SOURCE OF DREAMS

PARLO DLLE DONNE PERCHE' NON CONOSCO GLI UOMINI...

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

ULTIMI COMMENTI

Bella questa "poesia" in cui le emozioni sono...
Inviato da: francoroc0
il 06/07/2011 alle 15:49
 
Dove sta il tasto mi piace? Un salutone
Inviato da: virtute81
il 16/03/2011 alle 16:59
 
Niente più di un futuro luminoso… trapunto di stelle in un...
Inviato da: Buiosudime
il 14/02/2011 alle 13:24
 
Ciao....CARLO!
Inviato da: fosco6
il 04/02/2011 alle 21:48
 
uhmmm Carlo :))) qualcuno potrebbe pensare che la tua vita...
Inviato da: ceraunavolta63
il 25/01/2011 alle 15:55
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ceraunavolta63Luky613Primosirefosco6max_6_66psicologiaforenseil_ramo_rubatoWIDE_REDdoublellevirtute81strong_passionspagnolosanmar05toodykremuziomoscardino92
 

 

Venere in...calzettoni

Post n°40 pubblicato il 20 Ottobre 2010 da ceraunavolta63

Lei appare improvvisamente, svolazzante come un piccolo delicato fantasma avvolto nel suo lenzuolo e investe lui con una zaffata del suo (di lui) profumo…

La guarda attentamente ..uhmmm Ma come? Eh già, quella è la sua (di lui) camicia! Il colletto rigido sembra quasi disorientato al contatto di quel collo fragile…

lui la osserva ancora mentre la volontà di supremazia di lei si svela quando pattina con i suoi (di lui) calzettoni, scivola, ride rovesciando la testa e poi si ferma e lui si chiede perché Venere nasca dalla spuma del mare e non da un paio di calze di spugna…

Spunta da dentro un suo (di lui) maglione enorme chiesto perché ha freddo e invece fa caldo , ma lei ha freddo! Un avanzamento nel tremulo midollo di un uomo, perché non si può opporre resistenza nessuna a quelle maniche che spiovono smarrite e pesanti dalle spalle e a quelle dita sottili che affiorano dai polsini…

Lei che una misura non ce l’ha…non ce l’ha più, immedesimata nella morbidezza della maglia si rannicchia come in un bozzolo in attesa di qualcosa..

Mentre l’alba spegne la luce dell’ultimo lampione di fronte alla finestra, lui si ritrova tra le braccia un viluppo di dolcezza ancora tutto da scoprire…

Si è perso proprio li, tra quell’abbozzo di farfalla e l’universo intero…Era domenica ormai…frugava per trovarla tra le anse del maglione e d’incanto è stato rapito dal desiderio di tirare quel filo sfuggito alla trama e sgomitolarlo fino a raggiungere il bandolo della matassa dei sui (di lei) pensieri…

La donna  ama governare l’esistente e lo fa da dentro i suoi (di lui) abiti…

 

 
 
 

What women want...

Post n°39 pubblicato il 18 Ottobre 2010 da ceraunavolta63

Quello che le donne vogliono…per chi non lo sapesse è il titolo di un film nel quale al protagonista viene concesso il temporaneo accesso ai pensieri dell’universo femminile dopo essere stato colpito da una potente scarica elettrica…

Fantastico! Sosterrebbero le donne un animo mite e trasparente…Oddio! E’ l’espressione di quelle con una personalità più ambigua…inquieta (quasi tutte!)

Le donne, dalla prima all’ultima, giovani, rampanti, materne, attempate, colte, ruspanti, vogliono tutte la stessa cosa: sentirsi belle e per questo vanno all’accorata ricerca di qualcuno che le faccia sentire davvero speciali per quello che sono, di qualcuno che non parta dall’ immagine fisica ma punti alla filosofia della loro femminilità…senza  per questo lanciarsi necessariamente in acrobazie estetiche…

l’eleganza è innata, basta un filo di perle a vestire una sottile fisicità e ad esaltare il carisma di una donna elegantemente affascinante…

 

 
 
 

Colazione a letto....Buongiorno

Post n°38 pubblicato il 18 Ottobre 2010 da ceraunavolta63

 
 
 

Cambiamo argomento...Cyrano de Bergerac

Post n°37 pubblicato il 15 Ottobre 2010 da ceraunavolta63

Venite pure avanti, voi con il naso corto, signori imbellettati, io più non vi sopporto,
infilerò la penna ben dentro al vostro orgoglio perchè con questa spada vi uccido quando voglio.
Venite pure avanti
poeti sgangherati, inutili cantanti di giorni sciagurati,
buffoni che campate di versi senza forza avrete soldi e gloria, ma non avete scorza;
godetevi il successo, godete finchè dura, che il pubblico è ammaestrato e non vi fa paura
e andate chissà dove per non pagar le tasse col ghigno e l' ignoranza dei primi della classe.
Io sono solo un povero cadetto di Guascogna, però non la sopporto la gente che non sogna.
Gli orpelli? L'arrivismo? All' amo non abbocco e al fin della licenza io non perdono e tocco,
io non perdono, non perdono e tocco!
Facciamola finita, venite tutti avanti nuovi protagonisti, politici rampanti,
venite portaborse, ruffiani e mezze calze, feroci conduttori di trasmissioni false
che avete spesso fatto del qualunquismo un arte, coraggio liberisti, buttate giù le carte
tanto ci sarà sempre chi pagherà le spese in questo benedetto, assurdo bel paese.
Non me ne frega niente se anch' io sono sbagliato, SPIACERE E' IL MIO PIACERE, IO AMO ESSERE ODIATO coi furbi e i prepotenti da sempre mi balocco e al fin della licenza io non perdono e tocco.

 
 
 

Elogio alla lussuria

Post n°36 pubblicato il 14 Ottobre 2010 da ceraunavolta63

E’il più creativo dei vizi capitali, una spinta alla conoscenza fisica e alla libertà dei sensi oltre misura…

 radicata in ogni essere e dominata per pudore o per paura. E’ un istinto eccessivo , esuberante,  animalesco…

il suo lato animale è fondamentale così come lo è la capacità di allontanarsi dalla sua animalità per decollare verso la creatività stimolata dalla fantasia…

Non c’è altro luogo della mente deputato ad accogliere l’istinto lussurioso se non la fantasia, luogo nel quale si formano, si consolidano e  si scatenando i desideri  più reconditi.

 La lussuria è  passione circondata da un alone di peccato  e di disapprovazione…

temuta, così come lo è ogni eccesso perché rappresenta il lato oscuro della libertà o forse quello più luminoso e,,in quanto tale, accecante

dominante, avvolti dalle sue spire la ragione cede il passo agli istinti evocati dai sensi…

Fantasia, irrequietezza, eccesso e sfida alleate per il raggiungimento di un solo obiettivo…la pura estasi

 

immagine copiata dal blog di nero68va

 
 
 

Fotogrammi di ...vita

Post n°35 pubblicato il 13 Ottobre 2010 da ceraunavolta63

Dietro un’immagine si nasconde l’anima.

Lasciandosi coinvolgere dall’artista inizia la ricerca della propria identità perduta..dimenticata…ignorata.

Chi non ha pregiudizi e non intende soddisfare esclusivamente il proprio narcisismo, può diventare un’opera d’arte attraverso l’obiettivo dell’artista .

 Corpi modellati da sguardi attenti che scavano nell’essenza  attraverso sapienti inquadrature . Giochi di luci  ed ombre  esaltano particolari mai rivelati.

Anima e volto legati all’artista da un’alchimia di sensi  che apre varchi profondi nell’inconscio  e, nella sequenza di fotogrammi, si rivela la parte più nascosta dell’istinto…

 
 
 

...

Post n°34 pubblicato il 12 Ottobre 2010 da ceraunavolta63

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere

Sandro Pertini

 
 
 

Non tutti....molti!

Post n°33 pubblicato il 11 Ottobre 2010 da ceraunavolta63

Gli uomini sono malvagi, maliziosi, traditori, e insignificanti, non si amano l'un l'altro né amano sé stessi, non sono ospitali, caritatevoli o socievoli come dovrebbero essere, ma falsi, dissimulatori, doppiogiochisti, disposti a tutto per raggiungere i loro fini, senza pietà, senza compassione, e per trarre un beneficio non esitano a procurar danno al prossimo.

Robert Burton, Anatomia della malinconia

 
 
 

Profumo di..

Post n°32 pubblicato il 08 Ottobre 2010 da ceraunavolta63

“Il profumo ha una forza di persuasione più convincente delle parole, dell’apparenza, del sentimento e della volontà. Non si può rifiutare la forza di persuasione del profumo, essa penetra in noi come l’aria che respiriamo, penetra nei nostri polmoni, ci riempie, ci domina totalmente, non c’è modo di opporvisi” (Suskind).

Chiunque abbia letto il romanzo o visto il film potrà capire appieno il significato di queste parole che rappresentano l’esaltazione esasperata di un senso che potrebbe sembrare sottovalutato rispetto agli  altri  attraverso i quali le percezioni esterne sono più immediate.

L’olfatto è il senso più primitivo, animalesco e malgrado le nostre resistenze, gli odori penetrano in noi e arrivando al cervello rievocano ricordi e sensazioni.

Un odore arricchisce di particolari ciò che la vista ha fotografato nella mente. Ho sempre pensato che la vista fosse il senso più importante, ma sicuramente anche quello che più distoglie dai…particolari.

Ci lasciamo disorientare dalla luce, gli occhi volano da una cosa a un’altra visualizzando particolari a volte poco importanti…tanti fotogrammi che memorizzeremo e accantoneremo nella nostra mente…ma basta un odore per rievocare i ricordi e ricomporre il puzzle.

 
 
 

A qualcuno piace...caldo

Post n°31 pubblicato il 06 Ottobre 2010 da ceraunavolta63

Silenzio!Vietato parlare!Non ha ancora preso ilcaffè!!!! Alza una mano implacabile che arresta per un istante il battito del mondo e con un dito da giudizio universale accende la macchina del caffè. Arranca con l’andatura sfiatata di una macchina in riserva fino alla sedia, gli occhi fissi sulla lucina miracolosa che la avvertirà che la macchina è calda, pronta a soddisfare quell’irrefrenabile desiderioche si palesa al risveglio. La spia è accesa insieme alla voglia di sentire sulla lingua quel nettare nero che risveglia la vita e di lì…la realtà, grigia e quotidiana.La noia persistente delle questioni quotidiane viene risucchiata dal mulinello del cucchiaino che lei gira e gira nella tazzina.Un sorso…ed è già estasi!...Ora potete parlare!

BUONGIORNO

All punteggiatura: :;, 5/6 a capo (...)

 

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: ceraunavolta63
Data di creazione: 13/09/2010
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom