« La cuauhtemiñaNon c'è tempo per i miei dubbi »

Il bavaglio

Post n°264 pubblicato il 30 Giugno 2010 da Nuta
 

Questo è un post di denuncia di una situazione intollerabile.

A Firenze sta accadendo qualcosa di totalmente assurdo: a fronte di una guerra intestina fra la famiglia Della Valle e l'ormai ex allenatore Prandelli, gli attuali proprietari del club viola hanno utilizzato tutte le armi a loro disposizione per creare un sistema di controllo sull'informazione locale che si può tranquillamente definire "censura di regime".

Quando Stefano Prizio ha scritto liberamente articoli di critica nei confronti della politica societaria, pare gli sia stato chiesto di rinnegare Prandelli e farlo passare come un traditore, cosa a cui non ha dato alcun peso.

Quando è stato promosso da Prizio un sondaggio su chi credeva alle parole di Diego e chi a quelle di Cesare, quest'ultimo ha ottenuto consensi superiori al 60%.

Ancora una volta Prizio è stato richiamato all'"ordine", ma lui non solo non ha accolto l'invito di truccare il voto dei lettori e tifosi, ma anzi ha denunciato pubblicamente ciò che stava succedendo.

Nessuno ha mosso un dito, spianando la strada alla mossa successiva, l'annientamento completo del giornalista, inibito da tutte le radio e tv locali, nonché dal sito che lui stesso aveva creato (con tanto di richiesta danni per 500.000 euro).

La misura del bavaglio la dà il silenzio surreale di tutti o quasi, soprattutto di fiorentina.it, la cui redazione deve essere ostaggio delle decisioni di un editore che probabilmente è stato messo spalle al muro.

L'assenza di una voce libera e coraggiosa (l'ultima che era rimasta se n'è andata per sempre... ciao Manuela!) è deleteria.

Sembra addirittura che la Repubblica censuri i pensieri dei suoi collaboratori se questi esprimoro solidarietà al loro collega Prizio (evidentemente si intendono molto di bavagli).

Potrei dire che in casa viola, ormai da un po' di tempo, ne abbiamo viste di tutti i colori: licenziamenti in tronco di persone troppo vicine a Prandelli, campagne acquisti fatte con il proposito di mettere in difficoltà il mister, sceneggiate ridicole sulla chiamata all'ultimo momento della Nazionale a cui non si può dire di no.

Il problema è un altro e, paradossalmente, la Fiorentina c'entra ben poco: qui siamo di fronte a un personaggio che possiede quote importanti nelle testate giornalistiche più importanti e che detiene un potere straordinariamente alto, al punto da "controllare" tutta l'informazione locale.

Per leggere qualcosa su questa vicenda fiorentina pare che si dovesse comprare l'edizione di Repubblica di Padova, dove probabilmente nessuno leggerà, ovviamente, un trafiletto piccolissimo che parla di cose che in Veneto non interessano a nessuno.

Un po' come si deve spulciare qualche giornale straniero se vogliamo leggere notizie in Italia.

Firenze ostaggio, dunque.

A questo siamo arrivati

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

Tutti per Borgonovo

Clicca sul banner per leggere

 

I miei link preferiti

Ultime visite al Blog

sols.kjaerPervinca74MAN_FLYpit1961castello_niceicavallidirossrespirolentamenteelisa.r79debora.candiottolumil_0mta74ali80chevallDIAMANTE.ARCOBALENOGabriele_Ics
 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

Tag

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom