« Amore viola, amore violatoE' ufficiale, non sono normale »

Tabù

Post n°282 pubblicato il 30 Aprile 2011 da Nuta
 

Sono sconcertato dal fatto che quest’anno due feste “sacre” come il 25 Aprile e il Primo Maggio siano state oscurate la prima dalla Pasquetta, la seconda dalla beatificazione di Wojtila.

Domani a Roma ci sarà un milione di persone, altro che concerto del Primo Maggio.

Ma forse la cosa che mi sconcerta di più è che sembra che io sia l’unico sconcertato.

Del resto la sinistra non esiste più da un pezzo, forse io stesso non sono neanche più di sinistra, chissà.

Una cosa è certa: non esiste più la cultura del rispetto degli altri e delle loro opinioni.

Diciamo che la “tolleranza” è diventata un optional, a destra e soprattutto a sinistra.

Per esempio: Wojtila per me e per molti miei coetanei era negli anni ’80 un acerrimo nemico.

Un avversario, diciamo.

Una persona estremamente intelligente, sia chiaro (del resto gli stupidi non potranno mai essere avversari o nemici…).

Una persona ricca di interessi, di cultura, un fine scacchista, fra le altre cose.

Però ai miei occhi era un reazionario, uno che appoggiava i regimi filo-americani e andava a braccetto con Pinochet, uno che non faceva mai mancare il suo forte appoggio elettorale alla DC e alla famosa “unione elettorale dei cattolici”.

Io andavo fiero col mio adesivo “Papa Wojtila NO GRAZIE” appiccicato sul retro della mia auto.

Erano altri tempi.

Poi d’un tratto è cambiato tutto, certo il muro di Berlino è crollato, i confini politici e idealistici hanno iniziato a confondersi, il Papa è invecchiato, poi è morto.

La sua morte è stata un dolore, per tutti, anche per gli “avversari” come me.

Ma ovviamente non ha né cancellato né sovvertito i miei pensieri di sempre.

Eppure tutto intorno a me è cambiato, anche negli ambienti dove mi muovevo con disinvoltura è nato un certo imbarazzo.

Adesso criticare Papa Wojtila pare non sia più possibile, tanto che il post che sto facendo mi sembra addirittura un atto di coraggio.

Di sicuro mai avrei pensato che qualche decina d’anni dopo, da morto, avrebbe fatto confluire nella capitale in data Primo Maggio tutte le attenzioni senza che la “sinistra” dicesse nulla.

Purtroppo siamo in Italia, Paese di opportunisti, leccaculo e ipocriti.

Quando uno muore viene santificato anche se era uno che non ti piaceva.

E per concludere ne dico un’altra, a costo di essere troppo lungo, ma lo faccio per “par condicio”: se un nuclearista convinto avesse detto quello che pensa ad Annozero prima dell’11 Marzo 2011, non ci sarebbe stato un coro di indignazione come ho sentito da più parti giovedì scorso.

E, si badi bene, io sono DA SEMPRE un antinuclearista convinto.

Ma allora così di dà ragione a quelli che sostengono la tesi assurda dell’onda emotiva.

Dobbiamo RISPETTARE le idee degli altri.

E dobbiamo riconoscere come AVVERSARI coloro che la pensano diversamente da noi.

Sia chiaro, lo dico anche a me stesso .

E in culo alle mode e ai condizionamenti degli altri!

La parola TABU’ per me non esiste e non deve esistere.

Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/Nuta/trackback.php?msg=10169019

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
fabripunto
fabripunto il 30/04/11 alle 20:51 via WEB
ESEMPIO DI AVVERSARIO Caro Sandro, amico mio (spero) oltreche' omissis di omissis .(ma questa e' un altra storia). Esprimo qui tutto il mio TOTALE DISSENSO SU cio che hai detto su PAPA WOJTYLA, che ho Amato Amo e continuero' ad Amare come figura religiosa e soprattutto come UOMO. E cio' che di piu' mi ha avvicinato alla spiritualita' ero presente in Piazza S Pietro la sera in cui ne venne annunciata la morte, ed ho avuto la fortuna di toccarlo quasi durante una visita pastorale in una parrocchia Romana. Quello che avvicinava le persone come me a questa figura di GRANDE della nostra epoca era la straordinaria umanita' che travalicava il suo magistero gli obblighi e le prese di posizione che da cio' gli derivavano. Bastava vederlo o incrociare il suo sguardo, uno sguardo di una persona vera, di uno del "popolo" rappresentante di quella fede genuina e sanguigna forgiata da guerre e persecuzioni. Non a caso sentiva particolarmente la vicinanza ai fratelli ebrei, avendo lui vissuto sia l'occupazione nazista che quella bolscevica. Di tante figure ecclesiastiche che potevi prendere come esempio negativo di gerarchia cattolica hai preso proprio quella sbagliata. E' la prima volta che non approvo quello che dici nella maniera piu' totale e leggere quello che hai scritto proprio oggi mi lascia basito ma ognuno e' libero di esprimere le sue opinioni no? Esprimo qui e ti ringrazio che me ne dai l'opportunita' un sincero RINGRAZIAMENTO E TUTTO IL MIO AFFETTO ETERNO ALLA FIGURA DI QUESTO PONTEFICE e detto da un mezzo ateo e' tutto un programma. Tuo sempre amico Fabripunto
(Rispondi)
 
Nuta
Nuta il 30/04/11 alle 23:39 via WEB
ci mancherebbe che pensare in modo diverso su qualcosa possa minare un'amicizia! Basterebbe solo che tu sei romanista, ahahah! Allora diciamo che sono stato anche un po' volutamente provocatorio, mi dà fastidio tutto questo clamore sulla figura di un uomo che anch'io ho stimato (riconosco l'onestà e la rettitudine di quest'uomo e anche la sua grande sensibilità, ma per me rimane un esempio di avversario, come hai scritto te). E soprattutto mi dà fastidio la data che è stata scelta
(Rispondi)
cloudbreak
cloudbreak il 01/05/11 alle 08:44 via WEB
Giusto il rispetto delle idee differenti. Giiustissimo. E' il principio di ogni democrazia che si rispetti, dove non c'è la regola del pensiero unico. Chi la pensa differentemente da me ha il diritto di spiegarsi, di parlare, di esprimere le proprie idee: io lo ascolto, poi valuto. Poi esprimo la mia posizione, e l'altro può valutare quel che ho detto. Il rispetto innanzi tutto.
Sulla questione papa non mi pronuncio. Più che il riconoscimento di quanto ha fatto una persona, siamo davanti ad un evento mediatico che smuove un bel po' di quattrini. In pratica stanno vendento il prodotto Woityla, e lo stanno vendendo bene. Eppure non è che sia stato un papato limpido e cristallino, come hai fatto notare te riportando delle incongruenze concrete tra ciò che diceva da una parte e chi appoggiava dall'altra. Ma il "prodotto" va venduto, e lo stanno vendendo benissimo: quanto a strategia marketing da quelle parti sono bravissimi....
(Rispondi)
 
Nuta
Nuta il 01/05/11 alle 11:46 via WEB
Le cose che scrivi sono tanto ovvie quanto poco scontate, purtroppo. Non si respira affatto un clima di rispetto. A sinistra vedo gente sempre più pronta ai linciaggi di piazza, cioè alla cosa che più di ogni altra mi atterrisce. E dall'altra parte non dice una parola per difendere un giorno che da sempre è la festa del lavoro e che oggi più che mai, con quello che sta accadendo, dovrebbe acquisire importanza. Però ci si scontra con il tabù incomprensibile. Sembra che non si possa più esprimere la propria opinione con leggerezza e tante persone proprio per non aver troppi fastidi, all'italiana, hanno preferito cambiarla e adattarsi alla massa. Sono d'accordo con te sull'operazione marketing, operazione geniale, anche perché sposta tutte le attenzioni dei media sul nulla, come sempre. I problemi veri possono attendere
(Rispondi)
slippery.zone
slippery.zone il 01/05/11 alle 19:15 via WEB
assolutamente in culo alle mode, Nuta, Pinochet non è andato giù a nessuno.. emanuela orlandi, il debito con la banda della magliana per finanziare solidarnos.. e tutto il resto.. Ma non è tutto da buttare e io, in confronto a Ratzi, beh.. l'avrei preferito cento volte, wojtiwa. Ciò non toglie che questo vero e proprio scippo del primo maggio, ci stizzisce tutti, porcaccio mondo.. ma tra le tante che mandiamo giù senza riuscirne a fare neppure più un elenco, tanto ne siamo affogati, il primo maggio religioso è uno dei mali minori.. chi ce lo avrebbe mai detto a noi, che avremmo rimpianto perfino andreotti!! Tutti i cervelli scappano all'estero e qui non rimane più nessuno a pensare... è svanito perfino il terrorismo.. questi più che anni di piombo, sono anni di zinco. Ho due figli grandi e svegli, immuni dal grande fratello, consegno a loro la missione impossibile di rifare tutto da capo, col cuore, con l'orgoglio, con lo sguardo di chi la vita se la deve ancora costruire ed è disposto a metterci tutta la forza che serve a costruirsi il futuro. In fondo è come uscire da una guerra... ci vuole la stessa dose di coraggio che ci hanno messo i nostri nonni a uscire dal tunnel. Io, un po' di fiducia ce la metto ancora, bamboccioni o no, si rimboccheranno le maniche!!
(Rispondi)
 
Nuta
Nuta il 02/05/11 alle 19:33 via WEB
ciao, slippery, grazie del tuo commento. Vedo che tu ti spingi anche oltre alle critiche nei confronti del nostro ex Papa. Io mi sono limitato a ricordare - anche a me stesso - che il suo punto di vista era profondamente diverso dal mio e da quello delle persone a cui mi sono sempre ispirato. Basti pensare ai suoi diktat sull'argomento "sesso". Evidente che io non possa celebrarlo, seppur possa averne ammirato certe sue doti umane. Però vorrei anche ribadire che questo post non è tanto una critica a Wojtila (pace all'anima sua), del resto non credo che esisterà mai nessun Papa che possa anche solo avvicinarsi alle mie idee: questo è un post di denuncia nei confronti di una sinistra che non esiste più, che non sa più difendere nemmeno i suoi baluardi più estremi. E in politica vale lo stesso concetto, tant'è vero che i cervelli scappano all'estero, come dici giustamente te, perché qua non c'è la speranza che tolto di mezzo chi c'è adesso le cose cambino - e del resto lo abbiamo già ampiamente potuto verificare. Beata te, dunque, che riesci a metterci ancora un po' di fiducia
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 
 

Tutti per Borgonovo

Clicca sul banner per leggere

 

I miei link preferiti

Ultime visite al Blog

sols.kjaerPervinca74MAN_FLYpit1961castello_niceicavallidirossrespirolentamenteelisa.r79debora.candiottolumil_0mta74ali80chevallDIAMANTE.ARCOBALENOGabriele_Ics
 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Tag

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom