Creato da cuccuruccuz il 31/10/2008

EL PUEBLO UNIDO

JAMAS SERA VENCIDO

SIAMOVIVI

 



MI TROVI
SU FACEBOOK

Nico Guevara

 

QUALCUNO ERA COMUNISTA..

Qualcuno era comunista perché si sentiva solo.

Qualcuno era comunista perché credeva di
poter essere vivo e felice solo se lo erano anche gli altri.
Qualcuno era comunista perché aveva bisogno
di una spinta verso qualcosa di nuovo.
Perché sentiva la necessità di una morale diversa.
Perché forse era solo una forza, un volo,
un sogno era solo uno slancio, un desiderio
di cambiare le cose, di cambiare la vita.
Sì, qualcuno era comunista perché,
con accanto questo slancio,
ognuno era come… più di sé stesso.
Era come… due persone in una.
Da una parte la personale fatica quotidiana
e dall'altra il senso di appartenenza a
una razza che voleva spiccare il volo
per cambiare veramente la vita.
No. Forse anche allora molti avevano aperto
le ali senza essere capaci di volare…
come dei gabbiani ipotetici.
E ora? Anche ora ci si sente come in due.
Da una parte l'uomo inserito che
attraversa ossequiosamente
lo squallore della propria sopravvivenza quotidiana
e dall'altra il gabbiano senza più neanche
l'intenzione del volo perché
ormai il sogno si è rattrappito.
Due miserie in un corpo solo.

 

 

 

 

HO VISTO ANCHE DEGLI ZINGARI FELICI

...ho visto degli zingari felici...

ubriacarsi di luna,

di vendetta e di ...guerra...

...i poeti amano l'odore delle armi,

odiano la fine della giornata...

 

 

« BERLUSCONI RESPINTO A BARILIBERTA'? MA QUALE LIBE... »

ASTENSIONISMO!!!!!

Post n°86 pubblicato il 03 Giugno 2009 da cuccuruccuz

L'astensionismo elettorale spesso viene tacciato di qualunquismo.Io credo nell'efficacia di questo metodo.

 Il mio astensionismo è legato al rifiuto del principio gerarchico e quindi della delega.

Sono contro la delega politica, intendendo per "delega politica" quella che conferisce poteri decisionali, quella che pretende di dare l'illusione di partecipare alle scelte importanti.....

E' per questo che non voto: Chi vota si rende partecipe del proprio sfruttamento!

Per abolire il "potere" bisogna finirla con le deleghe!Perchè fin quando ci saranno i furbi arrampicatori sociali, le avanguardie o i leaders a candidarsi e gli illusi a votare o a delegare lo stato avrà sempre la meglio e i gestori del potere continueranno tranquillamente a fare ciò che hanno sempre fatto.

Astensione come non collaborazione ad un sistema sociale in cui non ho mai creduto.

IO NON VOTO, NON LEGITTIMERO' IL POTERE VOTANDO...FARLO SIGNIFICA DARE ACQUA AD UNA PIANTA CHE DEVE ESSERE ESTIRPATA!!!

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/SIAMOVIVI/trackback.php?msg=7168995

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
quadernorosso
quadernorosso il 03/06/09 alle 14:29 via WEB
come sempre mi trovi d'accordo. astensionismo e qualunquismo sono spesso stati argomenti di discussioni con i miei amici. non ti dico poi quando incontri quelli che ti dicono ''io voto il meno peggio''..... lo trovo allucinante e veramente qualunquistico.
 
jamaika62
jamaika62 il 03/06/09 alle 16:05 via WEB
ormai i parlamenti sono luoghi di buffonerie e ruberie a favore delle banche e dei suoi apparati fascisti,mentre interi quartieri proletari vengano emarginati ,affamati, privandoli di quel sostegno culturale per emacipare le massi.un disegno che vaga da 25 anni in italia e in tutta europa.costruiamo un movimento dal basso comunista elibertario che fa si che contrasta lo strpotere delle dx e delle socialdemocrazie ,sempre piu asservite al capitalismo. soldarieta' ai compagni che hanno impedito il comizio a berlusconi a bari,soldarieta' ai compagni di verona che hanno manifestato contro la repressione attuata dalla giunta di dx.w il proletariato unito!
 
mettereleali
mettereleali il 04/06/09 alle 00:36 via WEB
ho sempe creduto nel voto come strumento di potere del popolo, è vero il sistema elettorale lascia moploto a dsiderare in Italia...ma mnon votare è una vile delega al qualunquismo imperante..è darla vinta al berlusconismo e alla ideologia delle veline...è un modus operandi pproprioo del più tenace Pilato...lo dico senza critica o polemica alcuna...come smplice osservazione...lella
 
 
cuccuruccuz
cuccuruccuz il 04/06/09 alle 08:24 via WEB
scusami se dissento ma io ritengo che votare con questo sistema elettorale sia una vera delega, sia lasciare a dei porci la delega di fare ciò che vogliono in nome del popolo e solo ed esclusivamente per iloro interessi personali e di cordata...e pilato è chi delòega agli altri la possibilita di decidere, l'alternativa è l'azione diretta e risvegliare la coscienza nelle masse ...azione diretta senza delega questa è la vera democrazia e la veralibertà...sono decenn che deleghiam ad affaristi e questo è il risultato , è sotto gli occhi di tutti... senza polemica ...una semplice osservazione ...un semplice punto di vista...
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

Nostra patria il mondo intero,nostra legge la libertà.
Libera cultura in liberi spazi!Anarchia è vita.
Voi ridete di me perché sono diverso,
io rido di voi perché siete tutti uguali.
Oggi cerco un’ora di furibonda anarchia e,
per quell’ora darei tutti i miei sogni,
tutti i miei amori, tutta la mia vita.
Anarchico è colui che dopo una lunga,
affannosa e disperata ricerca ha trovato
sè stesso e si è posto, sdegnoso e superbo
“sui margini della società” negando
a qualsiasi il diritto di giudicarlo.
Ogni popolo, come ogni persona è quello che è,
e per questo ha un diritto ad essere se stesso.

 

 

TAG

 

EL CHE

Dicono che noi
rivoluzionari siamo romantici.
Si è vero lo siamo in modo diverso,
siamo quelli disposti a dare la vita
per quello in cui crediamo.

 

ULTIME VISITE AL BLOG

gee900aran.banjo78Maddalena.Robinole800pie.brancacciodi.luna.nuovaquasituttatua63MAN_FLYmax_6_66Cla.udio19cesibluale_soendo251Fubine1studioavvg.manca
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 29