Quid novi?

Letteratura, musica e quello che mi interessa

 

AREA PERSONALE

 

OPERE IN CORSO DI PUBBLICAZIONE

Cliccando sui titoli, si aprirà una finestra contenente il link ai post nei quali l'opera è stata riportata.
________

I miei box

Piccola biblioteca romanesca (I miei libri in dialetto romanesco)
________

Cento sonetti in vernacolo romanesco (di Augusto Marini)

Centoventi sonetti in dialetto romanesco (di Luigi Ferretti)

De claris mulieribus (di Giovanni Boccaccio)

Il Novellino (di Anonimo)

Il Trecentonovelle (di Franco Sacchetti)

I trovatori (Dalla Prefazione di "Poesie italiane inedite di Dugento Autori" dall'origine della lingua infino al Secolo Decimosettimo raccolte e illustrate da Francesco Trucchi socio di varie Accademie, Volume 1, Prato, Per Ranieri Guasti, 1847)

Miòdine (di Carlo Alberto Zanazzo)

Palloncini (di Francesco Possenti)

Poesie varie (di Cesare Pascarella, Nino Ilari, Leonardo da Vinci, Raffaello Sanzio)

Romani antichi e Burattini moderni, sonetti romaneschi (di Giggi Pizzirani)

Storia nostra (di Cesare Pascarella)

 

OPERE COMPLETE: PROSA

Cliccando sui titoli, si aprirà una finestra contenente il link ai post nei quali l'opera è stata riportata.

I primi bolognesi che scrissero versi italiani: memorie storico-letterarie e saggi poetici (di Salvatore Muzzi)

Il Galateo (di Giovanni Della Casa)

Osservazioni sulla tortura e singolarmente sugli effetti che produsse all'occasione delle unzioni malefiche alle quali si attribuì la pestilenza che devastò Milano l'anno 1630 - Prima edizione 1804 (di Pietro Verri)

Picchiabbò (di Trilussa)

Storia della Colonna Infame (di Alessandro Manzoni)

Vita Nova (di Dante Alighieri)

 

OPERE COMPLETE: POEMI

Il Dittamondo (di Fazio degli Uberti)
Il Dittamondo, Libro Primo

Il Dittamondo, Libro Secondo
Il Dittamondo, Libro Terzo
Il Dittamondo, Libro Quarto
Il Dittamondo, Libro Quinto
Il Dittamondo, Libro Sesto

Il Malmantile racquistato (di Lorenzo Lippi alias Perlone Zipoli)

Il Meo Patacca (di Giuseppe Berneri)

L'arca de Noè (di Antonio Muñoz)

La Scoperta de l'America (di Cesare Pascarella)

La secchia rapita (di Alessandro Tassoni)

Villa Gloria (di Cesare Pascarella)

XIV Leggende della Campagna romana (di Augusto Sindici)

 

OPERE COMPLETE: POESIA

Cliccando sui titoli, si aprirà una finestra contenente il link ai post nei quali l'opera è stata riportata.

Bacco in Toscana (di Francesco Redi)

Cinquanta madrigali inediti del Signor Torquato Tasso alla Granduchessa Bianca Cappello nei Medici (di Torquato Tasso)

La Bella Mano (di Giusto de' Conti)

Poetesse italiane, indici (varie autrici)

Rime di Celio Magno, indice 1 (di Celio Magno)
Rime di Celio Magno, indice 2 (di Celio Magno)

Rime di Cino Rinuccini (di Cino Rinuccini)

Rime di Francesco Berni (di Francesco Berni)

Rime di Giovanni della Casa (di Giovanni della Casa)

Rime di Mariotto Davanzati (di Mariotto Davanzati)

Rime filosofiche e sacre del Signor Giovambatista Ricchieri Patrizio Genovese, fra gli Arcadi Eubeno Buprastio, Genova, Bernardo Tarigo, 1753 (di Giovambattista Ricchieri)

Rime inedite del Cinquecento (di vari autori)
Rime inedite del Cinquecento Indice 2 (di vari autori)

 

POETI ROMANESCHI

C’era una vorta... er brigantaggio (di Vincenzo Galli)

Er Libbro de li sogni (di Giuseppe De Angelis)

Er ratto de le sabbine (di Raffaelle Merolli)

Er maestro de noto (di Cesare Pascarella)

Foji staccati dar vocabbolario di Guido Vieni (di Giuseppe Martellotti)

La duttrinella. Cento sonetti in vernacolo romanesco. Roma, Tipografia Barbèra, 1877 (di Luigi Ferretti)

Li fanatichi p'er gioco der pallone (di Brega - alias Nino Ilari?)

Li promessi sposi. Sestine romanesche (di Ugo Còppari)

Nove Poesie (di Trilussa)

Piazze de Roma indice 1 (di Natale Polci)
Piazze de Roma indice 2 (di Natale Polci)

Poesie romanesche (di Antonio Camilli)

Puncicature ... Sonetti romaneschi (di Mario Ferri)

Quaranta sonetti romaneschi (di Trilussa)

Quo Vadis (di Nino Ilari)

Sonetti Romaneschi (di Benedetto Micheli)

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

 

« Quadro d'amoreAlfieri, 8 sonetti »

La duttrinella 96-100

Post n°2503 pubblicato il 21 Gennaio 2016 da valerio.sampieri
 

Luigi Ferretti
La duttrinella. Cento sonetti in vernacolo romanesco. Roma, Tipografia Barbèra, 1877.

Maestro. - Quante sono le cose ultime dell'uomo, le quali la Scrittura chiama Novissimi, che considerandole bene ci fanno astenere dai peccati?
Discepolo. - Sono quattro:
1. La Morte. 2. Il Giudizio. 3. L'Inferno. 4. Il Paradiso.

XCVI.

D. G. E ddi' un po', ppe nnun fa ggnissan peccato
A cche ss'à da pensa, ddimme, Peppetto?
Peppe. Ecco, 'sto Belarmino bbenedetto
Pur' i' 'sta cosa dev'avè sbajato.

'Ste quattro cose cquà, ppe Ddio sagrato,
Che llui chiama Novissimi, scummetto
Che invece so' ppiù vvecchie der brodetto:
V'abbasti a ddì cche io da che sso' nnato

Ò inteso dì cche vvie' pprima la morte
Po' er giudizzio, l'inferno e 'r paradiso,
E è ttanto vero che sse po' ddì fforte.

Dunque, mannaggia li mortacci sui,
Ce vo' ccore a sbattèccele sur viso
Manco, che sso! ll'abbi inventate lui.

Luigi Ferretti
La duttrinella. Cento sonetti in vernacolo romanesco. Roma, Tipografia Barbèra, 1877, pagina 102



Maestro. - Ch' esercizio avete per mantenere la divozione?
Discepolo. - Dico il Rosario della Madonna, e vo meditando i quindici Misteri di esso Rosario, ne' quali si contiene la vita di nostro Signor Gesù Cristo.

XCVII.

D. G. E ddi' un po', fijo, tu accusì ppe svario
Cheddichi?
Peppe. N'orazzione piccinina.
Dico 'na terza parte de rosario:
Che li misteri so' 'na quinnicina

Dar nasce de Ggesù ssin' ar carvario
E un po' ppiù i' llà, mma ddice la duttrina
C'a ddillo tutto nun è necessario,
E invece se po' ddì la coroncina.

De 'sti quinnici, cinque so' ggaudiosi,
Cioè dda ride, e ll' artri dieci appresso
Cinque penosi e ll'urtimi groliosi.
 
C'è ppe ttutti li gusti, come dimo
Nojartri, padre mio.
D. G. Be', mma ttu adesso
Dimmeli bbene.
Peppe. Eccheme equa: nner primo

Luigi Ferretti
La duttrinella. Cento sonetti in vernacolo romanesco. Roma, Tipografia Barbèra, 1877, pagina 103



Maestro; - Quali sono i quindici misteri del Rosario?
Discepolo. - Sono cinque Gaudiosi,
1. L' Annunziazione dell'Angelo.
2. La Visitazione di Santa Elisabetta.
3. La Natività del Signore.
4. La Presentazione al Tempio.
5. La Disputa del fanciullo Gesù con i Dottori.
Cinque altri sono Penosi.
1. L'Orazione nell'Orto.
2. La flagellazione alla Colonna.

XCVIII.

De 'sti misteri cqua cce sta spiegato
L'angelo c'annò a flà l'annunziazzione
Poi ner siconno la visitazzione,
E cche vvisita eh! ppadre curato?

Ner terzo dice ch' er Signore è nnato,
Ner quarto poi c' è la presentazzione,
E ppo' c' è 'r fatto quanno in un chiesone
Lui stava a lliticà, cch'era scappato

Da casa sua... furtuna ch'era Cristo!
Che ssi era un artro, v'assicuro io
Ch' er padre suo j'àvrebbe dat' un pisto,

Come tata me fece a la ritonna...
E ppoi c' è scritto che ppregò er su' Ddio
Nell'orto, e sfraggellato a la colonna;

Luigi Ferretti
La duttrinella. Cento sonetti in vernacolo romanesco. Roma, Tipografia Barbèra, 1877, pagina 104



3. La Coronazione di spine.
4. Il Portar della Croce.
5. La Crocifissione e Morte del Salvatore.
Cinque ultimi sono Gloriosi.
1. La Risurrezione del Signore.
2. L'Ascensione del medesimo.
3. La Venuta dello Spirito Santo.
4. L'Assunzione della Madonna.
5. La Coronazione ed esaltazione dell' istessa sopra tutti i Cori degli Angeli.

XCIX.

Doppo de questo la coronazzione
De spine, e ddoppo annà ffino llassù
Co la su' croce, e la crocifissione
Sur carvario, e la morte de Ggesù;

E ddoppo morto la risurrizzione,
E ll'ascensione der medemo in su:
Nell'artri poi nun so ppe cche rraggione
De Ggesucristo nun se parla ppiù:

C'è la Madonna e lo Spirito Ssanto,
E cquesti, padre, propio nu mme vanno;
Vo' che vve pare...? Ce vorrebbe tanto...?

D. Q. Pe ffà cche ccosa?
Peppe. Pe ppijà 'na penna
E scassà cqueli tre; ttanto ce stanno
Propio come li cavoli a mmerenna.

Luigi Ferretti
La duttrinella. Cento sonetti in vernacolo romanesco. Roma, Tipografia Barbèra, 1877, pagina 105



C.

Peppe. E mmo' cc'è 'r fine.
D. G. Aringrazziam' Iddio,
Che sse la semo levata datorno.
Cat. Don Ghetano, è ssonato mezzoggiorno.
D. G. Nu ll'ò ssentito.
Cat. L'ò ssentito io,
 
Sbrigateve.
D. G. Mo' vvengo. Fijo mio,
Lassem' annà.
Peppe. Mma dditeme, aritorno?
D. G. Si, ppòi tornà ssicuro.... un artro ggiorno.
Cat. Be', je la famo?
D. G. Nu la senti? Addio:

Saluta Pippo, sai? e n' artra vorta
Poi t' arigalerò 'na coroncina.
Peppe. V'aringrazzio.
D. G. E de cche? Cchiudi la porta.

Cat. Oh! mmancomale!
D. G. E cche cc'è, Ccaterina?
Cat. Ce cch'er riso se scoce.
D. G. E cche mm'importa?
Cat. M'importa a mme. - Accidenti a la duttrina!


Fine.

Luigi Ferretti
La duttrinella. Cento sonetti in vernacolo romanesco. Roma, Tipografia Barbèra, 1877, pagina 106

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: valerio.sampieri
Data di creazione: 26/04/2008
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Chevalier54_Zforco1gnaccolinocamaciotizianarodelia.marinoamorino11Talarico.Francoantonio.caccavalepetula1960frank67lemiefoto0giorgio.ragazzinilele.lele2008sergintprefazione09
 
 

ULTIMI POST DEL BLOG NUMQUAM DEFICERE ANIMO

Caricamento...
 

ULTIMI POST DEL BLOG HEART IN A CAGE

Caricamento...
 

ULTIMI POST DEL BLOG IGNORANTE CONSAPEVOLE

Caricamento...
 

CHI PUò SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963