Post N° 17

Post n°17 pubblicato il 12 Giugno 2008 da shiverlove

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

INNO ALLO SPIRITO SANTO

Post n°16 pubblicato il 19 Marzo 2007 da shiverlove

O Spirito Creatore,

vieni, le menti visita:

di grazia colma l'anima di chi creasti provvido.

Consolatore ottimo,

dono del Dio altissimo,

sorgente,fuoco,carità, consacrazione intima.

O Donatore benefico di sette doni mistici

sul labbro degli Apostoli

le lingue tu moltiplichi.

I nostri sensi illumina,

d'amore i cuori penetra,

rafforza i corpi deboli

col tuo potente impeto.

le forze ostili dissipa,

dona la pace all'anima,

con Te per guida, o SPIRITO, scampiamo dal pericolo.

A noi rivela, o Spirito,

il Padre e l'Unigenito,

uniti a Te nell'intimo d'amore inestinguibile.

Sia Gloria al Padre altissimo,

al Vincitor degli inferi,

all'increato Spirito negl'infiniti secoli. Amen

Manda il tuo Spirito e sarà una nuova creazione!

E rinnoverai la faccia della terra.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

POTENZA DIVINA D'AMORE

Post n°15 pubblicato il 19 Marzo 2007 da shiverlove
Foto di shiverlove

A tutti voi che avete accesso al mio blog, dedico questa preghiera, perchè ci possa aiutare a vivere meglio in questo mondo pieno di ingiustizie e sofferenze l'unica cosa che può farci restare in piedi e andare avanti è LA PREGHIERA, e l'affidamento totale a DIO...

io voglio condividerla con voi...

SPIRITO SANTO

Vieni, Santo Spirito,

manda a noi dal Cielo

un raggio della tua luce.

Vieni,padre dei poveri,

vieni, datore dei doni,

vieni,luce dei cuori.

Consolatore perfetto;

ospite dolce dell'anima,

dolcissimo sollievo.

nella fatica,riposo,

nella calura, riparo,

nel pianto conforto.

O luce beatissima,

invadi nell'intimo il cuore dei tuoi fedeli.

Senza la tua forza,

nulla è nell'uomo,

nulla senza colpa.

Lava ciò che è sordido,

bagna ciò che è arido,

sana ciò che sanguina.

Piega ciò che è rigido,

scalda ciò che è gelido,

drizza ciò che è sviato.

Dona ai tuoi fedeli,

che solo in te confidano,

i tuoi santi doni.

Dona virtù e premio,

dona morte santa,

dona gioia eterna. Amen

Manda il tuo Spirito e sarà una nuova creazione!

E rinnoverai la faccia della terra.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

L'INFINITO IN UN ATTIMO P 2°..

Post n°14 pubblicato il 27 Gennaio 2007 da shiverlove
Foto di shiverlove

Tale identità, nel corso della vita intera, non viene mai toccata, mai messa in discussione. La sua presenza nel tempo è tale da sembrare immortale, fuori dal tempo e dallo spazio. Sappiamo che la vita ha una fine, che la morte apparirà un giorno, tuttavia dentro di noi ci consideriamo immortali e senza tempo. Provate per esempio ad osservarvi allo specchio: noterete che negli anni il corpo è invecchiato. Riflettete ora sul vostro carattere, sulla personalità: noterete che siete cambiati anche in questo, probabilmente vi sentite maturati. Infine, sentitevi “dentro”, percepite quel senso di “Io” e chiedetevi se anche esso nel corso del tempo è cambiato. Scoprirete che “dentro” vi sentite sempre, sempre uguali, sempre al centro dell’universo.
È per tale motivo che nel corso della vita tentiamo tutto il tempo di evitare il confronto con la morte. In realtà la temiamo perché sappiamo, che con essa giungerà la fine dell’Io, della consapevolezza ordinaria di noi stessi, e questo per l'Io è terribile e angosciante. Tuttavia lo è soltanto perché non siamo capaci di sostituire all’Io apparente prodotto dalla mente la conoscenza della nostra Vera Natura. Conoscere il vero Sé significa riconoscere che la morte appartiene al corpo e alla mente, che "l’anima" - chiamando così la nostra vera natura - è realmente immortale poiché al di là di ogni legge dell’universo fisico.
La pratica spirituale dello YOGA
è centrata sul concetto di Liberazione, intesa sia come completa libertà dell’anima dall’identificazione con il corpo e con la mente, sia come energia vitale totalmente liberata nel corpo. Come lo yoga, anche le altre vie spirituali e le grandi RELIGIONI contengono come apice del percorso una forma di liberazione dalla morte e sempre tale liberazione avviene con lo scioglimento dell’Io, dell’ego personale.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

L'INFINITO IN UN ATTIMO

Post n°13 pubblicato il 27 Gennaio 2007 da shiverlove
Foto di shiverlove

Esiste veramente una risposta, una risposta assoluta, definitiva e impersonale alla domanda:
Chi sono io?

Costantemente siamo di fronte, nel mondo che ci circonda, a risposte relative, a verità che sono vere solo in determinate circostanze e sotto precise ipotesi. Tutto ciò che è nel reame della mente è per sua natura transitorio ed illusorio. Le risposte che fornisce l'intelletto sono parziali e temporanee, e pertanto insoddisfacenti. Quante volte ci siamo ingannati pensando di possedere delle verità, credendo di avere certezze e sicurezze, per poi scoprire che queste si scioglievano come neve al sole.
L'intelletto prova e riprova costantemente; elabora modelli, trova postulati, crea interi sistemi filosofici senza però mai riuscire a sciogliere l'ultimo inquietante interrogativo, senza mai approdare ad una soddisfazione definitiva, ad una soluzione oggettiva, ad una verità assoluta.
La risposta in realtà non è una comprensione, non è un'idea, non è un'intuizione, non è qualcosa che possa essere letto o studiato, è inafferrabile per la mente e sfugge alle parole.
L'unico modo per conoscerla è sperimentarla, viverla direttamente, giungere cioè in prima persona all'
Illuminazione: un istante fuori dal tempo e dallo spazio, al di là dei limiti della materia, dell'energia, delle emozioni e dei pensieri, in cui ogni apparente dualità viene trascesa, ogni percezione si dissolve in una consapevolezza impersonale e illimitata, in una pienezza e in una beatitudine intraducibile in significati.
Potremmo dire che la domanda stessa nasce dalla mente, quella domanda che mette in moto azione ed evoluzione e che non trova risposte fatte di significati, ma semplicemente cessa di esistere. Tutto il movimento interiore abituale, la pressione che la vita porta con sé, la complicata intelaiatura di correlazioni non trovano una graduale risoluzione, ma in un unico salto quantico della coscienza si rivelano illusori e vuoti.
La mente, l’intelletto, il pensiero logico, ma anche le emozioni e i sentimenti, nascono tutti dalla dualità apparente, dall’“Io”, quel punto della coscienza da cui sembra scaturire tutto. “Io penso”, “Io agisco”, “Io decido”- un’identità centrale su cui si costruisce tutta la mente e tutta la struttura umana.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

GESU' NON CI ABBANDONA MAI

Post n°12 pubblicato il 22 Gennaio 2007 da shiverlove
Foto di shiverlove

Gesù ha legato alla recita di questa coroncina una promessa generale e promesse particolari:

- La promessa generale legata alla Coroncina è:

"Per la recita di questa coroncina Mi piace concedere tutto ciò che Mi chiederanno" (Q. V, p. 508). "Con essa - ha detto un' altra volta Gesù - otterrai tutto, se quello che chiedi è conforme alla Mia volontà" (Q. VI, p. 568). La volontà di Dio è espressione del Suo amore per l'uomo, dunque tutto ciò che è in disaccordo con essa o è un male o è dannoso e non può essere dispensato neanche da Padre migliore.

- Le promesse particolari legate alla Coroncina riguardano l'ora della morte:

"Chiunque la reciterà otterrà tanta misericordia nell'ora della morte. (...) Anche se si trattasse del peccatore più incallito se recita questa coroncina una volta sola, otterrà la grazia della Mia infinita misericordia" (Q. II, p. 263). Si tratta qui della grazia della conversione e di una morte nel timore di Dio e nello stato di grazia. La grandezza della promessa consiste nel fatto che condizione per ottenere la grazia è recitare almeno una volta tutta la coroncina così come Gesù l'ha chiesto con fiducia, umiltà e dolore per i peccati. La stessa grazia - di conversione e remissione dei peccati - sarà ricevuta dagli agonizzanti, se altri accanto al

Gesù ha fatto notare tre condizioni necessarie perché‚ le preghiere in quell'ora siano esaudite:

- la preghiera deve essere diretta a Gesù e dovrebbe aver luogo alle tre del pomeriggio;

- deve riferirsi ai meriti della Sua dolorosa passione.

"In quell'ora - dice Gesù - non rifiuterò nulla all'anima che Mi prega per la Mia Passione" (Q. IV, p. 440). Bisogna aggiungere ancora che l'intenzione della preghiera deve essere in accordo con la volontà di Dio, e la preghiera deve essere fiduciosa, costante e unita alla pratica della carità attiva verso il prossimo, condizione di ogni forma del culto della Divina Misericordia.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

coroncina alla DIVINA MISERICORDIA

Post n°11 pubblicato il 22 Gennaio 2007 da shiverlove
Foto di shiverlove

La recita della Coroncina deve essere così composta

All'inizio il Segno di Croce : Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo

Segue:

Padre Nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno, sia fatta la Tua Volontà come in celo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano, rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori e non c'indurre in tentazione ma, liberaci del male. Amen

Ave o Maria, piena di grazia, il Signore è con Te, Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori adesso e nell'ora della nostra morte. Amen

Credo in Dio, Padre Onnipotente, Creatore del celo e della terra e in Gesù Cristo suo unico figlio il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria Vergine, patì sotto ponzio pilato, fu crocefisso, morì e fu sepolto. Discese agli inferi. Il terzo giorno risuscitò da morte, salì a celo e siede alla destra di Dio Padre Onnipotente, di là verrà a giudicare i vivi e i morti. Credo nello Spirito Santo, la Santa Chiesa Cattolica, la Comunione dei Santi, la Remissione dei peccati, la Resurrezione della carne e la Vita Eterna. Amen

sui grani del Padre Nostro o che sono comunque staccati dalla decina successiva si recita:

Eterno Padre, ti offro il Corpo, il Sangue, l'Anima e la Divinità del Tuo dilettissimo Figlio e Signore nostro Gesù Cristo in espiazione dei nostri peccati e di quelli del mondo intero.

sui grandi dell'ave maria si recita per dieci volte consecutivamente:

Per la sua dolorosa Passione, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

dopo aver ripetuto la sequenza per 5 volte alla fine si recita per 3 volte consecutivamente:

Dio Santo, Dio Forte, Dio Immortale, abbi pietà di noi e del mondo intero

Si conclude la preghiera facendosi li segno della Croce: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

la preghiera è la pace dell'anima

Post n°10 pubblicato il 22 Gennaio 2007 da shiverlove
Foto di shiverlove

NOVENA ALLA DIVINA MISERICORDIA

(ha inizio il Venerdi Santo)

 e dura nove giorni: questo è il primo giorno

Gesù a S. Faustina:

 

Desidero che durante questi nove giorni tu conduca le anime alla fonte della Mia misericordia, affinchè attingano forza, refrigerio ed ogni grazia, di cui hanno bisogno per le difficoltà della vita e specialmente nell'ora della morte. Ogni giorno condurrai al Mio Cuore un diverso gruppo di anime e le immergerai nel mare della Mia misericordia. E Io tutte queste anime le introdurrò nella casa del Padre Mio. (...) Ogni giorno chiederai al Padre Mio le grazie per queste anime per la Mia dolorosa Passione.

