Quid novi?

Letteratura, musica e quello che mi interessa

 

AREA PERSONALE

 

OPERE IN CORSO DI PUBBLICAZIONE

Cliccando sui titoli, si aprirà una finestra contenente il link ai post nei quali l'opera è stata riportata.
________

I miei box

Piccola biblioteca romanesca (I miei libri in dialetto romanesco)
________

Cento sonetti in vernacolo romanesco (di Augusto Marini)

Centoventi sonetti in dialetto romanesco (di Luigi Ferretti)

De claris mulieribus (di Giovanni Boccaccio)

Il Novellino (di Anonimo)

Il Trecentonovelle (di Franco Sacchetti)

I trovatori (Dalla Prefazione di "Poesie italiane inedite di Dugento Autori" dall'origine della lingua infino al Secolo Decimosettimo raccolte e illustrate da Francesco Trucchi socio di varie Accademie, Volume 1, Prato, Per Ranieri Guasti, 1847)

Miòdine (di Carlo Alberto Zanazzo)

Palloncini (di Francesco Possenti)

Poesie varie (di Cesare Pascarella, Nino Ilari, Leonardo da Vinci, Raffaello Sanzio)

Romani antichi e Burattini moderni, sonetti romaneschi (di Giggi Pizzirani)

Storia nostra (di Cesare Pascarella)

 

OPERE COMPLETE: PROSA

Cliccando sui titoli, si aprirà una finestra contenente il link ai post nei quali l'opera è stata riportata.

I primi bolognesi che scrissero versi italiani: memorie storico-letterarie e saggi poetici (di Salvatore Muzzi)

Il Galateo (di Giovanni Della Casa)

Osservazioni sulla tortura e singolarmente sugli effetti che produsse all'occasione delle unzioni malefiche alle quali si attribuì la pestilenza che devastò Milano l'anno 1630 - Prima edizione 1804 (di Pietro Verri)

Picchiabbò (di Trilussa)

Storia della Colonna Infame (di Alessandro Manzoni)

Vita Nova (di Dante Alighieri)

 

OPERE COMPLETE: POEMI

Il Dittamondo (di Fazio degli Uberti)
Il Dittamondo, Libro Primo

Il Dittamondo, Libro Secondo
Il Dittamondo, Libro Terzo
Il Dittamondo, Libro Quarto
Il Dittamondo, Libro Quinto
Il Dittamondo, Libro Sesto

Il Malmantile racquistato (di Lorenzo Lippi alias Perlone Zipoli)

Il Meo Patacca (di Giuseppe Berneri)

L'arca de Noè (di Antonio Muñoz)

La Scoperta de l'America (di Cesare Pascarella)

La secchia rapita (di Alessandro Tassoni)

Villa Gloria (di Cesare Pascarella)

XIV Leggende della Campagna romana (di Augusto Sindici)

 

OPERE COMPLETE: POESIA

Cliccando sui titoli, si aprirà una finestra contenente il link ai post nei quali l'opera è stata riportata.

Bacco in Toscana (di Francesco Redi)

Cinquanta madrigali inediti del Signor Torquato Tasso alla Granduchessa Bianca Cappello nei Medici (di Torquato Tasso)

La Bella Mano (di Giusto de' Conti)

Poetesse italiane, indici (varie autrici)

Rime di Celio Magno, indice 1 (di Celio Magno)
Rime di Celio Magno, indice 2 (di Celio Magno)

Rime di Cino Rinuccini (di Cino Rinuccini)

Rime di Francesco Berni (di Francesco Berni)

Rime di Giovanni della Casa (di Giovanni della Casa)

Rime di Mariotto Davanzati (di Mariotto Davanzati)

Rime filosofiche e sacre del Signor Giovambatista Ricchieri Patrizio Genovese, fra gli Arcadi Eubeno Buprastio, Genova, Bernardo Tarigo, 1753 (di Giovambattista Ricchieri)

Rime inedite del Cinquecento (di vari autori)
Rime inedite del Cinquecento Indice 2 (di vari autori)

 

POETI ROMANESCHI

C’era una vorta... er brigantaggio (di Vincenzo Galli)

Er Libbro de li sogni (di Giuseppe De Angelis)

Er ratto de le sabbine (di Raffaelle Merolli)

Er maestro de noto (di Cesare Pascarella)

Foji staccati dar vocabbolario di Guido Vieni (di Giuseppe Martellotti)

La duttrinella. Cento sonetti in vernacolo romanesco. Roma, Tipografia Barbèra, 1877 (di Luigi Ferretti)

Li fanatichi p'er gioco der pallone (di Brega - alias Nino Ilari?)

Li promessi sposi. Sestine romanesche (di Ugo Còppari)

Nove Poesie (di Trilussa)

Piazze de Roma indice 1 (di Natale Polci)
Piazze de Roma indice 2 (di Natale Polci)

Poesie romanesche (di Antonio Camilli)

Puncicature ... Sonetti romaneschi (di Mario Ferri)

Quaranta sonetti romaneschi (di Trilussa)

Quo Vadis (di Nino Ilari)

Sonetti Romaneschi (di Benedetto Micheli)

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          
 
 

 

« Della Casa 07: rimeDella Casa 08: sonetti »

Il Dittamondo (5-27)

Post n°1158 pubblicato il 30 Gennaio 2015 da valerio.sampieri
 

Il Dittamondo
di Fazio degli Uberti

LIBRO QUINTO

CAPITOLO XXVII

O sommo Padre, al qual di render grazia
del ben che Tu m’hai fatto e che mi fai
l’anima mia non sempre n’è sazia, 

Te, Signor, lodo, che non fatto m’hai 
di quei miseri sconci, ch’io dico ora, 5 
e d’altri molti che di lá trovai. 
Solino in verso me si volse allora, 
dicendo: "Vienne, ché, poi che gli hai visti, 
perdesi il tempo, se piú si dimora". 
E cosí ci partimmo da quei tristi, 10 
passando per luoghi oscuri e solinghi, 
boscosi molto e di paura misti. 
Qui vo’, pintor, s’avièn che pennel tinghi 
per disegnar questo luogo silvano, 
che sopra il Nilo un’isola dipinghi, 15 
ne la fine d’Egitto, il piú lontano, 
che da Canopo, giá quivi sepulto, 
fu nominata pria Canopitano. 
E per ben farti intendente e astulto, 
quanto puoi trova dritto ad Atalante: 20 
per quel paese boscoso e occulto 
abitan genti, una e altra, tante, 
ch’è maraviglia; ma queste non hanno 
ordine o modo alcun d’uom, per sembiante. 
Niun propio vocabolo dir sanno, 25 
niuno special nome; e per lor vita 
sicuri tutti gli animali stanno. 
Questa contrada, la qual qui s’addita, 
posta si vede sotto la zona usta 
e per le grotte la gente è smarrita. 30 
Cosí passando la terra combusta, 
trovammo nel piú stremo altra genti 
ne l’atto assai piú acerba e robusta. 
Qui si fermò Solin con passi attenti, 
dicendomi: "Costor fa che tu noti. 35 
che ’l piú vivon di carne di serpenti. 
Di ogni amor, d’ogni pietá son vôti; 
per le spilonche li vedi abitare 
cosí come orsi e per luoghi remoti. 
Muovon le labbra, nel lor ragionare, 40 
al modo de le scimie e cosí stridi 
gettan fra lor, quando son per parlare. 
E voglio ancor che per certo ti fidi 
ch’una pietra hanno, ch’è tutta lor gloria, 
che execontaliton nomar giá vidi. 
E qui mi fece appunto memoria 
de’ color suoi e sí de la natura, 
come la pone dentro a la sua storia. 
Tanto a l’udir fu nova la figura,che in l’animo pensai: 
Egli è ragione 50 
che l’abbian cara, tanto al dire è scura. 
Ed el, pur seguitando il suo sermone: 
"Trogoditi questa gente si dice, 
come tu puoi saper da piú persone". 
Così cercando il paese infelice, 55 
tra ’l Nilo e ’l monte, in verso il sen d’Arabia, 
dove Etiopia serra le pendice, 
gente trovammo di sí scura labia, 
ch’a riguardare i corpi e’ lor costumi, 
non so ch’al mondo di piú strani v’abia. 60 
Quando li vidi, tal miracol fumi, 
che stupefatto a Solino mi volsi, 
ch’era la luce di tutti i miei lumi. 
Quel mi guardò, sí come parlar volsi, 
e disse: "Non temer; fa che ’l cuor deste, 65 
che ’l sangue per le vene torni a’ polsi. 
Questa gente, che vedi senza teste, 
e ch’an la bocca e gli occhi dentro a’ petti, 
non son per danno altrui né per tempeste. 
Guarda e passa oltra e fa che ti diletti 70 
d’averli visti e forma in fra te stesso 
l’abito, la grandezza e gli altri aspetti". 
"Non per tema, diss’io, di loro adesso 
mostrai smarrito; tanto m’hai sicuro, 
ch’alcun non temo, quando ti son presso. 75 
Ma ’l subito vedere e ’l loco scuro 
maravigliar mi fe’; ma non ti grevi 
dirmi il lor nome, ché d’altro non curo". 
Ed ello a me: "Nominati son Brevi 
per altrui e per me: e questo è giusto, 80 
se ben li guardi e che vuoi dir rilevi". 
E io: "Se la natura avesse al busto 
la testa aggiunta, parrebbon giganti, 
tanto hanno lungo e lato l’altro fusto". 
Cosí parlando, passavamo avanti, 85 
andando lungi dai lor freddi stalli, 
che per le grotte ne parean cotanti. 
E come mostran li Tedeschi e i Galli 
comunalmente de la carne bianchi, 
cosí costor come oro sono gialli: 90
per ch’io non vidi mai sí novi granchi.
 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: valerio.sampieri
Data di creazione: 26/04/2008
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

angelproffavvstefanofarinellaA10AAMartina_Militoviola8591valerio.sampieriCostanzabeforesunsetpatriziavalentini_VPVince198iacono.gtempestadamore_1967maffeistoriadirittoArianna1921ludo7
 
 

ULTIMI POST DEL BLOG NUMQUAM DEFICERE ANIMO

Caricamento...
 

ULTIMI POST DEL BLOG HEART IN A CAGE

Caricamento...
 

ULTIMI POST DEL BLOG IGNORANTE CONSAPEVOLE

Caricamento...
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom