Creato da donatellagen il 20/03/2013

NEWS DA ALFONSINE

informazioni di cronaca bianca e rosa

 

TRASPORTO ANIMALI, FIRMATO ACCORDO TRA REGIONE E POLIZIA STRADALE

Post n°139 pubblicato il 28 Aprile 2014 da donatellagen
Foto di donatellagen

Migliorare i controlli per tutelare il benessere degli animali durante il trasporto e per contrastarne il commercio abusivo e il maltrattamento: Regione e Polizia stradale hanno firmato un protocollo d’intesa attraverso l’assessore alle Politiche per la salute, Carlo Lusenti, e il comandante regionale, Piergiorgio Da Corte.

Il documento, adottato dalla giunta regionale con delibera, avvia una più stretta collaborazione tra i Servizi veterinari delle Aziende Usl e la Polizia stradale, attraverso la programmazione di attività congiunte e la formazione di operatori veterinari e agenti. In particolare, verrà definito un piano annuale di interventi coordinati per presidiare in modo più efficace le arterie stradali principali (quelle nazionali) e le strade dove più frequenti sono state finora le irregolarità riscontrate nel trasporto degli animali. Nell’attività programmata rientrano anche controlli congiunti nelle fiere, nei concorsi ippici, nei mercati, nelle esposizioni di animali.
Il Servizio veterinario e igiene degli alimenti della Regione e il Comando regionale della Polizia stradale si impegnano a condividere periodicamente i dati sui controlli effettuati, sui mezzi di trasporto e sui documenti di accompagnamento per programmare al meglio l’attività di controllo. Il programma annuale di formazione, che favorirà seminari di aggiornamento per il personale, sarà definito anche sulla base dell’esperienza condivisa e dei dati di attività.
Con il protocollo viene istituito inoltre un comitato tecnico composto da tre rappresentati della Regione e tre della Polizia stradale per predisporre il piano annuale di interventi, definire l’attività di formazione e verificare il rispetto di quanto concordato. La maggiore sensibilizzazione e consapevolezza degli operatori delle Aziende Usl e degli agenti ha portato dall’inizio del 2014 a effettuare 250 controlli in Emilia-Romagna, che hanno permesso di accertare 95 violazioni, per un importo complessivo di oltre 24mila euro.
Nel 2013 sono state 6 le denunce per maltrattamenti di animali all’autorità giudiziaria, 250 i controlli, 146 le violazioni riscontrate, per un importo complessivo di 65mila euro.

“Contrastare questo fenomeno è innanzitutto una scelta di civiltà – osserva l’assessore Carlo Lusenti – e riguarda l’applicazione di precise normative comunitarie. L’efficacia e l’efficienza nei controlli passano anche attraverso una condivisione di intenti e una più stretta collaborazione operativa tra chi a vario titolo è coinvolto nell’attività di vigilanza”.

“Ogni giorno migliaia di animali sono trasportati sulle strade d’Europa – dichiara il comandante regionale della Polizia stradale, Da Corte – , l’Italia rappresenta un importante crocevia di questo commercio in quanto paese importatore e di transito verso altre nazioni. Il trasporto di animali non idonei è un fenomeno ancora fortemente diffuso. L’azione di rete necessaria per conferire efficacia alla fase di prevenzione prima, e di repressione dopo, porta la Polizia Stradale a sviluppare e implementare rapporti con partner chiave. Questo protocollo con la Regione Emilia Romagna si inserisce a pieno titolo nella strategia di sicurezza partecipata tesa a offrire il proprio contributo per migliorare gli standard di sicurezza”.


 

 
 
 

UNIONE DEI COMUNI: Approvato il regolamento per le colonie feline

Post n°138 pubblicato il 13 Aprile 2014 da donatellagen
Foto di donatellagen


E’ stato approvato lunedì 7 aprile all’unanimità dal Consiglio dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna il nuovo regolamento per le colonie e le oasi feline presenti nel territorio. Il regolamento ha lo scopo di stabilire le norme per il controllo e la corretta gestione delle colonie e delle oasi feline per tutelare la salute e il benessere degli animali e anche la salute pubblica, mediante il controllo e la prevenzione delle zoonosi (malattie trasmissibili dall'animale all'uomo e viceversa).

Il regolamento serve inoltre per provvedere al censimento, alla mappatura e alla gestione delle colonie feline nei nove Comuni della Bassa Romagna  e perseguire il controllo sanitario dei gatti presenti in quanto potenzialmente utili, come predatori naturali, al controllo dei topi. Infine, attraverso il regolamento l’Unione intende perseguire il controllo demografico dei gatti presenti nelle colonie.

Sono oggetto del regolamento esclusivamente i gatti che vivono in stato di libertà sul territorio nelle colonie e nelle oasi feline. Per “colonia felina” si intende qualsiasi spazio pubblico o privato nel quale risulti vivere stabilmente una colonia, indipendentemente dal numero di soggetti che la compongono e dal fatto che sia o meno accudita da cittadini o da volontari. Per “oasi” si intende invece una struttura permanente di ricovero per gatti, pubblica o privata, caratterizzata da recinzioni di delimitazione che non impediscano il libero movimento degli animali e quindi l'allontanamento degli animali in modo autonomo.

I cittadini che intendono collaborare nella gestione delle colonie feline ed essere riconosciuti come “referenti di colonia” devono contattare l'ENPA – Sezione di Lugo, onlus individuata come “gestore” dal concessionario (ovvero dall’Unione della Bassa Romagna). Il referente di colonia assolve a un compito fondamentale per la sopravvivenza della colonia: deve controllare la salute degli animali e assicurarne la cura, il trasferimento per eventuali visite veterinarie, l’alimentazione la cattura dei soggetti da sottoporre a sterilizzazione; deve inoltre mantenere l'area in buono stato igienico-sanitario, sgombra da rifiuti e da residui di cibo.

Sarà fornito un apposito tesserino di riconoscimento per l'autorizzazione all'alimentazione e alla cura della colonia. L'Unione ha inoltre approvato la convenzione con l'ENPA per la gestione delle colonie.  Ai singoli Comuni spetta invece la fornitura gratuita al gestore o all'AUSL dei microchip necessari per l'identificazione dei gatti che vivono nelle colonie istituite nel proprio territorio e provvedere alla corretta registrazione nell'anagrafe degli animali d'affezione.

E’ vietato, se non autorizzati dall’UCBR o dall'AUSL, abbandonare gatti e cucciolate nel territorio e nelle colonie e oasi feline e catturare gatti vaganti; le inosservanze potranno essere punite con una sanzione da 25 a 500 euro.

Per ulteriori informazioni, contattare il Servizio Ambiente dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, telefono 0545 38248, email  HYPERLINK "mailto:ambiente@unione.labassaromagna.it" ambiente@unione.labassaromagna.it.


 
 
 

FIRMATO ACCORDO PER L' EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA STRADALE NELLE SCUOLE

Post n°137 pubblicato il 13 Aprile 2014 da donatellagen
Foto di donatellagen

 Il protocollo, valido fino alla fine del 2017, è stato siglato da Regione e Ufficio scolastico regionale

Insieme per aumentare la cultura della sicurezza stradale e dell’educazione a una mobilità sicura, consapevole e sostenibile. A partire dai banchi di scuola. E’ l’impegno – rinnovato – della Regione, assessorato mobilità e trasporti e dell’Ufficio scolastico regionale attraverso la sigla di un protocollo d’intesa, che durerà fino al 31 dicembre 2017.

In Emilia-Romagna la collaborazione, prima in Italia, tra Regione e mondo della scuola per l’educazione alla sicurezza stradale tra gli studenti ha inizio nel 1994, con la firma di un protocollo con la Sovrintendenza scolastica e i Provveditorati agli studi. Negli anni, con le scuole, attraverso l’Osservatorio per l’educazione stradale e la sicurezza regionale, sono state realizzate attività didattiche per sensibilizzare gli studenti e progetti sperimentali per la formazione dei docenti.
L’esempio più recente è “OneLife”, percorso comunicativo che non affronta esclusivamente con gli alunni il tema della sicurezza stradale, ma intende proporre un concetto più ampio di stile di vita.

Con il nuovo protocollo, i firmatari rinnovano l’impegno a promuovere la collaborazione dei Comuni, delle Province, degli enti e delle istituzioni interessate al tema della sicurezza e dell’educazione stradale. L’Ufficio scolastico regionale sosterrà le istituzioni scolastiche favorendo la realizzazione di iniziative di educazione stradale mirate all’acquisizione, da parte degli studenti, di comportamenti corretti e consapevoli, sviluppando azioni di monitoraggio e individuando le migliori esperienze. Inoltre si adopererà per sviluppare iniziative, sempre in tema di educazione stradale, per i ragazzi con bisogni educativi speciali (con particolare riferimento agli alunni disabili e con disturbi specifici dell’apprendimento).

La Regione si impegna a sostenere, anche economicamente, sulla base delle proprie disponibilità finanziarie, lo sviluppo dei progetti di educazione stradale inseriti nei Pof degli istituti scolastici. Per l’anno scolastico 2013/2014, lo stanziamento ammonta a 140mila euro. Inoltre favorirà iniziative di formazione e sensibilizzazione in tema di educazione stradale per il personale docente, sosterrà l’utilizzo di aree idonee per le prove pratiche di apprendimento alla guida dei veicoli a due e quattro ruote per neo patentati, e promuoverà la disponibilità per gli ambiti territoriali provinciali di ausili e materiale didattico.


 

 
 
 

LONGASTRINO TERRITORIO LASCIATO SOLO E' OGGI UN BRONX

Post n°136 pubblicato il 11 Aprile 2014 da donatellagen

Lo stato di emergenza in cui si trova oggi la scuola media di Longastrino, al centro di atti vandalici e di violenza gratuita da parte di un gruppo di studenti, tanto da obbligare la dirigente scolastica ad allertare l’Amministrazione comunale che a sua volta ha richiesto l’immediato aiuto alle Forze dell’Ordine e al Tribunale dei Minorenni di Bologna, ha destato grande clamore ad Alfonsine. Tanti cittadini hanno dichiarato la propria incredulità nel leggere a che punto è giunta la violenza espressa da questo gruppo di ragazzini che oltre ad aver nel tempo devastato gli ambienti scolastici rompendo suppellettili, porte, finestre sono giunti al punto di introdurre a scuola una scacciacani e puntarla contro un’insegnante, ma altrettanti hanno lamentato lo stato di abbandono in cui si trova oggi la frazione di Longastrino. In effetti essendo divisa fra i Comuni di Alfonsine ed Argenta, Longastrino, è un territorio che è stato un po’ lasciato a sé, tanto che col tempo è diventato quasi un bronx dove ora i furti nelle case sono quasi all’ordine del giorno e lo spaccio degli stupefacenti concentrato intorno ad alcuni locali, sembra abbia avuto un certo incremento. Tutto ciò viene imputato non solo al mancato controllo del territorio da parte delle forze dell’ordine, ma anche al gran numero di extracomunitari o comunitari dell’est, oggi in gran parte disoccupati, che nel tempo sono stati insediati dall’Amministrazione proprio a Longastrino perché qui vi sono gli alloggi popolari meno cari. Pensando forse di far loro un favore, hanno, però, di fatto creato un quartiere oggi molto problematico. Tutto questo avrebbe favorito lo sviluppo anche di questa piccola gang di ragazzini che pensano di poter fare il proprio comodo ovunque, fuori e dentro la scuola. Oggi i vigili e i carabinieri sono spesso presenti, ma fino a poco tempo fa anche loro erano alquanto latitanti su questo territorio ai confini con le Valli di Comacchio. Lasciare la frazione priva di ogni controllo, non ascoltare il grido d’aiuto lanciato tempo fa dai longastrinesi stessi e pensare che la Delegazione potesse farsi carico di ogni onere politico, amministrativo ed organizzativo è stato un errore che ha portato all’odierna situazione. Oggi occorre, come ha sottolineato anche il sindaco Mauro Venturi, trovare una soluzione per i ragazzi coinvolti negli atti vandalici e violenti all’interno della scuola, ma occorre trovare anche soluzioni per ridare un minimo di tranquillità ai cittadini e ordine al territorio.

Articolo a mia firma pubblicato mercoledì 9 aprile sul Corriere di Romagna


 
 
 

A LONGASTRINO BABY GANG METTE A FERRO E FUOCO LA SCUOLA. ALLERTATE AMMINISTRAZIONE COMUNALE E FORZE DELL'ORDINE

Post n°135 pubblicato il 08 Aprile 2014 da donatellagen

Amministrazione, docenti e genitori di Alfonsine stanno vivendo ancora una volta una situazione d’emergenza causa degli atti di vandalismo e pura violenza perpetrati da un gruppo di ragazzini all’interno della scuola e sul territorio.

Questa volta ad essere coinvolto è il plesso della scuola media della frazione di Longastrino dove gli atti di vandalismo e violenza hanno superato ogni limite di tolleranza, tanto che genitori e docenti hanno richiesto l’aiuto dell’Amministrazione comunale e delle Forze dell’Ordine.A creare tutto questo subbuglio è un gruppo di ragazzini il cui ‘capo’ ha introdotto nella scuola, usandola contro un docente, una scacciacani. Hanno danneggiato gli ambienti scolastici rompendo vetri, suppellettili, porte e materiale didattico, impediscono in ogni modo lo svolgimento delle lezioni nella loro classe e nelle altre.

A fronte di tutto ciò a Longastrino è scattato l’allarme rosso, anche perché gli abitanti della frazione sono giunti al limite di ogni sopportazione. Infatti, è da tempo che il territorio è preda di ladri di appartamento che ormai hanno visitato tutte le case, ci sono gruppi di facinorosi che disturbano, e pare che anche lo spaccio di stupefacenti abbia avuto un certo incremento. Insomma la gente è arrabbiata e soprattutto si sente abbandonata a se stessa.

“E’ vero – ha dichiarato il sindaco Mauro Venturi – purtroppo questo gruppo di ragazzini si è reso colpevole di una serie di episodi vandalici e di pura violenza che hanno superato ogni limite di tolleranza. Dopo aver appreso quanto stava accadendo, ho allertato i Carabinieri di Alfonsine e Argenta (Longastrino è frazione divisa in due fra Argenta e Alfonsine), la Polizia Municipale della Bassa Romagna ed anche il Tribunale per i Minorenni di Bologna con cui da tempo collaboriamo quando ci troviamo di fronte a situazioni di particolare emergenza. Questo perché la gravità di quanto sta accadendo a Longastrino è tale che non può essere esaminata solo dal nostro ‘Tavolo per l’adolescenza’ che di solito prende in esame le situazioni più particolari e difficili che vedono quali attori principali i minorenni.”

Sindaco, amministratori e rappresentanti delle forze dell’ordine, alcuni giorni fa, hanno incontrato i genitori ed il corpo insegnante per discutere della situazione in atto e delle modalità di intervento per arginare e cercare di fare terminare questi atti di estrema violenza.

I genitori sono preoccupatissimi per quanto sta accadendo, ma se in un primo momento avevano minacciato in tanti di ritirare i propri figli da scuola per paura che possano subire delle violenze e perché quasi impossibilitati a svolgere le lezioni che vengono regolarmente disturbate da questo manipolo di ragazzini, dopo l’assemblea si sono un poco rasserenati sperando che presto la situazione possa evolversi positivamente. Una cosa è certa: i genitori hanno chiesto a tutti di intervenire con la massima determinatezza.

“Per ora si è disposto che Carabinieri e Vigili, quando è possibile, siano presenti nella scuola durante le lezioni – spiega Venturi – oltre che continuare a monitorare il territorio durante il giorno e la notte. Sono stati, inoltre, previsti incontri tra gli interessati ed operatori sociali, educatori ed anche psicologi della Polizia di Stato. Anche il Tribunale per i Minorenni ha già disposto che una loro psicologa venga a Longastrino a monitorare la situazione e meglio comprenderla per poi assumere le decisioni del caso. Saranno tutti questi esperti a suggerirci le soluzioni migliori da adottare per riportare, spero al più presto, la scuola di Longastrino ed il territorio tutto ad uno stato di normalità.”

Vista l’attuale situazione, le scuole di Longastrino, come ha sottolineato il sindaco, saranno le prime ad essere dotate di sistemi antintrusione che l’Amministrazione dovrebbe installare gradualmente e in base alle risorse disponibili in tutte le scuole nei prossimi mesi per mettere in ulteriore sicurezza gli edifici scolastici del Comune.


 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

donatellagenjorke88danielbarni0LunettaBianconeraizzio1962hfghdfdepp54dolcegattonamassa.netLylandraIlContaFiabevincenzoschieppatimaandraxSky_Eaglepassionxte1
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom