoscendo l'Inferno...poveretti!!!
Non possiamo permetterci il lusso di sfidare la sorte perche' il virus e' in agguato... dietro ogni stretta di mano... Mancano le strutture mediche da noi... In questa ns terra già martoriata di suo... I medici stanno morendo...
E se l'invisibile NEMICO uscira' sconfitto... non lascera' famiglie e affetti su questa Terra...
NOI SI'!!!

 
 
 

museichiusi- iorestoacasa

Post n°7612 pubblicato il 19 Marzo 2020 da giulia_770.it

Anche il PAC Padiglione d'Arte Contemporanea di Milano risponde all'appello #museichiusimuseiaperti #iorestoacasa e lancia i Family LAB Digitali del PAC, brevi video pensati come un’estensione web dei laboratori per famiglie che lo spazio milanese da anni organizza per le sue mostre. In questa prima serie si parte da un confronto tra due artisti, uno dei quali ha esposto proprio al PAC in passato, per poi sperimentare e giocare insieme ispirati da un'opera o da una particolare tecnica. I laboratori saranno settimanali e visibili per ora sui canali Instagram e Facebook di @pacmilano, presto disponibili anche su Youtube

 
 
 

Riscoprire Frida Kahlo

Post n°7611 pubblicato il 19 Marzo 2020 da giulia_770.it

Riscoprire Frida Kahlo, ma senza uscire di casa: la mostra digitale di Google Arts con più di 800 opere...

Con i musei chiusi e l'obbligo di restare a casa, nel rispetto delle norme attuate dal Governo per affrontare l'emergenza coronavirus, è l'arte che viene da noi. Si moltiplicano le iniziative di importanti musei nazionali e internazionali, che mettono a disposizione degli utenti tour virtuali gratuiti. Ed è il momento giusto anche per riscoprire progetti esistenti da tempo, comeFaces of Frida, la meravigliosa retrospettiva interamente digitale dedicata a Frida Kahlo. Per entrare nella vita e nelle opere dell'artista messicana, tra le più amate del XX secolo, vi basta un pc o uno smartphone, al resto ci ha pensato Google Arts & Culture.

 

Riscoprire Frida Kahlo, ma senza uscire di casa: la mostra digitale di Google Arts con più di 800 opere


La piattaforma, che funziona da museo virtuale con milioni di opere ad alta risoluzione e contenuti multimediali, ha collaborato con ben 33 musei di sette Paesi, esperti e critici d'arte per racchiudere in un solo luogo più di 800 opere di Frida Kahlo, ma anche fotografie, lettere private, oggetti preziosi e abiti da lei indossati.
 
 
 

Tolleranza zero...

Post n°7610 pubblicato il 18 Marzo 2020 da giulia_770.it

Faccio un altro  appello a tutti quanti ma in particolare ai giovani che ancora non hanno capito la gravità del problema... e rivolgo anche un severo richiamo al ruolo di genitori di quei ragazzi che ancora vagano senza alcuna motivazione sul territorio a rispettare le normative impartite dal governo nazionale per l’emergenza Covid-19.Non rispettare l’ordinanza è reato penale ed è prevista anche una ammenda . Rispettiamo le regole per il bene di tutti . Restiamo a casa. Tolleranza zero !

 
 
 

“Il governo dice di restare a casa: ma io che non ho una casa cosa devo fare?”.

Post n°7609 pubblicato il 17 Marzo 2020 da simona_780car

Io in quarantena a Torino..

È quello che si chiedono le centinaia di persone senza fissa dimora che in questi giorni devono affrontare nuove difficoltà anche a causa del coronavirus. Di notte stanno nei dormitori, dove non sempre è semplice garantire le distanze di sicurezza, di giorno vagano per la città.

La Federazione Italiana Organismi per le Persone Senza Dimora (Fio.psd) ha lanciato un appello "#iostoacasa ma... chi non ha una casa?" per affrontare la questione. Si chiede di tenere aperti dormitori e centri che accolgono le persone senza fissa dimora e non diminuire, anzi aumentare, i servizi a loro dedicati. Eppure molte attività, almeno a Torino, sono già state sospese: dall’ingresso dei volontari, che spesso aiutano nel momento del pasto, ad alcuni servizi diurni che comprendono anche l’utilizzo delle docce. Sempre per rispetto delle regole imposte per evitare il contagio da coronavirus.

A Torino alcuni si sono attrezzati come possono: il Sermig ha attivato misure come la consegna di gel igienizzanti all’ingresso e ha chiesto alle donne con bambini di restare all’interno delle strutture anche di giorno, per evitare l’uscita e l’ingresso quotidiani, più difficili da gestire. Non è possibile però, considerati i numeri, fare lo stesso con gli uomini accolti, che sono un centinaio: e che quindi ogni mattina devono nuovamente uscire dalla struttura e stare in strada. Mancano luoghi pubblici dove fermarsi e restare qualche ora a scaldarsi e sono sospesi quasi ovunque i servizi diurni...

ciao Kikka a presto...

 
 
 

"Forse adesso possiamo sentire meglio quello che provano queste persone"

Post n°7608 pubblicato il 15 Marzo 2020 da manu78_it

C’è chi interpreta le raccomandazioni della sicurezza con spavalderia e superficialità, mostrandosi scettico ed evitando di credere alle “catastrofiche” notizie dei telegiornali, continuando ad affollare pub, centri commerciali o i circoli bocciofili dove una birretta passata di mano in mano o una partitella a carte a distanza ravvicinata, corredata da urli, tosse e starnuti, non può farci alcun male, anzi ci distrae. Costoro sono inclini a un pensiero magico, considerano le regole esagerazioni, sfoggiano un sorrisetto spavaldo e sprezzante per chi si mostra disciplinato....Ma questa epidemia, con l’identificazione delle zone rosse, introduce un altro elemento: l’ansia di non poter attraversare i confini, la paura di non poter disporre, a proprio piacimento, della vicinanza dell’altro, delle persone della propria famiglia di origine. Ormai è usuale per i giovani studiare o lavorare fuori del loro luogo di nascita, ma il cordone ombelicale rimane attaccato alla propria terra, alle proprie origini, ed è importante che le vie di ricongiungimento vengano lasciate aperte.

Coronavirus, nella notte presi d’assalto i treni nelle stazioni di Milano. “In molti senza biglietto, disposti a pagare la multa pur di partire”

Di notte alla stazione di Milano le persone si affollavano per tornare a casa prima di rimanere bloccate. Probabilmente erano le persone più giovani della famiglia, i migranti interni, coloro che avevano avuto la forza di uscire da un paese o da una regione che offriva meno per cercare lavoro o andare a studiare in una regione con maggiori opportunità, persone che in quel momento sentivano l’urgenza di ricongiungersi alla famiglia o per proteggere o per essere protetti prima di essere bloccati da qualcosa di invisibile, misterioso e terrorizzante che stava accadendo.

 
 
 

Come utilizzare il nostro tempo a casa?

Post n°7607 pubblicato il 13 Marzo 2020 da simona_780car

Per esempio, viaggiando nel tempo con le storie dall' Archivio. Ecco lo spunto di oggi

Touring Club Italiano...

Attraverso le immagini di Digitouring, un viaggio negli anni Cinquanta-Sessanta Basilicata: un viaggio nel tempo perduto con le foto del nostro archivio

continua qui : https://www.touringclub.it/news/basilicata-un-viaggio-nel-tempo-perduto-con-le-foto-del-nostro-archivio?fbclid=IwAR3aXIVegXtBHL-ZG27VN-PCrtzh-usIZstPCDd3NdBs00BxZBWge3c25WA

 
 
 

Quelli che amano le grandi mostre

Post n°7606 pubblicato il 13 Marzo 2020 da simona_780car

In questo periodo di chiusura dei musei, ci sono indirizzi web che consentono di comunque di ammirare i grandi capolavori dell'arte, fin nei minimi particolari

Tutta l’opera di Jan van Eyck online. Un sito permette di osservare i quadri da vicino:

leggete qui :https://www.artribune.com/arti-visive/archeologia-arte-antica/2020/02/tutta-lopera-di-jan-van-eyck-online-un-sito-permette-di-osservare-i-quadri-da-vicino/?fbclid=IwAR1xP5wC5HeYPRb-Md1p02_nDkoKkAz3lmrZCaQCOCnS4_z_5KIA9IuuD98

 
 
 
Successivi »
 
 

Chiedo a chiunque passi di qua di mantenere un tono basso, qui non si urla nè si offende nessuno. Ogni vostro pensiero è ben accetto, come ogni critica, ma sempre nel rispetto reciproco.

Grazie!

 

ULTIMI COMMENTI

hai assolutamente ragione!
Inviato da: massimocoppa
il 30/03/2020 alle 10:30
 
Grande Gas 🤣 ocio allo stendino che vuole aver...
Inviato da: speedy.72
il 29/03/2020 alle 14:24
 
:))
Inviato da: pietro_791.it
il 21/03/2020 alle 18:40
 
E' successo anche a Milano. E infatti si è disposto...
Inviato da: stefano_75sc
il 18/03/2020 alle 10:58
 
Spero che sia una notizia falsa. multare i senza tetto...
Inviato da: Fabio
il 18/03/2020 alle 10:56