Creato da SOUL2007 il 23/03/2007
INCONTRI SPIRITUALI

Area personale

 
 
 

Tag

 
 

Archivio messaggi

 
 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 

FACEBOOK

 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Ultime visite al Blog

 
SOUL2007coluciNarcyssemariomancino.ma_solitary_manles_mots_de_sablealf.cosmoselisar_81suntreeNICKTITANONues.sTabeaBorchardtLisa20141sols.kjaer
 

Ultimi commenti

 
Bellissima , l'avevo già letta qualche tempo fa ....
Inviato da: RavvedutiIn2
il 24/09/2015 alle 09:20
 
E' come se tutti ci trovassimo nelle sabbie mobili:...
Inviato da: SOUL2007
il 26/11/2013 alle 12:04
 
ma allora come fare?
Inviato da: pony2006
il 26/11/2013 alle 11:51
 
La mente crea e divide. Noi tendiamo al ritorno...
Inviato da: SOUL2007
il 25/11/2013 alle 05:07
 
ciao SOUL. ho cercato di smettere di cercare, ma la mia...
Inviato da: pony2006
il 24/11/2013 alle 09:41
 
 

Chi può scrivere sul blog

 
Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 

 

 
« A teIl profumo dell'eternità.. »

Il libero arbitrio

Post n°77 pubblicato il 02 Agosto 2010 da SOUL2007

E' una vita intera che mi assilla questo concetto.
Ma ora penso di essere riuscito a fare un pò di luce, e cerco di comunicarvela..ma se non vi arriva sarà dipeso da me, non dalla vostra comprensione.
Mi dissero che esiste il piccolo e il grande libero arbitrio, a seconda se si trattasse di piccole o grandi decisioni. E questo è ancora vero tutto sommato, ma in un'altra ottica.
Per trarre un minimo di conclusioni in questo duro ramo della metafisica occorre....non pensare, ma "mettersi in ascolto" e percepire.
Ed ecco quello che ne è uscito fuori:

Nella dimensione del Manifesto:
Il libero arbitrio esiste ed è effettivamente operante e riscontrabile, dall'ameba (istinto)all'uomo erectus (ragione).
E' condizione indispensabile a farci elevare quella di essere consapevoli dei propri errori o delle scelte ben fatte, ci da o la giusta e creativa "spinta in basso", che poi rigenererà le nostre cellule, oppure la meritata spinta in alto a seguito di una scelta ben fatta, alla quale poi seguirà inevitabilmente un'altra spinta verso il basso, secondo la legge del Caduceo.

Ma...
Nella dimensione del Non-Manifesto:
Tutto si finalizza nei canoni precisi del nostro karma. Quel che nel Manifesto "sembra" una nostra esclusiva scelta, nel Non-Manifesto è la conseguenza di un disegno karmico da noi stessi eseguito nei tempi antichi.
Dobbiamo cioè pagare o godere delle nostre passate azioni, ma il godimento o la sofferenza avvengono nel Manifesto, e quindi sono esse stesse illusioni.

La medaglia, il pendolo...i due aspetti del regno duale che attendono di riunificarsi nell'Uno, l'emisfero cerebrale destro e quello sinistro, una storia vecchia e nuovissima, prevedibile ed imprevedibile. Come la vita e come la non-vita del resto

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/SOUL2007/trackback.php?msg=9121519

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
ormenellasabbia
ormenellasabbia il 02/08/10 alle 12:27 via WEB
è tutto illusorio... è l'ego che ha bisogno di crederci... per esistere. credo
 
PRONTALFREDO
PRONTALFREDO il 02/09/10 alle 15:17 via WEB
Ciao Soul, ciao Angela. Avrei voluto lasciare un commento in sanscrito, ma il mio libero arbitrio, in tal senso, è un po'limitato.
 
luomodelponte
luomodelponte il 25/11/10 alle 09:45 via WEB
Caro Soul , non resisto alla tentazione di dire cosa à il libero arbitrio , Esso nasce nei momenti in cui riusciamo a trascendere i nostri limiti , che poi sono tutto ciò che ci anima , gli impulsi , gli istinti , le emozioni , noi siamo ragione allo stato puro , la nostra incessante ed operosa indagine lo testimonia , mentre i sentimenti ci sfugguno , e ci sovrastano , il pensiero è docile , lo guidi con precisione ,il libero arbitrio , è una scelta libera . Nasce dalla conquistata libertà , se poi ci chiediamo perchè oggi si e ieri no, perchè ognuno segue un percorso personale , il motivo è nel caso , perchè un fiore è un fiore e non un carciofo??? La giustizia , in realtà non è di questo mondo materiale , ma sarà nei successivi mondi divini , e risiede nell'Amore. Un caro saluto
 
avventista7g
avventista7g il 25/11/10 alle 11:57 via WEB
Il debito Karmico è un assurdo illogico ed ingiusto..ma del resto Satana è un artista in questo campo!!! Chi stabilisce questa idiozia karmica ??? quale folle e crudele divinità ?? ...ognuno è responsabile delle sue azioni e le relative conseguenze e le paga in questa vita...NON LE LASCIA IN EREDITA' a nessuno... GESU CRISTO è venuto x liberare gli uomini da questa e tante altre false religioni o filosofie orientali di matrice SATANICA!!!! LUI SOLO é LA VIA LA VERITA E LA VITA ETERNA...
 
pony2006
pony2006 il 24/11/13 alle 09:41 via WEB
ciao SOUL. ho cercato di smettere di cercare, ma la mia mente non ne vuole sapere... é proprio vero che la volontà fa scattare la controversia. Il desiderio accende il meccanismo di lotta interiore, uno spreco di energia che porta solo a frustrazione o a godimento passeggero ... forse é per questa ragione che i maestri spirituali dicono che tutto ciò che si desidera é nelle nostre teste. La parola d'ordine dell'uomo é dividere. Non si fa altro che dividere. Si dividono religione, concetti, etnie ecc.. Le parole come libero arbitrio, nata dal pensiero umano, viene sottoposto anch'esso a divisione ricreando pensieri statici di un concetto. Una volta diviso qualcosa ci si rende statici coinvolgendo solo superficialmente le nostre energie ... ci si illude di andare avanti ed arrivare ad una conclusione che porti finalmente ad una conclusione, ad un qualcosa che soddisfi il nostro desiderio di dare un senso alla nostra esistenza, che porti finalmente a capire "ciò che é". Ti sei mai accorto che per ogni azione svolta o per ogni pensiero emerso nella nostra mente, ci si rivolge esclusivamente al passato? Il pensiero é frutto del passato; ergo la nostra esistenza dipende dal passato. Si tralascia il presente, pensando che il verbo essere ne sia l'ambasciatore. Ho letto che, una volta che si insegna ad un bimbo il nome di un albero, quel bimbo non vede più l'albero. Dicono che il presente si vive solo osservando e questo richiede un grande impegno, ma dal momento che l'impegno richiede sforzo, immancabilmente richiederà antagonismo dentro di sé e questo ci svia, ci porta da tuttaltra parte ... pure fissarci un obiettivo crea controversie e ci svia...ma allora che fare? :-)
 
 
SOUL2007
SOUL2007 il 25/11/13 alle 05:07 via WEB
La mente crea e divide. Noi tendiamo al ritorno all'uno. Tutto qui è polarità, almeno per ora. Tutto è maya. Chi sa vivere il "qui ed ora" riscopre il presente e comprende che passato e futuro non esistono. Lasciati andare sulla corrente del fiume della vita, perché lei sa cosa fare. Finché tenti di essere un protagonista sei destinato a soffrire. Lascia che la tua vera essenza nasca dentro di te, non farla abortire ogni giorno.
 
   
pony2006
pony2006 il 26/11/13 alle 11:51 via WEB
ma allora come fare?
 
     
SOUL2007
SOUL2007 il 26/11/13 alle 12:04 via WEB
E' come se tutti ci trovassimo nelle sabbie mobili: più ci divincoliamo, più affondiamo. L'unico sistema è quello di "lasciar accadere" senza partecipare emotivamente, quindi applicando un forte distacco. Non è facile ma neanche impossibile. Io personalmente ci riesco quasi sempre
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.