Creato da: olimpia_80 il 25/03/2010
notes

Ultime visite al Blog

max_6_66perlagentepsicologiaforensePerturbabilemauriziocamagnasilvia610SirStephen.61cercoilcoraggioardave.73kereoncoratopiratadellerossemplicementemarebigear2marmandotestibusybutlazy
 
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Marzo 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

Citazioni nei Blog Amici: 1
 

 

 
« PET SHOP BOYS - HEARTFELICI PER FORZA »

ESTRANEI

Post n°24 pubblicato il 25 Agosto 2010 da olimpia_80

ufoNon è difficile cabalare la mia mente di lunedì,soprattutto dopo pranzo (ed O. lo sa perfettamente).

Comunque sia…i libri sono lì,sul tavolo ,e mi aspettano. O. li ha lasciati per me ,ma io ho incominciato a leggerli troppo tardi (ciò è motivo di stress ,ma ad un livello sopportabile).
O. dice che potrebbe far ritorno anche più tardi del previsto (!?!) ed io me ne vado a babboriveggoli (che non è una città e non fa provincia).


Io mi sento un cabinante;apro la porta agli alunni che arrivano e si accomodano uno dopo l’altro (mai che ne arrivino due contemporaneamente ,eh?)Gli zaini si uniformano alle sedie di O.(queste ultime ben più eleganti di quelle sulle quali sono abituati a sformarsi).Tutti incominciano a cercare i compiti e a cavarli dalle cartelle ,così ho il tempo di meditare su quello che ho mangiato e di pensare che visti dall’alto sembreremo pillole in un cachet (il soffitto del salotto di O.è molto alto per intenderci.Mi piace).


La domanda che mi pongono è:"Dov’è la signora professoressa"?La risposta è :-"Oggi la sostituisco io"-ma invece dico: -"Di questo parleremo più tardi"-giusto per darmi le arie di chi ha la situazione perfettamente sotto controllo .Mentre loro fanno i compiti io ascolto le mie cuffie e sono tentata di abbandonare tutto per prendere un po’ d’aria…ma è solo un momento e passa subito (capita anche ai migliori un po’ di decadenza…)


Decido di stuccare un foro nel muro (cagionato dall’asportazione di un termosifone vecchio tipo).Le mie mani sono occupate dagli arnesi del mestiere e solo allora i forestieri suonano alla porta (ovviamente) . Sul pavimento c’è un vogatore metallico per gli esercizi ginnici (come mai non me ne ero accorta?); è frapposto fra me e gli ospiti che sembrano esserne interessati (l’interesse è spiegabile per il fatto che lì in mezzo ci sarebbe stato meglio un tavolino…e non sanno dove spegnere quelle cose che mi hanno chiesto di accendergli) . O.torna in ritardo:

Io:-"Sono venuti quei due che dovevano vedere l’appartamento per farne una stima…Ma tu dov’eri?" -O. si mette le mani nei capelli perché aveva dimenticato di dover tornare per correggere i compiti… e aveva dimenticato quei due del preventivo circa l’appartamento e…aveva dimenticato me.


Finalmente decido di partire per la casa al mare ,ma quando arrivo è già buio e mi addormento sul divano aspettando una telefonata che non arriva. E’ una notte senza paura quella che passo e l’acqua è un gas sibilante ,bollente sui piatti.Nell’acquaio c’è spazzatura :assurdo in un giardino dove non entra mai nessuno.Ci sono gli attacchi per le pompe ma non ci sono i tubi di gomma.Innaffiare non è comunque un problema visto che piove da giorni.In questo modo si risolve anche il problema degli upupa (o forse scimmie urlatrici) che con la pioggia chiudono il becco invece di svegliarmi all’alba.


Tre moscerini mi girano intorno all’improvviso,facendomi cadere il caffè guasto sulla maglia del gruppo pop preferito.E’ soltanto una macchiolina,niente di rilevante (è sbiadita come un tester per il make-up).

Avvito la moka e avvio il cd nel box dello stereo in standby.Non sarebbe necessaria la musica per coprire il fruscio degli alieni nel mio giardino,ma essi lo trovano comunque un ottimo incentivo per avvicinarsi indisturbati.Apro per una frazione di secondo la porta che dà sul giardino e quelli inchiodano come una fuori serie in corsa;poi si accontentano della finestra (quelli che non si sono spiaccicati sulla porta).

 

Quando mi sveglio la moka è fredda ,il caffè è nella tazza e il cd si è fermato.Alzo la testa dalla tovaglia che mi ha stampato un tatuaggio a rombi sulla guancia e così mi accorgo delle strane orme lasciate evidentemente da "qualcosa" che ha fatto il bagno nel mio caffè.

Scatto una foto alle strane orme e la invio alla mia amica X.Quasi immediatamente ricevo in cambio una foto e un messaggio di risposta che cita così: -"Cara Olimpia_80 ,no, non sono alieni …ma davvero non hai mai visto un millepiedi?!In tal caso allego qui una foto.Ciao."

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963