Creato da gargouille il 30/05/2006
e ora?
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Ultime visite al Blog

linda_86xxxnathalie71cirilo10trielina3alberto9Sara_GOLDlatuapiccolaevaLAURA179topsienneShanice
 

Ultimi commenti

e di nuovo...
Inviato da: laurapintu
il 25/07/2008 alle 16:15
 
... te lo sei scordato di nuovo! hihiih
Inviato da: pulcenelcuore
il 22/08/2007 alle 09:48
 
ma l han fatto pure i miei cugini stò sentiero n.1.......
Inviato da: fragolina85dgl
il 29/03/2007 alle 20:12
 
Te lo sei scordato di nuovo ?
Inviato da: Lupo_DeLupis
il 30/01/2007 alle 12:19
 
Io nn sapevo nemmeno che ce l'avevi //cerotto
Inviato da: limoncellina
il 26/01/2007 alle 13:42
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

 

cavoli!

Post n°12 pubblicato il 02 Novembre 2006 da gargouille

mi ero quasi dimenticato di aver un blog...che distratto che sono!!!

 
 
 

Vecchie glorie nuove emozioni

Post n°11 pubblicato il 10 Settembre 2006 da gargouille
Foto di gargouille

Lucio Battisti-Emozioni

Seguir con gli occhi un airone sopra il fiume e poi
ritrovarsi a volare
e sdraiarsi felice sopra l'erba ad ascoltare
un sottile dispiacere
E di notte passare con lo sguardo la collina per scoprire
dove il sole va a dormire
Domandarsi perche' quando cade la tristezza
in fondo al cuore
come la neve non fa rumore
e guidare come un pazzo a fari spenti nella notte
per vedere
se poi e' tanto difficile morire
E stringere le mani per fermare
qualcosa che
e' dentro me
ma nella mente tua non c'e'
Capire tu non puoi
tu chiamale se vuoi
emozioni
tu chiamale se vuoi
emozioni
Uscir dalla brughiera di mattina
dove non si vede ad un passo
per ritrovar se stesso
Parlar del piu' e del meno con un pescatore
per ore ed ore
per non sentir che dentro qualcosa muore
E ricoprir di terra una piantina verde
sperando possa
nascere un giorno una rosa rossa
E prendere a pugni un uomo solo
perche' e' stato un po' scortese
sapendo che quel che brucia non son le offese
e chiudere gli occhi per fermare
qualcosa che
e' dentro me
ma nella mente tua non c'e'
Capire tu non puoi
tu chiamale se vuoi
emozioni
tu chiamale se vuoi
emozioni

La canzone di  Battisti credo che sia una delle più belle definizioni di ciò che sono le emozioni…nel bene e nel male…

Ciò che spesso più condiziona la nostra vita e le nostre scelte sono emozioni che abbiamo vissuto e che forse disperatamente vogliamo ri-vivere o evitate…

Le emozioni vengono dalle persone o dalle cose che te le sanno dare… o forse sono sempre li…li…li dentro di noi che chiedono solo di esser prese per mano...essere vissute senza pudori…

L’ultima vera emozione che mi ha dato una persona è stata ormai un po’ di tempo fa…come cornice lago,stelle e un pontile che non capivo se mi teneva sospeso sull’acqua o mi faceva volare a mezz’aria quando non chiedevo altro che perdermi nel cielo…

Non è di ciò che però voglio parlare ma un emozione che mi ha travolto qualche giorno fa grazie ad un oggetto.

Spesso sentivo dire al mio capo che anche lui aveva una moto ma non sapendone marca e modello visto la non eccessiva stima che provo nei suoi confronti immaginavo che si trattasse di qualche due ruote triste.

Se non ricordo male mercoledì sera mi fa”Massimiliano la mia moto ha bisogno di fare strada,l’ho assicurata e revisionata ma non la uso mai,ti va di prenderla per un mesetto?”

Dopo la perplessità iniziale e il compiacimento per la fiducia che ripone in me decido di accettare.

Mi faccio accompagnare a casa sua con casco e giubbino da moto…arrivo ed è già accesa…

lei chi è?

Trattasi di una bellissima honda four ss del 1976,4 cilindri,400 cmc di cilindrata,blu con la sella in pelle bianche,gomme nuove michelin,uno scarico vecchio stampo 4 in 1 lucido e cromato e un rumore che sa di melodia per chi ama i motori.

Dopo le prime spiegazioni del caso fremo dalla voglia di salire...

Ad un tratto sono li…seduto sulla sella…manubrio stretto fra le mani…sguardo fisso estraniante tipico di quando guido…metto la prima…mollo la frizione…la moto si muove…e quello che parte è il mio cuore che palpita a mille.

Un emozione fortissima…solo le cose speciali o che per lo meno lo sono per noi sono in grado di darti una cosi forte scarica.

Ho guidato molti altri mezzi ma non c’entra….è come il primo bacio che dai ad un persona speciale…puoi averne  dati altri mille prima ma solo quello quando arriva ti sconvolge per la violenza con cui ti travolge.

Dopo pochi metri fuori del garage inizio a capire che non stò sognando…stò guidando un pezzo di storia,sono quasi imbarazzato a spalancare il gas ma poi sembra quasi di sentire che è lei che te lo chiede…è lei che ti chiede di cantare come ha fatto in passato…cantare per far sognare.

Il freddo giudizio tecnico è di quelli cattivi come normale che sia,i freni sono davvero un'altra cosa rispetto alle moto d’oggi,telaio molto rigido,pochi cavalli,posizione di guida non certo delle migliori e un peso certamente non semplicissimo da gestire.

Ciò che però emoziona è il valore intrinseco…il fatto per esempio che è una delle prime 4 cilindri prodotte in giappone dalla honda e che poi hanno conquistato il mercato americano prima e europeo poi,è una delle prime dotate di freno a disco anteriore(il disco è ancora pieno e non bucherellato come gli attuali).

La cosa che davvero mi rende fiero di averla tutti i giorni ormai fra le mani mentre vado in ufficio è di guidare ciò che per un determinato periodo storico è stato il massimo che la tecnologia era in grado di produrre,è stata una parte di storia,prima c’era altro poi è arrivata lei…

All’epoca si trattava di un peperina e un po’ lo fa ancora sentire,davvero un emozione guidarla…senti come si fa portare bene al limite e come è onesta nel comportamento stradale,dove la metti in curva stà..solo c’è da tararsi sui suoi limiti…è lei la signorina che detta le sue leggi ma come per una donna stupenda di cui siamo perdutamente innamorati un po’ è normale essere disposti a fare l’uomo zerbino per accontentarla.

Se non sbaglio a metà ottobre devo ridarla al suo legittimo proprietario e già all’idea mi rattristisco…ma come per ogni emozione bella che qualcosa o qualcuno ci ha dato è giusto guardare avanti sereni senza fossilizzarsi nei ricordi…in fondo nuove emozioni possono sempre arrivare!!!

 

 

 

 

 
 
 

da sabato niente ufficio quindi...

Post n°10 pubblicato il 03 Agosto 2006 da gargouille
Foto di gargouille

cavoli...è parecchio che non scrivo più nel mio blog...forse non ho più cose da dire...ho forse ho solo paura di dirle...ma dirle a chi?ovviamente a me stesso!!!

ufff...da sabato sono ufficialmente in ferie...quindi...urge programma!!!

ho un idea che cullo dallo scorso anno...purtroppo andò in fumo per colpa di quel maledetto incidente in moto fatto il 14 di agosto...

l'idea si chiama "sentiero n° 1 dell'adamello".

cos'è?

sostanzialmente è un percorso da fare in quota che attraversa il parco dell'adamello da sud a nord o viceversa(dipende da come lo si percorre)

l'intero percorso è separato da tappe(di circa 5 ore di cammino l'una dall'altra),ad ogni tappa c'è un rifugio in cui si può dormire e mangiare. l'intero percorso è praticamente sempre sopra i 2000 m quota arrivando in alcuni a casi ai 2600 m.

ad alcuni di questi rifugi ci sono già arrivato con escursioni di uno o massimo due giorni...ma l'obiettivo vero è fare tutto il percorso!!!

il tempo totale di percorrenza è molto variabile..infatti basta pensare bene alle singole tappe...chi ha camminato ancora in montagna per 5 ore consecutive sà bene che non è una cosa tanto semplice nemmeno per una persona bene allenata..quindi c'è da valutare la tenuta delle gambe..probabilmente alcuni giorni farò la pazzia di fare due tappe in un giorno... ma in altri casi dovrò assolutamente fare una sola tappa per permettere ai muscoli di recuperare. alcuni ciclisti del mio paese molti anni fa,fra cui il padre di un mio caro amico hanno fatto l'intero percorso in 6 giorni (il percorso non è circolare ossia arrivati alla fine si è ancora nel punto di partenza ma arrivati all'ultimo rifugio ai piedi del ghiacciaio si deve fare la stessa strada dell'andata per tornare alla macchina!)ossia per più di un giorno hanno fatto due tappe!!!semplicemente da panico ...quando me l'hanno raccontata ancora sembravano tremare dai dolori fisici ma alla classica domanda :"lo rifaresti?"o "ne è valsa la pena?" non hanno avuto esitazioni a rispondere...SI!!!

sò che non sono sicuramente al top della forma,ho un unghia che rompe parecchio le scatole al piede sinistro e la caviglia destra che ogni tanto mi fa male per l'incidente in moto dell'anno scorso...ovviamente il vero quesito sarà se resiterò per ore e ore di cammino o i dolori emergeranno...in tal caso sò bene che dovrò rimandare al prossimo anno e tornare prima del previsto a casa.

Ho già parlato di questo mio progetto a molte persone e tutti mi pongono le stesse domande”con chi vai?” e “perché lo vuoi fare?”

Con chi vado è presto detto…da SOLO

fa parte del mio carattere cercarmi degli spazi per stare solo con me stesso e un po’ sono proprio fatto cosi…un po’ come un lupo solitario che gli stà stretto il branco…

perché lo faccio?

Perché amo la montagna e so che vedrò cose stupende

Perché amo stare in mezzo alla natura vera,rude,selvaggia

Perché voglio mettere alla prova me stesso fisicamente e mentalmente

Perché voglio stare per i cavoli miei per  pensare

Perché voglio capire alcune cose di me

Perché voglio poter essere me stesso fino in fondo per qualche giorno senza paura che nessuno mi giudichi...con l’obiettivo di continuare a farlo anche quando scenderò di quota

ecco un link che chiarisce con tanto di foto cosa vorrei fare...vorrei propio seguire il percorso cosi come indicato nel sito http://www.altaquota.it/SchedaAltaVia.asp?IdAltaVia=1

 
 
 

21 giugno 2006

Post n°9 pubblicato il 21 Giugno 2006 da gargouille
Foto di gargouille

finalmente credo di aver risolto i vari  problemi che tormentavano il mio pc...è stano e fa sorridere che sistemo i pc di tutti o quasi come hobby o giù di li ma il mio lo trascuro e dopo un pò giustamente sbotta!!!ho già un paio di blog pronti in cui mi diverto a ragionare su un pò di cose ma voglio aspettare un pò a pubblicarli finchè non saranno belli organici come dico io!!!

stasera sono un pò out ma lo stesso volevo buttare giù due righe su tutta la menata dei referendum...

chi mi conosce bene sà come la penso politicamente,sa da quanti anni seguo la politica,sà che sono anche stato tesserato molti anni fa... ma non mi sembra interessante parlarne ora...

quello ci tengo a dire che sicuramente,come ho sempre fatto,andrò a votare...è assolutamente mio diritto e anche se il mio voto singolo conta poca mi sembra sempre importantissimo darlo

cosa voterò?

ammetto che ci ho pensato parecchio...la prima cosa che ho fatto è stata documentarmi su cosa implicava questa riforma...poi visto nella vita non mi occupo di leggi ma tutt'altro ho pensato bene di andare a vedere cosa dicono in proposito i vari partiti politici compreso quello per cui ho votato.

l'idea che mi sono fatto è molto semplice,sicuramente la nostra costituzione ha bisogno di modifiche...ma il fatto che vengano approvate quelle fatte da una sola parte a priori non mi sembra corretto.

delle riforme che modificano il cuore stesso del nostro stato devono,a mio giudizio,essere fatta con una ampia intesa parlamentare...che non vuol dire approvata e sostenuta da tutti ma nemmeno solo da una esigua maggioranza.

quindi domenica andrò sicuramente a votate NO!

 
 
 

tre tipi di errori

Post n°8 pubblicato il 14 Giugno 2006 da gargouille


visto che stò vivendo una situazione strana nella vita per molti motivo ho pensato che mettendo alcune cose nelle mia testolina e provando a ragionare magari non salta fuori nulla di buono ma intanto non penso ad altre :-)
dalla serie …sembro stupido...e un po’ lo sono davvero!!!
Come molti che mi conoscono sanno(altrimenti gal dise ades)io ho studiato(parole grosse) da geometra,diplomato nel 1999 con una votazione scandalosa solo perché facevo gli occhietti dolci alla prof di diritto….fra le tante materie di studio c’era la topografia che non è il disegno della topa(mmmmmmmmmmmm mi viene fame) ma è sostanzialmente(dalla serie parlo come mangio) il rilievo della superficie terreste e la sua restituzione grafica;ciò avviene mediante degli strumenti di varia natura che variano in base a distanze da misurare e precisione che si vuole ottenere.
Principio base da tenere sempre presente è che in ogni misurazione si può incorrere in tre tipi di errori ossia:errori grossolani,errori sistematici,errori dovuti ad imprecisioni degli strumenti o limiti della rappresentazione....

e allora mi direte voi?
arrivo presto al dunque...la cosa interessante che mi ha fatto sorridere è provare ad applicare questo tipo di analisi a quelli che sono gli errori della vita comune.
partiamo dal primo:

errore grossolano

l'errore grossolano è quando si fa uno sbaglio grossolano appunto...facciamo un esempio pratico
sabato sera...sei in disco con un gruppo di amici,ad un certo punto vedi che una donna ti fissa...ti fa l'occhiolino...e tu in quanto uomo quindi maiale ti avventi sulla preda...cosa scopri?la tipa guardava il tipo dietro di te->errore grossolano....sei un pirla e un illuso...le donne fanno gli occhiolini e ci provano sempre solo con i tuoi amici e mai davanti a te(è una legge fisica direi...ogni uomo racconta in presenza di altri uomini cioè che vorrebbe ma non succede mai...)

errore sistematico

riesci per vie di vario genere ad avere un pò di numeri di donne e ti organizzi la settimana a rotazione...ogni sera però a cena mangi in ordine sparso:

  • bruschette all'aglio
  • pasta e fagioli
  • taleggio
  • cotecchino fritto
  • pollo all'aglio
  • faraone ripiena(con l'aglio)
  • 22 cipolline in salsa
dopo questa cenetta sistematicamente non ti lavi i denti,non sgagni vigorsol etc...
esci e stranamanete nessuna ti si avvicina,ti bacia etc...
->errore sistematico

errore dovuto all'imprecisione

sembra banale ma non lo è e spesso può creare dei veri casini
le imprecisioni che nascono in questa vita moderna sono molte esempio:
  • mandi un sms del tipo..."è stato bellissimo ieri sera"...alla persona sbagliata e di solito non sbagli mai mandando un sms del genere ad un tuo amico che corre in moto con te ma lo manderai sempre ad un tipa che ti piace..con cui esci da poco e con la quale ti spacci per bravo ragazzo...
  • mandi un sms del tipo..."sento ancora il tuo profumo sulla mia pelle"...ma sono passati ormai 4 giorni del'ultima volta che l'hai vista al che ti sgama che o menti e l'sms era per un altra o sei un puzzone e non ti lavi,in entrambi i casi non è bello
  • "i tuoi stupendi occhi marroni come la mer...la mer...la merenda"tenti il salvataggio in cornen ma hai già perso mille punti
  • "i tuoi occhi azzurri mi fanno sognare"...si peccato che ha delle lenti a contatto e ha gli occhi neri
  • stai facendo sesso...o meglio...lei lo stà fancedo a te(i lavoretti vanno sempre bene)...sei li con gli occhi girati all'indetro da tanto che è brava...e nella foga dell'attimo sbagli nome...chiami in ordine di apparizione..la sua migliore amica,la sua peggiore nemica,sua mamma,la suora che ti teneva all'asilo...
la lista di questi errori dovuti ad imprecisioni è davvero lunga e mi riprometto di aggiornarla.




 
 
 

IL "MIO" ALBERO

Post n°7 pubblicato il 08 Giugno 2006 da gargouille

Facevo le elementari…e come spesso capita nei pomeriggi di maggio quando la scuola volge al termine e le giornate si fanno belle andavo a casa di un mio caro amico con altri bambini come me per giocare…
Vicino alle casa del mio amico c’era “il monte” che oggi mi fa sorridere come definizione ma quando hai sei anni o giù di li tutto ti sembra più grande…da questa modesta collinetta con un po’ di boschetto intorno vedevi tutto il paese...c’erano campi dove giocare a pallone o fare i matti in bicicletta… Sopra questo monte c’era e c’è ancora un albero…
È un albero stupendo…non so quanti anni ha…ne di che essenza si tratta…ma è stupendo…
Quando lo guardavo da lontano con quella sua folta chioma sembrava non finisse più…poi una volta…giocando con gli amici…abbiamo deciso di salire…
Non sono mai stato esile mentre i miei amici si…quindi ero quello che aveva più difficoltà…sono salito per ultimo ma ce l’ho fatta…
Sopra il primo ramo mi sono fermato…ero solo qualche metro da terra…ma in fondo…non ero mai stato cosi vicino al cielo…avevo le vertigini…era qualcosa di nuovo…un po’ mi faceva paura…ma non volevo scende…volevo solo stare li… Sembrava irraggiungibile…e invece…con un po’ di coraggio…ero nella sua chioma…coccolato dalle foglie…mi sentivo bene…ero forte…non avevo bisogno di altro…
Anche oggi di alberi ne vedo tanti…ma nessuno è come quello…l’unico che mi ha portato vicino al cielo…

 
 
 

sono un ragazzo fortunato

Post n°6 pubblicato il 06 Giugno 2006 da gargouille


Meditando e riflettendo ho ritenuto opportuno dare una svolta al mio blog perché cosi com’è impostato sembra che sono prossimo al suicidio…ok…sicuramente i “problemi di cuore” che mi affliggono mi destabilizzano parecchio ma indubbiamente ci sono anche delle cose positive nella mia vita…quali?
Azz …dai allora vediamo…
Come dice jovanotti(lasciatemelo chiamare cosi dai…)…

Sono un ragazzo fortunato
 
Ora devo solo riuscire ad argomentare questa pesantissima affermazione...
Vediamo subito

Nonostante tutto sono un ragazzo fortunato perché

• Gli anziani mi dico sempre”ta set furtunat che ta ghet la salute,tegnen de chent”…che tradotto vuol dire qualcosa del tipo…sei fortunato che hai la salute,tienila con giudizio.
Oggettivamente è vero…sono molto sano!credo che come per molte cose e come per le persone speciali…la salute è una delle cose che quando non ce l’hai ti manca!!!io almeno da questo punti di vista sono fortunattismo!non ho praticamente mai avuto niente,mai perso giorni di scuola,mai medicine,mai punture,mai nulla di nulla!...dai però come tutti sono umano quindi come achille aveva il famoso tallone d’achille…massi ha il famoso ditone di massi!!!ci rido sopra ma ormai da anni ho un unghia che mi rompe le balle e non mi decido a farmela togliere!!!:-) a parte questo acciacco altro piccolo punto dolente che spero di risolvere è il mio problemino alla caviglia!
L’incidente in moto dell’anno scorso non ha rotto nulla di fisico in me…ma la distorsione al ginocchio e alla caviglia mi hanno segnato parecchio…a parte il fastidio che ancora a distanza di 10 mesi sento…ora ho un po’ più paura,rischio di meno complessivamente vado più piano…è triste dirlo ma un po’ mi è servito per farmi prendere con la paura quel sale “in zucca” che invece già dovevo avere!!!

• Anche se non ho mai avuto un buon rapporto con la mia famiglia anzi…ho comunque una famiglia…
 • Ho la fortuna di essere nato in area del mondo tutto sommato semplice…l’unica fame che patisco è quando esco a mangiare la pizza con gli amici e si mangia alle 22:00 quando io sono abituato a mangiare alle 19:00!!!

• Ho un discreto numero di persone che mi vuole bene vicino…questa probabilmente è una cosa su cui dovrei riflettere molto perché io spesso tendo ad isolarmi da tutti e tutto ma cosi facendo impedisco anche a chi mi vuole bene e un po’ mi capisce di starmi vicino…e magari di farmi capire che non è sempre cosi tutto nero come vedo o più semplicemente di aiutarmi.

• Sono nato in un paese che sinceramente non è un granché ma di positivo ha che è vicino a molte cose belle;tra queste sicuramente posso citare il lago di Garda e le splendide colline moreniche in cui spesso mi sono rifugiato per pensare,stare tranquillo e molte volte anche per studiare…

sono stato bravo ne?dalla serie...sorridi che la vita ti sorride!!!ci provo dai:-)

 
 
 

chi lascia la vecchia strada per la nuova...

Post n°4 pubblicato il 31 Maggio 2006 da gargouille

in effetti per molte cose sono un pò un diesel...ci metto molto a carbuare e alcune cose che mi vengono dette le comprendo totalmente dopo un pò...
premesso questo il titolo di queste righe è dovuto a due cose...il mio colloquio di lavoro di domani e una cosa che mi ha detto un amica stamattina in msn.

domani mattina...ore 8:30...padenghe sul garda...
ho paura?si...certo...sò bene che devo stare tranquillo ma non è mai una cosa semplice...non mi voglio illudere più di quanto già faccio ma semplicemente ci spero molto che vada tutto bene...
l'ultimo colloquio che ho fatto era andato bene ma allla fine sono io che non ho voluto cambiare...ora spero che la proposta sia migliore...e allora mi butterò!!!cambiare lavoro sicuramente può darmi molta della tranquillità che cerco....

cosa mi ha detto la mia amica?premesso che è un amica e stop...non trombamica ne ex trombamica....semplicemente amica e stop...
è in una situazione del tipo lui ha un altra ufficiale ma si tromba anche lei...
ora dopo molto tempo che stà situazione si protrae cosi di botto mi  dice che vuole metterlo alle strette e dirgli la mitica frase "scegli o lei o me!"
cosi di primo pensiero mi è venuto da dire " a me non l'ha mai detto nessuna"ma per fortuna non ho scritto e ho inziato a pensare per almeno 10 secondi...azzz...frase già sentita almeno un paio di volte....
seconda cazzata che stavo per direi...ovvio che lui sceglierà l'altra...ma forse questa è un pò meno una cazzata...quando è capitato a me solo una volta ho scelto l'altra...va bhe lasciamo stare se comunque è andata male con entrambe ma non ho rimorsi...solo sei mesi fa se non ricordo male ero in una situazione simile e ho fatto una grande cazzata a non cambiare strada...se non altro la ruota di scorta era quella che non ho avrei altro modo per definire che autentica e spregiudica macchina da sesso.
sesso...chi era costui?ottima idea per il titolo del prossimo blog...
non sò cosa sceglierà il tipo della mia amica...o meglio non ne sono sicuro ma credo che comunque se ne starà sulla sua vecchia strada.




 
 
 

INTRO

Post n°1 pubblicato il 30 Maggio 2006 da gargouille

Penso che per ogni cosa della vità l'importante sia sempre capire il perchè...
iniziare a scrivere qua penso che posso servirmi a fare chiarezza su molte cose che vedo e vivo,magari rileggiendo più e più volte a distanza di tempo le mie considerazioni su questo o su quello posso capire di avere davvero ragione...o di sbagliarmi...