Quid novi?

Letteratura, musica e quello che mi interessa

 

AREA PERSONALE

 

OPERE IN CORSO DI PUBBLICAZIONE

Cliccando sui titoli, si aprirà una finestra contenente il link ai post nei quali l'opera è stata riportata.
________

I miei box

Piccola biblioteca romanesca (I miei libri in dialetto romanesco)
________

Cento sonetti in vernacolo romanesco (di Augusto Marini)

Centoventi sonetti in dialetto romanesco (di Luigi Ferretti)

De claris mulieribus (di Giovanni Boccaccio)

Il Novellino (di Anonimo)

Il Trecentonovelle (di Franco Sacchetti)

I trovatori (Dalla Prefazione di "Poesie italiane inedite di Dugento Autori" dall'origine della lingua infino al Secolo Decimosettimo raccolte e illustrate da Francesco Trucchi socio di varie Accademie, Volume 1, Prato, Per Ranieri Guasti, 1847)

Miòdine (di Carlo Alberto Zanazzo)

Palloncini (di Francesco Possenti)

Poesie varie (di Cesare Pascarella, Nino Ilari, Leonardo da Vinci, Raffaello Sanzio)

Romani antichi e Burattini moderni, sonetti romaneschi (di Giggi Pizzirani)

Storia nostra (di Cesare Pascarella)

 

OPERE COMPLETE: PROSA

Cliccando sui titoli, si aprirà una finestra contenente il link ai post nei quali l'opera è stata riportata.

I primi bolognesi che scrissero versi italiani: memorie storico-letterarie e saggi poetici (di Salvatore Muzzi)

Il Galateo (di Giovanni Della Casa)

Osservazioni sulla tortura e singolarmente sugli effetti che produsse all'occasione delle unzioni malefiche alle quali si attribuì la pestilenza che devastò Milano l'anno 1630 - Prima edizione 1804 (di Pietro Verri)

Picchiabbò (di Trilussa)

Storia della Colonna Infame (di Alessandro Manzoni)

Vita Nova (di Dante Alighieri)

 

OPERE COMPLETE: POEMI

Il Dittamondo (di Fazio degli Uberti)
Il Dittamondo, Libro Primo

Il Dittamondo, Libro Secondo
Il Dittamondo, Libro Terzo
Il Dittamondo, Libro Quarto
Il Dittamondo, Libro Quinto
Il Dittamondo, Libro Sesto

Il Malmantile racquistato (di Lorenzo Lippi alias Perlone Zipoli)

Il Meo Patacca (di Giuseppe Berneri)

L'arca de Noè (di Antonio Muñoz)

La Scoperta de l'America (di Cesare Pascarella)

La secchia rapita (di Alessandro Tassoni)

Villa Gloria (di Cesare Pascarella)

XIV Leggende della Campagna romana (di Augusto Sindici)

 

OPERE COMPLETE: POESIA

Cliccando sui titoli, si aprirà una finestra contenente il link ai post nei quali l'opera è stata riportata.

Bacco in Toscana (di Francesco Redi)

Cinquanta madrigali inediti del Signor Torquato Tasso alla Granduchessa Bianca Cappello nei Medici (di Torquato Tasso)

La Bella Mano (di Giusto de' Conti)

Poetesse italiane, indici (varie autrici)

Rime di Celio Magno, indice 1 (di Celio Magno)
Rime di Celio Magno, indice 2 (di Celio Magno)

Rime di Cino Rinuccini (di Cino Rinuccini)

Rime di Francesco Berni (di Francesco Berni)

Rime di Giovanni della Casa (di Giovanni della Casa)

Rime di Mariotto Davanzati (di Mariotto Davanzati)

Rime filosofiche e sacre del Signor Giovambatista Ricchieri Patrizio Genovese, fra gli Arcadi Eubeno Buprastio, Genova, Bernardo Tarigo, 1753 (di Giovambattista Ricchieri)

Rime inedite del Cinquecento (di vari autori)
Rime inedite del Cinquecento Indice 2 (di vari autori)

 

POETI ROMANESCHI

C’era una vorta... er brigantaggio (di Vincenzo Galli)

Er Libbro de li sogni (di Giuseppe De Angelis)

Er ratto de le sabbine (di Raffaelle Merolli)

Er maestro de noto (di Cesare Pascarella)

Foji staccati dar vocabbolario di Guido Vieni (di Giuseppe Martellotti)

La duttrinella. Cento sonetti in vernacolo romanesco. Roma, Tipografia Barbèra, 1877 (di Luigi Ferretti)

Li fanatichi p'er gioco der pallone (di Brega - alias Nino Ilari?)

Li promessi sposi. Sestine romanesche (di Ugo Còppari)

Nove Poesie (di Trilussa)

Piazze de Roma indice 1 (di Natale Polci)
Piazze de Roma indice 2 (di Natale Polci)

Poesie romanesche (di Antonio Camilli)

Puncicature ... Sonetti romaneschi (di Mario Ferri)

Quaranta sonetti romaneschi (di Trilussa)

Quo Vadis (di Nino Ilari)

Sonetti Romaneschi (di Benedetto Micheli)

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

 

« Rime inedite del 500 (XVII)La Bella Mano (131-140) »

Rime inedite del 500 (XVIII)

Post n°864 pubblicato il 20 Dicembre 2014 da valerio.sampieri
 

Rime inedite del cinquecento (Bologna, Romagnoli - Dall'Acqua, 1918)

XVIII

[1 Di Giambattista Guarini]
 
Madrigale del signor cavaglier Guarini per una gentildonna innamorata d'un cavagliero, che non ardiva palesargli l'amor suo.
 
Ohimè! m'ami, o non m'ami?
S'io sospiro, sospiri,
S'io te miro talor, me tu rimiri;
Par che mi dica: io ardo;
Ma però muto amante
Parli sol col sembiante.
Che dico amante? Amor non ha in te foco
E, se tacer lo puoi, fint'è 'l tuo foco.
Io ch'avvampo non taccio;
Ma tu ch'hai muta lingua hai cor di ghiaccio.
 
[2 Di Giambattista Guarini]
 
Quale assimiglia la sua dama all'aurora.
Non è questa l'aurora,
Ch'oro il crin, rose il volto e gigli il seno
Sorge dei mar Tirreno?
No che splender non suole
Mai l'alba più del sole,
Sì ch'aurora è costei del sol d'Amore
Già sento il caldo de' suoi raggi al core.
 
[3 Di Giambattista Guarini]
 
Anima dolorosa, che vivendo
Tanto peni e tormenti,
Quant'odi, e parli, e pensi, e miri, e senti.
Ancor sospiri? Che speri? Ancor timori
In questa viva morte, in questo inferno
De le tue pene eterno?
Mori, misera, mori,
Che tardi tu, che fai?
Perché morta al piacer vivi al martire,
Perché vivi al morire?
Consuma il duol che ti consuma omai
Di questa morte, che par vita uscendo:
Mori, meschina, al tuo morir morendo.
 
[4 Di Giambattista Guarini]
 
Di Battista Guarino
Avido sonno, ingordo,
Che ne' begli occhi di madonna stai
Dove ti nutri e pasci,
E i miei la notte neghittoso e sordo
A le lunghe vigilie in preda lasci.
Fuggi, deh! fuggi omai,
Che 'l sol già ruota in alto i caldi rai.
Tu fratel della morte, tu' d'orrore
Padre e d'ombre e de' fiumi,
Che fai dentro a quei lumi
Che son nidi d'Amore?
[5 Di Giambattista Guarini]
 
Erano infermi i più leggiadri lumi
Ch'abbia il cielo e la terra,
E 'n quei bei lumi infermi infermo Amore.
Talché l'arco e lo strale,
Ond'anco al ciel fa guerra
Sprezzava ogni mortale.
Quand'ei con un dolcissimo licore,
Che in quei begli occhi mise,
Sanò due stelle e mille cori ancise.

[6 Di Giambattista Guarini]
 
Del signor Guerrino
Licori
S'altrui splende il mio sole
Più tosto egli m'invole
Quella serena sua vita gioconda,
E pur ch'altri non miri, a me s'asconda.
Dafne
Et io non amerei
Quel sol degli occhi miei,
Se non fosse l'ardor di tutti i cori
Pur ch'a me non s'asconde, ognun l'adori.
Licori
Prima ch'altri sospiri
Gradisca altri martiri,
A miei nieghi pietate e non risponda,
E pur ch'altra nol miri, a me s'asconda.
Dafne
Prima che 'l paradiso
Perder del suo bel viso,
Trovino in lui pietà tutti gli ardori
Pur ch'a me non s'asconda, ognun l'adori.
Licori
Nessuna il miri, o 'l brami,
O sospirando il chiami
Che quel non è tesor ch'a tutti abbonda
E pur ch'altri nol miri, a me s'asconda.
Dafne
Speri ognun, e si vante
D'amarlo e farlo amante,
E l'istessa beltà se n'innamori,
Pur ch'a me non s'asconda, ognun l'adori.
Licori
Sia tutto, o nulla mio
Il mio dolce desio,
Né prima io sarò mai, s'altra seconda,
Più tosto io prego Amor che me l'asconda.
Dafne
O miri, o segua, o prezze
Il di mille bellezze
Et io l'ultima sia di tanti amori
Non farà gelosia ch'io non l'adori.
Dafne e Licori
Amiam, che sol per fede
S'acquista gran mercede;
Amiam, che i fidi cor' non abbandona
Amor, ch'a nullo amante amar perdona.

[7 Di Giambattista Guarini]
 
Di Battista Guarino
Baci soavi e cari,
Cibi della mia vita,
Ch'or m'involate, or mi rendete il core;
Per voi convien ch'io impari
Com'un'alma rapita
Non sente il duol di morte, e pur si more.
Quanto ha di dolce amore
Perch'io sempre vi baci,
O dolcissime rose,
In voi tutto ripose,
E s'io potessi ai vostri dolci baci
La mia vita finire,
Oh che dolce morire!
Baci amorosi e belli,
Mentre che voi m'aprite
Di rubini e di perle alti tesori,
E tra questi, e tra quelli,
Aure dolci e gradite,
Spirano di vitali arabi odori,
L'alme dai nostri cori
Parton da la radice,
E su le labia estreme
L'una e l'altra si preme
E bascia, e stringe, e sospirando dice:
Amor, ch'unisce l'alme,
Unirà ancor le salme.
Baci affamati e ingordi
Ai cui misti diletti,
Né mai si sazia amor, né mai respira:
Tu, dente avido mordi,
E tu, lingua, saetti,
E mormorando parli: il cor respira.
Intanto il guardo mira
E mentre ognun pur vuole
Mordere e sospirare,
E vedere e baciare,
Baci, morsi, sospir, guardi e parole
Fan sì dolce concento
Che vi sta il cielo intento.
Baci, cortesi e grati,
E voi, labri amorosi,
Che tanto date altrui quanto togliete.
Chi v'ha così infiammati
De' miei? Che sì bramosi
Vi fa di quello onde sì ricchi siete?
Rose d'Amor ch'avete
D'ogni bellezza il vanto,
Ben riconosco il dono,
Per voi sì dolce sono:
Basciate questi pur, che da voi quanto
In me si cura e prezza
Tutto è vostra dolcezza.
Baci, ohimè non mirate,
Che mentr'io parlo oblio
Come l'ora sen' va fugace e breve.
Baciate, ohimè!, baciate,
Lungo è il nostro disìo;
Ma la speranza è frale e 'l tempo breve.
Taccia chi gioir deve;
Baci, non siate lenti,
Venite a mille, a mille:
Quante son le faville
Del mio bel foco, e quanti raggi ardenti,
Mia luce, han gli occhi vostri,
Sian tanti i baci nostri.
Baci, di tante gioie una sol resta,
Che tutte l'altre avanza,
Sola del cor speranza.

Tratte da: Rime inedite del cinquecento (Bologna, Romagnoli - Dall'Acqua, 1918)

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: valerio.sampieri
Data di creazione: 26/04/2008
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

piernaniChevalier54_Zforco1gnaccolinocamaciotizianarodelia.marinoamorino11Talarico.Francoantonio.caccavalepetula1960frank67lemiefoto0giorgio.ragazzinilele.lele2008sergint
 
 

ULTIMI POST DEL BLOG NUMQUAM DEFICERE ANIMO

Caricamento...
 

ULTIMI POST DEL BLOG HEART IN A CAGE

Caricamento...
 

ULTIMI POST DEL BLOG IGNORANTE CONSAPEVOLE

Caricamento...
 

CHI PUò SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963