Quid novi?

Letteratura, musica e quello che mi interessa

 

AREA PERSONALE

 

OPERE IN CORSO DI PUBBLICAZIONE

Cliccando sui titoli, si aprirà una finestra contenente il link ai post nei quali l'opera è stata riportata.
________

I miei box

Piccola biblioteca romanesca (I miei libri in dialetto romanesco)
________

Cento sonetti in vernacolo romanesco (di Augusto Marini)

Centoventi sonetti in dialetto romanesco (di Luigi Ferretti)

De claris mulieribus (di Giovanni Boccaccio)

Il Novellino (di Anonimo)

Il Trecentonovelle (di Franco Sacchetti)

I trovatori (Dalla Prefazione di "Poesie italiane inedite di Dugento Autori" dall'origine della lingua infino al Secolo Decimosettimo raccolte e illustrate da Francesco Trucchi socio di varie Accademie, Volume 1, Prato, Per Ranieri Guasti, 1847)

Miòdine (di Carlo Alberto Zanazzo)

Palloncini (di Francesco Possenti)

Poesie varie (di Cesare Pascarella, Nino Ilari, Leonardo da Vinci, Raffaello Sanzio)

Romani antichi e Burattini moderni, sonetti romaneschi (di Giggi Pizzirani)

Storia nostra (di Cesare Pascarella)

 

OPERE COMPLETE: PROSA

Cliccando sui titoli, si aprirà una finestra contenente il link ai post nei quali l'opera è stata riportata.

I primi bolognesi che scrissero versi italiani: memorie storico-letterarie e saggi poetici (di Salvatore Muzzi)

Il Galateo (di Giovanni Della Casa)

Osservazioni sulla tortura e singolarmente sugli effetti che produsse all'occasione delle unzioni malefiche alle quali si attribuì la pestilenza che devastò Milano l'anno 1630 - Prima edizione 1804 (di Pietro Verri)

Picchiabbò (di Trilussa)

Storia della Colonna Infame (di Alessandro Manzoni)

Vita Nova (di Dante Alighieri)

 

OPERE COMPLETE: POEMI

Il Dittamondo (di Fazio degli Uberti)
Il Dittamondo, Libro Primo

Il Dittamondo, Libro Secondo
Il Dittamondo, Libro Terzo
Il Dittamondo, Libro Quarto
Il Dittamondo, Libro Quinto
Il Dittamondo, Libro Sesto

Il Malmantile racquistato (di Lorenzo Lippi alias Perlone Zipoli)

Il Meo Patacca (di Giuseppe Berneri)

L'arca de Noè (di Antonio Muñoz)

La Scoperta de l'America (di Cesare Pascarella)

La secchia rapita (di Alessandro Tassoni)

Villa Gloria (di Cesare Pascarella)

XIV Leggende della Campagna romana (di Augusto Sindici)

 

OPERE COMPLETE: POESIA

Cliccando sui titoli, si aprirà una finestra contenente il link ai post nei quali l'opera è stata riportata.

Bacco in Toscana (di Francesco Redi)

Cinquanta madrigali inediti del Signor Torquato Tasso alla Granduchessa Bianca Cappello nei Medici (di Torquato Tasso)

La Bella Mano (di Giusto de' Conti)

Poetesse italiane, indici (varie autrici)

Rime di Celio Magno, indice 1 (di Celio Magno)
Rime di Celio Magno, indice 2 (di Celio Magno)

Rime di Cino Rinuccini (di Cino Rinuccini)

Rime di Francesco Berni (di Francesco Berni)

Rime di Giovanni della Casa (di Giovanni della Casa)

Rime di Mariotto Davanzati (di Mariotto Davanzati)

Rime filosofiche e sacre del Signor Giovambatista Ricchieri Patrizio Genovese, fra gli Arcadi Eubeno Buprastio, Genova, Bernardo Tarigo, 1753 (di Giovambattista Ricchieri)

Rime inedite del Cinquecento (di vari autori)
Rime inedite del Cinquecento Indice 2 (di vari autori)

 

POETI ROMANESCHI

C’era una vorta... er brigantaggio (di Vincenzo Galli)

Er Libbro de li sogni (di Giuseppe De Angelis)

Er ratto de le sabbine (di Raffaelle Merolli)

Er maestro de noto (di Cesare Pascarella)

Foji staccati dar vocabbolario di Guido Vieni (di Giuseppe Martellotti)

La duttrinella. Cento sonetti in vernacolo romanesco. Roma, Tipografia Barbèra, 1877 (di Luigi Ferretti)

Li fanatichi p'er gioco der pallone (di Brega - alias Nino Ilari?)

Li promessi sposi. Sestine romanesche (di Ugo Còppari)

Nove Poesie (di Trilussa)

Piazze de Roma indice 1 (di Natale Polci)
Piazze de Roma indice 2 (di Natale Polci)

Poesie romanesche (di Antonio Camilli)

Puncicature ... Sonetti romaneschi (di Mario Ferri)

Quaranta sonetti romaneschi (di Trilussa)

Quo Vadis (di Nino Ilari)

Sonetti Romaneschi (di Benedetto Micheli)

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          
 
 

 

« Rime di Celio Magno (321-330)Mariotto Davanzati 04 »

Il Dittamondo (5-14)

Post n°1116 pubblicato il 24 Gennaio 2015 da valerio.sampieri
 

Il Dittamondo
di Fazio degli Uberti

LIBRO QUINTO

CAPITOLO XIV

Presso eravamo alla cittá di Tripoli, 
quando il frate mi disse: "In fin c’hai spazio, 
di’ se bisogna ch’io di piú ti stipoli". 
E io a lui: "Assai m’avete sazio 
del gran disio, onde assetava adesso, 5 
perch’io, quanto piú posso, vi ringrazio". 
Poi si volse a Solin, che gli era presso, 
dicendo: "De la vostra compagnia, 
se pro vi fosse, non sarei mai fesso. 
Ma, quando avvegna ch’util non vi sia, 10 
passare intendo il mar, dove ripara 
ne la bella cittá la gente mia". 
"Sempre la vostra compagnia ci è cara; 
ma non bisogna, rispuose Solino; 
e gran mercé de la profferta chiara". 15 
Così quel frate onesto e pellegrino, 
dicendo addio, a man sinistra prese, 
dritto al mare Adriano, il suo cammino. 
Solino ancor, da l’altra parte, intese 
a seguir la sua via e io apresso, 20 
lassando Zerbi a dietro e Capese. 
Dissemi, poi che nel cammin fu messo: 
"A Tripoli n’andremo e, se ti pare, 
quivi staremo e posaremo adesso". 
E io: "Tu sai la via, tu sai lo stare; 
fa’ che ti pare, ché l’uom poco lodo 
ch’a piú savio di sé legge vuol dare". 
Sí com’el disse, così tenne il modo; 
la cittá vidi tanto real, ch’io 
fra le piú degne de l’Africa lodo. 30 
Poi partiti di lá solo ello ed io, 
pur lungo il mare fu la nostra strada 
su vèr levante, dove avea il disio. 
Noi giungemmo, cercando la contrada, 
dove Solin mi disse: "Figliuol, mira 35 
quel mar, dove uom non sa dove si vada. 
Vedi le Sirti, che quando ci gira 
nave alcuna, trovar pare il demonio: 
sí tosto la volge e al fondo la tira. 
Di ciò fen prova Gabrio e Sempronio 40 
che, tornando con gran navilio a Roma, 
perdenno il piú, che parve loro un sonio. 
La cagione perché cosí si toma, 
si è che l’acqua in un luogo è profonda 
e, in altro, monti di rena non doma; 45 
onde il maroso, che quivi seconda, 
truova il gorgone e i monticei, ch’io dico, 
nei quai riflette e gira le sue onda. 
Per che, la nave giunta in questo oblico, 
lo volvo d’acqua e i gran venti la inghiotte, 50 
che par che sia, com’io dissi, il Nemico. 
Sappi che duran queste onde sí rotte 
dodici volte venti miglia e piú: 
pensa il dolore a chi ci vien di notte. 
Lo nome suo senza cagion non fu: 55 
ché sirte, in greco, tira, in latin, dice, 
ché ciò che truova tira al fondo giú. 
Queste son due e ciascuna infelice: 
ne la minore è l’isola Menede; 
Filen ne l’altra tien la sua radice. 60 
Ma passiamo oltre, ché ’l tempo ’l richiede 
e mille anni mi par vederti a Napoli, 
nel bel paese dove Italia siede". 
"Quanto piú tosto del cammin mi scapoli, 
dissi io a lui, e piú mi fai piacere". 65 
E cosí ci traemmo in vèr Pentapoli. 
Ricco è il paese e con molto podere 
e da cinque cittadi il nome sona: 
in contro a sé la Grecia può vedere. 
Noi fummo in Tolomea, che si ragiona 70 
ch’anticamente fu di queste cinque, 
e vidi Ceutria, ove non sta persona. 
Apollonia e Bernice son propinque; 
da due gran re Bernice e Tolomea 
preson la fama, ch’ora in lor relinque. 75 
Un popol grande confinar vedea 
con queste e con le Sirti, che son ditti 
Trogoditi, acerba gente e rea. 
Io vidi, ricercando per quei gitti, 
la cittá de’ Giudei e Cedra ancora, 80 
che piú dal mezzodí lí sono afflitti. 
Vidi il monte di Barchi, che dimora 
in contro a Bonandrea, dove posai 
con la mia guida come stanco, allora. 
In questo modo, in Libia mi trovai 85 
Cirenese, cosí giá nominata 
da Cirena, cittá famosa assai. 
Questa provincia è molto lunga e lata, 
in certe parti piena di gran selve 
e in altra ricca e bene abitata. 90 
Per li gran boschi stanno fiere belve; 
maraviglia è chi, per lo gran veleno, 
passa tra lor, se vivo se ne svelve. 
Noi fummo in Alessandria, ove vien meno 
da questa parte Libia, perché quivi 95 
lo Nil truovo che, come ho detto, è freno
de l’Africa, a levante, coi suoi rivi.
 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: valerio.sampieri
Data di creazione: 26/04/2008
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

angelproffavvstefanofarinellaA10AAMartina_Militoviola8591valerio.sampieriCostanzabeforesunsetpatriziavalentini_VPVince198iacono.gtempestadamore_1967maffeistoriadirittoArianna1921ludo7
 
 

ULTIMI POST DEL BLOG NUMQUAM DEFICERE ANIMO

Caricamento...
 

ULTIMI POST DEL BLOG HEART IN A CAGE

Caricamento...
 

ULTIMI POST DEL BLOG IGNORANTE CONSAPEVOLE

Caricamento...
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom