Creato da Poeta_Narratore il 29/08/2010

Poeta Narratore

le mie poesie

 

IL VENDITORE DI FUMO.

Post n°364 pubblicato il 16 Ottobre 2019 da Poeta_Narratore

Il  venditore di fumo .

Oh quanta amarezza !
Quanta la pazzia …
quanta messa in scena ,
mi duole questo sfogo si diffonde ,
tra gli echi dei perdenti si attorciglia .

L’alba mi dà la sua luce ed è giorno
sul lido ridente pietrifico ricordi :
in me si infonde lava abbagliante ,
mi rendo conto che è solo fumo .

Sono io il venditore di fumo !
Spezzo lusinghe all‘amore …
a te stupenda femmina la mia cuccagna ,
che spandi incenso sui candidi gigli ;
spandi fumo ,su rose rosse celi .

E bacio labbra  sorde , inquiete
spudorate si mostrano vezzose …
suggellano il lucroso vizio ,
su un corpo di piaceri mi fa virile .

Suvvia , non fare la gallina , vieni …
vieni , e smettila di fare la gattina ,
né mai coglierai la mela amara
né mi avrai il tuo ciel sereno .

Sai ,
anche tu come me , vendi fumo .

Giovanni Maffeo Poetanarratore.

 
 
 

PERDIZIONE.

Post n°363 pubblicato il 15 Ottobre 2019 da Poeta_Narratore

Perdizione.

S'imporpora il beato sangue‭
nella mia anima il tuo si consola,
mi trascini nella perdizione onirica‭
ove l'inesorabile amore mi sarà fatale‭ ‬.

Tu fosti acero di pianta spoglia‭!
Ti camuffasti d'acqua santa e fosti benedetta,
nel seme nascesti pura tra le gemme in fiore‭
oggi,la mia pietà s'adira nel non poterti riabbracciare‭ ‬.

Sei la perdizione‭ ‬,‭ ‬la pietà dopo la misericordia‭ !
Una locuzione senza fissa dimora,
nel mio cervello il tuo nome si frantuma
l'apparente nichilismo‭ ‬l'ideale dei valori nuovi‭ ‬.

Vattene tentatrice dall'animo sfatto‭!
Mietitrice di vittime e di innocenti orgasmi‭ ‬,
di implorazione e liberi arbitri‭ ;
tu,‭ ‬il cimelio del prezioso dono‭ ‬.

Fosti serpe velenosa‭ ‬,la depravata folle
insultasti l'amore mio‭ !
Il sublime che tra noi nacque genuino‭ ;
la maligna bugia del ruffiano amante‭ ‬.

E non trovasti eco‭ ‬nelle sorde lande‭ !
Fui per te capriccio d'avventura‭ ...
la faccia di un momento accattivante‭
l'enigma di una notte eterna‭ ‬.

Fosti carne della‭ ‬mia carne
la femmina che io ancora rubo‭ ‬.

Giovanni Maffeo Poetanarratore‭ ‬.

 
 
 

AMAMI .

Post n°361 pubblicato il 06 Luglio 2019 da Poeta_Narratore

Amami‭ ‬.

Cancella l'odio che in te porti e continuerò a crederci
a consumarti labbra‭ ‬,‭ ‬con le mani le tue cosce fredde.
E si riapriranno cieli‭ ‬,‭ ‬mari nuvole di pioggia‭
al calar del sole i baci sbocceranno nella luna‭ ...
sarai radiosa nelle ombre mie
col‭ ‬struggente seno ti approprierai della mia fame‭ ‬.
Non lasciarmi soffrire‭ ‬,‭ ‬la tua anima è femmina‭ !
È‭ ‬la tua amica di sempre in amore‭
porgila a colui che si impegna ad arricchirla‭ ‬,
al trepido sogno che fu il nostro regno‭
ci trascinò nell'incanto‭ ‬,‭ ‬nel frenetico desiderio‭ ‬.
Amami dunque oh regina del senso
balla con me i voluttuosi valzer e afferrami
in punta di piedi ti sollevo‭ ‬,
ti avvolgo nell'irrefrenabile amore‭ ‬.
E con te resta dolce il pianto‭ ‬,è la fine‭ ‬se ti‭ ‬affliggi‭ ...
appassiranno l'inverno le silenziose lacrime
il sentiero scarno cadrà tra le arse sponde.
Amami‭ ‬,non lasciarmi‭ !
Io sono per te il sole della terra‭
la luce che ti accende e abbaglia‭ ‬,
la perenne stagione che traccia di giallo le tue giunchiglie‭ ‬.
Amami e sarò il tuo cuscino caldo‭ ‬,
saprò dipingere le tue gote rosa‭ ;
disegnare in esse le tracce‭ ‬della‭ ‬vita che ci resta‭ ‬.

Giovanni Maffeo Poetanarratore.

 

 
 
 

PER CARITA' .

Post n°360 pubblicato il 06 Luglio 2019 da Poeta_Narratore

PER CARITA' .

Quando la povera anima implora si inginocchia alla miseria
genuflette l'odissea al sacro spirito ...
chiede pietà tra i versi dell'amore :
alla voce di un cuore per vedere luce .

Fate la carità al povero poeta !
Egli è romantico ,scrive pensieri al chiaro della luna ,
la sua amata è la poesia ,il suo mantello il cielo
il suo prato son le stelle ,i fiori il primo amore .

Ma, egli , è colui che ama
nei suoi versi la storia infinita :
la sua musa l'ha tradito ,l'ha abbandonato ,
gli ha reso cieco l'immenso paradiso .

E per lei scrive ancora ...
scrive le melodie delle grandi opere ,
non ha tempo ,al mondo le vuole raccontare
far sapere quanto sono importanti le emozioni .

Fate la carità !Lo dico a voi ...
voi indifferenti egoisti maltrattati
che per orgoglio avete chiuso il cuore ,
lacerato brandelli di pensieri ,voi !

Dategli l'attimo felice un battito di plauso
una lacrima sul viso ,una piccola carezza ,
egli scriverà ancora per voi , per lei ...
fategli il dono di Natale ,un ramo di olivo .

Giovanni Maffeo Poetanarratore .

 
 
 

LEI NON SA CHE LA VIVO.

Post n°359 pubblicato il 25 Giugno 2019 da Poeta_Narratore

Lei non lo sa che la vivo‭ ‬.


Anche tu sei l'amore‭ !
A me proibito che vengo dall'ignoto‭ ‬,
A me deluso per il troppo entusiasmo‭ ;
Per avere acceso fuochi tempestosi‭  ‬.
Oh mare‭ ! ‬Ti paragono a colei che amo‭ ‬:
A lei che non sa che la vivo‭ ...
Che rende nuovi i giorni miei‭ ;
Mi dà‭  ‬brio luce aria‭ ‬.
Ed io le scrivo poemi d'amore‭
La penso nelle ore della sera‭ ‬,
Nella febbrile essenza amore stillo‭ ;
Sposo albe coll'anima che si snuda‭ ‬.
Lei non lo sa che possiede l'arma del perdono‭
Porta con se l'oro dell'estate‭ ...
Il paradiso è il suo corpo nudo‭ ;
Ha il viso di un angelo ed è smarrita‭ ‬.
Lei non lo sa che la vivo‭  !
Che fremo col pensiero del mio io‭  ‬,
Tra i canti delle instancabili cicale‭ ;
Nei momenti di sfiducia e mala noia‭  ‬.
Sei bella donna‭ ‬,tanto cara la bella femmina‭
Il mattino ti somiglia‭ ‬,fresca di rose e palpiti di luce‭ ...
Accendi torce a nervi tesi‭
Nell'azzurro‭ ‬,‭ ‬al rosso sole‭ ‬.
Somigli ai bozzoli di farfalla‭
Si schiudono e voli ove le cime sono tempestose‭ ...
Ai battiti sgargianti‭ ‬,
A un paesaggio che si vede in cartolina‭ ‬.
Lei non lo sa che la vivo e in segreto l'amo‭ ...
Il cuore mio in silenzio preme‭ ‬.


Giovanni Maffeo Poetanarratore‭ ‬.

 
 
 

SUL CALMO MARE .

Post n°358 pubblicato il 19 Giugno 2019 da Poeta_Narratore

Sul calmo mare .Calda è la spiaggia , calmo il mare
un corpo di donna fa da cornice ,
famelici voyeur strisciano impavidi ;
con sotterfugi ammiccano intese .
E si veste di sola pelle la bella signore !
Di colori violacei e il pareo sgargiante ,
al sole d'estate si crogiola e cuoce ;
scansa gli sguardi  ai vogliosi villani .
E riemerge il suo ispido vissuto ...
l'innocenza affama la sola sua sentenza ,
nelle viscere si contorce e si scioglie ;
vuole saziare la sola avventura .
Sul calmo mare c'è la donna al sole !
Ella disinibisce i repressi assopiti ,
snuda l'anima al pretendente migliore ;
nei suoi sogni scabri gli manca il paradiso .
È troppa la voglia , non ha attesa:
si agita nella notte lunare ...
L'aria marina gli incita amore :
freme e si esalta , fuma sospiri ;
il suo ventre si contorce ,il nulla succede .
Non ha scampo la splendida dama ,
né confronti , né opzioni ,
ha solo il suo mare il suo cuore sparviero .
Non ha altro a chi amare ,
a chi dare il suo martirio migliore .
Anche stasera  deve mangiare la solita mela .

Giovanni Maffeo Poetanarratore .

 
 
 

EROS & PATHOS .

Post n°357 pubblicato il 07 Giugno 2019 da Poeta_Narratore

 

Eros & Pathos .

 

Ho la testa confusa

c'è troppa flemma tra le ammaliatrici ,

non ho più tempo per giocare;

sono uno spettro e aspiro mala noia .

Io sono un romantico !

Voglio l'ispirazione ,il corteggio ...

voglio il palpeggio di una matura musa ;

la femmina procace ,complice mi bea .

Tu che mi pugnali alle spalle squarci l'anima mia

dai troppo pathos al cuore mio ;

lo trafiggi lo corteggi col verde fiele ne fai miele .

Sei tu la dea che pulsi la vita mia

sensuali le tue bramosie

dammi , la potenza passionale .

Gli occhi tuoi mi guardano

reagisco alla tormentata passione

per non oscurare il bianco tuo pallore .

Ora che sono vivo per te perderò il sonno !

Farò veglia alla mia solitudine ...

con la nostalgia ti terrò nel cuore ;

con la mia anima ti vorrò sognare .

Chi sei tu dunque, l'universo ...

perché in esso mi fai girare ?

Mi lasci mi prendi ,mi porti dove vuoi

fai di me l' amante solitario.

Avvicinati alla mia ombra sarò reale

mi chiedo chi sono ?

Sarò corpo e aria nel tuo paradiso ,

tu ,l'eros e il pathos

la freschezza avvinta che guizza sulle rose .

 

Giovanni Maffeo Poetanarratore .

 

 

 
 
 

TRITTICO POETICO

Post n°356 pubblicato il 29 Maggio 2019 da Poeta_Narratore

Trittico poetico .


Passione  Odio  Amore
Opera poetica minore .

E fu il perenne gesto a vincere la discordia
a suggellare il giubilo immenso ,
sull'isola dei beati soffi permalosi
ondeggia fiori sui campi elisi .
Sono i beati che han reso meriti
hanno amato e generato vita ...
Han reso fertile il giardino delle rose ;
la passione ,il sentimento dei puri .
E poi la perdizione ...
Ove s'imporpora il beato sangue
nella mia anima il tuo si coagula ,
in perdizioni mi trascini , frena
in passione l'inesorabile sarà fatale .
Tu fosti acero di pianta spoglia!
Ti lavasti coll'acqua benedetta
con la mia gemma nascesti pura
la mia pietà s'adira e si svena.
Sei la perdizione !La passione effimera
senza fissa dimora ,accogli i nervi dei solitari
nel mio cervello il tuo nome si frantuma ,
l'apparente nichilismo nella misericordia trema.
Vattene venditrice di fumo ...
tentatrice dall'animo sfatto
mietitrice di vittime e di innocenti orgasmi ,
che tu possa trarre bene da chi spera  ;
il cimelio del prezioso dono .
Fosti serpe velenosa ,insultasti l'amore!
Il sublime che tra noi nacque ;
la maligna bugia della ruffiana storia .
E non trovasti eco  nelle sorde lande !
Fui per te capriccio d'avventura  ...
la faccia di un momento accattivante .
Fosti carne della  mia carne
la femmina che io ancora rubo .
Odio amo odio ,gli opposti che s'avvinghiano nel sangue ,
prepotenti rubano ricordi ;
cancellano tracce d'un vissuto innamorato .
Oh , dolore !Pena d'ogni tortura ...
d'ogni mal vissuto esorti;
a quando il trapasso , nell'anima s'avvede.
Egemonia sovrana di odio e amore
sovrasta la mente, nell'io si folgora e si frantuma ,
di dominio possesso pena;
l'oscuro presagio dell'eterna ipocrisia .
Si macchia di peccato l'infangato reo!
L'etico fautore che gli portò luce,
sentenza gli fu inflitta ; rassegnato , nel suo squallore tace.
Ognuno vive del suo delirio la sua pelle squama
esercita il suo fanatismo il suo regno è sconosciuto:
dalla terra inghiotte turpiloqui
è nell'ira sua che strozza il fiato ;
lui odia ama ,  farnetica .
Siamo dunque scheletri addobbati !
Da abiti smessi e lusinghe improprie ?
La sudicia compiacenza fa miseria la fede
come rivoli scendono le lacrime di gelo . 
Io vivo del mio delirio !
Del mio odio ,del mio amore
dal mal d'amore passione bramo ...
è la peggiore sofferenza prima della fine ,
prima che tu m'hai nutrito di baci e di rossori ,
mi hai carcerato tra i novizi in paradiso ;
con la tua ombra le mie membra tieni .
Amo la vita , l'amore , amo te lusinga del purificarlo,
amo l'amore e fauci affilo .
Voglio sfigurarmi ,diventare un mostro per amore ;
un fantasma con le ali da vampiro .
Ma io amo! Forse l'amore non ama me ?
Amo la bella incantatrice del reame
che serpeggia libera nell'anima mia ;
la voglio ingorda e peccaminosa ,
come l'opale pietra che esalta i suoi colori .
Lei spesso trema di paura non si scioglie al primo sole ...
Scompare tra gli illusori paralleli ,
ove l'inimmaginabile all'improvviso gli appare,
nelle mie braccia , tenera si trascina.
Amo la ricchezza d'animo!
Il consacrato che inneggia lo spirito ,
smuove l'intimo fuoco ove arde e esplode ,
nella feroce  passione si consuma ...
da false lune mi allontano ,
apro l'uscio a nuove visioni respiro con te l'aria pura ...

Giovanni Maffeo Poetanarratore.

 
 
 

L'ORO DELL'AMORE .

Post n°355 pubblicato il 18 Maggio 2019 da Poeta_Narratore

L'oro dell'amore

Ci avvicinammo piano toccandoci le mani
era fra i tuoi capelli l‘oro dell‘amore,
luccicavano le tue caviglie
piano ,piano mi innamoravo di te ...
Finimmo per rubarci i sogni
e già vedevo lucciole e lanterne,
fu la stagione della vita ;
la nostra ,era incominciata.
E fosti giglio , luna nella notte ,
fiore nel deserto sbocciavi le aurore;
fosti suolo consacrato ; il proibito amore !
Non ti accorgevi che buttavi tutto all'aria
setacciavi la miseria nel fienile ,
e nelle notti tristi l‘anima rattrappivi ;
volgevi ad altri il volgo del pensiero .
Buttavi via l'attesa! Il biglietto di sola andata ,
erano un groviglio di tante scuse; di tante scappatoie .
L'oro dell'amore non si fonde senza brace
se è vero un giorno torna indietro :
parlerà con voce muta , con i soli gesti accende la candela ;
va verso un rimbombante cuore e palpita sincero .

Giovanni Maffeo Poetanarratore .

 

 
 
 

NON C'E' TEMPO PER MORIRE

Post n°354 pubblicato il 12 Maggio 2019 da Poeta_Narratore

 

Non c'è tempo per morire .

 

Ai primi albori della vita tutto è rosa

si è vittima del proprio sorriso ,

nello sguardo il nostro arredo

il fato dei sogni nell'immenso sciama.

Ma non c'è tempo per morire

molte sono le cose da fare :

portarti sull'altare in un giorno di primavera

sui campi elisi baciarti al chiaro della luna .

C'è da dare linfa alle creature del creato :

ai fiori fonte di profonde intenzioni

succo della terra e miele per le api ,

per gli amati attimi di un minimo volo .

No! Non c'è tempo ...

non l'ho, devo dare voce alla mille parole

esse sono racchiuse nel cuore ,

aspettano il tuo si per riemergere su pagine di poesie .

Non c'è tempo per morire

devo raccontare le mie storie ...

dire cose mai dette ,emozioni che mi fanno urlare ,

nei tuoi occhi i minuti benedetti .

Che l'amore è il dono più grande

che la paura è un ricordo e nulla mi spaventa

l'inafferrabile è il gesto fedele ,

che l'esserci è la riscossa e bussa alla tua porta .

 

Giovanni Maffeo Poetanarratore .

 

 

 
 
 

IL MIO SOLE.

Post n°353 pubblicato il 28 Aprile 2019 da Poeta_Narratore

Il mio sole .


Dal lucente cielo
giace , il sole permaloso
esanime si stropiccia tra le nuvole,
come foglie d'autunno
s'alzano verso il fuggiasco amore.
Tra le Zolle di terra nera
fanno ombra ad alberi spogli ,
tra colli in fiore e prati seminati
ove la luce barbaglia fremiti .
Tu il ruscello che scorre
tra il maestoso sole zampilli  voglie ,
vorace la farfalla
fa il nido nel suo regno .
Odo rumori nei pensieri di lei
che sempre più si allontana ,
non posso fermarla
dirle parole che non le ho mai detto .
Forse quel sorriso sussurrato m'ah tradito ?
Con occhi di cerbiatto guardo il mio sole
che sempre più da te s'allontana .


Giovanni Maffeo Poetanarratore .

 
 
 

LA FARFALLA INNAMORATA

Post n°352 pubblicato il 18 Aprile 2019 da Poeta_Narratore

La farfalla innamorata.
Ho cercato amore!
Ho cercato il volto antico ...
il respiro di una farfalla innamorata
che urla muta nel suo volo.
Ho ricevuto miseria ,perfidia, menzogna,
il mio cuore l'ho visto rinnegare
pietrificato da ingiustizie e malafede;
ostinato dall'orgoglio mi sono spesso ricreduto .
Volto pagina e riprendo la mia vita!
Riprendo lacrime bagnate,
invano tocco il lembo d'un mantello;
il cristo in me m'insegna la dottrina.
Il figlio del tempo disperde il senso del male
del malsano sapore ne fa esperienza,
aborra l'ingiusto sacrilegio
inflittogli da una mente vuota .
Vola farfalla , vola!
Tra i prati i beati amori ,
tra i poveri il regno del signore
in ogni dove coll'innocenza si è eroi.
Brucia lo spirito amico ,favella il suo canto
com'io sorgo dall'intrepido ardire ,
corteggio la farfalla innamorata ;
il sogno fugace della mia vita.
Giovanni Maffeo Poetanarratore.

 
 
 

IL MORSO DEL DIGIUNO

Post n°351 pubblicato il 14 Aprile 2019 da Poeta_Narratore

Il morso del digiuno .


Ansimanti pulsioni fremono
su capezzoli schiumano capricci assopiti ,
ergono cime di voglie rabbiose
dall'irascibile sangue la carne si infuoca .
Per pietà del cuore libero l'anima mia!
Su di te decoro i germogli dell'amore ...
Mordo la carnalità dei sensi miei ,
essi , opprimono , lo scetticismo incredulo .
È il morso del digiuno a divorare spasmi
desiderio avaro ch'è s'adombra e si svela ,
pulsa battiti frenetici
nei meandri dissoluti della vita s'illude;
in corteggi e fiumi di parole eluse si evapora .
Sei tu dunque l'arma o donna !
il sensuale bersaglio ,l'armonioso abbaglio
ove si racchiude il tuo cerchio magico ,
l'assoluto enigma del volere e amare .
Rovente è la tua arma afferri e leghi i risoluti fati .
Mordimi dunque col tuo digiuno ...
nella passione consumami
e scioglimi come lacrime di cera .
Avvinta , offrimi i tuoi baci
le tue ansie feroci ,
con dolcezza concedimi un'ora sola del tuo amore .


Giovanni Maffeo Poetanarratore .

 
 
 

UN GIORNO DI PRIMAVERA .

Post n°350 pubblicato il 04 Aprile 2019 da Poeta_Narratore

Un giorno di primavera‭ ‬.

Sono solo e ho bisogno di te femmina‭
della tua anima‭ ‬,della tua bellezza‭ ‬,
ho bisogno delle tue gemme‭ 
da sbocciare in un giorno in riva al mare‭ ‬.
Ho bisogno delle tue vertigini
per infondermi nel tuo spazio immenso‭ ‬,
vivere questi ultimi autunni e le fugaci passioni‭
ove gli inverni freddi‭  ‬rievocano ricordi‭ ‬.
Ed è nel riverbero del tempo l'oasi feconda
essa si svena‭ ‬,nelle arterie sanguigne‭ ‬,
nei sensi si coagula per dare vita‭
al desiderio e il nostro amore‭ ‬.
È nelle tue grazie al sorgere dell’alba‭ ‬:
ti immagino nuda‭ ‬,vestita dai miei baci‭
la dea regina che fa ricca la melodia del gioco,
ormone profondo che palpita singulti‭ ‬.
Ed io divago con la fantasia‭
io,‭ ‬in me ti sento‭ ‬,‭ ‬e ti vorrei‭ ‬,
le lacrime han radici di nuovi bulbi
ha luci di fiammelle e lampare‭ ‬.

E‭' ‬il floreale fiore‭  ‬che‭  ‬mi desti in primavera..

Giovanni Maffeo Poetanarratore‭ ‬.



 
 
 

RICEVERA' UN SORRISO

Post n°349 pubblicato il 27 Febbraio 2019 da Poeta_Narratore

Riceverà il mio sorriso.

Lo sarà io lo vedo
lo colgo nei sogni
nelle immagini dei segni,
da un bulbo sboccia il mio sbadiglio.

Riceverà il mio sorriso
e avrà il mio essere sincero ,
nell'anima mia leggerà il suo domani
stringendomi a lei brillerò nel sole ...

E sarà per me il grande amore!
Come nelle notti di luna piena ,
ci baceremo sul lungo mare
su un prato verde dove nascono viole .

oh che fantasia !
Ad occhi aperti scrivo frasi storte ,
son sconnesse le parole
han bisogno di una terapia.

Nulla e nessuno mi impedirà d'amarti
perché già ti sento nel mio domani ,
con l'egoismo di un falso fingitore
a pelle il mio delirio si illude.

Si,riceverà il mio sorriso
e ho già deciso di lasciare un imbroglio,
la pungente ortica che mi ha reso crudo
un bavaglio che tolgo per urlare.

Giovanni Maffeo Poetanarratore.

 

 
 
 

LABBRA ROSSE .

Post n°348 pubblicato il 27 Gennaio 2019 da Poeta_Narratore

Labbra rosse .

Che dire !Sei la procace seduttrice ...
La novizia dalle movenze mozzafiato,
veli il tuo sguardo l'altro-ve osi.
Pretese son le tue labbra
su di me sanno di buono acido ,
sanno di salsedine di mare
di un sapore che fiuta ogni sospiro .
Sono labbra rosse !
Impacciate cercano respiro ,
sul mio corpo steso t'abbracci e fingi .
Labbra carnose che al sol tocco
parte il fulgido pensiero ,
la sintomatica fermezza
di una interazione pura.
Ma dimmi di te vorace creatura:
dimmi cos'hai sentito quando in te ho ruggito?
Ti ho rimosso forse il dolo dal peccato?
Il serpente di fuoco che striscia per morderti .
Sai sono curioso ...
È nelle mie viscere c'è il tuo fiume ,
assetato di passione ti chiamo ,t'afferro
ti porto con me in paradiso .
Ed era festa sotto le lenzuola!
Affanni bramosi scaldavano la carne :
mani che si toccavano in ogni dove ...
Tra le cosce fumavano le voglie .
Fu tutto un grido sordo
restava la strada del ritorno .
Resta il vanto ...
Il ti amo amore !

Giovanni Maffeo Poetanarratore .

 
 
 

FOGLIO COLORATO

Post n°347 pubblicato il 22 Gennaio 2019 da Poeta_Narratore

Foglio colorato.

Sulla pietra c'è inciso il tuo nome
tua l'immagine ,sul foglio colorato ...
in righi scuri ,le radiose parole :
amami e sei tu, il mio unico amore .
Ma Io sono vagabondo e rogo inerzie
senza avere nulla tra le mani
nell'inferno ,recito la novena .
Mi sazio di musica
e sono il poeta maledetto ;
è il tuo viaggio che finisce nel delirio .
Ma tu sei la bontà ,tu luce accesa
pecchi di sorriso ,rovesci la mia medaglia
puoi darmi l'altre emozioni ,
le mille poesie mentre tu ti spogli.
Tu il foglio colorato
l'estasi ,che abbonda flutti d'energia ,
l'idillio , sopra ogni cosa ,
la brina del mattino
del rosso melograno.
E tra i colori del cuore
sei complici della luna,
di questa folle idea
dell'angusto amore ,
mai sarai la mia primavera .

Giovanni Maffeo Poetanarratore.

 
 
 

VIVO .

Post n°346 pubblicato il 13 Gennaio 2019 da Poeta_Narratore

Vivo .

 

Vivo su un'altro pianeta da quando ti amo

vivo tra le nuvole !

Vivo nelle oasi del cielo ,

su onde infuriate dei flutti assassini

su scogli ad aspettare il tuo sole ,

nelle delicate orchidee

ove la tua purezza mi ansima l'amore

mi fa pazzo , nel toccare il tuo seno ,

bacio le tue labbra bramose di desiderio .

Vivo la stagione dell'amore

e ti farò complice nei miei pensieri

ti farò regina nell'estasi di una nuova vita

tra le tue lacrime ,raccolgo il frutto della terra ,

ove il mito dolore ci darà la gioia

di un lontano ,vicino arrivederci,

di un sempre viverti.

Si,ti voglio vivere amore !

Ove nascono le viole e i gelsomini

nei passi d'un valzer ,d'un tango Argentino ,

io malandrino, rubo le tue braccia

e si stringono ai miei fianchi .

Ti rubo l'anima !L'Irresistibile fremito

che s'adagia leggero nel confuso ,

nel vortice assopito della nostalgia impetuosa

ove s'annidano i torpidi sensi infuriati ,

tra i deliri della voglia, abuso la tua carne .

Vivo , le fresche correnti i maestosi paesaggi

le tue vampe di fuoco ,

sulla campagna spogliata,nell'etere si dissolve .

Vivo , l'abbondanza del tuo cuore ,con te la dimora degli dei

sui rossi prati del mattino ,nel ventre sacro del tuo mare .

Vivo e sono interamente tuo .

 

Giovanni Maffeo Poetanarratore .

 

 

 
 
 

UN ALTRO ANNO SE NE VA

Post n°345 pubblicato il 01 Novembre 2018 da Poeta_Narratore

Un altro anno se ne va .

Se ne và e non ha ritorno
in questo tempo strambo
ho taciuto i silenzi ,
i rumori dei miei desideri.

Se ne và un altro anno della vita mia
i tanti ricordi del passato ,
una parte di me si è sommersa
ricomincia a vivere se un'altra luce mi appare.

È il colore rosso
che all'improvviso arriva,
arriva l'età matura
con te sarà il bizzarro amore.

Ti vorrei in una veste nuova femmina:
decisa ,armoniosa come le calde sere,
come un uragano e in me tuoni
di pioggia le lacrime ardi passioni.

Un altro anno se ne va
e nel cassetto ho deposto un sogno :
l'incanto rosa su un corpo nudo
il voler essere tuo sempre .

Ho deposto l'eco di una musa
che mi ispiri poesia ,
per lei sarò il suo futuro
il privilegio di tornar bambino .

Giovanni Maffeo Poetanarratore.

 

 
 
 

Cuore di Cane .

Post n°344 pubblicato il 18 Ottobre 2018 da Poeta_Narratore
Foto di Poeta_Narratore

Cuore di cane

Ed è come un cucciolo disperso
in esso a volte mi ritrovo ,
un  uomo perso,un ennesimo pentito;
con i segreti dei vecchi maghi.
Un cuore che mi rode dentro
e mi porta alla follia ...
la pazzia di amare il vuoto chiuso;
vestito di buio mi perdo sul viale .
E senza una precisa meta
vado a cercare la conferma,
a chi mi degna a chi mi vuole accanto ?
Nessuno penso,
c'è troppo sangue sulla strada della discordia.
È una timida carezza che si adagia disperata  ...
Una luce guida che dal passato affiora ,
sotto la neve il riflesso acceca ;
da lì deriva un mondo nuovo .
Ma cosa dico,cosa divago !
Son passati gli'anni seri ,
gli'anni in cui i denti mostravano sorrisi ;
le gambe s'aprivano al sinuoso tocco .
Un amore certo lo vorrei !
L'odore di femmina ,la sua voglia,
piccoli silenzi mascherati da oblii;
forse son solo desideri evasi .
Perdermi vorrei in un cuore di cane
smarrirmi nel sublime amore,
nell'incandescenza immaginaria;
svanendo tra le ore d'un poema .

Giovanni Maffeo Poetanarratore.

 
 
 
Successivi »
 

E' VIETATO

   

E’VIETATO Senza il consenso dell’autore, la riproduzione, anche parziale, la trascrizione, la diffusione o la commercializzazione delle opere qui pubblicate. Il tutto ai sensi degli articoli 1 – 2 e 171 della legge n.633 del 22-04-1941 e successive integrazioni. Per tali trasgressioni è prevista la sanzione penale.

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

channelfyprefazione09bach1962Poeta_NarratorevololowTheArtIsJapan1marlow17sisyphus13lacey_munrocall.me.Ishmaelmaandraxje_est_un_autrecassetta2BARBIE.1986
 

ULTIMI COMMENTI

per ascoltare il video chiudere la musica corrente
Inviato da: Poeta_Narratore
il 23/08/2017 alle 18:16
 
...grazie Margherita...Giņ
Inviato da: Poeta_Narratore
il 07/08/2011 alle 08:48
 
Mi scuso per gli errori di battitura: quel "ne"...
Inviato da: margherita.22
il 28/07/2011 alle 09:29
 
Delusione ne dolore s'intreccianoin un...
Inviato da: margherita.22
il 28/07/2011 alle 09:27
 
...si Taty ,ne son convinto.Abbraccio
Inviato da: Poeta_Narratore
il 17/07/2011 alle 09:26
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 17
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CELIN DION