Siamo Rimbecilliti

I macelli sono una vera vergogna.Al supermercato,insieme al detersivo e allo spazzolino,mettiamo nel carello dei morti!!Non esistono animali di serie A e animali di serie B.TUTTI DEVONO ESSERE SALVATI

 

VIDEO IN ANTEPRIMA DI PAMELA ANDERSON...

immagine

http://www.petatv.com/tvpopup/video.asp?video=tyson_heflin&Player=wm&speed=_med

(Attendere solo 30 secondi senza premere alcun tasto... le immagini inizieranno da sole... Buona visione...).

VI E' PIACIUTO???

ORA PAPPATEVI QUESTO...

 

COME SOSTITUIRE UNA BISTECCA

immagine INNOCUI ALIMENTI in tutto e per tutto SOSTITUTIVI DELLA CARNE:

- Legumi (ceci, piselli, lenticchie, fagioli). I LEGUMI, UNITI ALLA PASTA O AL RISO, COSTITUISCONO UN PASTO SANO, NUTRIENTE E COMPLETO!!! E' il piatto-base dei vegani. Una volta erano considerati LA CARNE DEI POVERI... Ebbene, NON E' AFFATTO UNA DICERIA!! Contengono ben PIU' PROTEINE e PIU' FERRO DELLA CARNE. Inoltre contengono anche CALCIO. ... Per chi non è abituato e per i primi tempi, (...per evitare eventuali gonfiori...), basta semplicemente utilizzare questo accorgimento: aggiungerci una manciata di prezzemolo... Vedrete che in 15 gg. vi sarete abituati a digerire legumi e non avrete più bisogno neppure di questo semplicissimo accorgimento (il prezzemolo si può prendere anche surgelato). http://images.google.it/imgres?imgurl=http://www.priminet.com/alimentazione/img/legumi4.jpg&imgrefurl=http://www.priminet.com/alimentazione/legumi.htm&h=168&w=163&sz=11&hl=it&start=12&tbnid=UCzyLKKKOUU6zM:&tbnh=99&tbnw=96&prev=/images%3Fq%3Dlegumi%26svnum%3D10%26hl%3Dit%26lr%3D

- Soia (bistecche di soia, cotolette di soia, ecc.)

- Seitan

- Tofu

- Tempeph

- (volendo, c'è anche il latte... per chi è solo vegetariano e non vegano)

"IN UN GIORNO ORDINARIO DI UN PAESE IN TEMPO DI PACE..
Uccelli infilzati arrostiscono dietro alle vetrine. Corpi smembrati guarniscono gli scaffali. Sui ponti delle barche mucchi di pesci si dimenano impotenti mentre muoiono lentamente di asfissia. Negli allevamenti fetidi si consumano delle povere vite. Si tagliano al vivo e senza anestesia becchi, denti, testicoli. Si ingozzano a viva forza oche per ricavarne fois gras. Ovunque circolano camion pieni di condannati a morte. Sono coloro che saranno sgozzati, sventrati e ridotti in pezzi.
Durante questo giorno ordinario, coloro che patiscono paura e sofferenza si contano a milioni.
In questo paese in pace, la tortura e la morte sono fatti del tutto quotidiani".

PRINCIPIO DI ETICA CHE DOVREBBE VALERE PER TUTTI (animali umani e non): se in un dato momento, in una data epoca storica, ci viene data la possibilità di vivere senza uccidere, ecco che in quel momento il fatto di uccidere non è più sorretto da alcun STATO DI NECESSITA', il solo che può legittimare ad uccidere oltre alla LEGITTIMA DIFESA (ma questa non può mai giustificare l'abbattimento delle creature innocue, dolci ed indifese che attualmente sono in fila nei mattatoi in attesa del proprio turno... Ci fossero degli squali, potremmo invocare la legittima difesa, posto che comunque non si può raffigurare lo stato di necessità... Ma così non è...).
 

NON È AFFATTO DIFFICILE ESSERE VEGETARIANI!!

immagine

Basta solo... non mangiar carne!! (Io non mangio neppure né uova né pesce; le uova non le mangio solo perchè negli allevamenti intensivi delle galline ovaiole le povere bestiole vengono tenute x tutto il tempo in gabbie talmente piccole da impedire loro IL BENCHE' MINIMO MOVIMENTO. In tali condizioni i polli si ammalano facilmente: dermatiti, zoppie, rotture delle zampe, infezioni, asciti, collassi cardiaci, sofferenze e altre gravi patologie sono la realtà quotidiana di questi allevamenti. Veri e propri lager, nei quali i polli sono considerati prodotti e non esseri viventi che soffrono e si ammalano.

FIRMATE QUI LA PETIZIONE DELLA LAV http://www.infolav.org/nn-home-page-ie.htm

immagineInoltre tutti i pulcini maschi vengono gettati VIVI a un giorno dalla nascita in un TRITACARNE x diventare farine animali da dare in pasto agli altri animali ...tra l'altro erbivori... 

E' PROPRIO PER NON FINANZIARE QUESTI ORRORI CHE NON MANGIO NEPPURE LE UOVA. Certo che se domani mi recassi presso un allevamneto intensivo e mi facessi consegnare un bel pulcino, le uova che un domani mi farebbe quel piccolino -chiaro...se è femmina... - le mangerei sicuramente! E certamente lo accudirei con tutto l'amore che una creatura così dolce ed indifesa merita!! Ebbene...se dovessi decidere di tenere con me un animale, mi sceglierei proprio un pollo!! E' l'animale che non ha pace da nessuna parte!! Cacciato da tutti...).

 

TAG

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

Petizioni per gli Animali

Post n°140 pubblicato il 15 Gennaio 2016 da MangioSANOmangioVega

IL SITO CON TUTTE LE PETIZIONI (ci vuole un minuto!) www.petizioniperglianimali.weebly.com

 
 
 

I LEGUMI, SE COTTI COME DA ISTRUZIONI, FANNO SOLO UN GRAN BENE!!!

Post n°139 pubblicato il 15 Settembre 2008 da simoveganblu
 

condivido appieno il pensiero di Juma (sui legumi che cotti a dovere fanno solo bene) e rilancio:
La carne ha effetti disastrosi sul corpo umano. Effetti che non si materializzano a breve termine, ma negli anni. Più il corpo, col passare del tempo, viene impegnato nell'eliminazione delle scorie tossiche di una alimentazione carnea, meno energia avrà a disposizione per respingere gli attacchi esterni e sarà quindi più esposto alle malattie. Analizziamo gli effetti della carne sull'organismo umano.

Bisogna sapere che quando un animale viene macellato, le sostanze di scarto che normalmente sarebbero eliminate dal flusso sanguigno rimangono nella carne in via di putrefazione. Chi mangia la carne introduce nel proprio corpo rifiuti tossici che normalmente l'animale avrebbe eliminato con l'urina. Il dottor Owen S. Parrett, nella sua pubblicazione "Perché io non mangio carne", osserva che quando si fa bollire la carne di pollo o di manzo, i rifiuti appaiono sulla superficie nella forma di un estratto solubile, del "tè di pollo o tè di manzo", che all'analisi chimica risulta molto simile all'urina. Questo perché, non bisogna dimenticarlo, la carne che l'uomo ingerisce altro non è che un pezzo di cadavere in putrefazione, un cadavere che, quindi, porta con sé rifiuti tossici e altre impurità altamente pericolose.


La carne è tossica perché produce ptomaine e urati; insieme agli zuccheri raffinati acidifica l'organismo determinando lo sviluppo di candidosi ed osteoporosi;


La carne è l'ambiente ideale per la coltura della maggior parte dei germi;


Essendo troppo ricca di grassi, la carne favorisce lo sviluppo di tutte le malattie degenerative come quelle cardiovascolari ed il cancro;


Essendo troppo ricca di proteine, la carne può essere causa di insufficienza renale;


L'alimentazione ricca di albumine e grassi favorisce la proliferazione dei batteri della putrefazione, con malassorbimento delle vitamine e produzione di sostanze cancerogene come il ciclopentantrene;


Le feci e le urine delle persone che mangiano la carne contengono sostanze mutagene, capaci, cioè di modificare in modo permanente il patrimonio genetico delle cellule, sostanze che scompaiono passando all'alimentazione vegetariana per ricomparire con la ripresa di una dieta mista...

TRATTO DAL BOLLETTINO CARDIOLOGICO 101/2001.

 
 
 

Post N° 138

Post n°138 pubblicato il 07 Agosto 2008 da MangioSANOmangioVega

BLOG TEMPORANEAMENTE CHIUSO PER PROTESTA CONTRO LIBERO.

LIBERO HA OSCURATO IL SEGUENTE BLOG:

TOP VEGAN MODELS e il connesso profilo.

Chiediamo di conoscere i MOTIVI (così da comprendere e farci un'idea...)

e, se questi non esistono, CHIEDIAMO L'IMMEDIATA RIAPERTURA DEL BLOG.

Chiediamo la partecipazione in massa degli altri blogger.

Grazie a tutti.

 
 
 

ANCHE LE GALLINE SONO INTELLIGENTI.

Post n°137 pubblicato il 25 Giugno 2008 da MangioSANOmangioVega
 
Foto di MangioSANOmangioVega

Ammassati in un capannone, con genotipi standardizzati di piumaggio e grandezza , nutriti con mangimi in quantità standardizzate, il loro comportamento diventa uniformizzato.Al buio si stringono contro gli altri, immobili, si lasciano afferrare senza un gesto di ribellione, tutti uguali, andando come un gregge alla propria sorte. Nessun sprazzo di individualità.
La storia lo insegna. L'uomo in gregge viene ugualmente condizionato, unifora pensieri, uniforma comportamenti. Ricordate una piazza durante un discorso di Hitler? Paragonatela con la foto del post precedente....ed in un certo senso gli stessi ebrei nei capi di concentraento, si lasciavano condurre coe polli sui nastri trasportatori verso le stie....E non è forse facile per i edia uniformare gusti e modus pensandi? E così ognuno acquista una napapiri, piange a comando, ride a comando, si indigna a comando.
Eppure i polli non in branco hanno una loro personalità!
Io allevo dai 10 ai 20 polli. Stanno in un pollaio cintato per un centinaio di metri quadri da una rete. Mangiano meria rotta (ossia mais frantumato), a volte pastoni di pasta avanzata e crusca, raccolgo mazzi di parietaria,pittonano insetti e lombrichi nell'erba.Attualmente ho due galli ed otto galline.
Dei due galli uno ha l'orologio rotto . Canta nel cuore del notte, alla luna anzichè al sole,forse scambia per il sole un lampione della strada.Credo seguirà in breve la sorte ria di un altro gallo, finito prematuramente in pentola in quanto non aveva idea di cosa fosse la convivenza pacifica, sempre pronto alla rissa per la sua supremazia di gallo nel pollaio, che oltre a copulare a suo piacimento immancabilmente feriva beccandole le sue compagne di un momento.
Le galline non da meno si differenziano. Una gallinella candida ha un grande spirito di indipendenza: vola al di là della rete appena desta e torna nel pollaio solo in occasione del cipo e per ripararsi la notte.Un'altra si ostina a depositare le uova a terra, ora qui ora là, disdegnando il nido delle compagne. Un'altra ancora quando un gallo la vuol montare gli rende difficile la vita, svolazzando qua e là e sempre con un atteggiamento di ribellione.
E certamente nessuna sta immobile in un angolo quando la si vuol afferrare.
Polli?.... Uomini?.....

http://caillean.myblog.it/archive/2005/02/20/ma-la-gallina-e-un-animale-intelligente.html

 
 
 

Post N° 136

Post n°136 pubblicato il 27 Maggio 2008 da MangioSANOmangioVega
 
Tag: VEGAN

NUTRIZIONE

Molto spesso, chi si accosta ad una dieta vegana, o anche solo vegetariana, e' assalito dal timore che essa possa causare delle carenze nutritive, portando a malessere e varie malattie. Questo, ovviamente, non e' affatto vero - e potrebbe anche bastare l'esempio di milioni di persone nel mondo che si nutrono senza utilizzare sostanze di derivazione animale in ottima salute. Mangiando vegan, si hanno tutte le sostanze nutritive necessarie per una buona salute, e anzi si eliminano tutta una serie di alimenti malsani.

PROTEINE
Le proteine sono grosse molecole composte da unita' piu' piccole chiamate aminoacidi. Esistono 20 aminoacidi che si trovano comunemente nelle proteine animali e vegetali. Sono 8 gli aminoacidi che il corpo non puo' fabbricare da sé, e che pertanto devono essere ottenuti dal cibo che mangiamo. Le proteine sono necessarie per mantenere i tessuti, e per sostenere la crescita; sono anche utilizzati per fare gli ormoni ed altre sostanze attive fisiologicamente. Nella dieta vegan, i cibi che comunemente forniscono la maggior parte delle proteine sono i legumi, i cereali, le noci e i semi. Fino a poco tempo fa, erano diffuse due credenze, infondate, riguardo le proteine: che le proteine vegetali fossero di "seconda classe" rispetto a quelle animali, e che le proteine andassero combinate (cioe' assunte in maniera complementare fra loro). Nessuna di queste due teorie rifletteva il vero, ed infatti una dieta basata solamente su cibi vegetali fornisce tutti gli aminoacidi indispensabili, senza la necessita' di combinare le proteine ad ogni pasto. Anzi, una equilibrata dieta vegan porta a non consumare eccessive quantita' di proteine, fatto che e' stato dimostrato scientificamente portare ad un maggiore rischio di problemi al cuore.

FERRO
Il ferro svolge indubbiamente un ruolo importante nel funzionamento del nostro corpo. Questo minerale e' infatti essenziale per la formazione dell'emoglobina, il pigmento che conferisce al sangue il colore rosso. Il ferro nell'emoglobina si combina con l'ossigeno e lo trasporta attraverso il sangue agli organi del nostro corpo il quale contiene tra i 3.5 e i 4.5 grammi di ferro di cui i 2\3 fanno parte dell'emoglobina in circolo e il rimanente e' conservato nel fegato, nella milza e nel midollo osseo. La mancanza di ferro puo' portare all'anemia. Infatti una volta esaurite le riserve di questo minerale la sintesi dell'emoglobina viene inibita e si notano i classici sintomi di questa patologia: stanchezza, mancanza di resistenza fisica, insonnia perdita di appetito, mal di testa e pallore. A causa dell'importanza del ferro anche per il sistema immunitario l'anemico e' anche meno resistente alle infezioni e, secondo alcuni studi, ha una minore capacita' di apprendimento.
Da quanto fin qui detto e' chiara l'importanza di una alimentazione che contenga una adeguata quantita' di ferro il cui fabbisogno giornaliero e' di circa 10mg per un uomo adulto e di circa 15mg per una donna prima della menopausa. La donna necessita di un maggiore apporto alimentare poiche' con le mestruazioni viene persa una certa quantita' di sangue e quindi di ferro. Anche chi pratica sport dovrebbe assumere piu' ferro. Questi sono i dati, stilati nel 1991 dal Dipartimento Della Salute inglese, riguardo al fabbisogno giornaliero di ferro:

Bambini da 0 a 3 mesi1,7 mg/giorno
Bambini fino a 12 mesi7,8 mg/giorno
Bambini6,1 - 8,7 mg/giorno
Adolescenti11,3 - 14,8 mg/giorno
Uomini8,7 mg/giorno
Donne14,8 mg/giorno



Non bisogna tuttavia pensare che piu' ferro si assume meglio sia per la propria salute. Non solo questo minerale in quantita' eccessive dovute all'uso sconsiderato di integratori o farmaci anti anemici puo' essere estremamente tossico ma alcuni studi indicano che esiste una correlazione tra alti livelli di ferro nel sangue e patologie cardiovascolari. Inoltre una assunzione eccessiva di ferro puo' causare problemi nell'assimilazione di altri minerali come lo zinco e il rame.
A questo punto bisogna domandarsi se una dieta vegana soddisfa il proprio fabbisogno di ferro. A questa domanda si puo' in tutta tranquillita' rispondere affermativamente: i dati epidemiologici confermano che l'incidenza di anemia tra i vegetariani e gli onnivori non presenta differenze significative e pertanto si puo' concludere che il contenuto di ferro di una alimentazione di soli vegetali e' adeguato.
Una dieta vegetariana non presenta alcun vantaggio rispetto ad una dieta vegana per quanto concerne il suo apporto di ferro dato che il latte e i latticini contengono quantita' minime di questo minerale e anche le uova non sono certamente tra le fonti principali di ferro contenendone solo 1.3 mg per uovo. Inoltre il latte di mucca causando, specie nei bambini, delle perdite di sangue anche rilevanti , puo' contribuire a ridurre le proprie riserve di ferro. Per questo ed altri motivi il latte di mucca e' sconsigliato dalla American Academy of Pediatrics ai bambini sotto l'anno di eta'.
Non va inoltre dimenticato che anche gli onnivori ne assumono mediamente solo il 25-30% da alimenti di origine animale (fegato e frattaglie sono le carni che contengono di piu') e che il resto deriva quindi da alimenti vegetali. I cibi vegetali che contengono piu' ferro sono tutti i legumi (che sono anche ottime fonti di proteine), le crocifere (cavoli, verza, crauti, etc), il tofu, i cereali integrali, gli spinaci, la frutta secca (albicocche e fichi), i pistacchi, il lievito di birra, l'ortica (che e' tra gli alimenti che contengono piu' ferro: oltre 40 mg per 100g).
Il ferro contenuto dai vegetali tuttavia non e' altrettanto assimilabile del ferro contenuto della carne. Infatti mentre del ferro vegetale possiamo assorbire solo l'1-10%, del ferro cosiddetto "eme" possiamo assorbirne tra il 10 e il 20%. Va comunque detto che solo il 40% del ferro contenuto nei cibi animali e' effettivamente eme.
Esiste ad ogni modo una maniera molto semplice di aumentare l'assimilabilita' del ferro vegetale fino al livello del ferro eme e cioe' includendo nei pasti abbondanti quantita' di alimenti contenenti vitamina C (p.e. frutta fresca, succhi di agrumi o, tra le verdure, peperoni, broccoli, cavoli, pomodori, patate) gia' comunque presente in buone quantita' in tutte le verdure. Anche cucinare (specialmente i cibi acidi come la salsa di pomodoro) in recipienti di ferro puo' essere un espediente utile per chi teme di essere carente di questo minerale. Se teniamo presente che il ferro, sebbene in se' meno assimilabile, e' comunque presente in quantita' maggiori nei cibi vegetali e' facile capire che una dieta vegana e' piu' che adeguata (non va inoltre dimenticato che una riduzione di ferro nella dieta tende ad aumentare la capacita' del proprio apparato digerente di assorbire questo minerale).
Alcuni cibi, al contrario di quelli ricchi in vitamina C, hanno la caratteristica di ridurre l'assimilabilita' del ferro a causa del tannino contenuto. In particolare: vino rosso, cioccolato, caffe' e te'. Anche i fitati, gli ossalati e i fosfati contenuti in alcuni vegetali (come gli spinaci).

CALCIO
Il calcio e' un minerale, essenziale per la salute delle ossa e dei denti. Vi sono diversi minerali molto importanti per la salute del corpo umano, e che devono essere ottenuti dal cibo. Le maggiori funzioni dei minerali sono come costituenti dello scheletro, come sali solubili per mantenere sotto controllo la composizione dei fluidi corporei, e come aggiunta all'azione di molti enzimi ed altre proteine. Questi sono i dati del fabbisogno giornaliero di calcio stilati nel 1991 dal Dipartimento Della Salute inglese:

Bambini350-550 mg/giorno
Ragazze adolescenti800 mg/giorno
Ragazzi adolescenti1000 mg/giorno
Adulti700 mg/giorno



Buone fonti vegetali di calcio sono il tofu (se preparato usando il solfato di calcio arriva a contenere piu' di 4 volte il calcio contenuto nel latte bovino), le verdure dalle foglie verdi, noci e semi. Buone quantita' di calcio possono anche essere assorbite da determinati tipi di acqua; altri alimenti ricchi di calcio sono le alghe marine, il crescione d'acqua, il prezzemolo e i fichi secchi.
Una dieta ricca di proteine, specialmente se di derivazione animale, causa una diminuzione del calcio nel corpo. Uno studio del 1988, in cui si comparava la quantita' di calcio espulsa con le urine, ha mostrato che una dieta basata sulle proteine animali causava una maggior perdita di calcio delle ossa nelle urine (150 mg/giorno) che una dieta basata solo su proteine vegetali (103 mg/giorno). Questi risultati suggeriscono che una dieta piu' ricca di proteine vegetali che non animali puo' proteggere meglio dalla demineralizzazione delle ossa, e quindi dalla osteoporosi.
Solamente il 20-30% del calcio in una dieta media viene assorbito. La quantita' di calcio assorbito puo' essere ridotta a causa dell'abbinamento con fibre, fitati o con ossalato nell'intestino. Studi recenti dimostrano che le fibre non limitano in maniera sensibile la disponibilita' di calcio nel cibo. Il fitato e' contenuto nei cereali, nelle noci e nei semi, e puo' associarsi con il calcio rendendolo meno facile da assorbire; comunque, il corpo umano si adatta facilmente ad una disponibilita' minore di calcio, e quindi tali sostanze non hanno un effetto particolarmente significante sull'assunzione totale di calcio.

VITAMINA B12
La storia della Vitamina B12, inizia nel 1925 quando Wipple dimostro' la funzione antianemica del fegato di vitello. L'anno seguente Minot e Murfhy, confermarono che questa terapia arrestava l'evoluzione progressiva dell'anemia perniciosa. Nel 1929 il Dott. Castle avanza l'ipotesi che nel fegato sia depositata una sostanza antiperniciosa, che e' dotata di un fattore estrinseco fornito dagli alimenti, e un fattore intrinseco prodotto dalla mucosa gastrica. Solo nel 1948 Rickes e coll. in America e Smith in lnghilterra dal fegato isolano una sostanza che ha un forte potere antianemico. Questa sostanza rossa, cristallina viene chiamata vitamina B12 o Cianocobalamina. II fegato e' l'organo di deposito di questa vitamina, e per molti anni sono stati usati gli estratti epatici per il trattamento dell'anemia perniciosa. Nel 1955, si riusci' a determinare la struttura chimica della cianocobalamina. Negli anni successivi, ci si accorse pero', che vari fattori con struttura leggermente diversa, ma con attivita' vitaminica B12, avevano in comune il nucleo della cobalamina, la quale viene quindi considerata il vero principio attivo. Un corretto apporto di vitamina B12 e' essenziale per mantenersi in buona salute dato che essa svolge alcune funzioni essenziali nel nostro organismo e la sua carenza puo' determinare l'insorgere di anemia megaloblastica (cioe' caratterizzata dalla presenza nel sangue di globuli rossi di dimensioni anormali) e di disturbi del sistema nervoso (essa contribuisce infatti alla produzione della mielina, una sostanza che ricopre i nostri nervi). La carenza puo' essere determinata da un apporto insufficiente di tale vitamina, ma nella maggior parte dei casi essa e' determinata da problemi legati al suo assorbimento da parte dell'organismo; la gran parte dei casi di carenza di B12 nella popolazione deriva infatti dalla mancanza di fattori intrinseci (una proteina prodotta nello stomaco che trasporta la B12 nel flusso sanguigno), senza i quali solo una minima parte della vitamina viene assorbita.
La carenza di vitamina B12 e' caratterizzata da tre sindromi che interessano il sangue, il tratto gastrointestinale e il sistema nervoso;
Una sindrome anemica: caratterizzata da debolezza, sensazione di avere la testa vuota, vertigini, ronzii, palpitazioni e segni di insufficienza cardiaca congestizia. All'esame obiettivo il paziente e' pallido, con sfumatura itterica di cute e sclere: Il polso e' rapido e l'aia cardiaca puo' essere ingrandita, fegato e milza possono essere lievemente ingrossati. Vi puo' anche essere febbricola. L'emocromo e' caratterizzato da globuli rossi macrocitici, ipercromici, con megaloblastosi e leucopenia.
Una sindrome Gastrointestinale: i pazienti presentano la lingua che appare liscia e di colore rosso intenso. Puo' essere presente anoressia con calo ponderale, talvolta. accompagnata da diarrea e altri sintomi gastrointestinali. Una sindrome Neurologica: torpore e acroparestesie, sono i primi segni neurologici ad apparire. Debolezza, atassia e scarsa combinazione dei movimenti delle dita compaiono: Subito dopo e possono essere anche presenti disturbi sfinterici. I disturbi psichici possono variare da una lieve irritabilita' e deficit di memoria, fino a una grave forma di psicosi.
L'assunzione media giornaliera di B12 raccomandata e' di1- 2 mcg [3,9] ma non e' necessario che questa vitamina sia effettivamente assunta tutti i giorni al contrario di altre vitamine. Una assunzione eccessiva non e' ritenuta tossica. Le madri che allattano e probabilmente durante la gravidanza devono prestare particolare attenzione ad introdurre nella dieta una quantita' sufficiente di cianocobalamina.[6]
Perche' la cianocobalamina sia correttamente assorbita nell'intestino umano (nell'ileo, per la precisione) e' necessaria la presenza del cosiddetto "fattore intrinseco", una glicoproteina prodotta nello stomaco. Lo stomaco di alcune persone non secerne questa glicoproteina e in quei casi anche una alimentazione ricchissima di B12 non e' sufficiente e si rende necessaria la sua somministrazione per iniezione.[9]
I prodotti animali (in particolare le carni ma anche uova e latticini) contengono molta vitamina B12. Essa infatti e' prodotta da alcuni ceppi di batteri presenti nell'intestino degli animali e anche nel terreno. Essa, invece non e' generalmente presente nei prodotti vegetali. Tuttavia anche nella frutta e nella verdura non lavata accuratamente vi possono essere tracce di questa vitamina per via dei residui di terra che possono rimanere nelle parti esterne dei vegetali. I vegani potrebbero infatti teoricamente assumere quantita' sufficienti di questa vitamina evitando di lavare la frutta e la verdura prima di mangiarla (e magari anche evitando di lavarsi le mani prima di sedersi a tavola) ma va detto che la cosa e' assolutamente sconsigliabile se non si tratta di prodotti biologici a causa dei residui di pesticidi presenti sui prodotti industriali. Inoltre anche i prodotti biologici non lavati non costituiscono una fonte veramente affidabile di B12 e pertanto e' opportuno integrare l'alimentazione con altre fonti (inoltre i vegetali non lavati possono contenere una quantita' elevata di nitrati).
La vitamina B12 e' anche prodotta dai batteri del nostro intestino [4], tuttavia, diversamente da quanto si pensava, tali batteri sono presenti in una parte dell'intestino che non ne consente l'assorbimento.[1] Una certa quantita' di questa vitamina e' anche escreta con la bile e viene efficacemente riassorbita nell'intestino dando luogo alla cosiddetta circolazione enteroepatica.
In passato si riteneva che alcune alghe (come la spirulina) e i prodotti fermentati (come il miso o il tempeh) contenessero grandi quantita' di cianocobalamina. In seguito si e' scoperto che in realta' questi prodotti contengono solo degli analoghi di questa vitamina, che essi non sono in grado di svolgere le stesse funzioni della cianocobalamina e che addirittura possono inibirne l'assorbimento.[1,2]
Il corpo umano é in grado di mantenere delle riserve di B12 (circa 3-5 mg, l'80% dei quali nel fegato) sufficienti ad evitare carenze sicuramente per almeno 3 anni (secondo alcuni studiosi fino a 30 anni [1]) anche nel caso di totale assenza di questa vitamina nella dieta. Infatti le carenze sono molto piu' spesso dovute alla mancanza di fattore intrinseco (mancanza che non ha nulla a che vedere con l'alimentazione) che all'insufficiente apporto alimentare. Inoltre, secondo alcuni, i vegani svilupperebbero una maggiore capacita' di assimilare questa vitamina. [5]
Abbiamo detto che le fonti principali si B12 sono animali, tuttavia anche i vegani possono tranquillamente assumere questa vitamina. Essa infatti non solo é contenuta in alimenti fortificati (p.e. latte di soia o cereali addizionati o integratori alimentari prodotti senza l'uso di sostanze animali) ma e' anche presente in alcuni lieviti alimentari come il Red Star T6635+ di cui sono sufficienti uno o due cucchiai per coprire il fabbisogno giornaliero. Da quanto detto fin qui appare chiaro che il vegano deve prestare attenzione all'assunzione di cianocobalamina senza tuttavia esserne eccessivamente preoccupato. Infatti, come abbiamo visto la carenza di questa vitamina dovuta ad un insufficiente apporto alimentare e' piuttosto rara e comunque si verifica solamente dopo molti anni di dieta priva di B12 o durante l'allattamento. Anche l'American Dietetic Association ha comunque ribadito nel suo "position statement" sull'alimentazione vegana e vegetariana che queste diete sono salutari e non comportano particolari rischi neppure per i bambini in fase di crescita [7] i quali devono comunque includere nella loro dieta una fonte sicura di B12. Le fonti di cianocobalamina compatibili con la dieta vegana sono, come abbiamo visto, alcuni lieviti alimentari come il Red Star T-6635+ (e' opportuno controllare sull'etichetta che il lievito contenga effettivamente questa vitamina) e i prodotti addizionati come alcune marche di latte di soia, di cereali, di margarine o di hamburger vegetali. Naturalmente e' sempre possibile ricorrere ad integratori alimentari in vendita nelle erboristerie o in farmacia.

Note:
[1] Herbert V: Vitamin B12: Plant sources, requirements, and assay. Am J Clin Nutr 48: 852-858, 1988.
[2] Kondo H, Binder MJ, Kohhouse JF et al: Presence and formation of cobalamin analogues in multivitamin-mineral pills. J Clin Invest 70: 889-898, 1982.
[3] Food and Nutrition Board, National Research Council: Recommended Dietary Allowances, 10th ed. Washington, DC: National Academy Press, 1989.
[4] Albert MJ, Mathan VI, Baker SJ: Vitamin B12 synthesis by human small intestinal bacteria. Nature 283: 781-782, 1980.
[5] Immerman AM: Vitamin B12 status on a vegetarian diet. A critical review. Wld Rev Nutr Diet 37: 38-54, 1981.
[6] Virginia K. Messina, Kenneth I. Burke, Position of The American Dietetic Association: Vegetarian Diets, 1998
[8] Sanders TAB, Reddy S., Vegetarian diets and children. Am J Clin Nutr. 1994;59(suppl):1176S-1181S.
[9] Herbert V. Vitamin B12: plant sources, requirements, and assay. Am J Clin Nutr 1998;48:852-8.

Bibliografia:
- Information Sheet: Vitamin B12, The Vegetarian Society.
- VITAMINA B12: FANTASIA E REALTA', Riccardo Trespidi, L'Idea Vegetariana N.92, autunno 1992.
- The Vegan Achilles Heel, M. Modugno, The Viva Vine, vol. 6, n.1,1997.
- Vitamin B12 in the Vegan Diet, R. Mangels in "Simply Vegan: Quick Vegetarian Meals", Debra Wasserman, The Vegetarian Resource Group.
- Vitamin B12: A Genuine But Simple Issue, in "Food for Life: How the New Four Food Groups Can Save Your Life", Neal D. Barnard, Harmony Books, 1993
.


VITAMINA D
La vitamina D e' una vitamina solubile con il grasso, che agisce come un ormone, regolando la formazione delle ossa e l'assorbimento di calcio e fosforo dall'intestino;. aiuta a regolare lo scambio di calcio fra ossa e sangue. La carenza di vitamina D, che causa l'infragilirsi delle ossa, e' piu' diffusa nei paesi settentrionali e nelle zone dove la tradizione impone che il corpo sia ben coperto da abiti costantemente (es. in alcune parti del mondo islamico).
I vegani ottengono la maggior parte della vitamina D loro necessaria dall'azione della luce solare sulla pelle, o anche assumendo cibi arricchiti quali possono essere il latte di soia, la margarina, i cereali da colazione. Comunque l'apporto piu' significante di vitamina D e' dato dall'azione dei raggi ultravioletti B sulla pelle; non e' necessaria una forte luce solare, anche, ad esempio, durante una giornata estiva nuvolosa viene stimolata la produzione di vitamina D. Gli unici problemi potrebbero sorgere nelle zone con latitudine nord maggiore di 52 gradi, dove fra ottobre e marzo la luce solare non giunge ad avere la sufficiente lunghezza d'onda (i raggi ultravioletti B, o UVB, hanno lunghezza d'onda di 300-320 nanometri). In questi casi la scorta di vitamina D per l'inverno dipende dall'esposizione al sole fatta durante l'estate.

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: MangioSANOmangioVega
Data di creazione: 20/09/2006
 

CONTATTA L'AUTORE

Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 71
Prov: EE
 

FACEBOOK

 
 

COSA POSSIAMO FARE DA SUBITO

I MAGNIFICI CINQUE!!

immagine 

PER INIZIARE:

Sostituire la carne e le uova CON i cibi di cui al gruppo 2

(a scelta tra: legumi,  piselli, grana padano, latte e latticini, frutta secca, seitan, soia, tofu e tempeh.  Anche le castagne, i funghi, le banane e i cachi sono ottime fonti di proteine).

I 5 componenti della VEGPYRAMID, la piramide alimentare completa e naturale.

immagine

1)  I CEREALI (pane, pasta, riso, cereali per la prima colazione). Costituiscono la base della ns. alimentazione.

Esempi: risotto ai funghi, agli asparagi, ai carciofi, maccheroncini all'arrabbiata, spaghetti aglio olio e peperoncino, orecchiette col pesto, pasta con piselli, pasta e ceci, pasta e legumi, pasta con sugo mediterraneo (principalmente zucchine, olive, piselli, volendo anche carote e patate, oppure broccoli che proteggono la vista e proteggono dai tumori e contengono molto calcio).

2) I LEGUMI, LA FRUTTA SECCA e altri cibi ricchi di proteine (soia, piselli, seitan, tofu, tempeh, ma anche grana padano latte e latticini).

3) VERDURA, privilegiando la verdura a foglia verde scura (ricca di calcio).

4) FRUTTA, le banane sono ricchissime di proteine e magnesio e sono anti-cellulite!!

5) GRASSI VEGETALI (olio di oliva, ma anche frutti oleosi e frutta secca, ricchissima di proteine).

 

LA "FOLA" DEI CARNIVORI...

Ah, quella sulle proteine è la più grossa fola che si possa continuare a portare avanti come pseudo-obiezione. Sfatata da chiunque abbia un minimo aggiornamento a livello medico-scientifico. Sei hai voglia di saperne di più (ma ne dubito) vai a leggerti questo o scaricati la posizione dell'American Dietetic Association (il più importante organismo medico internazionale in materia) qui. Il documento dell'ADA è stato adottato il 18 ottobre 1987, e riconfermato il 12 settembre 1992, il 6 settembre 1996, ed il 22 giugno 2000. Il documento attuale (del 2003) sarà valido fino al 31 dicembre 2007. Sono 19 anni perciò che la validità delle diete vegetariane e vegane viene confermata. Alla faccia di chi continua a parlare di proteine *nobili* e non.

 

LA DIETA VEG QUALE MALE MINORE ANCHE X LE PIANTE

"Sono ormai 21 anni che ho felicemente scelto il vegetarismo e potrai capire come non esista obiezione alla quale non abbia già risposto. A questa rispondo così (è una delle faq che ho prodotto per Vegan Italia): Alcune ricerche hanno messo in evidenza che anche le piante potrebbero provare qualcosa di simile al dolore, ma, sul piano scientifico, niente ancora lo conferma. Sorge così la necessità di scegliere, tra i due, il male minore, dato il fatto che, al contrario, siamo scientificamente certi del dolore che provano gli animali, dotati di un sistema nervoso centrale molto simile al nostro. Tuttavia, anche considerando l'ipotesi che i vegetali soffrano, voglio sottolineare, sempre nell'ottica del male minore, che per produrre un'unità di proteina carnea sono necessarie di media dieci unità di proteine vegetali. Mangiando solo vegetali, quindi, si causa per questi ultimi una sofferenza dieci volte minore che mangiando carne."

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 
Citazioni nei Blog Amici: 25
 

ULTIME VISITE AL BLOG

mrinvest10gianangelillomariavittoria1963gere73roh802010serebydanielarubbolisabrina823rossela1950antelao63bellicapellidgl3skull80wbetaeta7IrrequietaDlubopo
 
 

ANZICHE' RINGRAZIARE...

immagine
Inviato da simoveganblu il 27/10/06 @ 13:35 via WEB
Mamma mia!! Ho visto il video di WWW.NONLOSAPEVO.COM.. Terribile!! Ma purtroppo è la cruda realtà, sia di allevamenti di animali da pelliccia, sia di allevamenti di animali da carne. CHE DIFFERENZA C'E'? NESSUNA!! NEI PRIMI SCUOIANO VIVI PER LA PELLICCIA E NEI SECONDI SCUOIANO VIVI PER LA CARNE, ma noi possiamo soddisfare il bisogno di vestirci come il bisogno di alimentarci IN MODI DIFFERENTI!!!. ... BISOGNA CONSIDERARE CHE SE DOVESSIMO GIUSTIFICARE LE BARBARIE PERCHE' SODDISFANO DEI "BISOGNI", bisognerebbe pure togliere lo stupro dal nostro codice penale!! CHI HA PIU' CERVELLO LO USI!! Mangiare, vestirci, e soddisfare gli altri bisogni possono giustificare il ns. comportamento di calpestare la vita altrui?!? E NON MI VENITE A RACCONTARE CHE NOI FACCIAMO PARTE DELLA CATENA ALIMENTARE, perchè allora meritate solo di essere al gradino più basso ed essere sgozzati anche Voi!! ANZICHE' RINGRAZIARE DI ESSERE AL GRADINO PIU' ALTO E AVERE LA POSSIBILITA' DI RISPARMIARE LA VITA A DELLE CRREATURE INNOCENTI E DOLCISSIME, Voi additate gli animali che si comportano peggio e li tirate in ballo quale esempio per giustificare i Vostri ORRORI!!! Ma se volete comportarvi come le belve, allora accettate anche di ESSERE SCUOIATI VIVI per fare pellicce!!! AVANTI, CARNIVORI, COSA SCEGLIETE?.. Ti mando un mega kiss e grazie per avermi lasciato il link!! Ora lascio questo link in evidenza in uno dei miei box personalizzati!! A presto, New... BACI!!!
 
..
Inviato da NewDealNow il 27/10/06 @ 14:06 via WEB
ciao Simo, mi è piacito molto il "ANZICHE' RINGRAZIARE" che tu hai scritto. A mio avviso proprio perchè "ANZICHE' RINGRAZIARE" ci si fa sopraffare dall'ingordigia e non si è consci delle proprie fortune.... ANZICHE' RINGRAZIARE si torturano gli animali (per soldi).... si distrugge il pianeta terra (per soldi)... si ammazzano le persone (per soldi)... Anzichè ringraziare... si pretende! SIAMO RIMASTI AD UNA VISIONE DEL MONDO DOVE LA TERRA ERA AL CENTRO DELL'UNIVERSO E TUTTO LE RUOTAVA ATTORNO!!!! L'UOMO NON E' AL CENTRO DELL'UNIVERSO!!! E' UNA MINUSCOLA E RECENTISSIMA FORMA DI VITA NON TROPPO DIFFERENTE DALLE ALTRE CHE VIENE OSPITATA DAL PIANETA TERRA!!!!
 

PETIZIONI DA FIRMARE ANCHE ON LINE !!

INTANTO, ANCHE ON LINE,
firmiamo la petizione MENSE (PER GARANTIRE PARI DIRITTI E PARI OPPORTUNITA' ANCHE AI VEGETARIANI... E visto che i carnivori cercano di difendere la loro LIBERTA' DI SCELTA, per coerenza loro dovrebbero essere I PRIMI A FIRMARLA!!!).
immagine
PETIZIONE DELLA LAV PER I VEGETARIANI:
immagine immaginePETIZIONE PRO-POLLI