Primo giorno

 

« Oggi conduciMi tutta l'umanità e specialmente tutti i peccatori e immergili nel mare della Mia misericordia. E con questo Mi consolerai dell'amara tristezza in cui Mi getta la perdita delle anime ».

 

Gesù misericordiosissimo, la cui prerogativa è quella di avere compassione di noi e di perdonarci, non guardare i nostri peccati, ma la fiducia che abbiamo nella Tua infinita bontà e accoglici nella dimora del Tuo pietosissimo Cuore e non lasciarci uscire di lì per l'eternità. Ti supplichiamo per l'amore che Ti unisce al Padre ed allo Spirito Santo.

 

Eterno Padre, guarda con occhio di misericordia specialmente i poveri peccatori e tutta l'umanità, che è racchiusa nel pietosissimo Cuore di Gesù e per la Sua dolorosa Passione mostraci la Tua misericordia, affinchè per tutti i secoli possiamo esaltare l'Onnipotenza della Tua misericordia. Amen.

 

Segue la recita della coroncina alla Divina Misericordia.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

FAVOLA

Post n°9 pubblicato il 18 Gennaio 2007 da shiverlove
Foto di shiverlove

Tanto tempo fà,

c'era una volta,

una cieca,sorda e muta, che vagava alla
ricerca della luce...

un giorno..per strada..... per magia venne abbagliata da una luce più luminosa del sole,

e per magia udì una voce dolce e piena d'amore,

e piano piano, giorno dopo giorno..quella luce e quella voce per incanto le donarono la parola,

e così questa persona guarì e conobbe la vita...

una vita piena di colori..

e questo arcobaleno sei tu...amore mio....

A   m.i.a.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 8

Post n°8 pubblicato il 18 Gennaio 2007 da shiverlove
Foto di shiverlove

TU

          Luce,

           Orma,

                Respiro,

                   Emozioni,

                 Dolcezza,

             Amore,

               Nuvola,

                   Armonia,

                     tu...io.... Sogni d'oro..

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

AMORE MIO

Post n°7 pubblicato il 18 Gennaio 2007 da shiverlove
Foto di shiverlove

A te, che sei la mia luce,
a te, che sei il mio calore,
a te, che sei il mio respiro,
a te , che sei la mia ombra,
a te, che sei la mia passione,
a te, che sei le mie emozioni,
a te e per te sono......tua per l'infinito.

by mel                                        29/10/2005

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

RIFLESSIONI

Post n°6 pubblicato il 18 Gennaio 2007 da shiverlove
Foto di shiverlove

Amore, non t'incolpo, poiché la colpa fu mia, non fossi stato di creta comune,
Avrei scalato le altezze somme, inviolate tuttora, visto l'aria più piena, il giorno più ampio.

Dalla ferocia della mia passione sprecata avrei tratto un canto migliore, più limpido,
Acceso una luce più luminosa di più libera libertà, combattuto ingiustizie dalla testa d'Idra.

Se le mie labbra avessero avuto il dono della musica dai baci pungenti che le fecero sanguinare,
Tu avresti camminato con Beatrice e gli angeli su quel prato verde e smalto.

Avrei percorso la strada sulla quale Dante vide rifulgere i soli di sette cerchi,
Si! forse avrei visto aprirsi i cieli, come si aprirono al Fiorentino.

E le potenti nazioni avrebbero incoronato me, che ora sono senza corona e senza nome,
E un'alba d'oriente mi avrebbe trovata genuflessa sulla soglia della Casa della Fama.

Mi ero seduta in quel circolo marmoreo dove il bardo più vecchio è come il giovane
E la zampogna versa eternamente miele, e le corde della lira sono tese in eterno.

Keats avrebbe sollevato le sue chiome imenee dal vino di semi di papavero,
Con bocca di ambrosia mi avrebbe baciato in fronte, la mia mano avrebbe serrato con la mano del nobile amore.

E a primavera, quando i germogli del melo sfiorano il seno lucido della colomba,
Due giovani amanti distesi in un frutteto avrebbero letto la storia del nostro amore.

Avrebbero letto la leggenda della mia passione, conosciuto l'amaro segreto del mio cuore,
Si sarebbero baciati come ci siamo baciati noi, ma non separati come ora è destino che ci separiamo.

Poiché il fiore cremisi della nostra vita è divorato dal verme della verità
E nessuna mano può raccogliere i petali caduti e secchi della rosa della giovinezza.

Pure non rimpiango di averti amata - ah! che altro avrei dovuto fare io, una ragazza -
Poiché i famelici denti del tempo sbranano, e gli anni dai piedi silenziosi inseguono.

Senza timone, andiamo alla deriva nella tempesta, e una volta passato il fortunale della gioventù,
Senza lira, senza liuto o coro, la Morte, pilota silenzioso, finalmente viene.

E nella tomba non c'è piacere, poiché la cecilia si pasce della radice,
E il desiderio diventa rabbrividendo cenere, e l'albero della passione non dà frutti.

Ah! Cos'altro avrei dovuto fare se non amarti, la madre stessa di Dio mi era meno cara,
E meno cara la Citerea che si levava come un giglio d'argento dal mare.

Ho fatto la mia scelta, ho vissuto i miei carmi, e anche se la gioventù è sparita in sogni sprecati,
Ho trovato la corona di mirto dell'amante migliore di quella d'alloro del poeta.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

SCEGLIERE....

Post n°5 pubblicato il 18 Gennaio 2007 da shiverlove
Foto di shiverlove

Trafiggere la mia giovinezza con pugnali disperati, portare
La chiassosa livrea di questa età meschina,
Lasciare che ogni mano vile saccheggi il mio tesoro,
Immischiare la mia anima ai capelli di una donna,
E non essere che il lacchè della fortuna, - lo giuro,
Io non lo amo! Queste cose sono meno per me,
Meno della lanugine di cardi sull'aria estiva
Che non ha seme: meglio stare in disparte
Lontano da questi calunniosi sciocchi che beffano la mia vita
Senza conoscermi, meglio il tetto più vile
Adatto a ospitare il più umile veltro,
Che tornare a quella rauca grotta di conflitti
Dove la mia bianca anima per la prima volta baciò la bocca del peccato.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

LA TEMPESTA DEL  MIO CUORE

Post n°4 pubblicato il 17 Gennaio 2007 da shiverlove
Foto di shiverlove

La Pioggia ed il Mare

Sei entrata nella mia vita di nascosto,
come la pioggia d’estate s’insinua nel mare d’agosto;
lenta e furtiva ella scende pian piano tra i raggi del sole
e, così dal cielo va a fondersi con la tiepida acqua ed il bianco sale.
Tu quasi imitando le sue gesta,
hai impresso la tua voce nella confusione che avevo in testa;
hai lasciato poi espandere il tuo ricordo nelle notti in cui sognavo
o forse non dormivo e ti pensavo.
Sei arrivata infine ad infiltrarti nel mio cuore,nella mia anima e nella mia mente,
sei diventata parte di me,
come la pioggia per il mare, come il sole per il giorno,come l'aria per la vita.

LA MIA ANIMA PARLA..

È tua volontà ch'io debba turbarmi e impallidire,
Barattare il mio panno d'oro per un rustico grigio,
E a piacer tuo tessere quella rete di dolore
A ogni filo più lucente corrisponde un giorno sprecato? NO

È tua volontà - Amore che amo così tanto -
Che la Dimora dell'Anima mia sia un luogo tormentato
Dove come drudi malvagi debbano dimorare
La fiamma mai estinta, il verme che non muore?

Si, se è la tua volontà, lo sopporterò,
E venderò l'ambizione al mercato comune,
E lascerò che il cupo fallimento sia il mio vestito,
E che il dolore si scavi la tomba nel mio cuore.

Sarà meglio così, forse, - almeno
Non ho fatto del mio cuore un cuore di pietra,
Non ho privato la mia adolescenza del suo ampio banchetto,
Non ho viaggiato dove la Bellezza è una cosa sconosciuta.

Molti han fatto così; hanno tentato di limitare
In rigidi confini l'anima che dovrebb'essere libera,
Hanno percorso la strada polverosa del senno comune,
Mentre tutta la foresta cantava di libertà,

Senza vedere come il maculato falco in volo
Passava su ampie ali nel sommo dell'aria,
Diretto ove una ripida inviolata altura montana
Catturava le ultime trecce della chioma del Dio Sole.

O come il fiorellino è calpestato:
La primula, quello scudo d'oro piumato di bianco,
Seguiva con occhi assorti il vagare del sole,
Contenta se una volta le sue foglie ne erano aureolate.

Ma certo è qualcosa essere stato
La più amata per un breve tratto,
Aver camminato mano in mano all'Amore, e avere visto
Le sue ali purpuree volteggiare una volta nel tuo sorriso.

Ah! Anche se il satollo aspide della passione si ciba
Del mio cuore di ragazza, pure ho sfondato le sbarre,
Sono stata faccia a faccia con la Bellezza, ho conosciuto invero
L'Amore che muove il Sole e le altre stelle!

a te m.i.a. eternamente tua

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

FOR EVER

Post n°3 pubblicato il 17 Gennaio 2007 da shiverlove
Foto di shiverlove

1.    PER SEMPRE

 

E alla fine le luci si spengono; un soffio di vento che batte sulla finestra,

 un sospiro sommesso; la tua mano che prende la mia….

Un bacio nel torpore del sonno…e così….immobili e uniti fuori dal tempo.

E’ l’alba…e le nostre mani ancora si stringono, le nostre dita giocherellano tra loro,

accarezzo le tue spalle e il mio cuore soffoca di passione.

Vorrei vivere per sempre, o Amore mio,

per amarti oltre lo spazio e il tempo e averti con me ogni notte e ogni alba,

affinché il nostro Amore possa vivere in eterno.

 

2.  BUONA NOTTE

 

Buona notte Amore lontano,se solo potessi guardare il cielo,..questa notte...

.vedresti la luna incantata come in una fiaba troppo bella per essere raccontata.

E io, disperata menestrello innamorata; vago nella notte nebbiosa della città tra i profumi tuoi

mischiati in armonia con i colori struggenti dell’autunno.

Ti Amerò per sempre, respirando la tua voce e i tuoi baci  portati da lontano dalla musica

del vento in queste brevi notti di solitudine.

 

 

23/09/03 1.51  

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
« Precedenti
Successivi »
 
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

RICORDI

immagine L'amore è desiderio che attrae e unisce gli esseri viventi e coscienti in vista di un reciproco bisogno di completamento. La sua natura è paradossale. Nell'amato infatti si cerca contemporaneamente l'identico e il differente, l'altro se stesso e l'individuo diverso da sé, la fusione senza residui e il rafforzamento della propria personalità. Se l'altro non mi somigliasse, se non potessi rispecchiarmi in lui e riconoscere nei suoi pensieri e sentimenti il riflesso dei miei, l'amore non sorgerebbe, ma non potrei amarlo neppure se mi somigliasse troppo, se fosse un mero duplicato, un'eco monotona e ripetitiva di me stesso

IO CI CREDO NELL'AMORE, PERCHE' OGNI COSA CHE FACCIAMO SE LA FACCIAMO CON AMORE CI SENTIAMO A TRE METRI SOPRA IL CIELO...SENZA AMORE SIAMO MORTI...SIAMO VEGETALI..SIAMO ZOMBI..I NOSTRI OCCHI NON CONOSCONO LUCE..

 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

lopiccolocaremiljx69volafarfallina1991Elvis1976xjmary40nocerosmogliedelgattozigozagodgl6giuseganmordomimichael780leehluilprincipedelcuoremilionidieuro
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

I miei Blog Amici

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom